La Nobiltà dei Ceti Consiliari nelle Comunità pontificie

Discussioni ed informazioni sui tutti i testi che si possono reperire di araldica, genealogia, storia di famiglia, ordini cavallereschi e sistemi premiali / Discussions and information regarding all available texts on heraldry, genealogy, family history, orders of chivalry and systems of merit

Moderatori: Antonio Pompili, Alessio Bruno Bedini

La Nobiltà dei Ceti Consiliari nelle Comunità pontificie

Messaggioda FP » martedì 6 ottobre 2020, 9:10

Buongiorno,

volevo segnalarVi la pubblicazione di questo libro, frutto delle mie lunghe ricerche sui ceti consiliari delle Comunità pontificie, in special modo sulla riconoscibilità di quei ceti che non ebbero esplicito riconoscimento sovrano:

https://ilmiolibro.kataweb.it/libro/sag ... ontificie/

Immagine

Spero di aver fatto cosa gradita e Vi ringrazio per l'attenzione.
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1557
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Re: La Nobiltà dei Ceti Consiliari nelle Comunità pontificie

Messaggioda FP » venerdì 20 novembre 2020, 15:50

Il libro è stato pubblicato in una nuova edizione, con nuova copertina e con un nuovo capitolo:

https://ilmiolibro.kataweb.it/libro/sag ... ontificie/

ABSTRACT:

Questo saggio indaga sui percorsi giuridici per il riconoscimento nobiliare dei ceti chiusi dello Stato Ecclesiastico non esplicitamente dichiarati nobili dal sovrano. I ceti dirigenti delle comunità pontificie, chiusi ed ereditari, sono stati secolarmente riconosciuti come fregiati di nobiltà generosa dal pontefice attraverso lo Statuto dell’Ordine Pontificio di Santo Stefano papa e martire, il quale aveva duplice natura: canonica, in quanto conferito dalla fons honorum pontificia e civile, in quanto affidato in Gran Magistero dapprima ai Medici e poi agli Asburgo-Lorena, sovrani di Toscana. Si tratta di una parte del diritto nobiliare pontificio dimenticata dopo la riforma leonina del 1827, che centralizzò la nobiltà civica, lasciando in disparte la nobiltà generosa prodotta dai ceti chiusi che non ebbero un esplicito riconoscimento nobiliare. La ricerca è del tutto pioneristica ed inedita, con documenti, finora mai portati alla luce, che provano in maniera incontrovertibile la nobiltà di ceti caduti parzialmente nell’oblio perché fagocitati dalla storia della nobiltà maggiore.
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1557
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Re: La Nobiltà dei Ceti Consiliari nelle Comunità pontificie

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 20 novembre 2020, 21:54

Complimenti! [clapping.gif] [clapping.gif]
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 7024
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: La Nobiltà dei Ceti Consiliari nelle Comunità pontificie

Messaggioda FP » sabato 21 novembre 2020, 18:45

Alessio Bruno Bedini ha scritto:Complimenti! [clapping.gif] [clapping.gif]

Ti ringrazio molto Alessio [notworthy.gif]
I complimenti fatti da te suonano ancora più graditi, avendo tu intrapreso molte iniziative editoriali di successo. Spero con questo saggio di diffondere le mie ricerche e quindi riportare alla luce una parte considerevole della storia nobiliare dello Stato della Chiesa, per allargare il dibattito e avere sempre nuovi spunti di ricerca.
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1557
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39


Torna a Bibliografia Araldico-Genealogico-Cavalleresca



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti