Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Re: Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 14 giugno 2018, 14:34

Come mai allora mancano i nastrini -ad esempio- dell'Ordine della Corona d'Italia?
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3009
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Messaggioda Cav.OSSML » giovedì 14 giugno 2018, 15:46

L’Ordine della Corona d'Italia era notoriamente un Ordine onorifico fondato con R.D. 20 febbraio 1868 per i militari ed i civili italiani distintisi per onorato servizio, per virtù civiche o per altri titoli di benemerenza.
Esso venne abolito con la caduta della monarchia e sostituito dall'Ordine al Merito della Repubblica.
Faccio notare che l'appartenenza all'Ordine era propedeutica al conferimento dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro, perchè per ricevere quest'ultimo era necessario essere stati insigniti almeno dello stesso grado dell'Ordine della Corona d'Italia.
Con l'avvento della Repubblica, i cittadini italiani che avessero ricevuto l'onorificenza prima del 2 giugno 1946 poterono continuare a fregiarsene, con la particolarità che nei nastrini per militari le coroncine dovevano essere sostituite da altrettante stellette a cinque punte.
Purtroppo non so se questo status quo delle cose rimase sino al 1951 quando l'Ordine venne definitivamente sostituito con l'Ordine al merito della Repubblica Italiana, ossia ignoro se coloro che erano stati autorizzati a portare sull’uniforme il nastrino dell’Ordine della Corona d’Italia senza o con la stelletta o con le stellette potevano continuare legittimamente a portarla anche dopo l’anno 1951.
Alla cessazione della monarchia, il Re Umberto II ha continuato a conferire l'Ordine della Corona d'Italia fino alla morte, avvenuta il 18 marzo 1983.
Le tradizioni sono le patenti di nobilità dei popoli.
Avatar utente
Cav.OSSML
 
Messaggi: 377
Iscritto il: giovedì 29 settembre 2011, 15:40
Località: Castrum Maiense

Re: Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Messaggioda contegufo » giovedì 14 giugno 2018, 17:32

Salve

Alla cessazione della monarchia, il Re Umberto II ha continuato a conferire l'Ordine della Corona d'Italia fino alla morte, avvenuta il 18 marzo 1983.

Ma le onorificenze cavalleresche sono altresì da considerarsi alla stregua dei "titoli umbertini" (validità nulla) oppure non richiedevano le altre due ratifiche, Presidente del consiglio e Corte dei conti?
Faccio anche un'altra domanda: ma l'archivio dei Savoia in esilio, passato e recente, che fine ha fatto?

Saluti
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 2401
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Messaggioda Cav.OSSML » giovedì 14 giugno 2018, 18:39

Come per l’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro i conferimenti precedenti alla proclamazione della Repubblica sono regolati dalla legge del 3 marzo 1951 numero 178, articolo 9 che recita: “L’Ordine della Corona d’Italia è soppresso e cessa il conferimento dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro. E’ tuttavia consentito l’uso delle onorificenze già conferite escluso ogni diritto di precedenza nelle pubbliche cerimonie”.
Come riporta il Presidente Pier Felice degli Uberti nel suo ottimo manuale sugli ordini cavallereschi e onorificenze: “sino alla morte avvenuta nel 1983 l’ultimo re Umberto II, continuò a conferirlo dall’esilio in occasione sia dell’anniversario dello Statuto (prima domenica di giugno) sia del proprio genetliaco (15 settembre), modificando però l’intestazione “Umberto II, per grazia di Dio e volontà della Nazione Re d’Italia” in “Umberto II per grazia di Dio Re d’Italia”, e indicando, inoltre, sulla patente di nomina che non era possibile fregiarsene sul territorio italiano”.
Degli archivi dei Savoia in esilio purtroppo nulla so.
Le tradizioni sono le patenti di nobilità dei popoli.
Avatar utente
Cav.OSSML
 
Messaggi: 377
Iscritto il: giovedì 29 settembre 2011, 15:40
Località: Castrum Maiense

Re: Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Messaggioda T.G.Cravarezza » giovedì 14 giugno 2018, 18:51

Elmar Lang ha scritto:Come mai allora mancano i nastrini -ad esempio- dell'Ordine della Corona d'Italia?


Sia sul sito dell'Esercito (http://www.esercito.difesa.it/equipaggi ... liere.aspx) sia sul regolamento sull'uso dell'uniforme dell'Esercito, la tabella riportante i nastrini indica chiaramente anche l'Ordine della Corona d'Italia e anche nastrini pre-repubblica comprese le guerre d'Africa, Spagna…

OSSML.JPG
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6393
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Messaggioda Nessuno » giovedì 14 giugno 2018, 18:59

Mi accodo a coloro che hanno fatto notare che gli insigniti pre-1946 potrebbero non essere più in vita nel 2018 (in effetti, immagino, un insignito nel 1945 dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro avrebbe dovuto, quanto meno, essere un ufficiale in carriera, oppure fresco di nomina... magari di 25 anni... oggi ne avrebbe quanti? 96, 97, 98?

Il fatto di lasciare i nastrini su un sito istituzionale non potrebbe creare un cortocircuito con la legge del 1951 per un lettore? Parlo da non giurisperito.
Nessuno
 
Messaggi: 232
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2009, 22:08

Re: Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Messaggioda Cronista di Livonia » giovedì 14 giugno 2018, 19:43

Il nastrino sul sito è un nastrino chiaramente repubblicano. I nastrini monarchici degli Ordini in questione non recano stellette, ma corone per denotare il grado. La confusione si potrebbe eventualmente creare per il solo grado di cavaliere. quello più facilmente presente tra gli insigniti ancora in vita.

Chi dovesse essere insignito oggi dell'OSSML dovrebbe ben sapere che i nastrini sono diversi.
Cordialmente,

Il Cronista di Livonia
Cronista di Livonia
 
Messaggi: 1012
Iscritto il: lunedì 10 luglio 2006, 14:09

Re: Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Messaggioda Tilius » venerdì 15 giugno 2018, 7:20

Cronista di Livonia ha scritto:Il nastrino sul sito è un nastrino chiaramente repubblicano. I nastrini monarchici degli Ordini in questione non recano stellette, ma corone per denotare il grado. La confusione si potrebbe eventualmente creare per il solo grado di cavaliere. quello più facilmente presente tra gli insigniti ancora in vita.

Chi dovesse essere insignito oggi dell'OSSML dovrebbe ben sapere che i nastrini sono diversi.
Cordialmente,

Il Cronista di Livonia

A me sembra che qui la confusione la stia generando qualcun altro...
A scanso di equivoci, è bene precisare che non esiste alcun "nastrino repubblicano".
I nastrini con le stellette al posto delle coroncine sono la versione ammessa al porto per quelle concessioni fatte in epoca monarchica e comunque prima della soppressione/quiescenza degli ordini (ergo ante '51, anche se de facto - considerando i necessari espletamenti di legge, bisognerebbe riferirsi all'ante '46, cessando in quell'anno l'autorità reale da cui gli ordini promanavano).
Le attuali concessioni (così come quelle degli ultimi 70 a anni) fatte da Casa Savoia non sono portabili sul territorio della Repubblica, sono illegali a norma di legge, e pertanto, stante l'illegalità, non hanno alcun nastrino (abbia lo stesso stellette, coroncine o paperelle) che possa essere legalmente indossato sulle uniformi.
Ergo, chi dovesse essere insignito oggi dell'OSSML dovrebbe ben sapere che non esiste alcun nastrino legalmente indossabile, sulle uniformi, per le concessioni odierne.
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12295
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Messaggioda contegufo » venerdì 15 giugno 2018, 10:47

Vorrei sapere se mai nessuno sia stato multato/redarguito per aver indossato onorificenze non ammesse.
Un po' come chi non era iscritto nel Libro d'oro e continuava a farsi appellare, all'epoca, con quel tale titolo.

Saluti
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 2401
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Messaggioda Cav.OSSML » venerdì 15 giugno 2018, 17:43

Personalmente non sono a conoscenza di casi di cittadini italiani sanzionati per aver usato senza autorizzazione nel territorio della Repubblica onorificenze o distinzioni cavalleresche loro conferite in Ordini non nazionali o da Stati esteri.
Conosco invece nobili certi (ed anche presunti) le cui famiglie non sono iscritte o non lo erano nell’Albo d’Oro della Nobiltà Italiana.
Le tradizioni sono le patenti di nobilità dei popoli.
Avatar utente
Cav.OSSML
 
Messaggi: 377
Iscritto il: giovedì 29 settembre 2011, 15:40
Località: Castrum Maiense

Re: Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Messaggioda Tilius » venerdì 15 giugno 2018, 19:11

T.G.Cravarezza ha scritto:...coloro che ne furono insigniti prima dell'entrata in vigore della Costituzione.

A dire il vero la Costituzione c'entra poco.
Gli spartiacque sono refendum '46 e legge '51.
Col primo, il re (cui spettava il conferimento degli ordini), essendo esautorato, non aveva de facto più la possibilità legale di fare alcun conferimento (dal punto di vista repubblicano, ça va sans dire).
Con la seconda arriva la soppressione e/o esplicita cessazione del conferimento delle onorificenze.
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12295
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Messaggioda Cav.OSSML » venerdì 15 giugno 2018, 22:48

Tilius ha scritto:
T.G.Cravarezza ha scritto:...coloro che ne furono insigniti prima dell'entrata in vigore della Costituzione.

A dire il vero la Costituzione c'entra poco.
Gli spartiacque sono refendum '46 e legge '51.
Col primo, il re (cui spettava il conferimento degli ordini), essendo esautorato, non aveva de facto più la possibilità legale di fare alcun conferimento (dal punto di vista repubblicano, ça va sans dire).
Con la seconda arriva la soppressione e/o esplicita cessazione del conferimento delle onorificenze.

Poiché la legge della Repubblica Italiana del 3 marzo 1951 numero 178, all’articolo 9 prevede espressamente che l’Ordine della Corona d’Italia è soppresso ma che è tuttavia consentito l’uso delle onorificenze già conferite, ne consegue che tutte le onorificenze dell’Ordine della Corona d’Italia conferite da S.M. il Re Umberto III prima dell’entrata in vigore di detta legge sono legittime da un punto di vista repubblicano.
E ciò senza esclusione di quelle onorificenze conferite dallo stesso Monarca tra il 1946 ed il 1951, perché è la stessa legge suddetta a stabilirlo.
Con il passaggio alla Repubblica, infatti, gli Insigniti dell’Ordine della Corona d’Italia continuarono legittimamente a fregiarsene, debitamente autorizzati dal Ministero dell’Interno con l’unica modifica, relativa ai soli militari, della prevista sostituzione delle Corone con altrettante stellette a cinque punte, per le classi superiori a quella di cavaliere.
Patrimonio statuale (e non dinastico) della Casa Reale di Savoia, l’Ordine continuò ad essere ininterrottamente conferito in occasione del giorno dell’anniversario dello Statuto e nel giorno del suo genetliaco sino alla scomparsa di S.M. Re Umberto II°, suo IV° Gran Maestro e Sovrano non abdicatario.
Ovviamente da un punto di vista monarchico sono legittime tutte le onorificenze dell’Ordine della Corona d’Ialia rilasciate da S.M. il Re Umberto II fino al giorno della sua scomparsa.
Le tradizioni sono le patenti di nobilità dei popoli.
Avatar utente
Cav.OSSML
 
Messaggi: 377
Iscritto il: giovedì 29 settembre 2011, 15:40
Località: Castrum Maiense

Re: Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Messaggioda Tilius » sabato 16 giugno 2018, 8:00

Il monarca decadde dalle sue prerogative sovrane nel giugno '46.
Fra queste anche (anche) il conferimento degli ordini statuali, quali Corona d'Italia e OSSML (eh sì, anche l'OSSML era diventato un ordine statuale :D , salvo poi essere riavocato fra i dinastici nel dopoguerra).
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12295
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Messaggioda nicolad72 » sabato 16 giugno 2018, 8:45

No tilius le onorificenze conferite fino al 51 da Umberto II furono regolarmente riconosciute e se conferita militari anche trascritte sugli stati di servizio e fogli matricolari
Nicola Ditta
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10381
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Onorificenze Emanuele Filiberto di Savoia

Messaggioda Cav.OSSML » sabato 16 giugno 2018, 8:54

Caro Tilius,
apprezzo la battuta sull’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, ma devo ribadire che tale Ordine era, è, e sarà sempre dinastico fintanto che esisterà la Dinastia dei Savoia.
Per quanto concerne l’Ordine della Corona d’Italia, questo sì statuale, è da notare che la legge del ‘51 nel sopprimere tale Ordine e nel consentirne l’uso per le concessioni antecedenti alla soppressione, non ha previsto una differenziazione tra le onorificenze elargite prima del ‘46 e quelle concesse tra il ‘46 e il ‘51.
“Ubi lex voluit dixit, ubi noluit tacuit” (trad. " Dove la legge ha voluto ha detto, dove non ha voluto ha taciuto").
Un caro saluto.
Le tradizioni sono le patenti di nobilità dei popoli.
Avatar utente
Cav.OSSML
 
Messaggi: 377
Iscritto il: giovedì 29 settembre 2011, 15:40
Località: Castrum Maiense

PrecedenteProssimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti