Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Re: Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 14 giugno 2019, 16:51

La suprema autorità della Chiesa è costituita dal Papa e dal Collegio dei Vescovi.
Il 99,9% dei vescovi riconosce Francesco come Papa.
Se poi vogliamo seguire Socci che dice che Papa Francesco non è il Papa .. ah beh! ;)
Comunque non si fa il bene della Chiesa..
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6824
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 14 giugno 2019, 17:02

Aggiungo inoltre che lo speciale rapporto tra i Cavalieri Giovanniti e il Papa è stabilito, nero su bianco, anche nel codice.

All'art. 62 del codice si dice : "Con il Voto di obbedienza i Cavalieri e i Cappellani Professi si obbligano a obbedire al Santo Padre e ai legittimi Superiori, secondo la Carta Costituzionale ed il Codice" .

C'è poco da giocare sull'interpretazione: quando Papa Francesco ha chiesto a Fra' Matthew di firmare le dimissioni, questi non ha potuto far altro che firmarle seduta stante.

Chi non ha fatto il voto di obbedienza, come noi, non è tenuto ad obbedire al Papa e ai superiori ma deve valutare attentamente la sua posizione in un Ordine dove la devozione al Papa è da sempre un punto cardinale.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6824
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Messaggioda Romegas » venerdì 14 giugno 2019, 17:50

Che il 99,99% dei vescovi e' con Bergoglio e' tutto da dimostrare. Molti tacciono per paura di ritorsioni dato il carattere ambiguo e non tenero del suddetto. Poi lo SMOM non e' vero che non ha mai avuto problemi con i pontefici, basta vedere alcuni periodi storici e la cosa emerge chiaramente. Tu che ti ritieni un ricercatore dovresti valutare meglio chi si oppone a questo pontificato fatto solo di politica, invece fai il fazioso alla faccia della ricerca. Citi solo brani estrapolati da contesti vari e tralasci gli altri a te scomodi. Sembri piu' un Che Guevara che un cattolico.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4749
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 14 giugno 2019, 18:17

Che ci sia qualche vescovo che "tace per paura di ritorsioni" è tutto da dimostrare.
Siamo nel campo dei processi alle intenzioni?
È già la seconda volta che lo chiedo.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6824
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 14 giugno 2019, 18:21

Per quanto mi riguarda, io credo che Papa Francesco sia il legittimo successore di Pietro.
Puoi chiamarmi che Guevara Cattolico, ma questo credo.

Tu no? Credi che il legittimo Papa regnante sia Benedetto mentre Bergoglio sia un antipapa?
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6824
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Messaggioda Romegas » venerdì 14 giugno 2019, 18:32

No, ti sbagli, io credo che non sia all'altezza di fare il papa, e' diverso.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4749
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Messaggioda nicolad72 » venerdì 14 giugno 2019, 20:22

Alessio l'unica Suprema Autorità è Dio nelle tre Persone. Per il resto la gerarchia è fatta da uomini, e gli uomini talvolta sbagliano, tal'altra hanno ragione e di tanto in quanto inducono gli altri a sbagliare, siano essi papi, vescovi, sacerdoti o semplici fedeli.
Il vero cristiano, non tace davanti all'errore, chiunque sia a commetterlo. I tempi del cesaropapismo sono definitivamente finiti da secoli...
Io so solo che ai tempi di San Giovanni Paolo II o di Benedetto XVI chi non la pensava come loro aveva il diritto di esprimere il proprio dissenso, ora ai tempi di Francesco, sembra che tale diritto si sia perso in chissà quale sperduta sagrestia, e chi lo rivendica viene attaccato senza che ciò che afferma venga dialetticamente smentito (magari non può essere smentito, il dubbio a me viene).
Il papa è uno, ma il suo parlare non è esente da errore, a meno che non si pronunci ex cathedra, ma tali non sono le encicliche, le interviste a Scalfari o a chissà chi tra quelli che da decenni sparano sulla chiesa, le esortazioni apostoliche post-sinodali, soprattutto quando contraddicono il magistero precedente.
Io noto solo che ci sono tante domande a cui non si da risposta, e troppi non ricordo o non sapevo (poi smentiti dai documenti) su casi tipo Mccarrick, Zanchetta, Maradiaga, Pell, Danneels e potrei a lungo continuare con questo elenco...
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10646
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Messaggioda Cronista di Livonia » sabato 15 giugno 2019, 12:25

La mia era una piccola provocazione, ma ha dimostrato che non sempre sappiamo che di sedi petrine ce ne sono due legittime e la più antica non è Roma, ma Antiochia (dei Siri), che è contesa da cinque diversi patriarchi, di cui tre uniati/sottoposti a Roma, ma almeno due ortodossi che non riconoscono superiori gerarchici.

Idem o quasi per i Papi, infatti oltre a Francesco, abbiamo sicuramente Teodoro II che è legittimo Papa (anche se ha un pretendente al titolo in campo ortodosso).

Il cattolico poi era addirittura il capo della Chiesa nestoriana, quindi anche questo è un termine che si può prestare a confusioni.

Poi non tutti i non-cattolici sono eretici scomunicati. Oggi vi sono ottimo rapporti, almeno di vertice, tra cattolici (o latini) ed ortodossi (o greci).
Tutto ciò per dire "Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante tu ne possa sognare nella tua filosofia".
Cordialmente,

Il Cronista di Livonia
Cronista di Livonia
 
Messaggi: 1026
Iscritto il: lunedì 10 luglio 2006, 14:09

Re: Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Messaggioda nicolad72 » sabato 15 giugno 2019, 14:56

Purtroppo, oggi, caro Cronista, si cerca di scomunicare chi non si uniforma al pensiero che non può che essere unico...
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10646
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » sabato 15 giugno 2019, 17:04

nicolad72 ha scritto:Io noto solo che ci sono tante domande a cui non si da risposta, e troppi non ricordo o non sapevo (poi smentiti dai documenti) su casi tipo Mccarrick, Zanchetta, Maradiaga, Pell, Danneels e potrei a lungo continuare con questo elenco...


Fai lo stesso gioco di chi accusa San Giovanni Paolo II dei silenzi su Pinochet, Marcinkus, Calvi, Sindona o Emanuela Orlandi?
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6824
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Messaggioda nicolad72 » domenica 16 giugno 2019, 11:36

Alessio, tra quelli che hai citato solo uno era un presbitero, ed è stato allontanato. Io ho citato noti soggetti problematici, che invece vengono promossi e protetti nonostante siano noti i loro misfatti...
Direi che la tua domanda tutto sia, tranne che pertinente... prova solo a spostare il focus dal problema, come fa la comunicazione amica.
Dio mi ha dato un cervello, mi piace usarlo!
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10646
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » domenica 16 giugno 2019, 12:46

Nicola non mi è mai piaciuto condannare qualcuno sulla base del teorema "non poteva non sapere".
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6824
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Messaggioda g.iaia » domenica 16 giugno 2019, 15:24

Che brutto tono che a volte assumono le nostre discussioni...

Solo come contributo al pensiero, sottopongo alla vostra attenzione la "professione di fede" e il "giuramento di fedeltà" che tutti i fedeli devono pronunciare allorquando ATTUALMENTE assumono un ufficio da esercitare a nome della Chiesa... e vi farei notare il paragrafo relativo agli "insegnamenti" del Pontefice e dei Vescovi ancorché non affermati con atto solenne (quindi non solo quelli connessi non alla fede e alla morale, ma anche ai semplici costumi), dinanzi ai quali occorre prestare un religioso ossequio della volontà e dell’intelletto...

PROFESSIONE DI FEDE

Io N.N. credo e professo con ferma fede tutte e singole le verità che sono contenute nel Simbolo della fede, e cioè:

Credo in un solo Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili e invisibili. Credo in un solo Signore, Gesù Cristo, unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli: Dio da Dio, Luce da luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, della stessa sostanza del Padre; per mezzo di lui tutte le cose sono state create. Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo, e per opera dello Spirito Santo si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo. Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto. Il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture, è salito al cielo, siede alla destra del Padre. E di nuovo verrà, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avrà fine.

Credo nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita e procede dal Padre e dal Figlio. Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato, e ha parlato per mezzo dei profeti.

Credo la Chiesa, una, santa, cattolica e apostolica. Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati. Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà. Amen.

Credo pure con ferma fede tutto ciò che è contenuto nella Parola di Dio scritta o trasmessa e che la Chiesa, sia con giudizio solenne sia con magistero ordinario e universale, propone a credere come divinamente rivelato.

Fermamente accolgo e ritengo anche tutte e singole le verità circa la dottrina che riguarda la fede o i costumi proposte dalla Chiesa in modo definitivo.

Aderisco inoltre con religioso ossequio della volontà e dell’intelletto agli insegnamenti che il Romano Pontefice o il Collegio dei Vescovi propongono quando esercitano il loro magistero autentico, sebbene non intendano proclamarli con atto definitivo.

GIURAMENTO DI FEDELTÀ NELL’ASSUMERE UN UFFICIO DA ESERCITARE A NOME DELLA CHIESA

Io N.N. nell’assumere l’ufficio di... prometto di conservare sempre la comunione con la Chiesa cattolica, sia nelle mie parole che nel mio modo di agire.

Adempirò con grande diligenza e fedeltà i doveri ai quali sono tenuto verso la Chiesa, sia universale che particolare, nella quale, secondo le norme del diritto, sono stato chiamato a esercitare il mio servizio.

Nell’esercitare l’ufficio, che mi è stato affidato a nome della Chiesa, conserverò integro e trasmetterò e illustrerò fedelmente il deposito della fede, respingendo quindi qualsiasi dottrina ad esso contraria.

Seguirò e sosterrò la disciplina comune a tutta la Chiesa e curerò l’osservanza di tutte le leggi ecclesiastiche, in particolare di quelle contenute nel Codice di Diritto Canonico.

Osserverò con cristiana obbedienza ciò che i sacri Pastori dichiarano come autentici dottori e maestri della fede o stabiliscono come capi della Chiesa, e presterò fedelmente aiuto ai Vescovi diocesani, perché l’azione apostolica, da esercitare in nome e per mandato della Chiesa, sia com­piuta in comunione con la Chiesa stessa.

Così Dio mi aiuti e questi santi Vangeli che tocco con le mie mani.

=====

Il mio maestro di Diritto Canonico, divenuto poi Cardinal Vicario, ripeteva sempre: "Il Papa è il Papa", piaccia o no... Si può anche rimanere perplessi dinanzi ad alcune sue esternazioni, ma in ogni caso le cose che Lui afferma vanno seguite e difese, punto. Poi, ognuno è libero di pensare come crede, ma se contesta o peggio ritiene che l'attuale Pontefice, validamente eletto nel suo Ufficio, non sia "idoneo" a rivestirlo, a mio avviso con le sue parole e/o il suo comportamento si è volontariamente posto ipso facto fuori della comunione ecclesiale. Ma come ci si può permettere di giudicare il Papa? Il Papa non si giudica, al Papa si obbedisce!

Mi sia perdonata la franchezza, ma in spirito di parresìa preferisco pensare che, ove mai lo SMOM – come mi risulta stia già facendo – dovesse scegliere di "ripulire" gli elenchi, ponendo maggiore attenzione ai "critici" distruttivi ed espungendoli, questa azione dovrà essere considerata solo meritoria!

g.iaia
I disapprove of what you say, but I will defend to the death your right to say it
(Evelyn Beatrice Hall)
g.iaia
 
Messaggi: 105
Iscritto il: giovedì 24 novembre 2005, 18:03
Località: Napoli

Re: Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » domenica 16 giugno 2019, 16:22

Grazie don Gaetano.
Pensavo di essere rimasto l'unico qui nel forum a pensare che il Papa non si critica, si serve e basta.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6824
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Lettera ai Gran Priorati inglesi SMOM

Messaggioda nicolad72 » lunedì 17 giugno 2019, 9:45

Alessio Bruno Bedini ha scritto:Nicola non mi è mai piaciuto condannare qualcuno sulla base del teorema "non poteva non sapere".

Alessio non ho mai parlato di "non poteva non sapere", leggi bene! Questa è la tua ennesima - spero - deduzione errata!
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10646
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

PrecedenteProssimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti