Lo stemmario bolognese Canetoli in libreria

Discussioni ed informazioni sui tutti i testi che si possono reperire di araldica, genealogia, storia di famiglia, ordini cavallereschi e sistemi premiali / Discussions and information regarding all available texts on heraldry, genealogy, family history, orders of chivalry and systems of merit

Moderatori: Antonio Pompili, Alessio Bruno Bedini

Lo stemmario bolognese Canetoli in libreria

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » lunedì 11 dicembre 2006, 18:10

Cari Forumisti,

tempo ormai prossimo al Natale ed anche quest'anno, puntualmente, il benemerito Editore Niccolo' Orsini De Marzo offre all'araldista in cerca di belle novità librarie una ghiotta strenna natalizia. Ho tra le mani infatti, appena giuntomi "fresco fresco" - è davvero il caso di dire oggi, con il postino che risaliva con più fatica del solito il viottolo ghiacciato che porta alla mia povera casetta persa nella prima neve - un nuovo volume edito dai torchi orsiniani: l'edizione integrale completamente a colori del celebre, stemmario bolognese noto come "Canetoli" ma, in realtà ora leggo, curato dall’abate gesuita Francesco Alessio Dal Fiore e stampata a Bologna dallo stampatore Floriano Canetoli, opera ora in libreria come:

Blasone Bolognese. Stemmi delle famiglie nobili e cittadine di Bologna raccolti da Floriano Canetoli. pp. 432, Milano, Edizioni Orsini De Marzo 2006, Euro 39,95 in offerta dall'Editore (euro 47,00 in libreria)

Questa edizione accorpa comodamente in unico volume di ben 432 pagine, in un formato agile per la consultazione, i cinque colossali tomi in folio originari, ad un prezzo in offerta direi più che vantaggioso in tempi d'Euro e di finanziarie pesanti :( ! E se l'opera l'avevo sbirciata a spizzichi nell'edizione "on line" a cura dell'archiginnasio bolognese, ora, finalmente, la mia bibliotecuccia araldica nella stube la può annoverare nell'edizione cartacea che mi consentirà una ben più completa e meditata consultazione per l'avvenire.

Per deformazione "geografico-araldica" che notoriamente fa degli stemmi borghesi caratteristica dell'araldica germanica, sono rimasto più che sorpreso nello sfogliare questo stemmario che censisce un elevatissimo numero di famiglie cittadine e borghesi, ben 2315 (!), che nella città felsinea ormai allo scadere d'Antico Regime facevano uso di stemma! A queste lo stemmario raffigura altri 1308 stemmi di famiglie nobili e ben 1088 cimieri.

L'edizione comprende anche tutte le pagine del testo originario del Dal Fiore precedute da una breve introduzione dell'Orsini De Marzo che presenta l'edizione editata oltre a soffermarsi su alcune osservazioni di costume - alcune ironiche che strappano un sorriso :D - sul variegato ambiente che con approcci diversi e variegati oggi si interessa di araldica e genealogia.

Saluti cordiali.

Franz Joseph von Trotta
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda antonio_conti » lunedì 11 dicembre 2006, 21:31

Lo si compra senz'altro :2:

Antonio :wink:
Libertà vo cercando
antonio_conti
 
Messaggi: 827
Iscritto il: venerdì 21 febbraio 2003, 0:35
Località: Fano & Urbino

Re: Lo stemmario bolognese Canetoli in libreria

Messaggioda mcs » lunedì 11 dicembre 2006, 21:36

Franz Joseph von Trotta ha scritto:Per deformazione "geografico-araldica" che notoriamente fa degli stemmi borghesi caratteristica dell'araldica germanica, sono rimasto più che sorpreso nello sfogliare questo stemmario che censisce un elevatissimo numero di famiglie cittadine e borghesi, ben 2315 (!), che nella città felsinea ormai allo scadere d'Antico Regime facevano uso di stemma! A queste lo stemmario raffigura altri 1308 stemmi di famiglie nobili e ben 1088 cimieri.

Franz Joseph von Trotta


Gent.mo Franz Joseph von Trotta ,

ottima segnalazione :P !
Tra l'altro, lo stemmario "Canetoli" fu anche "copiato" ad inizio '900 da un tal Verardi Benvenuto e questa "copia" manoscritta si trova presso l'Archivio di Stato di Ravenna (anche se in realtà, la qualità grafica di quest'ultimo è piuttosto scadente :roll: ).

Ed inoltre, vorrei aggiungere che non mi stupisce affatto la presenza di tanti stemmi di cittadinanza...l'araldica borghese non è affatto diffusa solo in aree propriamente germaniche :wink: !

mcs
Avatar utente
mcs
Moderatore Forum Araldica
 
Messaggi: 1839
Iscritto il: lunedì 22 dicembre 2003, 19:45
Località: Romagna

Re: Lo stemmario bolognese Canetoli in libreria

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » martedì 12 dicembre 2006, 10:46

mcs ha scritto:
Franz Joseph von Trotta ha scritto:Per deformazione "geografico-araldica" che notoriamente fa degli stemmi borghesi caratteristica dell'araldica germanica, sono rimasto più che sorpreso nello sfogliare questo stemmario che censisce un elevatissimo numero di famiglie cittadine e borghesi, ben 2315 (!), che nella città felsinea ormai allo scadere d'Antico Regime facevano uso di stemma! A queste lo stemmario raffigura altri 1308 stemmi di famiglie nobili e ben 1088 cimieri.

Franz Joseph von Trotta


(...)

Ed inoltre, vorrei aggiungere che non mi stupisce affatto la presenza di tanti stemmi di cittadinanza...l'araldica borghese non è affatto diffusa solo in aree propriamente germaniche :wink: !

mcs


Cara mcs,

naturalmente! Ma negli stemmari cittadini di area germanica e svizzera le quantità di stemmi borghesi e contadini sono davvero una parte rilevantissima un po' ovunque.

La mancanza, forse, di più repertori di così ampio respiro come il Canetoli di Bologna (magari ogni città o regione avesse un Canetoli!) mi ha fatto sfuggire forse che l'ampiezza del fenomeno fosse di pari diffuzione anche nelle città dell'Alta Italia.

Un saluto cordiale

FJVT
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda mcs » martedì 12 dicembre 2006, 16:37

Gent.mo :P ,

in moltissime città di molte regioni esistono dei "Canetoli"... :roll: ...basta visitare alcuni archivi, per rendersi conto dell'enorme patrimonio di manoscritti su questo argomento che giacciono negli scaffali polverosi :2: ...

Saluti a lei :D !

mcs
Avatar utente
mcs
Moderatore Forum Araldica
 
Messaggi: 1839
Iscritto il: lunedì 22 dicembre 2003, 19:45
Località: Romagna

Messaggioda Carnelevario » mercoledì 13 dicembre 2006, 1:22

Senza voler togliere nulla all'intimo piacere di possedere nella propria biblioteca un bellissimo libro, segnalo agli appassionati che il Blasone bolognese di Canetoli è anche agevolmente consultabile nel sito della Biblioteca dell'Archiginnasio di Bologna all'indirizzo http://www.archiginnasio.it
Cordialità
Cordialità
Alberto Mario Carnevale
--------
SINE THESEO
Avatar utente
Carnelevario
 
Messaggi: 294
Iscritto il: venerdì 21 aprile 2006, 11:20
Località: Castel Monardo

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » mercoledì 13 dicembre 2006, 10:58

Si, l'avevo ricordato anch'io già nel primo messaggio. Il libro però è ben altra cosa.
FJVT
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda Guido5 » mercoledì 13 dicembre 2006, 11:08

... senza contare che alcune pagine (mi risulta una decina) della versione in rete non sono accessibili, e ormai a distanza di tempo.

Ciao a tutti!
Guido5
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5164
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Re: Lo stemmario bolognese Canetoli in libreria

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 15 dicembre 2006, 18:50

Franz Joseph von Trotta ha scritto:
mcs ha scritto:
Franz Joseph von Trotta ha scritto:Per deformazione "geografico-araldica" che notoriamente fa degli stemmi borghesi caratteristica dell'araldica germanica, sono rimasto più che sorpreso nello sfogliare questo stemmario che censisce un elevatissimo numero di famiglie cittadine e borghesi, ben 2315 (!), che nella città felsinea ormai allo scadere d'Antico Regime facevano uso di stemma! A queste lo stemmario raffigura altri 1308 stemmi di famiglie nobili e ben 1088 cimieri.

Franz Joseph von Trotta


(...)

Ed inoltre, vorrei aggiungere che non mi stupisce affatto la presenza di tanti stemmi di cittadinanza...l'araldica borghese non è affatto diffusa solo in aree propriamente germaniche :wink: !

mcs


Cara mcs,

naturalmente! Ma negli stemmari cittadini di area germanica e svizzera le quantità di stemmi borghesi e contadini sono davvero una parte rilevantissima un po' ovunque.

La mancanza, forse, di più repertori di così ampio respiro come il Canetoli di Bologna (magari ogni città o regione avesse un Canetoli!) mi ha fatto sfuggire forse che l'ampiezza del fenomeno fosse di pari diffuzione anche nelle città dell'Alta Italia.

Un saluto cordiale

FJVT


...beh, la cara città de L'Aquila non è propriamente un capoluogo :roll: settentrionale...

...ma ciononostante conserva nelle sue biblioteche (almeno) due vere perle araldiche, i repertori del Crispo-Monti, dei quali già altre volte si è parlato nel forum, e che nulla hanno da invidiare a quanto da voi qui sopra chiarito...

Bene :D valete
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14


Torna a Bibliografia Araldico-Genealogico-Cavalleresca



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti