Principi Romani

Per discutere, di tutto un po' sulle nostre materie / Discussions of a general nature on our topics

Moderatore: Guido5

Principi Romani

Messaggioda AndreaSperelli » domenica 8 giugno 2008, 22:00

Ricordo di aver letto un interessante intervento in cui si faceva una distinzione tra i principi romani e gli altri principi...onestamente non comprendo quale sia la differenza, qualcuno di voi può chiarirmi questo dubbio ?

Grazie,
A.S.
Avatar utente
AndreaSperelli
 
Messaggi: 865
Iscritto il: sabato 13 gennaio 2007, 1:33

Re: Principi Romani

Messaggioda marcotabi » lunedì 9 giugno 2008, 21:30

La Consulta Araldica del Regno d’Italia, con deliberazione sanzionata dal Governo, adottò le seguenti “massime” in merito al ceto in questione:

1°) è riconosciuta l’esistenza del “ceto” dei Principi e Duchi romani, rappresentanti l’antico baronaggio romano;

2°) ai Capi delle suddette Famiglie spetta il titolo di Principe e Duca appoggiato sul cognome: le Famiglie stesse sono Principesche e Ducali Romane;

3°) il ceto dei Principi e Duchi Romani è ristretto alle sole famiglie che furono riconosciute tali dalla Congregazione Araldica Capitolina nella seduta del 17 gennaio 1854 (solo quelle che avessero ricevuto questi titoli dal Romano Pontefice e che avessero in Roma il loro principale domicilio);

4°) il trattamento antichissimo spettante a dette famiglie viene riconosciuto col titolo di Don prefisso al nome di battesimo nel capo della famiglia (ai figli compete il titolo di Don e Donna dei Principi e dei Duchi ), con l’uso di speciali ornamentazioni araldiche (ma la prevista pubblicazione ufficiale al riguardo non venne mai emanata), e col trattamento di “Eccellenza” (poi disconosciuto –con norma giuridicamente discutibile perché in contrasto con l’uso codificato nello Stato Pontificio- con massima del 18 novembre 1926).

I Capi delle Famiglie principesche e ducali romane, individuate dalla Congregazione Araldica Capitolina il 17 gennaio 1854 e iscritte fra i nobili e patrizi romani in ottemperanza alla volontà sovrana espressa nel Chirografo del 2 maggio 1853, sono i seguenti:

Principe Aldobrandini, Duca Altemps, Principe Altieri, Principe Barberini, Duca Barberini di Castelvecchio, Principe Bonaparte, Principe Boncompagni Ludovisi, Duca Bonelli, Principe Borghese, Duca Caetani, Duca Cesarini, Principe Chigi, Principe Colonna di Paliano, Principe Colonna di Sciarra, Principe Corsini, Principe Doria, Duca Lante, Principe Ludovisi Boncompagni, Principe di Montholon, Principe Odescalchi, Principe Orsini, Duca Ottoboni, Principe Pallavicini, Principe Rospigliosi, Principe Ruspoli, Duca Salviati, Principe Santacroce, Principe Strozzi, Duca Caffarelli, Duca Grazioli, Principe Conti, Duca Torlonia, Principe Torlonia, Duca Braschi, Principe Del Drago, Principe Gabrielli, Principe Massimo, Duca Massimo, Principe Spada.

A queste famiglie la Consulta Araldica del Regno aggiunse poi gli Sforza-Cesarini (succ. Cesarini), i Giustiniani-Bandini (per sentenza) e i Lancellotti (già Massimo).

Fra le sopra elencate famiglie la Congregazione Araldica Capitolina individuò quelle che ebbero nel loro seno uno o più Pontefici e che quindi “in qualche modo parteciparono della sovranità”, iscrivendole fra i “coscritti”:

Aldobrandini, Borghese, Altieri, Barberini, Boncompagni Ludovisi, Caetani, Chigi, Colonna di Paliano, Colonna di Sciarra, Corsini, Doria Pamphili, Ludovisi Boncompagni, Odescalchi, Orsini, Ottoboni, Rospigliosi.

A queste ultime famiglie spetta nello stemma l’ornamentazione della “Basilica”, cioè il Gonfalone della Camera Apostolica accollato alle chiavi pontificie.

In conformità alle consuetudini vigenti negli Stati della Chiesa, sono comprese a pieno titolo, negli elenchi sopra riportati, sia le Famiglie originarie che le Famiglie “surrogate”, con surrogazione “piena” o “mista” (es. Doria Pamphili, essendo papalela Pamphili) indifferentemente.

Per quanto concerne la corona, Fabrizio Barbolani di Montauto, nel suo “Manuale di Araldica”, scrive che i Principi romani usano sormontare il tocco rosso con due archi contornati da perle sostenenti un piccolo globo cimato da una crocetta il tutto d’oro, con il cerchio d’oro gemmato, mentre Carlo Mistruzzi di Frisinga, nel suo “Trattato di diritto nobiliare italiano”, asserisce che i Principi romani adottarono “il cerchio con il risvolto di ermellino come quello dei Principi del S.R.I., dato che il Papa è depositario della dignità del S.R.I.”.

Si ricorda infine che, per antica tradizione, sono assimilati ai Principi romani, nel rango e nel trattamento, i Marchesi romani detti “di Baldacchino”, che il Conte Carlo Cardelli, al pari di altri autori, indica nei Patrizi, Theodoli, Afan de Rivera Costaguti, Serlupi, Sacchetti e Soderini (“La tribune de la noblesse romaine au Vatican”, inedito in Archivio Cardelli, Roma).

Per altre notizie sull’argomento si rinvia all’interessante articolo del M. R. Mons. Karel Kasteel Segretario di una Congregazione Vaticana, in Almanach de Gotha 2001, vol.2°, p. 759-763.

Generalmente –afferma l’illustre Autore- i Principi creati dalle due principali fonti d’onore non sono dello stesso rango: i Principi Romani ovunque avevano la precedenza sui Principi del S.R.I.. Perciò la nomina principesca imperiale, concessa ad alcuni Principi Romani, non aumentava la loro dignità e in alcuni casi il titolo non è stato usato.

Le famiglie ducali e quelle dei marchesi di baldacchino (fra queste Mons. Kasteel cita i marchesi Serlupi Crescenzi) erano considerate quasi appartenenti alla stessa categoria e tutti i componenti godevano del trattamento di Don e Donna.

I Capi delle Famiglie Papali e le loro legittime consorti godono del trattamento di “Eccellenza”, dato anche ai Capi delle Famiglie Principesche Romane. Indipendentemente dai loro titoli, i Capi delle Famiglie Papali sono stati tradizionalmente considerati –prosegue Mons. Kasteel- come “pari” dalle Famiglie Sovrane, essendo questa cortesia dovuta al fatto che il Sovrano Pontefice è riconosciuto come “Pater Principum et Regum” dai Monarchi Cristiani e come rappresentante della prima e più antica monarchia cristiana.

[Nota del moderatore - Il testo è tratto dal sito http://www.serlupi.it/ottoboni.html di Domenico Serlupi Crescenzi Ottoboni]
Marco Tabili
--------------------
*IN HOC SIGNO VINCES*
marcotabi
 
Messaggi: 175
Iscritto il: martedì 19 giugno 2007, 22:51
Località: Roma/Arezzo

Re: Principi Romani

Messaggioda ATTILIO » martedì 10 giugno 2008, 15:18

Conosco personalmente solo poche delle famiglie citate in questo interessante topics. Di altre ho notizie tramite il solito ''Albo d'oro''. La mia domanda e' : delle prestigiose famiglie citate, quali sono quelle estinte? Grazie in anticipo per la risposta.
ATTILIO
 
Messaggi: 39
Iscritto il: venerdì 21 marzo 2008, 15:25

Re: Principi Romani

Messaggioda marcotabi » martedì 10 giugno 2008, 18:47

Che io sappia i Gabrielli sono sicuramente estinti.
cordialità
Marco Tabili
--------------------
*IN HOC SIGNO VINCES*
marcotabi
 
Messaggi: 175
Iscritto il: martedì 19 giugno 2007, 22:51
Località: Roma/Arezzo

Re: Principi Romani

Messaggioda AndreaSperelli » martedì 10 giugno 2008, 19:09

marcotabi ha scritto:[...]

I Capi delle Famiglie Papali e le loro legittime consorti godono del trattamento di “Eccellenza”, dato anche ai Capi delle Famiglie Principesche Romane. Indipendentemente dai loro titoli, i Capi delle Famiglie Papali sono stati tradizionalmente considerati –prosegue Mons. Kasteel- come “pari” dalle Famiglie Sovrane, essendo questa cortesia dovuta al fatto che il Sovrano Pontefice è riconosciuto come “Pater Principum et Regum” dai Monarchi Cristiani e come rappresentante della prima e più antica monarchia cristiana.


Da questa sua citazione mi verrebbe da dire che il titolo di "Principe Romano" sia considerato "superiore" a quello di Principe ottenuto in un altro stato visto che essi erano considerato "pari" dalle Famiglie Sovrane.

marcotabi ha scritto:[...]

3°) il ceto dei Principi e Duchi Romani è ristretto alle sole famiglie che furono riconosciute tali dalla Congregazione Araldica Capitolina nella seduta del 17 gennaio 1854 (solo quelle che avessero ricevuto questi titoli dal Romano Pontefice e che avessero in Roma il loro principale domicilio);

[...]


Da quest'altro punto deduco che i Principi Romani furono ben identificati da una direttiva, mi chiedo invece se coloro che vennero nominati Principi dal Pontefice dopo il 1854 possano identificarsi come Principi Romani o meno.
Avatar utente
AndreaSperelli
 
Messaggi: 865
Iscritto il: sabato 13 gennaio 2007, 1:33

Re: Principi Romani

Messaggioda marcotabi » martedì 10 giugno 2008, 20:16

Gentile Sperelli,sicuramente le famiglie dei pontefici godono del titolo di "nobile romano"(ultimi ad esserlo sono i familiari di Paolo VI)...su quello di "principe romano" non saprei risponderle con certezza...chiedo aiuto al vate Pierfelice che sicuramente ne sa piu' di me :)
Cordialità
Marco Tabili
--------------------
*IN HOC SIGNO VINCES*
marcotabi
 
Messaggi: 175
Iscritto il: martedì 19 giugno 2007, 22:51
Località: Roma/Arezzo

Re: Principi Romani

Messaggioda RFVS » mercoledì 11 giugno 2008, 12:00

non so se i Principi Romani fossero considerati "più importanti" rispetto ai Principi del SRI. Di certo erano titolature non assimilabili nè confrontabili.
il Principe Romano, come altre titolature pontificie, godeva di peculiarissimi requisiti, non esistenti per le altre titolature non pontificie.
Che io sappia i diretti parenti del pontefice ottenevano "direttamente" il titolo di Nobile Romano.
Riccardo Francalancia Vivanti Siebzehner
Associazione Culturale Terra di Viareggio - http://www.terradiviareggio.it
Avatar utente
RFVS
 
Messaggi: 1787
Iscritto il: mercoledì 15 agosto 2007, 11:40
Località: Viareggio (Toscana)

Re: Principi Romani

Messaggioda Cronista di Livonia » mercoledì 11 giugno 2008, 13:03

I Gabrielli sono estinti si, ma nei Carpegna il cui ramo principesco e' Di Carpegna Falconieri-Gabrielli, mentre quelli comitali dovrebbero essere Di Carpegna Falconieri, se non ricordo male.
Cordialmente,

Il Cronista di Livonia
Cronista di Livonia
 
Messaggi: 1009
Iscritto il: lunedì 10 luglio 2006, 14:09

Re: Principi Romani

Messaggioda ATTILIO » mercoledì 11 giugno 2008, 13:05

Grazie per i vostri interventi riguardanti le famiglie Principesche romane estinte. Secondo voi tutte le altre sono quindi ''fiorenti'' ?
ATTILIO
 
Messaggi: 39
Iscritto il: venerdì 21 marzo 2008, 15:25

Re: Principi Romani

Messaggioda marcotabi » mercoledì 11 giugno 2008, 13:28

Esatto tutte fiorenti o estinte in altre famiglie principesche romane (riportate in quell'elenco) come ad esempio i Barberini.. estinti nei Colonna di Sciarra da cui i Barberini Colonna di Sciarra..
Cordialità
Marco Tabili
--------------------
*IN HOC SIGNO VINCES*
marcotabi
 
Messaggi: 175
Iscritto il: martedì 19 giugno 2007, 22:51
Località: Roma/Arezzo

Re: Principi Romani

Messaggioda RFVS » mercoledì 11 giugno 2008, 13:28

molte di quelle inserite in quest'elenco dovrebero essere tut'oggi fiorenti:

Principe Aldobrandini, Duca Altemps, Principe Altieri, Principe Barberini, Duca Barberini di Castelvecchio, Principe Bonaparte, Principe Boncompagni Ludovisi, Duca Bonelli, Principe Borghese, Duca Caetani, Duca Cesarini, Principe Chigi, Principe Colonna di Paliano, Principe Colonna di Sciarra, Principe Corsini, Principe Doria, Duca Lante, Principe Ludovisi Boncompagni, Principe di Montholon, Principe Odescalchi, Principe Orsini, Duca Ottoboni, Principe Pallavicini, Principe Rospigliosi, Principe Ruspoli, Duca Salviati, Principe Santacroce, Principe Strozzi, Duca Caffarelli, Duca Grazioli, Principe Conti, Duca Torlonia, Principe Torlonia, Duca Braschi, Principe Del Drago, Principe Gabrielli, Principe Massimo, Duca Massimo, Principe Spada, Sforza Cesarini, Lancellotti, Giustiniani Bandini.

con un non troppo difficile controllo, tra il web ed sito di Davide, si potrà ben rendere conto di quali fioriscano ancora.
Riccardo Francalancia Vivanti Siebzehner
Associazione Culturale Terra di Viareggio - http://www.terradiviareggio.it
Avatar utente
RFVS
 
Messaggi: 1787
Iscritto il: mercoledì 15 agosto 2007, 11:40
Località: Viareggio (Toscana)

Re: Principi Romani

Messaggioda RFVS » mercoledì 11 giugno 2008, 13:29

...ops..scusate. sono arrivato in ritardo col precedente post. :wink:
Riccardo Francalancia Vivanti Siebzehner
Associazione Culturale Terra di Viareggio - http://www.terradiviareggio.it
Avatar utente
RFVS
 
Messaggi: 1787
Iscritto il: mercoledì 15 agosto 2007, 11:40
Località: Viareggio (Toscana)

Re: Principi Romani

Messaggioda MMT » mercoledì 11 giugno 2008, 13:32

marcotabi ha scritto:Esatto tutte fiorenti o estinte in altre famiglie principesche romane (riportate in quell'elenco) come ad esempio i Barberini.. estinti nei Colonna di Sciarra da cui i Barberini Colonna di Sciarra..
Cordialità


Sono estinte:
Altemps (ora Boncompagni Ludovisi A.)
Caetani Duchi di Sermoneta
Doria P. L. (linea di sangue estinta ma prosegue il nome)
Ottoboni (in Serlupi Crescenzi O.)
Santacroce

MMT
MMT
 
Messaggi: 4650
Iscritto il: lunedì 13 gennaio 2003, 17:01
Località: Roma

Re: Principi Romani

Messaggioda marcotabi » mercoledì 11 giugno 2008, 13:39

Grazie Michele che sai tutto :wink:
Marco Tabili
--------------------
*IN HOC SIGNO VINCES*
marcotabi
 
Messaggi: 175
Iscritto il: martedì 19 giugno 2007, 22:51
Località: Roma/Arezzo

Re: Principi Romani

Messaggioda RFVS » mercoledì 11 giugno 2008, 14:11

a proposito delle famiglie....potete fornirmi notizie sui Santacroce?
Riccardo Francalancia Vivanti Siebzehner
Associazione Culturale Terra di Viareggio - http://www.terradiviareggio.it
Avatar utente
RFVS
 
Messaggi: 1787
Iscritto il: mercoledì 15 agosto 2007, 11:40
Località: Viareggio (Toscana)

Prossimo

Torna a Piazza Principale / Main Square



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 9 ospiti