FINALMENTE UN BUON LIBRO...

Discussioni ed informazioni sui tutti i testi che si possono reperire di araldica, genealogia, storia di famiglia, ordini cavallereschi e sistemi premiali / Discussions and information regarding all available texts on heraldry, genealogy, family history, orders of chivalry and systems of merit

Moderatori: Antonio Pompili, Alessio Bruno Bedini

FINALMENTE UN BUON LIBRO...

Messaggioda Michele Baroncini » giovedì 25 novembre 2004, 10:35

Carissimi, :P

sull'ultimo (?) numero di Nobiltà (che peraltro ho avuto la graditissima sorpresa di trovare sugli scaffali delle pubblicazioni periodiche poste in consultazione dal Centro Bibliotecario Interdipartimentale di Storia dell'Università degli studi di Udine :P ) appare la recensione di un romanzo pubblicato nel 2003 da Franceso Mimmi, dal titolo "Cavaliere di Grazia".

Narra dell'avventurosa esistenza d'un gentiluomo cui il suo amore per una fanciulla ebrea gli fruttò l'espulsione dall'Ordine di Malta...
Non è mia intenzione gettarmi (dall'alto dello sterminato numero di pubblicazioni a mio nome... :mrgreen: ) in una personale recensione dll'opera.

Soltanto poche parole...

Perchè leggere un libro del genere? Di romanzi storici, o pretesi tali, ve n'è una sporade in circolazione ed il genere non conosce mai crisi (a discapito degli aberranti risultati spesso partoriti :shock: )...

...direi semplicemente che proprio per questo è oramai raro imbattersi in lavori capaci di coniugare un buon valore letterario ad un soddisfacente rispetto del dato storico... insomma, in un romanzo storico non privo della sua essenza, ch'è non già e non sempre la verità, ma più correttamente la verisimiglianza!

Morale della favola? LEGGETEVELO! :P

un saluto

Michele
Michele Baroncini
 

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 26 novembre 2004, 19:42

Un'ottima recensione, caro Michele...

...poco canonica, ma molto sentita e vissuta! :lol:

C'erano altre recensioni, in quel fascicolo di Nobiltà, che hanno attratto il tuo interesse? :shock:

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Re: FINALMENTE UN BUON LIBRO...

Messaggioda pierfe » venerdì 26 novembre 2004, 22:00

Michele Baroncini ha scritto:Carissimi, :P

sull'ultimo (?) numero di Nobiltà (che peraltro ho avuto la graditissima sorpresa di trovare sugli scaffali delle pubblicazioni periodiche poste in consultazione dal Centro Bibliotecario Interdipartimentale di Storia dell'Università degli studi di Udine :P )

Pier Felice degli Uberti scrive: Nobiltà viene inviata a tutte le biblioteche capoluogo di provincia (e alle antiche capitali di tutti gli Stati preunitari Italiani); a tutti gli Archivi di Stato; a tutte le biblioteche dei Dipartimenti Universitari che trattano di Storia; a tutti i Circoli aderenti all'Unione dei Circoli Italiani; a tutte le Associazioni aderenti nel mondo alla Confederazione delle Associazioni di Araldica e Genealogia; alle più importanti Associazioni di carattere scientifico di queste materie del mondo ecc...
A titolo personale la ricevono i grandi del mondo che studiano queste materie.
Il nostro scopo è fare cultura ed insegnare la serietà in queste materie spesso bistrattate per questo la rivista Nobiltà si trova ovunque si studi l'araldica e la genealogia seriamente... chi crede ancora alle favole presto smette di leggere la nostra rivista, se poi non è serio, perde solo il suo tempo. Se i nostri scopi non fossero quelli che ho sempre enunciato e se non avessimo ogni giorno soddisfazioni per l'opera che da anni stiamo svolgendo in Italia (e non solo) io perderei stupidamente tutto il mio tempo libero...


appare la recensione di un romanzo pubblicato nel 2003 da Franceso Mimmi, dal titolo "Cavaliere di Grazia".

Narra dell'avventurosa esistenza d'un gentiluomo cui il suo amore per una fanciulla ebrea gli fruttò l'espulsione dall'Ordine di Malta...
Non è mia intenzione gettarmi (dall'alto dello sterminato numero di pubblicazioni a mio nome... :mrgreen: ) in una personale recensione dll'opera.

Soltanto poche parole...

Perchè leggere un libro del genere? Di romanzi storici, o pretesi tali, ve n'è una sporade in circolazione ed il genere non conosce mai crisi (a discapito degli aberranti risultati spesso partoriti :shock: )...

...direi semplicemente che proprio per questo è oramai raro imbattersi in lavori capaci di coniugare un buon valore letterario ad un soddisfacente rispetto del dato storico... insomma, in un romanzo storico non privo della sua essenza, ch'è non già e non sempre la verità, ma più correttamente la verisimiglianza!

Morale della favola? LEGGETEVELO! :P

un saluto

Michele


Il motivo per cui appare la recensione è perchè mi è stata chiesta come piacere personale da uno dei miei più cari amici, il prof. Luigi G. de Anna preside del Dipartimento di Italianistica all'Università di Turku, e perchè l'autrice è un docente universitario finlandese; a me il libro non interessa e non lo leggo... ma vorrei ricordare che ci sono dei buoni romanzi che hanno solida base storica, uno per tutti: "Il regalo del Mandrogno" dei fratelli Erizzo... che sebbene sotto forma di romanzo permette d'imparare molto della storia dell'Alessandrino e del Monferrato da Napoleone a Vittorio Emanuele III (scusate se uso sempre la mia terra, ma in questo momento è il primo esempio che mi viene in mente, lasciando da parte i soliti "Il Gattopardo" e "I promessi sposi").
Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2219
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Messaggioda Michele Baroncini » mercoledì 1 dicembre 2004, 12:53

Fra' Eusanio da Ocre ha scritto:Un'ottima recensione, caro Michele...

...poco canonica, ma molto sentita e vissuta!

C'erano altre recensioni, in quel fascicolo di Nobiltà, che hanno attratto il tuo interesse?

Bene vale


Ciao Mae' :P

La recensione del romanzo mi ha colpito immediatamente, dato il mio interesse per tutto quanto riguardi l'Ordine di Malta... inutile dire che il resto del fascicolo era, come di consueto, pieno zeppo d'interessanti spunti di studio e approfondimento.

Sul tutto mi ha molto interessato lo studio sulle famiglie fiorentine che tennero il priorato a Firenze... :P erano presenti dei Baroncini... e questo mi ha fatto un po' dolere di non aver tempo sufficiente per seguitare le ricerche genealogiche intraprese e ferme (con i riscontri documentali) appena ai bisavoli :cry: per sapere qualcosina di più... anche se di "Baroncini" è piena zeppa la Toscana! :wink:

...ci vuole pazienza... quando l'Università mi darà un po' di tregua vedremo ! :P

un caro saluto

Michele :P
Ultima modifica di Michele Baroncini il mercoledì 1 dicembre 2004, 14:40, modificato 1 volta in totale.
Michele Baroncini
 

Messaggioda Michele Baroncini » mercoledì 1 dicembre 2004, 12:59

Pier Felice degli Uberti ha scritto:ma vorrei ricordare che ci sono dei buoni romanzi che hanno solida base storica, uno per tutti: "Il regalo del Mandrogno" dei fratelli Erizzo...


Molto interessante, grazie! :P Una curiosità... gli Autori discendono forse dagli Erizzo di Venezia?

saluti

Michele
Michele Baroncini
 


Torna a Bibliografia Araldico-Genealogico-Cavalleresca



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite