Sito araldico aggiornato

Discussioni ed informazioni sui tutti i testi che si possono reperire di araldica, genealogia, storia di famiglia, ordini cavallereschi e sistemi premiali / Discussions and information regarding all available texts on heraldry, genealogy, family history, orders of chivalry and systems of merit

Moderatori: Antonio Pompili, Alessio Bruno Bedini

Sito araldico aggiornato

Messaggioda marco foppoli » giovedì 27 maggio 2004, 9:02

Gentili Frequentatori del Forum,

spero di farVi cosa gradita nel segnalare che il mio sito http://www.marcofoppoli.com
è stato aggiornato di recente con l’inserimento di varie nuove realizzazioni sia come stemmi, ex libris ed alberi genealogici.

Cordialmente,

Marco Foppoli
Avatar utente
marco foppoli
 
Messaggi: 164
Iscritto il: venerdì 21 novembre 2003, 13:12

Messaggioda omero » giovedì 27 maggio 2004, 12:46

Cosa molto gradita,
caro Marco Foppoli!

Cordialmente,

Pier Carlo Omero Bormida
Avatar utente
omero
 
Messaggi: 337
Iscritto il: giovedì 29 maggio 2003, 18:45
Località: Torre Mondovì (Cn)

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » giovedì 27 maggio 2004, 15:38

Caro Marco,
grazie della segnalazione, e... complimenti! :wink:

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda T.G.Cravarezza » giovedì 27 maggio 2004, 18:10

Egregio signor Foppoli,
grazie per la segnalazione e complimenti per le nuove realizzazioni davvero ben fatte.
In particolare non riesco a identificare questo stemma ed in particolare questa croce:
Immagine

Cordialmente
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6539
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » giovedì 27 maggio 2004, 18:26

Partito d'oro e d'argento, alla croce tripla gigliata di rosso attraversante: :D semplice, :P bello e (al momento) :( anonimo...

Bene :D valete
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda marco foppoli » venerdì 28 maggio 2004, 11:11

Gentili Signori,

la realizzazione dello stemma che ha attirato la Vostra attenzione mi è stata commissionata dalla "Società di San Pio V", sodalizio di fedeli laici a norma del diritto canonico.

Lo stemma, ideato dai responsabili dell'associazione stessa, con la croce papale a tre bracci e con la presenza dei colori oro/rosso allude appunto a San Pio V mentre la bicromia argento/oro rimanda al vessillo della Chiesa.

Cordialmente,

Marco Foppoli
Avatar utente
marco foppoli
 
Messaggi: 164
Iscritto il: venerdì 21 novembre 2003, 13:12

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 28 maggio 2004, 15:04

Perfetto, caro Marco: mi chiedo, però, i motivi per cui si è voluta "gigliare" la croce...

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda T.G.Cravarezza » venerdì 28 maggio 2004, 15:25

Egregio Fra Eusanio,
forse perchè le croci doppie che vengono accollate agli scudi di cardinali e arcivescovi sono gigliate e magari gli ideatori dello stemma hanno pensato che fosse la forma della croce più rappresentativa, dato che è usata appunto per identificare cardinali e arcivescovi.
La mia è solo una supposizione.
Cordialmente
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6539
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 28 maggio 2004, 15:54

T.G.Cravarezza ha scritto:Egregio Fra Eusanio,
forse perchè le croci doppie che vengono accollate agli scudi di cardinali e arcivescovi sono gigliate...(omissis)...


Può darsi, caro Tomaso, sebbene gli scudi religiosi siano più facilmente accollati da croci trifogliate... :wink:

La croce gigliata è normalmente abbinata al prestigioso e colto Ordine dei Domenicani, ed è comunque simbolo di purezza (sebbene in tal senso sia preferibile effigiarlo di giardino): quest'ultimo significato ben si abbinerebbe alla santa memoria del nostro Papa San Pio V...

...ma attendo, come te, maggiori certezze in merito! :wink:

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda CRFÓB » venerdì 28 maggio 2004, 16:13

Sono curioso anche io riguardo a questa croce e colgo l'occasione per complimentarmi con il Signor Foppoli per il Suo lavoro, che ho potuto apprezzare anche nel bel libro di Stephen Slater! ... Da quanto leggo Mons. Heim non aveva grande considerazione per la "croce con tre braccia traversali" ("L'Araldica nella Chiesa Cattolica", p. 75).

Cordialità,

Cillian Roberto Fani Ó Broin
For my part, I may speak it to my shame,
I have a truant been to chivalry...
- Henry IV Part I, act IV scene iv
CRFÓB
 
Messaggi: 162
Iscritto il: mercoledì 17 marzo 2004, 22:33
Località: Perugia

Messaggioda T.G.Cravarezza » venerdì 28 maggio 2004, 16:28

Puntuale Fra Eusanio,
ha pienamente ragione. Ho ridato una controllatina ad alcune armi di cardinali ed effettivamente le croci sono trifogliate e non, come da me erroneamente affermato, gigliate. A prima vista si assomigliavano e non mi sono ricordato esattamente la differenza.
A questo punto allora la mia tesi decade. Chissà se il signor Foppoli saprà erudirci in merito.
Cordialmente
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6539
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Messaggioda marco foppoli » venerdì 28 maggio 2004, 16:41

Gentili Signori,

questa volta la finitura in forma gigliata dei bracci della croce nello stemma in questione è stata decisa per motivazioni puramente estetiche da parte dei committenti; quella forma era quella che essi hanno ritenuto la più elegante e la più gradita nel contesto generale dell'arma del loro sodalizio.

Vi ringrazio poi per i gentili apprezzamenti al mio lavoro.

Cordialmente,

Marco Foppoli
Avatar utente
marco foppoli
 
Messaggi: 164
Iscritto il: venerdì 21 novembre 2003, 13:12

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 28 maggio 2004, 16:46

T.G.Cravarezza ha scritto:Puntuale Fra Eusanio,
ha pienamente ragione. Ho ridato una controllatina ad alcune armi di cardinali ed effettivamente le croci sono trifogliate e non, come da me erroneamente affermato, gigliate. A prima vista si assomigliavano e non mi sono ricordato esattamente la differenza.
A questo punto allora la mia tesi decade.


Non ti devi mortificare, caro Tomaso: innanzitutto, questa della croce trifogliata è solo una fra le numerose convenzioni non scritte dell'araldica ecclesiastica, e nemmeno la più importante.

E poi, nei secoli scorsi, non sono affatto mancati stemmi di alte personalità ecclesiastiche effettivamente accollati a croci di cento altre fogge, fra cui anche la trifogliata...

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda T.G.Cravarezza » venerdì 28 maggio 2004, 16:56

marco foppoli ha scritto:Gentili Signori,

questa volta la finitura in forma gigliata dei bracci della croce nello stemma in questione è stata decisa per motivazioni puramente estetiche da parte dei committenti; quella forma era quella che essi hanno ritenuto la più elegante e la più gradita nel contesto generale dell'arma del loro sodalizio.

Vi ringrazio poi per i gentili apprezzamenti al mio lavoro.

Cordialmente,

Marco Foppoli


Come scrivere: "Abbiamo preso un granchio". Dopotutto un determinato elemento araldico in un'arma non deve per forza avere una motivazione intellettuale, ma può benissimo essere scelto per puro estetismo.
Siamo noi forse eccessivamente investigatori degli altrui stemmi che finiamo per fare fin troppa "dietrologia" :)
Cordialmente
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6539
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 28 maggio 2004, 16:58

... :oops: beh, consoliamoci dicendo che abbiamo tenuto le meningi in :wink: funzione!

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Prossimo

Torna a Bibliografia Araldico-Genealogico-Cavalleresca



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti