Almanacchi, Annuari e Libri d'oro

Per discutere, di tutto un po' sulle nostre materie / Discussions of a general nature on our topics

Moderatore: Guido5

Almanacchi, Annuari e Libri d'oro

Messaggioda contegufo » mercoledì 7 agosto 2019, 12:58

Salve

E' noto che i repertori non corrispondono alla realtà del momento, ovvero solo chi dà il consenso ed ha i numeri è compreso.
Aggiungere qualche famiglia in più, senza permesso, sarebbe possibile invocando la storicità dei cognomi?

Saluti
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 2590
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: Almanacchi, Annuari e Libri doro

Messaggioda VictorIII » mercoledì 7 agosto 2019, 13:15

Hi Contegufo,

forse ho frainteso la situazione dal mio punto di vista amatoriale in America ... ma avevo l'impressione che, mentre la maggior parte degli attuali annuari include alcune famiglie che hanno pagato per l'inclusione, le famiglie schiaccianti non hanno contattato gli annuari ... soprattutto considerando le migliaia e migliaia di famiglie spesso in questi volumi voluminosi, ho pensato che molti fossero semplicemente riscritti, ad esempio, dalle vecchie opere del collegio Araldico - con gli attuali rappresentanti della famiglia che oggi non contattano mai le nuove pubblicazioni. detto ciò, se esiste una famiglia che soddisfa i requisiti per l'inclusione, c'è spesso un comitato scientifico disposto a rivedere i documenti per quella famiglia. di nuovo, il mio punto di vista è ovviamente molto amatoriale e uno proveniente dall'America, ma mi sembra che la comunità accademica e gli editori collegati allo IAGI siano abbastanza collaborativi e sempre disposti ad accettare nuovi dati. mi sembra un'era molto diversa da prima del 2000! molto interessato a sentire una visione più accurata
All the best!
VictorIII
 
Messaggi: 372
Iscritto il: lunedì 18 maggio 2009, 17:35

Re: Almanacchi, Annuari e Libri doro

Messaggioda Egon von Kaltenbach » giovedì 15 agosto 2019, 22:49

Io credo che la prassi più corretta sia quella praticata dall'annuario francese Bottin Mondain, a sua volta espressione della Association d'entraide de la noblesse française (ANF), la quale ha un rigido criterio di associazione, che non prevede eccezioni al criterio tradizionale di accettazione delle famiglie storiche.
Egon von Kaltenbach
 
Messaggi: 330
Iscritto il: sabato 6 ottobre 2012, 21:08

Re: Almanacchi, Annuari e Libri doro

Messaggioda contegufo » venerdì 16 agosto 2019, 0:00

Siamo d'accordo ma se una famiglia non ha interesse ad essere inserita lo si può fare d'ufficio oppure serve il consenso?

Saluti
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 2590
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: Almanacchi, Annuari e Libri doro

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 16 agosto 2019, 0:24

Egon von Kaltenbach ha scritto:Io credo che la prassi più corretta sia quella praticata dall'annuario francese Bottin Mondain, a sua volta espressione della Association d'entraide de la noblesse française (ANF), la quale ha un rigido criterio di associazione, che non prevede eccezioni al criterio tradizionale di accettazione delle famiglie storiche.


Il problema è che il criterio tradizionale non corrisponde all'attuale diritto di famiglia.
Ad esempio che fare con figli nati da un secondo matrimonio o fuori dal matrimonio? Stando ai criteri della consulta araldica non potrebbero nemmeno portare il cognome del padre...
Nei CD repertori nobiliari invece si mischia del tutto arbitrariamente il diritto odierno con quello del passato.. che senso ha tutto ciò?
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6809
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Almanacchi, Annuari e Libri doro

Messaggioda Messanensis » venerdì 16 agosto 2019, 15:01

Alessio Bruno Bedini ha scritto:
Egon von Kaltenbach ha scritto:Io credo che la prassi più corretta sia quella praticata dall'annuario francese Bottin Mondain, a sua volta espressione della Association d'entraide de la noblesse française (ANF), la quale ha un rigido criterio di associazione, che non prevede eccezioni al criterio tradizionale di accettazione delle famiglie storiche.


Ad esempio che fare con figli nati da un secondo matrimonio o fuori dal matrimonio? Stando ai criteri della consulta araldica non potrebbero nemmeno portare il cognome del padre...


Quali criteri? [hmm.gif]
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Re: Almanacchi, Annuari e Libri doro

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 16 agosto 2019, 15:25

Artt. 180 e 195 del C.C. 1865
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6809
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Almanacchi, Annuari e Libri doro

Messaggioda Messanensis » venerdì 16 agosto 2019, 15:34

Alessio Bruno Bedini ha scritto:Artt. 180 e 195 del C.C. 1865


Anche tu mischi arbitrariamente il codice civile con la Consulta Araldica. Cosa c'entra la Consulta Araldica col cognome del padre???

Al contrario di quanto hai scritto, la Consulta Araldica non regolava affatto la trasmissione del cognome.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Re: Almanacchi, Annuari e Libri doro

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 16 agosto 2019, 17:03

Messanensis ha scritto:
Alessio Bruno Bedini ha scritto:Artt. 180 e 195 del C.C. 1865


Anche tu mischi arbitrariamente il codice civile con la Consulta Araldica. Cosa c'entra la Consulta Araldica col cognome del padre???

Al contrario di quanto hai scritto, la Consulta Araldica non regolava affatto la trasmissione del cognome.


Attento però!
Non ho mai scritto che la Consulta Araldica regolava la trasmissione del nome.
Ho detto che stando ai suoi criteri, ossia quelli dell'epoca in cui fu attiva, chi nasceva fuori del matrimonio non poteva nemmeno portate il cognome del padre... figurarsi la successione nei titoli!

Oggi leggo di principi duchi e marchesi con figli dal secondo / terzo matrimonio.. tutti regolarmente registrati nei soliti almanacchi.. ;)

Ribadisco: è questo il "criterio tradizionale"?
Non credo proprio...
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6809
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Almanacchi, Annuari e Libri doro

Messaggioda Messanensis » venerdì 16 agosto 2019, 18:11

Hai scritto:
Stando ai criteri della consulta araldica non potrebbero nemmeno portare il cognome del padre...

Ho detto che stando ai suoi criteri, ossia quelli dell'epoca in cui fu attiva, chi nasceva fuori del matrimonio non poteva nemmeno portate il cognome del padre...


La Consulta Araldica aveva funzione consultiva ed era chiamata a dare pareri in materia nobiliare ed araldica. I "criteri" di valutazione erano discrezionali, soprattutto in epoca fascista. La Consulta non aveva "criteri" in base ai quali non era possibile portare il cognome del padre.... La materia era regolata dal codice civile, non dai "criteri" della consulta araldica.

Oltretutto, in base al codice civile allora in vigore, chi nasceva fuori dal matrimonio poteva portare il cognome del padre, se questi non era sposato e riconosceva il figlio.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Re: Almanacchi, Annuari e Libri doro

Messaggioda Messanensis » venerdì 16 agosto 2019, 18:36

Alessio Bruno Bedini ha scritto:Nei CD repertori nobiliari invece si mischia del tutto arbitrariamente il diritto odierno con quello del passato.. che senso ha tutto ciò?


L'ultima legislazione nobiliare del Regno d'Italia, cioè il Regio Decreto 7 giugno 1943, n. 651 (quello a cui avresti dovuto fare riferimento invece di riferirti ai "criteri" della Consulta Araldica), pone espresso divieto nella successione dei titoli nobiliari soltanto ai figli adottati (art. 42) ed ai figli naturali nati fuori dal matrimonio non legittimati (art. 41). Quali repertori vanno contro questi due articoli?
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Re: Almanacchi, Annuari e Libri doro

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 16 agosto 2019, 22:58

Messanensis ha scritto:
L'ultima legislazione nobiliare del Regno d'Italia, cioè il Regio Decreto 7 giugno 1943, n. 651 (quello a cui avresti dovuto fare riferimento invece di riferirti ai "criteri" della Consulta Araldica), pone espresso divieto nella successione dei titoli nobiliari soltanto ai figli adottati (art. 42) ed ai figli naturali nati fuori dal matrimonio non legittimati (art. 41). Quali repertori vanno contro questi due articoli?


Quelli dove figurano figli nati da secondi o terzi matrimoni. Non è elegante fare nomi di persone i questa situazione.
Certamente durante il Regno d'Italia però tali persone non avrebbero nemmeno potuto portare il cognome del padre.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6809
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Almanacchi, Annuari e Libri doro

Messaggioda Messanensis » sabato 17 agosto 2019, 8:40

Messanensis ha scritto:
L'ultima legislazione nobiliare del Regno d'Italia, cioè il Regio Decreto 7 giugno 1943, n. 651 (quello a cui avresti dovuto fare riferimento invece di riferirti ai "criteri" della Consulta Araldica), pone espresso divieto nella successione dei titoli nobiliari soltanto ai figli adottati (art. 42) ed ai figli naturali nati fuori dal matrimonio non legittimati (art. 41). Quali repertori vanno contro questi due articoli?


Alessio Bruno Bedini ha scritto:Quelli dove figurano figli nati da secondi o terzi matrimoni. Non è elegante fare nomi di persone i questa situazione.


E' vero, non è elegante, ma io non ho mai chiesto i nomi di queste persone. Chiedevo i nomi dei repertori. Non voltare le carte in tavola. Ti avevo chiesto quali sono i repertori che violano gli articoli 41 e 42. I repertori che inseriscono figli nati da secondo e terzo matrimonio non vanno contro l'art. 41 e 42......

Alessio Bruno Bedini ha scritto:Certamente durante il Regno d'Italia però tali persone non avrebbero nemmeno potuto portare il cognome del padre.


Dipende, se il secondo e terzo matrimonio fosse avvenuto in seguito alla morte della moglie, i figli avrebbero certamente portato il cognome del padre.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Re: Almanacchi, Annuari e Libri doro

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » sabato 17 agosto 2019, 11:01

Lascia stare, non ho voglia di fare pubblicità a nessuna di queste pubblicazioni.
Se ci tieni tanto a saperlo comincia a guardare le genealogie delle famiglie dove sai che ci sono divorziati risposati.
Non è un lavoro difficile da fare. Avrai qualche sorpresa.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6809
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Almanacchi, Annuari e Libri doro

Messaggioda Messanensis » sabato 17 agosto 2019, 11:48

Lascia stare tu che continui a non rispondere a tono... Ti chiedevo quali repertori violano gli articoli 41 e 42 e cioè pubblicano i figli adottati e quelli nati fuori dal matrimonio.
Chi pubblica i nomi dei figli di persone risposate non viola l'ultima egislazione nobiliare del Regno d'Italia, ma forse ti riesce duro comprenderlo.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Prossimo

Torna a Piazza Principale / Main Square



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti