YDNA APLOGRUPPO J

Moderatori: Alessio Bruno Bedini, Messanensis, GENS VALERIA

Re: YDNA APLOGRUPPO J

Messaggioda Morello » lunedì 7 ottobre 2013, 8:38

Nessuno ha scritto:Sono d'accordo: ricerca e comparazione dei dati.

Tuttavia, spesse volte, le indagini si rivolgono meramente a DNA mitocondriale. E' un peccato, dal momento che indagherebbe per metà: avevo letto in un saggio di cui ho smarrito il link e il titolo che, talvolta, una grande varietà di mtDna lasciava intendere agli studiosi di essere di fronte ad una cultura patrilineare.

Poi, però, occorre anche pensare a questa cosa:
alcune civiltà potrebbero non aver avuto una grande varietà di aplogruppi, per cause molteplici, dall'isolamento alla stessa struttura del tessuto sociale, magari basato sul clan, o sulla tribù.

Per le civiltà neolitiche, invece, occorre dare per scontata una varietà maggiore di aplogruppi a causa della natura stessa della rivoluzione neolitica: maggior produzione di cibo con maggior popolazione, magari dovuta anche a fenomeni di sinecismo tra diverse etnie.


Non può essere che gli antenati sono arrivati via mare e solo dopo, in un epoca "relativamente" recente alcuni membri si sono spostati altrove in Europa, magari durante l'Impero Romano (legioni, colonie)?
Grazie.


Morello



__________________________
IN IVSTITIA ET PACE PROBITAS
Morello
 
Messaggi: 1049
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 8:42

Re: YDNA APLOGRUPPO J

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » lunedì 7 ottobre 2013, 8:48

Bisogna capire dove siano residenti oggi i propri cugini genetici.
Faccio un esempio: Se hai 3-4 cugini a distanza genetica 5-6 che sono nel nord Italia, poi altri 3-4 a distanza 9-10 che sono in Germania e altri 3-4 a distanza 12-13 che sono in Russia e Kazakhistan è chiaro che i tuoi antentati sono venuti via terra passando per la Russa, la Germania e l'Italia del nord. La distanza genetica inoltre ci dice anche quando indicativamente sono venuti e in questo caso magari in epoca preistorica.

Se invece hai, ad esempio, cugini genetici a distanza 5-6 in Germania, in Francia ma anche in Turchia allora vuol dire che i tuoi antenati sono venuti via mare dall'Anatolia e si sono diffusi in seguito nell'Europa continentale. In questo caso magari la migrazione è avvenuta verso il XV secolo.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6560
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: YDNA APLOGRUPPO J

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » lunedì 7 ottobre 2013, 9:06

A titolo di curiosità l'aplogruppo di origine ebraica è il J1c3.
Il J2 credo non c'entri nulla con gli ebrei.

http://vipmulher.com/contenuti/article_122010.html ha scritto:Il gene Kohen e cromosoma Y

Recentemente, la tradizione che i sacerdoti discendono da un antenato comune potrebbe essere dimostrata tramite laboratorio di analisi genetica. Dal momento che tutti i discendenti maschi condividono un cromosoma Y, il test è stato effettuato in tutti i settori della popolazione ebraica internazionale per vedere se c'era qualcosa in comune tra i cromosomi Y di tutti i maschi. Alcune sono state riscontrate differenze tra i cromosomi Y dei sacerdoti, ma la maggior parte J1c3 dalla linea, il che significa che i sacerdoti hanno un antenato comune. Questa informazione è stato utilizzato anche per confermare l'affermazione Lemba che essi sono, infatti, una tribù di ebrei.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6560
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: YDNA APLOGRUPPO J

Messaggioda Morello » lunedì 7 ottobre 2013, 10:15

Alessio Bruno Bedini ha scritto:Bisogna capire dove siano residenti oggi i propri cugini genetici.
Faccio un esempio: Se hai 3-4 cugini a distanza genetica 5-6 che sono nel nord Italia, poi altri 3-4 a distanza 9-10 che sono in Germania e altri 3-4 a distanza 12-13 che sono in Russia e Kazakhistan è chiaro che i tuoi antentati sono venuti via terra passando per la Russa, la Germania e l'Italia del nord. La distanza genetica inoltre ci dice anche quando indicativamente sono venuti e in questo caso magari in epoca preistorica.

Se invece hai, ad esempio, cugini genetici a distanza 5-6 in Germania, in Francia ma anche in Turchia allora vuol dire che i tuoi antenati sono venuti via mare dall'Anatolia e si sono diffusi in seguito nell'Europa continentale. In questo caso magari la migrazione è avvenuta verso il XV secolo.


Grazie Alessio per le cortesi delucidazioni, ma come sai benissimo, grazie alle distanze genetiche, da te calcolate (e ti ringrazio) il tragitto dei miei antenati riulta un po' complesso! Aspetto cmq i risultati del test a 67 marcatori e poi proverò a chiedere a iGENEA un esame DNA Z387+ come mi hai consigliato. Nel frattempo contatterò (o almeno proverò) i miei "cugini genetici" italiani. Qualcosa mi dice che la traversata dell'Adriatico a seguito dell'invasione turca della Penisola Balbanica potrebbe rivelarsi il tragitto giusto.

Cordialmente.


Morello



_________________________
INIVSTITIA ET PACE PROBITAS
Morello
 
Messaggi: 1049
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 8:42

Re: YDNA APLOGRUPPO J

Messaggioda Morello » mercoledì 9 ottobre 2013, 12:32

Quindi le mie distanze genetiche con i miei cugini sono le seguenti:

7 Armenia;
10 Abruzzo, Polonia;
11 Puglia, Armenia/Iran, Turchia, Francia;
12 Francia, Russia;
13 Giordania;
14 Abruzzo, Turchia, Turchia/Armenia;
16 Armenia;
18 Inghilterra;
20 Francia;
21 Inghilterra;
22 Inghilterra.

Certo il tragitto è un po' tortuoso! Noto che dal 7 al 16 prevalgono Armenia/Turchia (e Giordania) che potrebbero essere la Patria d'origine del mio aplogruppo (J2-J2a), c'è poi l'Europa franco-slava, ma anche 2 corregionali ed un pugliese del Gargano (la parte vicina all'Abruzzo-Molise) mentre... i più lontani sono 3 inglesi ed un francese. Cerco di inventarmi un percorso...!?! In ogni caso i "cugini genetici" italiano-vicino/mediorientali prevalgono nel legame più stretto rispetto a quelli anglo-francesi.
Cordialmente.


Morello

P.S. Nei miei precedenti post ho dimenticato di scrivere che l'amministratore del Gruppo J del FTDNA, appassionato (e quindi anche esperto) di genetica (ovviamente anch'egli appartiene all'Aplogruppo J) mi ha scritto, inviandomi anche della documentazione, che il mio aplogruppo J2a4h2* si sarebbe (il condizionale in questi casi è d'obbligo) generato tra la Turchia meridionale e la Siria settentrionale nel 2000-1000 ca. a. C.. Quindi non credo che i miei antenati siano arrivati nel Neolitico con l'espansione dell'agricoltura dal Vicino Oriente, ma sicuramente dopo.
__________________________
IN IVSTITIA ET PACE PROBITAS
Morello
 
Messaggi: 1049
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 8:42

Re: YDNA APLOGRUPPO J

Messaggioda Nessuno » mercoledì 22 ottobre 2014, 9:22

Ci sono alcune novità intorno all'aplogruppo J2 in Europa:

vi offro il link di questo studio intorno ad alcuni resti umani ungheresi di varie età: http://www.nature.com/ncomms/2014/14102 ... s6257.html

Il risultato è interessantissimo: J2 appare in questo studio come un arrivo dell'età del bronzo.

Inoltre, pare proprio che la pianura ungherese sia stata un autentica pentola in cui si sono mescolati i più impensabili ingredienti: i già conosciuti aplogruppi I2 (e si conferma la quasi perfetta identità con i sardi moderni, nonché la presenza di un individuo, il NE7, che, estremamente simile ai sardi, possiede, però, occhi azzurri e capelli biondi!) e G2 (da uno studio precedente del primo neolitico), N (dell'età del bronzo, confermando l'arrivo dei finni o di alcuni di essi in quell'epoca) e C6, il famoso e rarissimo aplogruppo già trovato in Spagna, a La Brana, in un sito del Mesolitico!

Devo ammettere che tutto ciò è... interessantissimo!

Ah... e, ancora, nessuna traccia di R1b...
Nessuno
 
Messaggi: 236
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2009, 22:08

Re: YDNA APLOGRUPPO J

Messaggioda Morello » mercoledì 22 ottobre 2014, 10:19

Grazie mille per l'interessante segnalazione! E' un articolo scientifico in inglese (francamente un po' difficile per me), aspetto dunque che qualche forumista esperto in genetica (e in inglese), sia così gentile da sintetizzarne il contenuto.
Cordialmente

Morello


_________________________
IN IVSTITIA ET PACE PROBITAS
Morello
 
Messaggi: 1049
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 8:42

Re: YDNA APLOGRUPPO J

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » mercoledì 22 ottobre 2014, 10:31

Bè fondamentalmente dice cose che già si intuivano è cioè che J2 (ma io credo anche J1) sono arrivati in Europa via terra in età preistorica e molto prima di arrivare via mare con le incursioni greche e fenice.
Questo vuol dire anche che i J2 sono pienamente europei come R1a e R1b, che forse sono arrivati anche dopo in Europa!

Anni fa leggevo una discussione su un forum (poi chiuso dalla magistratura per razzismo) in cui si domandavano se J2 potesse essere considerato un "aplogruppo arabo - giudio".
Il loro fine naturalmente era quello di marchiare le persone forse anche al fine di una persecuzione.
Questi studi invece dimostrano anzitutto come non esistano aplogruppi ebraici o arabi e come tutti gli uomini hanno da millenni sempre vissuto insieme.
Siamo davvero tutti fratelli, come si diceva quando giocavamo da bambini.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6560
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: YDNA APLOGRUPPO J

Messaggioda Morello » mercoledì 22 ottobre 2014, 10:55

Grazie dell'aiuto Alessio. Questo fa intuire che la presenza di J2 in Italia può essere stata scaglionata nei secoli e nei millenni e non ascrivibile ad un'unica migrazione. Quando arrivarono J2 magari etruschi, fenici, greci, dall'Impero Romano o bizantini, trovarono altri J2 da molti secoli, se non millenni, stabilitisi in Italia, probabilmente dal Neolitico.
Cordialmente.

Morello


_________________________
IN IVSTITIA ET PACE PROBTAS
Morello
 
Messaggi: 1049
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 8:42

Re: YDNA APLOGRUPPO J

Messaggioda VictorIII » venerdì 29 dicembre 2017, 6:48

È mio piacere aggiungere i miei dettagli personali a questa discussione. Da un test sul Y DNA del 2009 (familytreedna), i miei risultati per la linea paterna di Melfa erano j2-M172 (penso che questo fosse j2a4b). Ora il nome per il mio haplogroup più raffinato è J-SK1337

Come capisco le 12 corrispondenze di marker con 0 distanza genetica - ci aspettiamo ragionevolmente che il progenitore comune sia dagli anni 800-1100.

In questo test sono stati trovati i 12 marker corrispondenti a 0 distanza genetica
-famiglia Hopkins dall'Inghilterra (ache partite con altre Hopkins, lontanamente imparentati, separati da un progenitore nel 17 ° secolo).
-Berni, famiglia dal nord Italia (e poi anche una distanza genetica di 12 marker 0 con un lontano cugino dei Berni ... una famiglia "Burney" presente nell'America coloniale)
-Frank - famiglia dalla Germania (l'origine della famiglia forse la Francia prima della Germania)
-Soldo / Solido dall'Italia meridionale
-Cusmano italia meridionale.

Quindi questo non lascia dubbi sul fatto che la famiglia deve essere stata in Europa intorno all'anno 800, per produrre una tale diaspora e non avere tracce di altre 12 distanze, genetiche di distanza 0, in Grecia o nel Medio Oriente - solo famiglie europee. la domanda è: potrebbero essere venuti dalla Francia - diffusi a sud verso l'Italia, un ramo all'inghilterra (Hopkins), un altro alla germania (Frank / Franck), con i Berni che si trovano più a nord negli stati italiani? perché per me dobbiamo escludere l'idea di una diaspora bizantina senza 0 corrispondenze di distanza genetica con nessuno dall'est.

la storia orale della mia famiglia era che eravamo originari della Francia, ma questo potrebbe benissimo essere un racconto fantasioso. attualmente il più antico antenato è ancora in Sicilia nella prima metà del 17 ° secolo (ancora Melfa e, occasionalmente, Melfi).

very best wishes to you all
VictorIII
 
Messaggi: 297
Iscritto il: lunedì 18 maggio 2009, 17:35

Re: YDNA APLOGRUPPO J

Messaggioda VictorIII » venerdì 29 dicembre 2017, 7:19

VictorIII ha scritto:È mio piacere aggiungere i miei dettagli personali a questa discussione. Da un test sul Y DNA del 2009 (familytreedna), i miei risultati per la linea paterna di Melfa erano j2-M172 (penso che questo fosse j2a4b). Ora il nome per il mio haplogroup più raffinato è J-SK1337

Come capisco le 12 corrispondenze di marker con 0 distanza genetica - ci aspettiamo ragionevolmente che il progenitore comune sia dagli anni 800-1100.

In questo test sono stati trovati i 12 marker corrispondenti a 0 distanza genetica
-famiglia Hopkins dall'Inghilterra (ache partite con altre Hopkins, lontanamente imparentati, separati da un progenitore nel 17 ° secolo).
-Berni, famiglia dal nord Italia (e poi anche una distanza genetica di 12 marker 0 con un lontano cugino dei Berni ... una famiglia "Burney" presente nell'America coloniale)
-Frank - famiglia dalla Germania (l'origine della famiglia forse la Francia prima della Germania)
-Soldo / Solido dall'Italia meridionale
-Cusmano italia meridionale.

Quindi questo non lascia dubbi sul fatto che la famiglia deve essere stata in Europa intorno all'anno 800, per produrre una tale diaspora e non avere tracce di altre 12 distanze, genetiche di distanza 0, in Grecia o nel Medio Oriente - solo famiglie europee. la domanda è: potrebbero essere venuti dalla Francia - diffusi a sud verso l'Italia, un ramo all'inghilterra (Hopkins), un altro alla germania (Frank / Franck), con i Berni che si trovano più a nord negli stati italiani? perché per me dobbiamo escludere l'idea di una diaspora bizantina senza 0 corrispondenze di distanza genetica con nessuno dall'est.

la storia orale della mia famiglia era che eravamo originari della Francia, ma questo potrebbe benissimo essere un racconto fantasioso. attualmente il più antico antenato è ancora in Sicilia nella prima metà del 17 ° secolo (ancora Melfa e, occasionalmente, Melfi).

very best wishes to you all



I also add this interesting note

Overall, the majority of immigrants to Roman Britain came from the Mediterranean region, with higher percentages from Italy and the Balkans reported for Roman legions settled in Britain. There may also have been Near Eastern merchants, like the Jews, whose diaspora started soon after the Roman conquest of Britain. Ancient Mediterranean people would have carried mostly haplogroups such as E1b1b, J1, J2a, and to a lower extent also G2a and T. Nowadays, those haplogroups are considerably rarer among the Irish and Highland Scots, and inexistent in remote islands like Orkney or Shetland (except for haplogroup T). Even in Ireland such lineages are typically found among people with English or Norman surnames. Wales, which supposedly served as a refuge to the Romano-British population fleeing the Anglo-Saxon invasions, has by far the highest percentages of haplogroup E1b1b, G2a and T (total 7.5% against 2.5% for Scotland and 3% for Ireland), while England has the highest percentage of J2 (3.5%).

https://www.eupedia.com/genetics/britai ... _dna.shtml
VictorIII
 
Messaggi: 297
Iscritto il: lunedì 18 maggio 2009, 17:35

Re: YDNA APLOGRUPPO J

Messaggioda VictorIII » venerdì 29 dicembre 2017, 7:33

But the Normans were already well mixed with the native Gallic French, who were predominantly R1b (mostly L21 with some U152 and M167) with I2, J2, G2a, E1b1b and T.
https://www.eupedia.com/forum/threads/25916-The-Normans
VictorIII
 
Messaggi: 297
Iscritto il: lunedì 18 maggio 2009, 17:35

Re: YDNA APLOGRUPPO J

Messaggioda VictorIII » martedì 24 aprile 2018, 21:02

Per fornire un aggiornamento a chi è interessato al DNA, il mio haplogroup più raffinato J-SK1337 ha un'interessante distribuzione. È certamente una distribuzione più ampia di scozzese, inglese e irlandese rispetto alla maggior parte delle altre "subclavi" (subclades) di J2, e una distribuzione più piccola di mediterreno o arabo rispetto alla maggior parte dei gruppi j2. sk1337 aveva una formazione di circa 2-3 mila anni fa.

naturalmente, la mappa di distribuzione è soggetta a limiti di dimensioni e diversità del campione (limitations of the sample size and diversity)- ma possiamo riconoscere obiettivamente l'allocazione geografica interessante e unica relativa a oltre 5.000 campioni j2. (se includiamo i campioni j1, la presenza di campioni del Regno Unito diventa ancora più insolita). non ho incluso alcuni risultati in inglese per sk1337 che provenivano dallo stesso progenitore nel 18 ° secolo.

Immagine


Immagine


Inoltre, ho completato il test FTDNA Big Y - che è stato il primo test Big Y 500. ora finalmente su FTDNA, le oltre 500 STR sono completamente visualizzabili. Ciò fornirà molti indizi per la ricerca. YFull mi ha informato che il mio campione sk1337 ha diviso il livello attuale in due, che verrà aggiornato sul loro yree di maggio. questo significa che presto avremo ancora più informazioni su sk1337 e origini potenzialmente più recenti.

I migliori auguri a tutti

Victor
VictorIII
 
Messaggi: 297
Iscritto il: lunedì 18 maggio 2009, 17:35

Precedente

Torna a Genealogia genetica - DNA



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti