Dove posso dire di essere nobile?

Discussioni ed informazioni sui tutti i testi che si possono reperire di araldica, genealogia, storia di famiglia, ordini cavallereschi e sistemi premiali / Discussions and information regarding all available texts on heraldry, genealogy, family history, orders of chivalry and systems of merit

Moderatori: Antonio Pompili, Alessio Bruno Bedini

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 18 giugno 2004, 14:47

Credo che tu abbia :wink: scritto bene, caro Tomaso.

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda omero » sabato 19 giugno 2004, 10:51

fra' Eusanio da Ocre ha scritto:Credo che tu abbia :wink: scritto bene, caro Tomaso.


Scritto benissimo caro Tomaso Cravarezza (mi trovo concorde con il Suo pensiero), a parte l'intestatario a cui è rivolto il messaggio: non io, bensì il gentile Signor Orgnani! :wink:

Cordialità,

Pier Carlo Omero Bormida
Avatar utente
omero
 
Messaggi: 337
Iscritto il: giovedì 29 maggio 2003, 18:45
Località: Torre Mondovì (Cn)

Messaggioda T.G.Cravarezza » sabato 19 giugno 2004, 11:29

Mi scusi davvero, ero un po' di fretta e mi sono confuso :)
Cordialmente
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6539
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Messaggioda omero » sabato 19 giugno 2004, 12:03

Non si preoccupi, gentilissimo Tomaso Cravarezza,

è capitato anche a me più di una volta! :lol:

Pier Carlo Omero Bormida
______________________________________
~ Veritas laborat saepe, exstinguitur numquam ~
Avatar utente
omero
 
Messaggi: 337
Iscritto il: giovedì 29 maggio 2003, 18:45
Località: Torre Mondovì (Cn)

Messaggioda Mario » sabato 21 agosto 2004, 12:30

Gentilissimi signori,
discendere da una Famiglia "conosciuta" comporta grandi responsabilità.
Per prima cosa, non dobbiamo dimenticare che anticamente tale onore è stato guadagnato col sangue. Personalmente ritengo che il nobile abbia la possibilita' anche oggi di farsi apprezzare......ed è in base a ciò che ogni individuo guadagna il diritto ad essere ri-"conosciuto"....
Saluti
Avatar utente
Mario
 
Messaggi: 6
Iscritto il: venerdì 6 agosto 2004, 1:29
Località: Ravenna

Messaggioda pierfe » sabato 21 agosto 2004, 23:13

Mario ha scritto:Gentilissimi signori,
discendere da una Famiglia "conosciuta" comporta grandi responsabilità.
Per prima cosa, non dobbiamo dimenticare che anticamente tale onore è stato guadagnato col sangue. Personalmente ritengo che il nobile abbia la possibilita' anche oggi di farsi apprezzare......ed è in base a ciò che ogni individuo guadagna il diritto ad essere ri-"conosciuto"....
Saluti


Molto interessante ma desidero precisare che la nobiltà non sempre è stata guadagnata col sangue, ma anche con l'amministrazione delle città, con le lettere e le arti, e molto di più con i soldi...
Ci sono famiglie storiche molto più importanti di tante famiglie nobili.
Ma nel contesto generale concordo in pieno con quanto scrive.
Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2226
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Precedente

Torna a Bibliografia Araldico-Genealogico-Cavalleresca



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti