Furto di reliquie

Per discutere, di tutto un po' sulle nostre materie / Discussions of a general nature on our topics

Moderatore: Guido5

Furto di reliquie

Messaggioda contegufo » mercoledì 23 maggio 2018, 1:35

Ladri sacrileghi rubano reliquie all'ex convento

Sono andati a colpo sicuro, trafugando il cofanetto che conteneva preziose reliquie. Una parte importante della tradizione religiosa del paese, andato in mano a malviventi che lo hanno fatto sparire. E' stato un brutto risveglio questa mattina (22 maggio) per la Misericordia di Borgo a Mozzano (LUCCA), che aveva in custodia gli oggetti sacri. Alcuni ladri sacrileghi hanno infatti trafugato da un forziere le preziose reliquie, lasciando nello sconforto gli operatori. I manufatti erano custoditi in un armadio degli argenti che si trova nella cappellina degli infermi, nel corridoio del primo piano dell'ex Convento di San Francesco. Il furto, secondo il governatore della Misericordia, Gabriele Brunini, sarebbe stato consumato in un periodo compreso tra il 16 aprile e ieri sera. Questa mattina l'amara scoperta.

"Questa mattina, cercando la reliquia di Santa Rita da Cascia ho dovuto purtroppo constatare che tutte le reliquie del nostro convento e il cofanetto che le conteneva sono state rubate insieme a due reliquiari. È una cosa molto grave e triste. Forse non vale continuare ad impegnarsi nella custodia e nella valorizzazione dei nostri piccoli, grandi tesori", ha spiegato amareggiato il governatore Brunini.
I preziosi trafugati, quelli che si vedono qui riprodotti in una immagine tratta dal libro di Brunini Il Convento di San Francesco del Borgo, hanno un valore fondamentale per la tradizione e la fede locali. La notizia del furto si è subito diffusa, molto velocemente, in tutto il paese dove ha suscitato sdegno e condanna unanime. Del fatto, sono state informate anche le forze dell'ordine.

Immagine

Qui l'immagine full size: https://postimg.cc/image/65btr9nqf/

Se qualcuno ha notizie.......

Saluti
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 2414
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: Furto di reliquie

Messaggioda Elmar Lang » mercoledì 23 maggio 2018, 8:52

Trafugato da scombinati, che cercavano metallo prezioso da fondere: zingari, o simili, geneticamente dediti al furto, come quei sacrileghi che anni fa hanno depredato buona parte del cimitero di Cordenons (PN) da qualunque cosa che fosse in lega di rame, financo le lettere applicate alle lapidi, per poi godere della benevolenza del magistrato che accolse la tesi della difesa (gli zingari riescono sempre a permettersi ottimi avvocati), secondo la quale i sacchi pieni di borchie, lumi, lettere ed altre suppellettili, erano stati "trovati abbandonati sul ciglio della strada ed ivi raccolti".

Ma alla Misericordia non era attivo un sistema d'allarme?

Sono molto amareggiato, nell'apprendere la notizia.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3052
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Furto di reliquie

Messaggioda contegufo » mercoledì 23 maggio 2018, 11:21

Spesso buona volontà è associata a pari ingenuità perchè custodire "in un forziere o armadio" probabilmente antico equivale ad instradare possibili furti.
Se è vero che le reliquie erano così importanti al di là di qualsiasi valore pecuniario sorprende che non siano stati predisposti sistemi efficaci di prevenzione compresa la custodia presso l'abitazione di membri della confraternita stessa. A volte il buonsenso così semplice a dirsi risulta raro ad applicarsi.
Torna galla il problema della certezza della pena ben sapendo, i ladri, che non rischiano nulla e quindi tanto vale l'azzardo con la sicura involontaria complicità dello Stato.
Le chiesette di campagna una volta ricche di cimeli e arredi interessanti sono state depredate da furbi antiquari in complicità forzata con parroci ignoranti ed autorità dello Stato assenti.
A Lucca è tanto che si parla di Museo Diocesano che raccolga il meglio oggi stipato nei magazzini, si parla appunto.......

https://www.lagazzettadelserchio.it/bor ... -reliquie/

Saluti amari
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 2414
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: Furto di reliquie

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 24 maggio 2018, 8:51

Un idoneo impianto d'allarme, oggi ha costi accettabili anche per una famiglia non particolarmente benestante.

Al di là dell'esecrazione per ogni tipo di furto, bisogna anche riflettere sul fatto che in molti casi si lasciano realizzarsi le condizioni perché certi furti avvengano.

Ricordo quando a Venezia, nel 1992,presso la chiesa della Madonna dell'Orto, fu trafugato un preziosissimo dipinto, mai più ritrovato: l'allarme c'era, ma fu disinserito, "perché ogni tanto entrava in funzione e disturbava"...

La tutela dei beni culturali, in Italia, è una causa persa. Ne interessa il solo sfruttamento (tale vocabolo è pure nel "Contratto del Governo del Cambiamento"), ma investirvi delle risorse per valorizzarli e proteggerli, giammai!

È troppo facile accusare "gli antiquari" che loro anzi, in moltissimi casi sono i primi a muoversi per il salvataggio di opere che altrimenti arricchirebbero il traffico clandestino.

Per quanto riguarda le chiese, non sempre è l'ignoranza di certi parroci, la responsabile del depauperamento: in molti casi è un falso "progressismo liturgico" ai confini con l'iconoclastia, ad aver devastato un immenso patrimonio di fede.

Le pie reliquie rubate, oggetto di questa discussione, probabilmente non verranno mai restituite alla venerazione dei pochi credenti rimasti; certo è invece il castigo che il Signore infliggerà a quegli scellerati.

E. L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3052
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia


Torna a Piazza Principale / Main Square



Chi c’è in linea

Visitano il forum: dpascale, Egon von Kaltenbach e 9 ospiti