Siti internet

Discussioni ed informazioni sui tutti i testi che si possono reperire di araldica, genealogia, storia di famiglia, ordini cavallereschi e sistemi premiali / Discussions and information regarding all available texts on heraldry, genealogy, family history, orders of chivalry and systems of merit

Moderatori: Antonio Pompili, Alessio Bruno Bedini

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » giovedì 18 dicembre 2003, 16:42

Franz Joseph von Trotta ha scritto:Egregi Signori, se concordo pienamente con i giudizi sulla persona e sull’impegno dell’araldista e religioso coreano Ikkon-Andrè Yamashita (anche per la sua estraneità culturale all’araldica) tuttavia non raviso nella sua opera un nuovo talento “artistico ed araldico”. Credo infatti che il talento di un Maestro dell’arte araldica debba unire capacità tecniche, originalità compositiva ispirata alla migliore tradizione di quest’arte.
L’opera di Ikkon-Andrè Yamashita, ricca indubbiamente di buona volontà e raro impegno, al momento si limita tuttavia ad una sterile imitazione - al limite della clonazione - del celebre stile di Heim, ma, ovviamente, senza poterne raggiungere i noti virtuosismi dell’Originale.
Questo, purtroppo, a mio avviso è il suo grande limite.
Mi auguro che da questa partenza in futuro l’Artista possa continuare il cammino intrapreso certamente con sensibilità e devozione, elaborando tuttavia uno stile più personale, proprio ed originale.
Un saluto cordiale,
F.J. von Trotta


...infatti, caro Franz Joseph, si parlava esplicitamente di un "...discepolo di Mons. B. B. Heim, del cui stile si è intriso...", non di "...un nuovo talento “artistico ed araldico”...".

A mio personale parere, poi, un bravo artista araldico non deve per forza essere anche padrone di uno stile o di una tecnica assolutamente originali... ma questo è un altro discorso.

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda MMT » giovedì 18 dicembre 2003, 18:38

fra' Eusanio da Ocre ha scritto:A mio personale parere, poi, un bravo artista araldico non deve per forza essere anche padrone di uno stile o di una tecnica assolutamente originali... ma questo è un altro discorso.


... altrimenti il suo lavoro perde di originalità e rischia di passare per un copiato! Comunque devo dire che sono degli ottimi disegni araldici e difatti già alcunte alte cariche dello S.M.O. di Malta e altri hanno provveduto a farsi disegnare il proprio blasone dall'artista orientale!

Saltui,
Michele Tuccimei di Sezze
MMT
 
Messaggi: 4654
Iscritto il: lunedì 13 gennaio 2003, 17:01
Località: Roma

Messaggioda Federica » giovedì 18 dicembre 2003, 19:12

fra' Eusanio da Ocre ha scritto:Cara Federica,
grazie delle :wink: inedite (per il nostro forum) segnalazioni.

La seconda, in particolare, concerne un editore che è "... Distributeur des blasons adhésifs KRÔMA...", distributore di una serie di cartoline a soggetto araldico estremamente interessanti, e contenenti ognuna uno o più stemmi adesivi e staccabili di comuni o altre località francesi.

A prima vista, può sembrare un discorso di figurine per ragazzi, ma non è così: si tratta di disegni sempre a colori, e sovente di ottimo livello.

La serie, una quindicina di anni or sono, consisteva di almeno 350 cartoline diverse...

Caro Frà Eusanio,
mi sento virtualmente "tirate le orecchie" :wink:
Simpatica l'idea delle figurine! Era un tentativo di trasmettere ai ragazzini certi valori in modo subliminale?! :D
Il sito degli adesivi ha pure un collegato forum francofono. Mi pare si scambino messaggi stringati ma a volte di certo interesse.
Cordialmente.
Federica

Bene :D vale
Avatar utente
Federica
 
Messaggi: 64
Iscritto il: venerdì 28 novembre 2003, 12:33

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » giovedì 18 dicembre 2003, 19:38

Gentile Federica,

non sono d'accordo, a mio avviso, l'originalità ed un interpretazione magistrale dei notoriamente ristretti "canoni araldici" devono essere alla base di un buon disegnatore di stemmi altrimenti si avrebbero dei disegni "vuoti" e ripetitivi, senza personalità.

Concorderà con me nel riconoscere che i disegni di M.gr. Heim sono splendidi proprio perché egli fu un virtuoso ed un assolutamente originale interprete dell'arte ararldica.

Gent. Sig. Tuccimei di Sezze

Non riesco a capire come un artista con un suo stile originale possa "perdere di originalità e passare per un copiato" (?)
Forse non ho capito cosa intendeva.
Benissimo hanno fatto i vari committenti se l'opera di quell'Artista piaceva loro, ci mancherebbe altro!
Mi permetta tuttavia se mantengo la mia opinione.

Un saluto cordiale ad entrambi

Von Trotta
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda MMT » giovedì 18 dicembre 2003, 19:46

Gent.mo Sig. von Trotta,
effettivamente mi sono espresso malissimo (me ne rendo conto solo ora), chiedo venia. :oops:
Intendevo riprendere il discorso dell'amico fra' Eusanio per dire che io sono dell'avviso che bisogna maturare un proprio stile di diesegno, altrimenti se ciò non avviene si fa un mero copiato. In questp caso però la questione è diversa: l'artista ha voluto copiare lo stile del suo maestro per renderlo immortale.

Saluti,
Michele M. Tuccimei di Sezze
MMT
 
Messaggi: 4654
Iscritto il: lunedì 13 gennaio 2003, 17:01
Località: Roma

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » giovedì 18 dicembre 2003, 19:50

Federica ha scritto:Caro Frà Eusanio,
mi sento virtualmente "tirate le orecchie" :wink:

No, assolutamente: me ne guarderei bene! E, qualora fosse necessario, sarei ben esplicito.

Simpatica l'idea delle figurine! Era un tentativo di trasmettere ai ragazzini certi valori in modo subliminale?! :D
Il sito degli adesivi ha pure un collegato forum francofono. Mi pare si scambino messaggi stringati ma a volte di certo interesse.
Cordialmente.
Federica
Bene :D vale


Cara Federica,
no, parlavo seriamente: mi spiace :oops: essermi fatto fraintendere.

Si tratta di una serie di cartoline che si è anche cercato di imitare, da noi, ma con esiti assai ben più scarsi: una riproduzione di tali cartoline è oltretutto visibile nel sito in oggetto.

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » giovedì 18 dicembre 2003, 20:04

Caro Sig. Tuccimei di Sezze,

si, adesso ho capito e difatti concordo. Il desiderio di "perpetuare oltre la sua morte" lo stile di M.gr. Heim è indubbiamente segno di dedizione ed affetto e questo è davvero lodevole nel religioso coreano.

Ma a mio avviso se l'intenzione è grande vale il risultato? Credo che lo stile di Heim sarà immortale per il valore dell'originale e non per la pur lodevole "clonazione" del discepolo.

Un saluto, cordialmente suo

Von Trotta
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda Carlo d'Ormea » giovedì 18 dicembre 2003, 20:09

... altrimenti il suo lavoro perde di originalità e rischia di passare per un copiato! Comunque devo dire che sono degli ottimi disegni araldici e difatti già alcunte alte cariche dello S.M.O. di Malta e altri hanno provveduto a farsi disegnare il proprio blasone dall'artista orientale!

Saltui,
Michele Tuccimei di Sezze[/quote]

Solo per specificare che è stato l'araldista che motlo gentilmente ha offerto ai vari personaggi la personale sua interpretazione araldica dei loro stemmi. Infatti l'araldista non disegna per professione.

Cordialità
Carlo d'Ormea
 
Messaggi: 46
Iscritto il: giovedì 20 novembre 2003, 13:21
Località: Roma

Messaggioda Federica » giovedì 18 dicembre 2003, 20:19

No, assolutamente: me ne guarderei bene! E, qualora fosse necessario, sarei ben esplicito.
Cara Federica,
no, parlavo seriamente: mi spiace :oops: essermi fatto fraintendere.

Si tratta di una serie di cartoline che si è anche cercato di imitare, da noi, ma con esiti assai ben più scarsi: una riproduzione di tali cartoline è oltretutto visibile nel sito in oggetto.


Caro Frà Eusanio,
sono certa che se del caso, sarebbe esplicito. Mi auguro non debba mai capitare :)
Mi permetto di segnalarle un sito che potrebbe essere utile nella ricerca dello stemma dello stimatissimo :lol: :twisted: Mick Jagger!
htpp:www.cam.ac.uk/societies/cuhags/links/her_info.htm.
Un cordiale saluto.
Federica
Avatar utente
Federica
 
Messaggi: 64
Iscritto il: venerdì 28 novembre 2003, 12:33

Messaggioda Federica » giovedì 18 dicembre 2003, 20:25

Franz Joseph von Trotta ha scritto:Gentile Federica,

non sono d'accordo, a mio avviso, l'originalità ed un interpretazione magistrale dei notoriamente ristretti "canoni araldici" devono essere alla base di un buon disegnatore di stemmi altrimenti si avrebbero dei disegni "vuoti" e ripetitivi, senza personalità.

Concorderà con me nel riconoscere che i disegni di M.gr. Heim sono splendidi proprio perché egli fu un virtuoso ed un assolutamente originale interprete dell'arte ararldica.

Gent. Sig. Tuccimei di Sezze

Non riesco a capire come un artista con un suo stile originale possa "perdere di originalità e passare per un copiato" (?)
Forse non ho capito cosa intendeva.
Benissimo hanno fatto i vari committenti se l'opera di quell'Artista piaceva loro, ci mancherebbe altro!
Mi permetta tuttavia se mantengo la mia opinione.

Un saluto cordiale ad entrambi

Von Trotta


:roll:
Gentile Signor Von Trotta,
nelle mie a volte incaute segnalazioni di siti internet, non mi pare di avere fatto affermazioni che ci vedono in contrasto.
Mi perdoni ma non capisco.
Federica
Avatar utente
Federica
 
Messaggi: 64
Iscritto il: venerdì 28 novembre 2003, 12:33

Messaggioda Carlo d'Ormea » giovedì 18 dicembre 2003, 20:25

Carlo d'Ormea
 
Messaggi: 46
Iscritto il: giovedì 20 novembre 2003, 13:21
Località: Roma

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » giovedì 18 dicembre 2003, 20:27

Cara Federica,
sono convinto che non ci sarà mai bisogno di essere espliciti in quel senso... :wink:

Grazie del sito segnalato! Mi precipito...

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » venerdì 19 dicembre 2003, 9:59

Fra' Eusanio ha scritto:

A mio personale parere, poi, un bravo artista araldico non deve per forza essere anche padrone di uno stile o di una tecnica assolutamente originali... ma questo è un altro discorso.

Bene :D vale[/quote]

Cara Federica,
mi scuso con Lei quella risposta era in realtà riferita all'osservazione di Fra' Eusanio, ah che pasticcio, come vede anch'io non sono un grande dominatore dei mezzi informatici. Mi scusi per l'equivoco.

Caro Fra' Eusanio,
a mio avviso invece un'interpretazione originale dei notoriamente ristretti canoni compositivi del disegno araldico sono alla base di un buon disegnatore di stemmi.

Heim è un grande artista proprio perche un "assolutamente originale interprete" dell'arte araldica.

Un saluto e scusatemi ancora per la risposta incrociata.

Von Trotta
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda Federica » venerdì 19 dicembre 2003, 10:10

Franz Joseph von Trotta ha scritto:

Cara Federica,
mi scuso con Lei quella risposta era in realtà riferita all'osservazione di Fra' Eusanio, ah che pasticcio, come vede anch'io non sono un grande dominatore dei mezzi informatici. Mi scusi per l'equivoco.


Un saluto e scusatemi ancora per la risposta incrociata.

Von Trotta


Gentilissimo Signor Von Trotta,
La ringrazio molto e perchè temevo di avere causato io qualche "diabolico incrocio di messaggi" :oops: e perchè mi consola sapere di non essere l'unica a dover lottare con gli strumenti moderni! :wink:

Un cordiale saluto.

Federica
Avatar utente
Federica
 
Messaggi: 64
Iscritto il: venerdì 28 novembre 2003, 12:33

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 19 dicembre 2003, 20:44

Franz Joseph von Trotta ha scritto:Fra' Eusanio ha scritto:
A mio personale parere, poi, un bravo artista araldico non deve per forza essere anche padrone di uno stile o di una tecnica assolutamente originali... ma questo è un altro discorso.

Caro Fra' Eusanio,
a mio avviso invece un'interpretazione originale dei notoriamente ristretti canoni compositivi del disegno araldico sono alla base di un buon disegnatore di stemmi.
Heim è un grande artista proprio perche un "assolutamente originale interprete" dell'arte araldica.



Egregi colleghi,
per non allontanarci troppo dal presente argomento, e soprattutto per sviluppare al meglio le interessanti potenzialità insite nelle predette affermazioni, con queste ultime vado ad aprire un nuovo topic in altra parte del forum.

Bene :D valete
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

PrecedenteProssimo

Torna a Bibliografia Araldico-Genealogico-Cavalleresca



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti