Famiglia Marsili di Firenze

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Famiglia Marsili di Firenze

Messaggioda alfabravo » lunedì 25 settembre 2006, 17:00

Signori del Forum,

per favore, qualcuno di voi ha notizie della famiglia Marsili di Firenze (Arma: di rosso a sei rose d'argento poste in circolo) ?
Tutto quello che so l'ho letto sul testo del Crollalanza, possibile che non ci sia altro ?
Grazie per le eventuali risposte.

Distinti saluti da Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 922
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Messaggioda Andrea Conti » lunedì 25 settembre 2006, 19:17

Gentilissimo "Ritter",
nella speranza di esserLe di aiuto, :D Le trasmetto le notizie che ho reperito.
I Marsili furono un’antica famiglia fiorentina, di cui si hanno tracce nelle magistrature cittadine fin dal XIII secolo.
Durante la guerra fra Firenze e Siena, nel 1260, che si concluse con la celebre battaglia di Montaperti (in cui avvenne "lo strazio e 'l grande scempio che fece l'Arbia colorata in rosso"), Vagliante de’ Marsili, fu incaricato dai fiorentini di provvedere all’approvvigionamento dei propri combattenti. Il figlio di questi, Berlinghieri fu diplomatico ed ambasciatore della repubblica di Firenze presso il Regno di Napoli; il figlio di Berlinghieri, Jacopo, fu Priore nel 1307 e nel 1313, il primo della famiglia.
Nel 1394 la Signoria di Firenze, tramite il suo segretario Coluccio Salutati, chiese al Papa la nomina di Luigi Marsili, religioso agostiniano, filosofo, teologo, celebre oratore, a Vescovo di Firenze, ma il Papa non esaudì la richiesta; i responsabili del governo della città incassarono il colpo, ma alla morte del Marsili, decretarono per lui delle pubbliche esequie e la sepoltura nella cattedrale.
L’Imperatore Romano d’Oriente Giovanni VIII Paleologo, presente a Firenze in occasione del celebre Concilio che sancì l’unione fra la Chiesa Cattolica e la cristianità bizantina, nel 1439 conferì ad un altro Luigi Marsili, il titolo di Conte Palatino.
Le rose dello stemma dei Marsili sono poste 3 – 2 – 1.
Ho tratto queste notizie dal IV volume de "La famiglie di Firenze" di Roberto Ciabani, pag. 968, ma tenga tuttavia presente che io non so dare un giudizio sul valore storico di questa opera :? .

Il palazzo dei Marsili, in Borgo San Jacopo, nell’attuale centro cittadino, presenta ancora una bella torre decorata con preziosi inserti robbiani, in particolare una bella Annunciazione, e due Angeli laterali, essi furono collocati sull’edificio dall’antiquario Sgorbi, che aveva la propria galleria al piano terra, e furono protagonisti di una curiosa vicenda giudiziaria: una volta che essi furono posizionati sulla muraglia, furono considerati parte dell’immobile, e quindi inamovibili ed invendibili!!!

Cordialmente :D ,
Andrea Conti
__________________
FULGOR NON TERRET
Avatar utente
Andrea Conti
 
Messaggi: 187
Iscritto il: sabato 13 maggio 2006, 21:00
Località: Siena

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 25 settembre 2006, 19:24

Andrea Conti ha scritto:...(omissis)...Le rose dello stemma dei Marsili sono poste 3 – 2 – 1...(omissis)...


Circa la disposizione di sei figure nel campo, per rimanere in terra toscana, non dimentichiamoci che (per esempio) lo stesso stemma Medici è ondivago nella disposizione delle palle: spesso in cinta, ma anche bene ordinate (o 3, 2, 1 che dir si voglia, tanto è una specificazione 8) pleonastica...).

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Re: Famiglia Marsili di Firenze

Messaggioda L.de Bellis » lunedì 25 settembre 2006, 19:38

Ritter ha scritto:Signori del Forum,

per favore, qualcuno di voi ha notizie della famiglia Marsili di Firenze (Arma: di rosso a sei rose d'argento poste in circolo) ?
Tutto quello che so l'ho letto sul testo del Crollalanza, possibile che non ci sia altro ?
Grazie per le eventuali risposte.

Distinti saluti da Ritter


Preg.mo Ritter,

i Marsili o Marsilia, furono anche Patrizi di Bari.
Arma:spaccato inchiavato di rosso e d'argento, a tre rose dell'uno nell'altro, due nel primo ed una nel secondo.

Rendo questa breve nota sperando di una qualche utilità.

Lorenzo Longo de Bellis
Avatar utente
L.de Bellis
 
Messaggi: 835
Iscritto il: lunedì 15 agosto 2005, 17:07

Messaggioda Andrea Conti » lunedì 25 settembre 2006, 19:47

fra' Eusanio da Ocre ha scritto:
Andrea Conti ha scritto:...(omissis)...Le rose dello stemma dei Marsili sono poste 3 – 2 – 1...(omissis)...


Circa la disposizione di sei figure nel campo, per rimanere in terra toscana, non dimentichiamoci che (per esempio) lo stesso stemma Medici è ondivago nella disposizione delle palle: spesso in cinta, ma anche bene ordinate (o 3, 2, 1 che dir si voglia, tanto è una specificazione 8) pleonastica...).

Bene :D vale


Optime :D !
Maximas Tibi, Frater inclite, :D gratias ago!
Te valere :D iubeo.
Andrea Conti
__________________
FULGOR NON TERRET
Avatar utente
Andrea Conti
 
Messaggi: 187
Iscritto il: sabato 13 maggio 2006, 21:00
Località: Siena

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 25 settembre 2006, 19:54

Et tibi vale, amice.

Per non parlare dei sei gigli farnesiani, che ci porterebbero fuori Toscana... :oops:

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Famiglia Marsili di Firenze

Messaggioda alfabravo » lunedì 25 settembre 2006, 22:21

Egr. Sig.ri Conti, fra Eusanio e de Bellis,

prima di tutto vi ringrazio per l'aiuto che date alla mia ricerca ma, non vorrei approfittare, adesso ho questo da dirvi:

Sig. Conti, dal suo profilo, vedo che Lei è senese. Anche a Siena c'è una famiglia Marsili, ma (visti Crollalanza e Spreti) credo si tratti solo di un'omonimia. Non conosco Roberto Ciabani, ma da una ricerca fatta in rete credo si tratti di uno scrittore di storia locale. Conosco Palazzo Marsili a Firenze, chissà come l'avrà presa il signor Sgorbi per i suoi angeli

frà Eusanio. Non voglio fare il purista, ma in un caso di "libertà" come questo, è più corretto disporre le figure in circolo o bene ordinate?

Sig. de Bellis. Il Crollalanza indica i patrizi di Bari che Lei cita come una famiglia originaria di Marsiglia. A parte l'alterazione fonetica Marsiglia, Marsigli, Marsili, dubito che un ramo si sia staccato da Firenze per stabilirsi a Bari, eppure l'arma che indicate sia Lei che Crollalanza, a parte la troncatura, ha gli stessi colori, figure e numero di figure di quella dei Marsili fiorentini. mi viene il dubbio trattarsi di una brisura.

Ringraziandovi ancora, vi porgo cordiali saluti.

Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 922
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Re: Famiglia Marsili di Firenze

Messaggioda Andrea Conti » martedì 26 settembre 2006, 0:06

Ritter ha scritto:... OMISSIS ... Sig. Conti, dal suo profilo, vedo che Lei è senese. Anche a Siena c'è una famiglia Marsili, ma (visti Crollalanza e Spreti) credo si tratti solo di un'omonimia. Non conosco Roberto Ciabani, ma da una ricerca fatta in rete credo si tratti di uno scrittore di storia locale. Conosco Palazzo Marsili a Firenze, chissà come l'avrà presa il signor Sgorbi per i suoi angeli
... OMISSIS ...


Gentilissimo “Ritter”,
ai Marsili di Siena, avevo pensato anch’io, ma ho il Suo stesso dubbio, che cioè possa essere una famiglia solamente omonima di quella fiorentina, anche se tutto è possibile. Oltre alle notizie che su questa famiglia – il cui palazzo si affaccia in Piazza (del Campo, aggiungo per i non senesi) – potrà trovare nel II volume del “Dizionario” di G. B. di Crollalanza, posso aggiungerLe che appartennero alla famiglia una trentina di “Risieduti”, e numerosi Cavalieri del Sacro Militare Ordine di Santo Stefano Papa e Martire, e cioè:
Alfonso, ricevuto nell'Ordine nel 1623;
Carlo, nel 1629;
Muzio, nel 1636;
Giovanni, nel 1642;
Fabio, nel 1647;
Francesco, nel 1659;
Alfonso, nel 1662;
Alessandro, nel 1663;
Florido Domenico, nel 1688;
Giovanni Baldassarre Francesco Maria, nel 1716;
Francesco Antonio Giuseppe Giacomo Filippo Baldassarre Maria, nel 1716
Florido Antonio Filippo Giuseppe, nel 1752;
Francesco, nel 1782.
Qualche notizia, infine, sulla “Bella Marsilia”, ovvero su Margherita di Giovanni Marsili.
Rapita a Cala di Forno, nella Maremma Toscana, dall’Ariadeno – Kayher-ed-Din, detto “Barbarossa” dal colore dell’onor del mento – nel 1543, Margherita fu venduta al Gran Visir Ibrahim Pascià e da questi regalata nientemeno che al Sultano Solimano II il Magnifico.
La Bella Marsilia – detta anche la “Rossellana”, dal colore dei suoi capelli – fu scelta dal Sultano come sua favorita e la giovane senese seppe approfittare di questa situazione fino a riuscire a sbarazzarsi delle altre donne dell’harem e farsi sposare.
Eliminate le altre mogli e concubine, la Bella Marsilia, fece fuori anche i figli di queste, garantendo la successione al trono solo alla propria discendenza. Selim II, Sultano alla morte di Solimano II, era suo figlio e furono i suoi nipoti e bisnipoti i successivi Signori della Sublime Porta.
L’ultimo Sultano, Maometto VI (morto nel 1926 – sovrano dal 1918 al ’22), ricordava spesso, anche nei tristi giorni dell’esilio, trascorsi in Italia, in Liguria, come lui ed i suoi antenati discendessero da una Sultana di Siena!

Cordialmente,
Andrea Conti
__________________
FULGOR NON TERRET
Ultima modifica di Andrea Conti il martedì 26 settembre 2006, 13:06, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Andrea Conti
 
Messaggi: 187
Iscritto il: sabato 13 maggio 2006, 21:00
Località: Siena

Re: Famiglia Marsili di Firenze

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » martedì 26 settembre 2006, 14:37

Ritter ha scritto:...(omissis)...frà Eusanio. Non voglio fare il purista, ma in un caso di "libertà" come questo, è più corretto disporre le figure in circolo o bene ordinate?...(omissis)...


La libertà è concetto :oops: arduo in assoluto...

...e non solo in araldica, dove la forma di ogni stemma è vincolata al rispettivo blasone.

Se il blasone parla di sei figure disposte in un certo modo, è scorretto realizzarle in un altro. :wink:

Mentre se, invece, l'artefice realizza lo stemma prendendosi delle "libertà" rispetto al dettato blasonico per seguire mode estetiche, o per pigrizia, o per sfoggio d'estro, o per altro... araldicamente è vera libertà? :wink:

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Famiglia Marsili di firenze

Messaggioda alfabravo » martedì 26 settembre 2006, 21:24

Credo che il vero stemma di questa famiglia sia quello descritto dal Crollalanza (di rosso a sei rose d'argento poste in circolo).
Ciabani, indicandole come ordinate 3,2,1, ha probabilmente fatto confusione con lo stemma dei Marsili senesi ove appaiono appunto 6 foglie di vite (e non rose) ordinate 3,2,1, come indica il testo di V. Spreti.

Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 922
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » mercoledì 27 settembre 2006, 15:15

...a meno che i due differenti blasoni non pertengano ad altrettanti esemplari manufattorialmente diversi fra loro...

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Re: Famiglia Marsili di Firenze

Messaggioda giovagarzella » martedì 7 gennaio 2014, 16:11

Scusa Ritter, io non sono un esperto ma essendo per madre Marsili posso affermare che non si trattano di foglie d'oro di vite, ma di grappoli d'oro di vite.
Scusa a presto. Giovanni [king.gif]
giovagarzella
 
Messaggi: 23
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2012, 8:05

Re: Famiglia Marsili di Firenze

Messaggioda Bottacin Arturo » mercoledì 8 gennaio 2014, 13:11

In Friuli ci sono i Marsilio specialmente in Carnia; però a Spilimbergo nel 1420 c'erano i Marsilio ebrei e banchieri che imparentandosi poi con i Saraval tenenro il banco fino a metà '800 l'ultimo Marsilio è sepolto nel cimitero ebraico di San Daniele; sicuramente nn fanno parte dei Marsili di firenze però c'è questa variante per la cronaca furono introdotti dai Veneziani quando cacciarono i banchieri toscani dal friuli. bottacin arturo
Bottacin Arturo
 
Messaggi: 177
Iscritto il: lunedì 14 dicembre 2009, 11:42

Re: Famiglia Marsili di Firenze

Messaggioda pierluigic » mercoledì 8 gennaio 2014, 13:35

.


Il Ceramelli Papiani e' come sappiamo il riferimento piu' attendibile sui blasoni toscani

http://www.archiviodistato.firenze.it/ceramellipapiani2/index.php?page=Ricerca&q=marsili&opt=all

Ceramelli dice sulla famiglia senese :

Famiglia di Siena; talvolta sono indicati come «Signori del Collecchio». Fabio di Carlo Marsili, cavaliere di S.Stefano, ottenne la cittadinanza fiorentina nel 1595. Il nipote, Alfonso di Muzio Marsili fu ammesso al patriziato di Siena nel 1753 e a quello di Firenze nel 1754.

Di rosso, a sei foglie (o pampini) d'oro, 3.2.1, talvolta fruttiferi dello stesso, accompagnati in capo da una crocetta dello stesso.

La raccolta Ceramelli ha anche due fascicoli su i Marsili di Firenze

Il topic e' un po datato e suppongo che nel frattempo sara' stato trovato molto materiale sui Marsili fiorentini

comunque per quanto riguarda le famiglie fiorentine rimando al mio sito per alcuni spunti alla ricerca


.
pierluigic
 
Messaggi: 1004
Iscritto il: lunedì 5 settembre 2005, 22:40
Località: la spezia pierluigi18faber@libero.it

Re: Famiglia Marsili di Firenze

Messaggioda pierluigic » mercoledì 8 gennaio 2014, 13:47

.


Qualche notizia, infine, sulla “Bella Marsilia”, ovvero su Margherita di Giovanni Marsili.
Rapita a Cala di Forno, nella Maremma Toscana, dall’Ariadeno – Kayher-ed-Din, detto “Barbarossa” dal colore dell’onor del mento – nel 1543, Margherita fu venduta al Gran Visir Ibrahim Pascià e da questi regalata nientemeno che al Sultano Solimano II il Magnifico.
La Bella Marsilia – detta anche la “Rossellana”, dal colore dei suoi capelli – fu scelta dal Sultano come sua favorita e la giovane senese seppe approfittare di questa situazione fino a riuscire a sbarazzarsi delle altre donne dell’harem e farsi sposare.
Eliminate le altre mogli e concubine, la Bella Marsilia, fece fuori anche i figli di queste, garantendo la successione al trono solo alla propria discendenza. Selim II, Sultano alla morte di Solimano II, era suo figlio e furono i suoi nipoti e bisnipoti i successivi Signori della Sublime Porta.
L’ultimo Sultano, Maometto VI (morto nel 1926 – sovrano dal 1918 al ’22), ricordava spesso, anche nei tristi giorni dell’esilio, trascorsi in Italia, in Liguria, come lui ed i suoi antenati discendessero da una Sultana di Siena!



Bellissima la storia raccontata dal signor Andrea Conti : Barbarossa sembrerebbe essere il medesimo che tento' precedentemente di rapire la bellissima Giulia Gonzaga


Da wikipedia :

Nella notte tra l'8 e il 9 agosto 1534, la città di Fondi fu attaccata dal corsaro Barbarossa che già da settimane andava saccheggiando le coste meridionali della penisola, effettuando rapidi sbarchi dalle sue navi. A dar credito alla tradizionale interpretazione degli avvenimenti, egli avrebbe cercato di rapirla per consegnarla in "dono" al sultano Solimano I il Magnifico. Riuscita a sfuggire al rapimento con una fuga avventurosa compiuta in abiti discinti a Campodimele, il Barbarossa saccheggiò la cittadina e la vicina Sperlonga, ma fu poi respinto dalla strenua resistenza degli abitanti di Itri. Qualcuno ha anche insinuato che il tentativo del Barbarossa fosse stato sollecitato dalla famiglia Colonna che intendeva appropriarsi dei possedimenti della Gonzaga.

.
pierluigic
 
Messaggi: 1004
Iscritto il: lunedì 5 settembre 2005, 22:40
Località: la spezia pierluigi18faber@libero.it

Prossimo

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti