Onorificenze in Vaticano

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Re: Onorificenze in Vaticano

Messaggioda nicolad72 » mercoledì 28 marzo 2018, 12:37

... le connivenze ecclesiastiche e non... e le minacce di azioni giudiziarie!
Nicola Ditta
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10452
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Onorificenze in Vaticano

Messaggioda Egon von Kaltenbach » sabato 31 marzo 2018, 19:51

Le connivenze ecclesiastiche dovute sia a mera ignoranza, sia a sfacciata malafede sono uno dei fondamenti della truffa: gli sprovveduti ci cascano, mentre i furbi se ne fanno garanzia. Qui mancano gli ordinari dei luoghi dove tali episodi avvengono. Possibile che non sia sia provveduto con circolari o altri avvertimenti a metter in guardia i parroci da certe proposte? Eppure le chiese disponibili per queste buffonate mai mancano. C'è da dire che il tono minore con cui gli ordini legittimi spesso si comportano (approssimazioni nella forma nelle sue varie declinazioni) è surclassato dalla scenografia degli altri, ma comunque non c'è scusa: la patacca è sempre chiaramente leggibile.
Egon von Kaltenbach
 
Messaggi: 307
Iscritto il: sabato 6 ottobre 2012, 21:08

Re: Onorificenze in Vaticano

Messaggioda Cristiano Ciani » martedì 3 aprile 2018, 18:17

Avevo ben visto i "Templari Cattolici". Temevo di cadere sotto la mannaia dell'OT e allora avevo taciuto. La guerra è perduta amici miei. Resta la speranza che si sappia distinguere tra il mantello di un ordine cavalleresco ed il "costume" di quella associazione...
Cristiano Ciani
 
Messaggi: 605
Iscritto il: lunedì 27 marzo 2006, 23:02

Re: Onorificenze in Vaticano

Messaggioda Elmar Lang » martedì 3 aprile 2018, 18:44

A metà aprile, se qualcuno di noi vorrà fare una gita a Verona (cosa questa che consiglierei sempre), potrà bearsi della vista di "Templari Cattolici" completi di manto, aggirarsi e far presidio a quella che sarebbe ritenuta la tomba di un gran maestro dell'ordine. Quello vero, non la cialtronata d'oggi, pur tollerata da vari enti ecclesiastici, nonostante la scomunica ipso facto verso coloro che si professassero, appunto, Templari.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3079
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Onorificenze in Vaticano

Messaggioda Egon von Kaltenbach » martedì 3 aprile 2018, 21:01

La scomunica però no: l'Ordine - quello vero - fu abolito e non condannato, quindi questi equivoci epigoni sono solo degli illusi che immaginano di impersonare ciò che non possono essere. In ogni caso - e mi ripeto - il low profile, sempre più accentuato a Malta, non aiuta a meglio indirizzare i tanti, in qualche modo, interessati alla cavalleria.
Egon von Kaltenbach
 
Messaggi: 307
Iscritto il: sabato 6 ottobre 2012, 21:08

Re: Onorificenze in Vaticano

Messaggioda T.G.Cravarezza » martedì 3 aprile 2018, 21:42

In teoria la scomunica dovrebbe sussistere in capo a chi usa i simboli del soppresso ordine templare:

1) Con la Bolla “Vox in excelso” del 22 marzo 1312 Papa Clemente V soppresse l’Ordine dei Poveri Cavalieri del Tempio e precisò quanto segue:
“…Anche in altri casi, pur senza colpa dei frati, la chiesa romana qualche volta ha soppresso ordini di importanza assai maggiore per motivi senza paragone più modesti di quelli accennati, pertanto con amarezza e dolore, non con sentenza definitiva, ma con provvedimento apostolico, noi, con l'approvazione del santo concilio, sopprimiamo l'ordine dei Templari, la sua regola, il suo abito e il suo nome, con decreto assoluto, perenne, proibendolo per sempre, e vietando severamente che qualcuno, in seguito, entri in esso, ne assuma l'abito, lo porti, e intenda comportarsi da Templare. Se poi qualcuno facesse diversamente, incorra la sentenza di scomunica ipso facto….”


Che poi manchi magari piena consapevolezza da parte loro di trasgredire a tale bolla, considerando che la stessa Chiesa e i suoi Vescovi non la ribadisce e non ricorda loro tale disposizione, anzi in alcune chiese e diocesi li accoglie... è altro discorso.
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6454
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Onorificenze in Vaticano

Messaggioda Elmar Lang » martedì 3 aprile 2018, 21:56

Tale testo dovrebbe essere impresso a lettere di fuoco sui portali di quelle chiese che ospitano le pagliacciate dei sedicenti Templari...
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3079
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Onorificenze in Vaticano

Messaggioda Tilius » martedì 3 aprile 2018, 22:37

T.G.Cravarezza ha scritto:In teoria la scomunica dovrebbe sussistere in capo a chi usa i simboli del soppresso ordine templare:

1) Con la Bolla “Vox in excelso” del 22 marzo 1312 Papa Clemente V soppresse l’Ordine dei Poveri Cavalieri del Tempio e precisò quanto segue:
“…Anche in altri casi, pur senza colpa dei frati, la chiesa romana qualche volta ha soppresso ordini di importanza assai maggiore per motivi senza paragone più modesti di quelli accennati, pertanto con amarezza e dolore, non con sentenza definitiva, ma con provvedimento apostolico, noi, con l'approvazione del santo concilio, sopprimiamo l'ordine dei Templari, la sua regola, il suo abito e il suo nome, con decreto assoluto, perenne, proibendolo per sempre, e vietando severamente che qualcuno, in seguito, entri in esso, ne assuma l'abito, lo porti, e intenda comportarsi da Templare. Se poi qualcuno facesse diversamente, incorra la sentenza di scomunica ipso facto….”


Che poi manchi magari piena consapevolezza da parte loro di trasgredire a tale bolla, considerando che la stessa Chiesa e i suoi Vescovi non la ribadisce e non ricorda loro tale disposizione, anzi in alcune chiese e diocesi li accoglie... è altro discorso.


Signori, attendo che qualcuno più competente di me intervenga (se lo vorrà), ma vi do per certo che, in base alle norme del diritto canonico del 1983, quella sentenza di scomunica non si applica.
...
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12423
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Onorificenze in Vaticano

Messaggioda Tilius » martedì 3 aprile 2018, 22:47

Egon von Kaltenbach ha scritto:... il low profile, sempre più accentuato a Malta, non aiuta a meglio indirizzare i tanti, in qualche modo, interessati alla cavalleria.

Aprire le porte all'invasione dei "tanti, in qualche modo, interessati alla cavalleria" assesterebbe il colpo (di grazia) finale.
Ergo, c'é quasi da ringraziare che esistano altri enti di distrazione di massa dove quei "tanti" possano essere smaltiti in modo ecocompatibile e rinnovabile, con reciproca soddisfazione di tutti.
IMHO.
...
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12423
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Onorificenze in Vaticano

Messaggioda T.G.Cravarezza » martedì 3 aprile 2018, 22:52

Tilius ha scritto:Signori, attendo che qualcuno più competente di me intervenga (se lo vorrà), ma vi do per certo che, in base alle norme del diritto canonico del 1983, quella sentenza di scomunica non si applica.


Anche io ho qualche dubbio sull'applicabilità odierna della bolla, ma il punto non è tanto sulla scomunica in sé, quanto sul fatto che la Chiesa 700 anni fa fu abbastanza chiara a riguardo e quindi trovo poco corretto che singoli parroci o anche vescovi si arroghino il diritto di far rientrare dalla finestra qualcosa che era stato chiuso fuori dalla porta da parte di Roma. E' questione di mero rispetto dell'Autorità Superiore e di quanto decise (senza contare il poco rispetto da parte dei fedeli che si arrogano il diritto di usare simboli e terminologie che non spettano loro). Se poi Roma, e solo Roma, ritorna sui suoi passi, nulla da obiettare, ma considerando che per il momento Roma non ha cambiato idea, almeno ufficialmente...
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6454
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Onorificenze in Vaticano

Messaggioda nicolad72 » mercoledì 4 aprile 2018, 8:05

T.G.Cravarezza ha scritto:In teoria la scomunica dovrebbe sussistere in capo a chi usa i simboli del soppresso ordine templare:

1) Con la Bolla “Vox in excelso” del 22 marzo 1312 Papa Clemente V soppresse l’Ordine dei Poveri Cavalieri del Tempio e precisò quanto segue:
“…Anche in altri casi, pur senza colpa dei frati, la chiesa romana qualche volta ha soppresso ordini di importanza assai maggiore per motivi senza paragone più modesti di quelli accennati, pertanto con amarezza e dolore, non con sentenza definitiva, ma con provvedimento apostolico, noi, con l'approvazione del santo concilio, sopprimiamo l'ordine dei Templari, la sua regola, il suo abito e il suo nome, con decreto assoluto, perenne, proibendolo per sempre, e vietando severamente che qualcuno, in seguito, entri in esso, ne assuma l'abito, lo porti, e intenda comportarsi da Templare. Se poi qualcuno facesse diversamente, incorra la sentenza di scomunica ipso facto….”


Che poi manchi magari piena consapevolezza da parte loro di trasgredire a tale bolla, considerando che la stessa Chiesa e i suoi Vescovi non la ribadisce e non ricorda loro tale disposizione, anzi in alcune chiese e diocesi li accoglie... è altro discorso.


E' uno scherzo vero!?!? Ti va di scherzare vero?!?! Una schizofrenia logica di tal portata è rara a vedersi...
Non vi è una sola parola che abbia un minimo di senso logico in questo intervento... manca consapevolezza? Oggi? Mi chiedo se si abbia idea di ciò di cui si stia parlando e e si sia presenti a se stessi quando si scrivono certe cose!
Nicola Ditta
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10452
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Onorificenze in Vaticano

Messaggioda Tilius » mercoledì 4 aprile 2018, 9:25

nicolad72 ha scritto:Non vi è una sola parola che abbia un minimo di senso logico in questo intervento...

[yes.gif]
Il diritto canonico é un mare magnum in cui l'avventurarsi é ὕβϱις letale senza il dovuto bagaglio giuridico (che solo gli studi di diritto possono dare).

Perché banalmente serve sapere anche tutto quelo che é seguito fra la bolla originale e oggi.

Perché (meno) banalmente, anche sapendolo, la semplice elencazione legislativa non basta a trarre conclusioni.

Perché la favoletta che i neo Templari sono scomunicati (poco importa se latae sententiae o ferendae sententiae) non si può più vedere ed é anche ora di lasciarla perdere.

Altrimenti che differenza poniamo fra loro che raccontano di essere i legittimi eredi dei Tempalri (cosa non vera) e noi che raccontiamo che sono scomunicati ipso facto (cosa non vera, non foss'altro per il fatto che si comunicano senza problemi senza nascondere il loro status [angel] )?

A essere più realisti del re si finisce per rendere immancabilmnete un pessimo servizio alla causa monarchica.
...
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12423
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Onorificenze in Vaticano

Messaggioda Egon von Kaltenbach » mercoledì 4 aprile 2018, 21:19

Tilius ha scritto:
Egon von Kaltenbach ha scritto:... il low profile, sempre più accentuato a Malta, non aiuta a meglio indirizzare i tanti, in qualche modo, interessati alla cavalleria.

Aprire le porte all'invasione dei "tanti, in qualche modo, interessati alla cavalleria" assesterebbe il colpo (di grazia) finale.
Ergo, c'é quasi da ringraziare che esistano altri enti di distrazione di massa dove quei "tanti" possano essere smaltiti in modo ecocompatibile e rinnovabile, con reciproca soddisfazione di tutti.
IMHO.

Mi rendo conto che quel "tanti" non sia proprio felice, ma a opera dei farlocchi la distrazione esiste e la perdita di qualche decorosa candidatura credo proprio sia realtà. Per essere più esplicito ho personalmente conosciuto almeno due casi di membri attuali del SMOM che hanno avuto quel precedente e del quale naturalmente non fanno vanto. Insomma la realtà non è mai lineare e la sua interpretazione deve tenerne conto.
Egon von Kaltenbach
 
Messaggi: 307
Iscritto il: sabato 6 ottobre 2012, 21:08

Re: Onorificenze in Vaticano

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 5 aprile 2018, 8:08

Se uno "cade" nella rete degli ordini pseudocavallereschi o farlocchi tout-court, non è colpa del l'esclusività degli ordini veri, ma della smodata e spesso stupida ambizione di chi cade in quei tranelli.

Senza escludere che i vari pseudo-granmaestri, pseudoprincipi e simile compagnia, hanno buon gioco all'interno di norme non sempre chiarissime ai più e che spesso vengono più o meno fumosamente adoperate, attraverso equivoche sentenze opportunamente adattate a ciascuna circostanza, per darsi una spolverata di legalità.
Unitamente al fatto che quei cialtroni, son subito pronti a passare alle carte bollate, per minacciare chi li svergognasse, contando proprio sulla lentezza dei giudizi il cui costo, per una persona onesta, potrebbe anche essere poco sostenibile.
Poi, infine, direi che chi cade nelle grinfie dei farloccatori cavallereschi, spesso se lo merita davvero. E lo dico senza cinismo alcuno.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3079
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Onorificenze in Vaticano

Messaggioda Tilius » giovedì 5 aprile 2018, 9:54

Egon von Kaltenbach ha scritto:...la perdita di qualche decorosa candidatura credo proprio sia realtà. Per essere più esplicito ho personalmente conosciuto almeno due casi di membri attuali del SMOM che hanno avuto quel precedente

Chiedo venia per la franchezza, ma si conferma qui quello che molti sospettano da tempo: che la selezione fatta oggigiorno dallo SMOM sia divenuta troppo lasca.

È difficile atteggiarsi come i migliori ed essere credibili quando poi si ammettono gli stessi personaggi che vanno bene per gli pseudo ordini. Anzi, peggio: quando si ammettono persino gli scarti di seconda mano degli pseudo ordini.

Tutto dipende dal concetto che si ha di "decorosa candidatura": uno che già dato amplia e inequivocabile prova del proprio livello intellettuale e culturale e morale entrando in uno pseudo ordine, potrà rimondarsi d'ogni colpa e divenire "decorosa candidatura" coronata vieppiù di gloriosa ammissione?
Solo a patto di chiudere un occhio, o entrambi, su moralità e/o cultura e/o intelligenza.
Come un vanitoso e/o stupido e/o ignorante, vieppiù certificato e garantito tale da pregresse frequentazioni farlocche, possa costituire "candidatura ideale" non dico per un ordine militante ma più in generale per qualsiasi cosa che abbia un minimo di serietà, è un concetto che travalica la mia capacità di comprensione. Probabilmente è colpa mia: sono limitato - troppo "lineare" - e nuovamente ne chiedo venia.
...
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12423
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

PrecedenteProssimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti