Pagina 1 di 1

OFFICERS OF ARMS

MessaggioInviato: martedì 12 novembre 2013, 23:20
da Michele Baroncini
Buongiorno,

vorrei richiedere ai Sigg.ri Colleghi esperti di "cose araldiche britanniche" un consiglio di lettura. ;-)

Sto cercando una pubblicazione esaustiva (in italiano, ma al limite anche in inglese) circa il complesso ordinamento degli Officers of Arms del Regno Unito.

Sino ad ora non ho trovato nulla che affronti in modo sistematico e completo la materia.

Confido nel Vs valido ausilio.

cordialità

Re: OFFICERS OF ARMS

MessaggioInviato: lunedì 18 novembre 2013, 13:03
da Antonio Pompili
Caro Michele, anche se appassionato dell'araldica inglese nella sua storia e nelle sue manifestazioni artistiche, non possso certo definirmi un esperto di "cose araldiche britanniche".
Ma per quel poco che sono in grado di aiutarti eccomi qui.
Se cerchi qualcosa di approfondito, penso sia superfluo ti segnali le brevi trattazioni della materia nei noti volumi di grandi arladisti britannici: il Fox-Davies, Boutell's Heraldry, ecc.
Qualcosa di più esaustivo, sempre a livello di poche pagine dedicate in un testo di carattere generale, si trova su The Oxford Guide to Heraldry di T. Woodcock e J.M. Robinson (1988).
Per il resto ti segnalo, come opere più specifiche, due titoli che - da tempo nella lista dei desiderata dei miei 'futuri' acquisti - potrebbero fare al caso tuo:
- SQUIBB, G.D., The Law of Arms in England (London, Heraldry Society, revised edn. 1967);
- WAGNER, A. R., Heralds of England: A History of the Office and College of Arms (London 1967).

Re: OFFICERS OF ARMS

MessaggioInviato: sabato 23 novembre 2013, 20:55
da Michele Baroncini
Caro Don Antonio, :D

anzitutto ben ritrovato. Quindi ti ringrazio, sebbene tardivamente, dei preziosi consigli di lettura.

Immagino che Tu sia senz'altro più esperto di me, dal momento che mi sto soltanto ora avvicinando all'Araldica d'Oltremanica (pur senza che ciò implichi l'esser divenuto onnisciente circa quella Italica :P ).

Un interesse che mi viene dalla constatazione della serietà e considerazione con cui è trattata in Gran Bretagna la Scienza Documentaria che amiamo.

Lungi da voler cedere ad una banale esterofilia (chè in Italia ben possiamo eguagliare se non superare la Tradizione araldica Britannica), è di certo affascinante osservare come l'Araldica mostri ancora grandissima vitalità e contemporaneità nel Regno Unito, ove da sempre è di casa l'arte di saper rendere modernissimo ciò che in qualunque altro posto verrebbe considerato anacronistico (non parlo soltanto dell'Araldica, ma anche della stessa istituzione monarchica così come dell'odierna e paradossalmente democraticissima concezione dell'aristocrazia).

un caro saluto