Bibliografia sulla questione Costantiniana

Discussioni ed informazioni sui tutti i testi che si possono reperire di araldica, genealogia, storia di famiglia, ordini cavallereschi e sistemi premiali / Discussions and information regarding all available texts on heraldry, genealogy, family history, orders of chivalry and systems of merit

Moderatori: Antonio Pompili, Alessio Bruno Bedini

Bibliografia sulla questione Costantiniana

Messaggioda Mic » giovedì 25 ottobre 2007, 8:36

Ho acquistato il libro del collega Alfonso Marini Dettina.
Questo perchè ormai sento la necessità di ascoltare nel dettaglio l'altra campana.
Ma anche perchè vorrei capire perchè l'Ordine Costantiniano cui appartengo (quello franco napoletano) è gestito diversamente rispetto a quello spagnolo che segue invece alla lettera gli statuti.
Vorrei capire perchè da noi le regole ci sono per molti ma non per tutti e su cosa si fonda la pretesa di legittimità dell'Infante di Spagna Don Carlos.

Sarò lieto di riferirvi nonappena avrò terminato la lettura.

Cordialmente

Michele
Memento Audere Semper
Belligerans Bello Et In Pace Famosa
Avatar utente
Mic
 
Messaggi: 707
Iscritto il: domenica 26 marzo 2006, 0:39
Località: Regno delle due Sicilie

Re: Bibliografia sulla questione Costantiniana

Messaggioda Mic » venerdì 26 ottobre 2007, 8:38

Oopsss...il gentilissimo Alessio mi fa notare che il libro era già recensito qui

http://www.iagiforum.info/viewtopic.php?t=159


chiedo scusa non mi ero accorto.

Cordialmente,
Michele
Memento Audere Semper
Belligerans Bello Et In Pace Famosa
Avatar utente
Mic
 
Messaggi: 707
Iscritto il: domenica 26 marzo 2006, 0:39
Località: Regno delle due Sicilie

Re: Bibliografia sulla questione Costantiniana

Messaggioda Luca Marcarini » venerdì 26 ottobre 2007, 10:57

Anche se risalente a qualche tempo fa, sono lieto che si parli nuovamente di questo libro. E non solo perchè considero Alfonso Marini Dettina un caro amico, ancor prima che uno stimatissimo Collega.
Ritengo che di questo suo impegnativo lavoro - nato sotto gli auspici della prestigiosa Pontificia Università Lateranense - non si possa non apprezzare, oltre alla straordinaria competenza storica e giuridica profusa nella appassionata ricostruzione delle vicende dell'Ordine Costantiniano, l'estrema pacatezza nel gestire lo spinoso tema della "contesa dinastica". Mi paiono poi di grandissimo interesse alcune proposte avanzate dall'Autore per tentare di comporre finalmente questa divisione, nell'esclusivo interesse superiore dell'Ordine e della sua storia plurisecolare.
E' quindi sicuramente una lettura consigliabile e raccomandabile, nella quale il giurista, oltre a gustare il lucido costrutto tecnico delle argomentazioni addotte, potrà trovare una grande quantità di non banali spunti di riflessione su un tema che, nonostante il trascorrere degli anni, continua ad appassionare studiosi e "sostenitori" di una parte piuttosto che dell'altra.

Luca Marcarini
Luca Marcarini
 
Messaggi: 53
Iscritto il: lunedì 14 novembre 2005, 18:17

Re: Bibliografia sulla questione Costantiniana

Messaggioda Mic » sabato 27 ottobre 2007, 12:34

Ho terminato la lettura.

Da Avvocato e da giurista.......direi che il ragionamento documentale che propone il Collega Dettina, regge.

Il problema è che questo sconvolge tutte le idee che mi ero fatto a proposito dello SMOCS (ramo napoletano) cui appartengo.

Occorre che io legga con attenzione anche il libro di S.E. E. Gallo.

Infine travestito da giudice vi darò il mio giudizio.

Cordialmente
Michele
Memento Audere Semper
Belligerans Bello Et In Pace Famosa
Avatar utente
Mic
 
Messaggi: 707
Iscritto il: domenica 26 marzo 2006, 0:39
Località: Regno delle due Sicilie

Re: Bibliografia sulla questione Costantiniana

Messaggioda equites » sabato 27 ottobre 2007, 14:06

Francesco Lupo ha scritto:... avere Gran Maestro Don Carlos o Don Ferdinando non sposterebbe di un millimetro la buona fede e l'orgoglio di essere e comportarsi da Cavaliere Costantiniano di tutti i confratelli, indipendentemente dalla Gran Maestranza..



Faccio mie queste parole.

Tuttavia, caro Mic, personalmente, da questo lato del fronte, ho acquistato il libro di Ettore Gallo, per doverosa necessità di documentazione, ma le devo dire, in tutta sincerità, che sono rimasto della mia opinione! 8)
"...e per rincalzo il cuore"
equites
 
Messaggi: 826
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 22:17
Località: Taranto

Re: Bibliografia sulla questione Costantiniana

Messaggioda Esploratore » venerdì 28 maggio 2010, 15:45

Salve a tutti,

Sto cercando disperatamente il libro del Marini Dettina ma l'editore mi ha detto che è esaurito.

Pertanto sarei davvero riconoscente se qualcuno potesse informarmi di qualche libreria avente il testo in giacenza.

Incrociando le dita, ringrazio anticipatamente chiunque possa fornirmi tale informazione.

Esploratore
Esploratore
 
Messaggi: 46
Iscritto il: sabato 20 dicembre 2008, 22:58

Re: Bibliografia sulla questione Costantiniana

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » lunedì 7 giugno 2010, 9:55

È un vero peccato perché il testo è fondamentale per comprendere facilmente chi detenga il "legittimo esercizio del Gran Magistero costantiniano". Ha provato ordinandolo presso lo stesso Ordine?

http://www.constantinianorder.org/index ... Itemid=118

FJVT
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Re: Bibliografia sulla questione Costantiniana

Messaggioda Tilius » lunedì 7 giugno 2010, 11:06

...e, al di là della legittimità, espone assai chiaramente i termini delle controversie che hanno attraversato l'Ordine. ;)
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12668
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Bibliografia sulla questione Costantiniana

Messaggioda Esploratore » lunedì 7 giugno 2010, 19:23

Franz Joseph von Trotta ha scritto:È un vero peccato perché il testo è fondamentale per comprendere facilmente chi detenga il "legittimo esercizio del Gran Magistero costantiniano". Ha provato ordinandolo presso lo stesso Ordine?

http://www.constantinianorder.org/index ... Itemid=118

FJVT


La ringrazio per la risposta.

Tuttavia non credo si possa ordinarlo presso l'Ordine perchè dalla pagina del sito dello stesso Ordine, quando si clicca per l'acquisto, si è indirizzati verso il sito dell'editore, Libreria Editrice Vaticana, che però l'ha esaurito.
Esploratore
 
Messaggi: 46
Iscritto il: sabato 20 dicembre 2008, 22:58

Re: Bibliografia sulla questione Costantiniana

Messaggioda Esploratore » martedì 15 giugno 2010, 19:36

Vorrei parteciparvi la mia soddisfazione per aver finalmente trovato il testo del Marini Dettina dopo una non facile ricerca su Internet.

Infatti, risultando il testo esaurito su tutto il territorio nazionale, ho iniziato una ricerca presso possibili rivenditori all'estero.

Alla fine ho trovato il sito di un gentilissimo signore tedesco appassionato di faleristica e bibliografia cavalleresca e spulciando Il catalogo sul sito, ho scorto il libro del Marini Dettina ed anche altri libri che risultano di difficile reperimento in Italia.

Pertanto, sperando di fare cosa gradita, inserisco il link del sito ove potrete notare la quantità di materiale bibliografico e faleristico offerto, soprattutto riguardante gli ordini cavallereschi europei.

http://www.orden-der-welt.de/

Cordialmente,

Esploratore
Esploratore
 
Messaggi: 46
Iscritto il: sabato 20 dicembre 2008, 22:58

Re: Bibliografia sulla questione Costantiniana

Messaggioda g.iaia » mercoledì 16 giugno 2010, 22:25

Non è assolutamente mia intenzione apparire polemico, per carità, ma vorrei solo sottolineare che il testo del Dr. Marini Dettina è la sua tesi per il dottorato in diritto canonico, che egli ha conseguito presso la Pontificia Università Lateranense in Roma (a rigor di logica, quindi, il lavoro non è nato "sotto gli auspici" della Università Lateranense, in quanto non è redatto da un docente o collaboratore della suddetta Università, o all'interno di un progetto sponsorizzato da essa).

Nelle facoltà pontificie ai fini dell'ottenimento del titolo (intendo proprio la pergamena dottorale) è indispensabile la pubblicazione (a spese del dottorando) della tesi, che in questo caso è stata fatta presso la Libreria Editrice Vaticana. Se non si consegnano alcune decine di copie (dipende dagli ordinamenti delle diverse facoltà) la segreteria fisicamente non consegna il diploma.

Non intendo quindi discutere del valore dell'opera, che posseggo da tempo (e che, confesso, in alcuni passaggi mi è comunque parsa "viziata" dalla appartenenza del Dr. Marini Dettina all'Ordine Costantiniano ramo spagnolo), ma credo sia opportuno sottolineare - chiedo perdono a chiunque possa sentirsi piccato per quello che dico - il differente "peso" tra la caratura accademica e jusprudenziale del prof. Gallo e quella dell'autore in questione (io stesso, nello scrivere i miei testi accademici, mai mi sognerei di paragonarmi a teologi di ben più elevata caratura).

G.Iaia
I disapprove of what you say, but I will defend to the death your right to say it
(Evelyn Beatrice Hall)
g.iaia
 
Messaggi: 105
Iscritto il: giovedì 24 novembre 2005, 18:03
Località: Napoli

Re: Bibliografia sulla questione Costantiniana

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » giovedì 17 giugno 2010, 9:01

Gentile Iaia,

anch'io ho letto entrambi i volumi e, senza voler sembrare polemico, nonostante la strombazzata caratura accademica, l'analisi del Gallo mi è parsa inevitabilmente omissiva in vari passaggi fondamentali. Non sarà forse, ed è parimenti opportuno sottolinearlo :D :D :D, perchè «"viziata" dalla appartenenza del [Gallo] all'Ordine Costantiniano ramo [franco-napoletano]» :D ?

Direi che il metro per valutare le questioni non può essere la "caratura" o il "peso" di chi ne scrive. Se è per questo un gigante del diritto nobiliare come il Mistruzzi di Frisinga già negli anni Settanta riconosceva le ragioni di don Carlos.

FJVT
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Re: Bibliografia sulla questione Costantiniana

Messaggioda g.iaia » giovedì 17 giugno 2010, 10:41

Carissimo Franz,

lei ha ragione: essendo entrambi "di parte", nessuno dei due autori in questione potrà mai essere considerato definitivo dalla pars altera.

Purtroppo, specie in determinati consessi, siamo tutti un po' afflitti da un certo "spirito di corpo" che ci fa perdere in obiettività al fine di sostenere le argomentazioni della fazione di cui facciamo parte, e non credo che questa sia una cosa buona. E' come un serpente che si morde la coda, ognuno troverà sempre una argomentazione ulteriore per difendere le proprie idee ("Alfonso Marini Dettina è giovane ed arringa focosamente in favore della sua parte, ma Ettore Gallo è anziano e quindi più astutamente esperto e capace di difendere la propria ipotesi").

Il Marini Dettina, seppur giovane, potrebbe davvero (uso l'ipotetico volutamente...) aver trovato la quadratura del cerchio (d'altronde il fisico inglese Stephen Wolfram scrisse il suo primo articolo di fisica delle particelle a 16 anni, fu ammesso a Oxford a 17 e si addottorò a 20), ma una reale soluzione "giuridica" al problema non credo ci sia.

Solo un gesto dei due "disputanti" il Gran Magistero dell'Ordine, ad esempio trasformandolo di comune accordo in Associazione canonica di fedeli cristiani (a mo' di Confraternita), potrebbe davvero dirimere la questione.

Ma questa è un'altra storia. Mi scusi per la mia parzialità.

G.Iaia
I disapprove of what you say, but I will defend to the death your right to say it
(Evelyn Beatrice Hall)
g.iaia
 
Messaggi: 105
Iscritto il: giovedì 24 novembre 2005, 18:03
Località: Napoli

Re: Bibliografia sulla questione Costantiniana

Messaggioda Romegas » mercoledì 26 giugno 2013, 0:16

Finalmente, dopo tante vicissitudini, sono riuscito ad acquistare una copia del libro del Marini Dettina via internet. In precedenza avevo letto il libro del Gallo, fatto molto bene e riccamente illustrato, ma devo dire che come ricerca storica e narrazione il Dettina lo trovo più accattivante e meglio impostato dell'altro, spiegando in modo più chiaro la diatriba tra i due rami del Costantiniano. Unica pecca sono le illustrazioni mancanti, che avrei aggiunto al momento della pubblicazione di questa tesi di laurea.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4765
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Bibliografia sulla questione Costantiniana

Messaggioda Tilius » mercoledì 26 giugno 2013, 14:06

Ergo Gallo vs. Marini-Dettina 0-1?
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12668
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Prossimo

Torna a Bibliografia Araldico-Genealogico-Cavalleresca



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti