Pagina 4 di 4

MessaggioInviato: venerdì 18 giugno 2004, 14:47
da fra' Eusanio da Ocre
Credo che tu abbia :wink: scritto bene, caro Tomaso.

Bene :D vale

MessaggioInviato: sabato 19 giugno 2004, 10:51
da omero
fra' Eusanio da Ocre ha scritto:Credo che tu abbia :wink: scritto bene, caro Tomaso.


Scritto benissimo caro Tomaso Cravarezza (mi trovo concorde con il Suo pensiero), a parte l'intestatario a cui è rivolto il messaggio: non io, bensì il gentile Signor Orgnani! :wink:

Cordialità,

Pier Carlo Omero Bormida

MessaggioInviato: sabato 19 giugno 2004, 11:29
da T.G.Cravarezza
Mi scusi davvero, ero un po' di fretta e mi sono confuso :)
Cordialmente

MessaggioInviato: sabato 19 giugno 2004, 12:03
da omero
Non si preoccupi, gentilissimo Tomaso Cravarezza,

è capitato anche a me più di una volta! :lol:

Pier Carlo Omero Bormida
______________________________________
~ Veritas laborat saepe, exstinguitur numquam ~

MessaggioInviato: sabato 21 agosto 2004, 12:30
da Mario
Gentilissimi signori,
discendere da una Famiglia "conosciuta" comporta grandi responsabilità.
Per prima cosa, non dobbiamo dimenticare che anticamente tale onore è stato guadagnato col sangue. Personalmente ritengo che il nobile abbia la possibilita' anche oggi di farsi apprezzare......ed è in base a ciò che ogni individuo guadagna il diritto ad essere ri-"conosciuto"....
Saluti

MessaggioInviato: sabato 21 agosto 2004, 23:13
da pierfe
Mario ha scritto:Gentilissimi signori,
discendere da una Famiglia "conosciuta" comporta grandi responsabilità.
Per prima cosa, non dobbiamo dimenticare che anticamente tale onore è stato guadagnato col sangue. Personalmente ritengo che il nobile abbia la possibilita' anche oggi di farsi apprezzare......ed è in base a ciò che ogni individuo guadagna il diritto ad essere ri-"conosciuto"....
Saluti


Molto interessante ma desidero precisare che la nobiltà non sempre è stata guadagnata col sangue, ma anche con l'amministrazione delle città, con le lettere e le arti, e molto di più con i soldi...
Ci sono famiglie storiche molto più importanti di tante famiglie nobili.
Ma nel contesto generale concordo in pieno con quanto scrive.
Pier Felice degli Uberti