Frac, tight, smoking, blazer: come, quando e perché

Per discutere, di tutto un po' sulle nostre materie / Discussions of a general nature on our topics

Moderatore: Guido5

Frac, tight, smoking, blazer: come, quando e perché

Messaggioda Kratos » mercoledì 2 aprile 2008, 9:17

Gentili forumisti ed amministratori,
gradirei aprire questo argomento per chiarirmi/ci la storia, le differenze, il significato di queste livree civili.
Come sono fatte (foto o disegni), come, in quali occasioni e quali insegne vi si accoppiano?
Insomma un approfondimento.
Grazie.
Kratos.
Kratos
 
Messaggi: 105
Iscritto il: lunedì 17 marzo 2008, 10:16

Re: Frac, tight, smoking, blazer: come, quando e perché

Messaggioda Kratos » mercoledì 2 aprile 2008, 13:10

Alcune dritte (o storte?) dal web:
--------
TIGHT
--------
Aggiunto che, matrimoni a parte, il suo utilizzo si limita alle reali corse di Ascot (in Inghilterra, a mezzo giugno; beato chi ci va, no?), quel che sappiamo in materia (matrimonio in tight, appunto) lo abbiamo scritto qualche tempo fa. Qui.
Dato che di funerali in tight l'ultimo sarà stato cent'anni fa e visto che perfino coloro che li offono in affitto spesso ... non sanno quello che fanno, raccomandiamo in particolare: MAI indossare un panciotto nero. Per chi è curioso di sapere COME sia fatto un tight, ecco ...
-Giacca: di lana in diversi pesi, invisibilmente operata a spina di pesce, color grigio ferro o fumo di londra, in foggia di marsina a coda di rondine arrotolata, monopetto monobottone.
-Pantaloni: in tessuto di lana in diversi pesi, in rigato sui toni del grigio o in bianco e nero, dritti a tubo senza risvolto.
-Camicia: in popeline o batista di lino o tela di seta, bianca, collo tradizionale o alto inamidato.
-Gilet: in pannetto assortito alla giacca grigio perla o avorio scuro (nero per i funerali), dritto cinque bottoni monopetto o doppiopetto con risvolti incrociati.
-Cravatta: di seta tinta unita o jacquard color avorio o grigio, sia lunga che plastron.
-Calze: di cotone leggero o seta grigio scurissimo o nero, al ginocchio.
-Guanti: in camoscio grigio al polso.
-Cappello: di seta nero alto a cilindro (grigio, raramente).
-Scarpe: di pelle nere oxford lisce.

-------
FRAC
-------
Abito di bellezza commovente, il suo utilizzo è - ancora più del tight, se possibile - caduto in desuetudine. Lo usano ancora i professori in talune orchestre, e in frac presentano le proprie credenziali gli Ambasciatori in Vaticano (oltre che in qualche altro Palazzo presidenziale intorno al mondo. Asia e Africa, perlopiù ... ). L'invito a un evento in frac, tanto per tenersi informati, dovrebbe portare la dicitura "cravatta bianca".
Se ne vede (quasi) qualcuno anche in Parlamento.
Un frac (erede di finanziera e - più o meno - sinonimo di marsina), dovrebbe essere fatto così.
-Giacca: di drappè, o baratea, color nero, in foggia di marsina a coda di rondine, falso doppiopetto a sei bottoni (non si abbottona!) con o senza revers in seta.
-Pantaloni: come la giacca, dritti a tubo senza risvolto con bande in seta.
-Camicia: in batista di lino o voile di seta, bianca, con lo sparato inamidato, il collo duro e il polso doppio da gemelli.
-Gilet: di piqué Marcella o di seta, bianco, mono o doppiopetto con la scollatura a V o U, tre o quattro bottoni.
-Cappello: di panno leggerissimo, nero, alto a cilindro.
-Guanti: in cotone o seta, bianchi al polso.
-Cravatta: come il gilet, bianca a farfalla con una sola aletta visibile.
-Calze: di seta, nere al ginocchio.
-Scarpe: pumps nere in vernice o pelle.

-------------
SMOKING
-------------
Si usa e se ne abusa. Un invito in smoking (detto anche tuxedo o dinner coat in USA e dinner jacket in Gran Bretagna) porta la dicitura "cravatta nera". Come la cravatta, NERO deve essere l'abito (certo, blu notte è il MASSIMO, come quello di Cary Grant in Caccia al Ladro, ma pare che la seta per i risvolti lucidi di quel colore sia impossibile da trovare, ormai ... ): la roba colorata coi luccichini che si vede in tivù va bene per la tivù. E BASTA. E il farfallino va fatto a mano (girereste con una cravatta lunga col nodo già fatto? NO, vero?). Se fate la fatica di affittare uno smoking, provate perlomeno a sentirvelo vostro imparando ad annodare un papillon: non è facilissimo ma la soddisfazione, dopo, è molta.
Regole dello smoking.
-Giacca: in drappè o baratea di mohair, nero o blu scurissimo, dritta 1 o 2 petti (due o quattro bottoni) con revers in seta a lancia.
-Pantaloni: come la giacca, dritti a tubo senza risvolto con bordatura laterale in seta.
-Camicia: di batista di lino o seta o in brillantina di cotone, bianca, eventualmente con lo sparato a pieghe e il collo inamidato (normale o alto) ma anche liscia, polso doppio da gemelli.
-Gilet (facoltativo): di raso nero dritto a sei bottoni.
-Fascia (facoltativa): in seta o raso o faille o crèpe o broccato o gros-grain, nero, anche a a balze.
-Cravatta: come la fascia, nera a farfalla.
-Calze: di seta o cotone leggero (seta e lana per chi ha freddo), nere lunghe.
-Scarpe: di vernice o pelle, nere, oxford lisce o pumps.
Kratos
 
Messaggi: 105
Iscritto il: lunedì 17 marzo 2008, 10:16

Re: Frac, Tight, Smoking, Blazer: come quando e perchè.

Messaggioda Luca Bracco » mercoledì 2 aprile 2008, 13:24

Aggiungerei che per il frac è anche previsto il gilet nero ma solo per le udienze in Vaticano

Luca Bracco
Luca Bracco
Luca Bracco
 
Messaggi: 958
Iscritto il: giovedì 2 novembre 2006, 12:43
Località: Sanremo

Re: Frac, Tight, Smoking, Blazer: come quando e perchè.

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » mercoledì 2 aprile 2008, 21:32

Sullo smoking leggo da qualche parte che sarebbe corretto portare il colletto della camicia ribattuto verso il basso mentre sarebbe un errore comune portare il collo ad aletta, rivoltato in alto con le punte verso davanti, così come invece si porta con il frac. Sempre per la camicia non andrebbe bene un colletto senza punte o button-down, inadatto ad un abito da sera perché troppo sportivo.

Per quanto riguarda invece la fusciacca o cummerbund, sarebbero da usare con le sole giacche monopetto, dovrebbero accordarsi come colore e foggia al farfallino e andrebbero portate con le pieghe rivolte verso l’alto.

Sui bottoni avevo letto anche io che è sconsigliatissimo uno smoking a 3 bottoni.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6225
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Frac, Tight, Smoking, Blazer: come quando e perchè.

Messaggioda MMT » mercoledì 2 aprile 2008, 22:11

Questo in realtà è quanto trovi su wikipedia... ma la realtà è diversa.
Cmq io sono di un'idea: i vestiti bisogna anche saperli portare, e ho visto anche papillon e fasce color argento e a volte anche rosse ma erano portate con eleganza!

Michele
MMT
 
Messaggi: 4637
Iscritto il: lunedì 13 gennaio 2003, 17:01
Località: Roma

Re: Frac, Tight, Smoking, Blazer: come quando e perchè.

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » mercoledì 2 aprile 2008, 22:44

La realtà è soggettiva :wink:

Lo smoking di mio nonno anni '40 ha il collo della giacca sciallato e la camicia con il collo normale e i polsi doppi. Ugualmente lo smoking anni '70 di mio padre.

Probabilmente sono portato a preferire queste particolarità rispetto ad altre. Difatti non amo gli smoking doppio petto o le camicie con il collo ad aletta. :D
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6225
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Frac, tight, smoking, blazer: come, quando e perché

Messaggioda Mario Volpe » giovedì 3 aprile 2008, 0:26

Sul tema si è già discusso più volte, come ad esempio qui:

viewtopic.php?f=6&t=6452&hilit

viewtopic.php?f=6&t=5475&hilit

ma dato che in questo specifico caso non si parla di ordini cavallereschi, credo sia più indicato spostare questa discussione in piazza principale.
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3422
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Frac, tight, smoking, blazer: come, quando e perché

Messaggioda andvent » giovedì 3 aprile 2008, 20:03

:wink: Ciò che avreste sempre sapere su come ci si veste e non avete mai avuto il coraggio di chiedere.... :D
Argomento:

FRAC E DECORAZIONI.... 8)
Come funziona?
Se io ho diverse decorazioni di varie nazioni come funziona l'ORDINE in cui metterle?

Ad esempio se io ho tre gran cordoni... (io no ma mio nonno si... :D ) quale indosso con la fascia?

Posso presumere che metto la fascia della decorazione del mio paese e le stelle degli altri.....
Ma se io ho il Gran Cordone del Paese che ospita la cerimonia?? 8)

:roll: e poi in quale ordine metto le altre decorazioni? :roll:
A scendere? e il collare? :roll: :wink:

Capisco che forse dovrei elencare il medagliere..... :wink: ma mi incuriosiva sapere l'ORDINE di PRECEDENZA sul 8) PETTO!! :lol: :lol:

Non è finita... :D Credo che sul tight le decorazioni non si mettano... (nemmeno le rosette no? :wink: :wink: Altrimenti tanto vale farselo viola TV!! 8)

Ma sullo smoking? cosa si mette?.........

Come invidio i militari!! :D

Grazie per le informazioni.....
andrea
andvent
 
Messaggi: 361
Iscritto il: mercoledì 13 settembre 2006, 2:11
Località: roma

Re: Frac, tight, smoking, blazer: come, quando e perché

Messaggioda Kratos » venerdì 4 aprile 2008, 8:13

andvent ha scritto::wink: Ciò che avreste sempre sapere su come ci si veste e non avete mai avuto il coraggio di chiedere.... :D
Argomento:

FRAC E DECORAZIONI.... 8)
Come funziona?
Se io ho diverse decorazioni di varie nazioni come funziona l'ORDINE in cui metterle?

Ad esempio se io ho tre gran cordoni... (io no ma mio nonno si... :D ) quale indosso con la fascia?

Posso presumere che metto la fascia della decorazione del mio paese e le stelle degli altri.....
Ma se io ho il Gran Cordone del Paese che ospita la cerimonia?? 8)

:roll: e poi in quale ordine metto le altre decorazioni? :roll:
A scendere? e il collare? :roll: :wink:

Capisco che forse dovrei elencare il medagliere..... :wink: ma mi incuriosiva sapere l'ORDINE di PRECEDENZA sul 8) PETTO!! :lol: :lol:

Non è finita... :D Credo che sul tight le decorazioni non si mettano... (nemmeno le rosette no? :wink: :wink: Altrimenti tanto vale farselo viola TV!! 8)

Ma sullo smoking? cosa si mette?.........

Come invidio i militari!! :D

Grazie per le informazioni.....


Gentile Andvent,
in effetti lei ha ragione nel reclamare chiarezza, perchè chiarezza non ce n'è.
Si, spesso ci si lascia trasportare dall'arrangiarsi italico, coi risultati che conosciamo.
Usa l'affidarsi a mestiranti e praticoni di turno, proprio gli stessi che poi storcono i nasi quando la vulgata non è seguita pedissequamente.

Kratos.
Kratos
 
Messaggi: 105
Iscritto il: lunedì 17 marzo 2008, 10:16

Re: Frac, tight, smoking, blazer: come, quando e perché

Messaggioda Qohelet » venerdì 4 aprile 2008, 11:00

A grandi linee:

Frac: le decorazioni andrebbero usate solo in miniatura; possibilimente, a mio modo di vedere, sospese ad una catenella dello stesso metallo dei gemelli. Polso della camicia singolo e non doppio. Le decorazioni "grandi" quindi sciarpe, gran croci e medaglie varie si dovrebbero usare SOLO in circostanze ufficiali quali ricevimenti in ambasciate, ricevimenti del corpo diplomatico o in presenza di Capi di Stato. Tra l' altro la presenza del Capo di Stato è il solo caso che permetta di portare la sciarpa sopra il panciotto. Ovviamente questa circostanza è appannaggio di ambasciatori, alti funzionari diplomatici, gentiluomini di Sua Santità o membri del Circolo San Pietro, quindi una cerchia piuttosto ristretta di mortali: per tutti gli alti, miniature, e da usare solo in circostanze adeguate.

Tight: ci ho visto le miniature, un paio o tre, ma solo in circostanze ufficiali. NON ai matrimoni e NON a circostanze mondane (prendendone regolarmente parte, confermo che nessuno si sogna di girare con decorazioni sul tight a Royal Ascot: è un ritrovo sportivo, non ci sono precedenze da osservare, non serve a nulla ostentare l' Ordine del Bagno).

Smoking: all' occhiello solo un fiore, lo smoking si usa per uscire a cena possibilmente con una bella signora.

In sintesi: le decorazioni intese come "accessori" dell' abbigliamento andrebbero portate solo quando servono; se ci invitano ad un ricevimento serale in frac organizzato da un circolo mondano sarebbe fuori luogo pararsi con sciarpe e grandi croci, sarebbero fuori contesto anche se l' abito, in linea strattamente teorica, sarebbe adeguato ad indossarle. Piccolo post scriptum: ovviamente frac e smoking rigorosamente senza orologio. Cordialmente

Andrea
Andrea
"Se questi erano i miei torti, preferisco le mie sventure ai trionfi dei miei avversari"
Qohelet
 
Messaggi: 532
Iscritto il: giovedì 28 giugno 2007, 12:10
Località: Milano, Pavia

Re: Frac, tight, smoking, blazer: come, quando e perché

Messaggioda MMT » venerdì 4 aprile 2008, 11:30

Mai visto un fiore sullo smoking in vita mia! :shock: Forse siusava portrlo 40anni fa...
Per concludere posso dire che anche le personalità in genere e quelle he come si dice "nascono" possono portare le onorificenze alla stregua di ambasciatori e diplomatici, non credo che un principe romano sia come rango inferiore.
Cmq non è vero che il frac sta sparendo del tutto, certo non sarà più usato come 40anni fa, ma spesso anche ai balli dell'Ordine di Malta e anche a qualche 18° importante si nota il dresscode "cravatta bianca" spesso anche misto a "cravatta nera".

MMT
MMT
 
Messaggi: 4637
Iscritto il: lunedì 13 gennaio 2003, 17:01
Località: Roma

Frac, tight, smoking, blazer: come, quando e perché

Messaggioda andvent » venerdì 4 aprile 2008, 13:37

:D
Benissimo!!
Allora mi pare accertato (correggetemi se sbaglio) che le decorazioni vanno portate "in pompa magna" solo sul Frac per ricevimenti in presenza di capi di stato e dove sull'invito sia esplicitamente richiesto :lol: FRAC E DECORAZIONI.

Allora :D :D Facciamo un esempio ... (magari un sogno 8) ):

sono una personalità italiana, cavaliere dell'Ordine di Malta, decorato della Gran Croce della Repubblica, della Gran Croce di San Gregorio Magno (se non sbaglio della Santa Sede) e di un'altra decorazione equipollente diciamo tedesca. Oltre a queste decorazioni magari ho la Legion d'Onore e sono Grand'ufficiale di altre due o tre nazioni e poi diciamo anche che sono commendatore dell'Ordine di Sant'Agata (San Marino), di Isabella la Cattolica (Spagna) e altre due o tre nazioni.

DOMANDA:

QUALE delle tre fasce metto? COSA è che GUIDA la scelta? La mia nazionalità, l'importanza della decorazione o la presenza di un capo di stato? :shock: E se metto una fascia delle tre (sopra o sotto il panciotto) come "espongo" le altre due ... e il resto delle "stelle" broche, croci ecc?? :shock:

Voglio dire:
Se sono ricevuto in Vaticano e mi chiedono di esporre le decorazioni 8) posso credere che:
A.: Se sono un diplomatico in rappresentanza del mio paese do la precedenza alle decorazioni Italiane ( :? è così?? dice questo il protocollo?)

B.:Se invece sono un Gran Commis d'etat?? o un esponente della Cultura? Espongo il Cordone della "nazione ospitante"?

:cry: capisco che sono dubbi non da tutti (non capita a tutti avere tante decorazioni internazionali e forse meno che meno essere invitato in cerimonie del genere..... :oops: magari per ricevere il Nobel.... :wink: ),però rimane il Quesito..... COSA E' che GUIDA la Precedenza??: :1: : Il ruolo o la posizione o la nazione di chi invita o di chi è invitato?

Se ritenete l'argomento non adatto al "Forum" stoppatemi!! :oops:
Grazie per la pazienza!
andrea
andvent
 
Messaggi: 361
Iscritto il: mercoledì 13 settembre 2006, 2:11
Località: roma

Re: Frac, tight, smoking, blazer: come, quando e perché

Messaggioda T.G.Cravarezza » venerdì 4 aprile 2008, 16:19

Discussione molto interessante.
Riguardo al quesito principale di chi ha inaugurato l'argomento, ritengo che serva semplicemente un po' di logica e buon senso.
Non concordo con chi ritiene che le decorazioni su frac si debbano indossare solamente in ambasciate o in presenza di capi di stato. Ogni qualvolta che sull'invito è espressa la dicitura "cravatta bianca (con decorazioni)" si devono/possono indossare i segni d'onore di cui si è insigniti.
Riguardo la precedenza delle varie onorificenze, in linea di principio si indossa l'onorificenza di più alta importanza, prestigio e grado. Naturalmente ciò se non ci sono altri aspetti da valutare e se l'invito è generico.
Se invece si è ospiti di un'ambasciata di un altro stato, è opportuno dare la precedenza a onorificenze di quello stato. Come se si è ospiti in Vaticano si indosseranno le onorificenze ponitifice o di ordini di subcollazione pontificia e poi quelle di altri stati. Così come se si sa che presenzierà il capo di stato o il gran maestro di un ordine di cui si è insigniti, si porrà tale ordine in risalto.

Un altro punto su cui mi permetto un consiglio è quello di ricordare che non c'è l'obbligo di indossare tutte le decorazioni di cui si è insigniti: non sembriamo degli alberi di Natale :shock: :lol: Questo non significa non indossare nessuna decorazione, ma nel caso fossimo decorati di una decina di onorificenze, si può benissimo scegliere in base all'occasione e lasciare a casa, anche se con rammarico, alcune di esse.
In linea generale: una fascia, un collare, una decorazione da collo, al massimo 4 placche e, in formato ridotto, alcune decorazioni. Questo è, a mio avviso, il massimo, ma consiglio di indossarne anche meno.

Riguardo il tight, solo in formato ridotto le decorazioni sul bavero della giacca (come sopra, non troppe, consiglio una o due).

Sullo smoking la regola prevederebbe di non indossare decorazioni essendo lo stesso un abito informale, per una serata, non per incontri istituzionali. E' anche vero, però, che andrebbe rivista l'intera normativa a riguardo.
L'ho già scritto in altre occasioni, ma mi ripeto. I casi sono due.
1) Vengono ripristinate le "divise civili", cioè il frac ed il tight e quindi si ricomincia a richiedere il tight per le manifestazioni diurne (giuramenti, manifestazioni militari, manifestazioni istituzionali quali festa della repubblica, festa 4 novembre et cetera) ed il frac per le manifestazioni serali ufficiali (balli e cene ambasciate, circoli militari e civili, presso istituzioni, prima teatro et cetera) e allora lo smoking torna ad essere l'abito per la semplice serata mondana e quindi senza decorazioni.
2) Lo smoking soppianta del tutto il frac (come del resto è già ormai, purtroppo, avvenuto) e allora si accetta che anche su di esso si possano indossare le decorazioni.
Io ritengo che sarebbe auspicabile che sugli inviti tornasse ad essere richiesta la "cravatta bianca", ma è anche vero che per molti ospiti è già difficoltoso l'utilizzo dello smoking, figuriamoci del frac. Scrivo ciò per esperienza personale, consocendo molte personalità istituzionali e pubbliche che hanno avuto problemi ad intervenire a manifestaizoni organizzate dai miei genitori perchè era richiesto lo smoking, figuriamoci se i miei avessero richiesto il frac.
In definitiva, ritengo che ormai si debba accettare lo smoking come "secondo abito da sera" e, pertanto, accettare l'utilizzo di miniature anche su di esso.

Consiglio di leggere sia "Ordini in ordine" di Fabio Cassani Pironti che "Vestirew gli onori" di Fabio Cassani Pironti e Michele d'Andrea: due ottimi volumi sulla materia.


Per concludere, rispondo al quesito di Andvent.

Se sono ospite in Vaticano, come normale invitato o come ambasciatore, indosserò la fascia di San Gregorio Magno, la decorazione da collo dello SMOM, la placca di San Gregorio Magno, di Gran Croce della Repubblica e consiglierei basta (comunque al massimo altre due placche). Poi, in miniatura, le decorazioni rimanenti (legion d'onore, sant'Agata et cetera).
Se sono ospite in Quirinale, indosserò la fascia della Gran Croce dell'OMRI e così via.

Per concludere, una nota di moda: la regola prevede che con il frac si indossi la camicia con polsino singolo chiuso da gemello. Ritengo che sia una regola derivante dallla nascita del frac (mi pare come divisa equestre) e quindi ritengo che, oggi come oggi, si possa usare il polsino doppio che, personalmente, prediligo.
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6026
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Frac, tight, smoking, blazer: come, quando e perché

Messaggioda AndreaSperelli » venerdì 4 aprile 2008, 21:20

Gentilissimi,

premetto che non ho mai visto un gilet da frac in seta, ma solo in cotone marcella, confermate l’eccezione ? Colgo l’occasione per chiedervi un chiarimento, so che una delle decorazioni più usate sul frac sono le miniature sorrette da una catenella come quella mostrata in figura:

Immagine

ipotizzo che queste miniature ricalcano onorificenze di dimensioni ben più rilevanti, immagino quindi che invece di utilizzare una notevole quantità di onorificenze in “grandezza naturale” sarebbe meglio usare le miniature (almeno da un punto di vista estetico).

A.S.
Avatar utente
AndreaSperelli
 
Messaggi: 848
Iscritto il: sabato 13 gennaio 2007, 1:33

Re: Frac, tight, smoking, blazer: come, quando e perché

Messaggioda T.G.Cravarezza » sabato 5 aprile 2008, 0:36

AndreaSperelli ha scritto:Gentilissimi,

premetto che non ho mai visto un gilet da frac in seta, ma solo in cotone marcella, confermate l’eccezione ? Colgo l’occasione per chiedervi un chiarimento, so che una delle decorazioni più usate sul frac sono le miniature sorrette da una catenella come quella mostrata in figura:

Immagine

ipotizzo che queste miniature ricalcano onorificenze di dimensioni ben più rilevanti, immagino quindi che invece di utilizzare una notevole quantità di onorificenze in “grandezza naturale” sarebbe meglio usare le miniature (almeno da un punto di vista estetico).

A.S.


Non è che "sarebbe meglio" è previsto che sul frac si utilizzino le miniature sul bavero, o appese al proprio nastrino o attaccate ad una catenella come quella propostaci. Naturalmente questo per i cavalierati o per le onorificenze in cui è prevista la sola decorazione da petto. Un insignito di commenda indosserà il nastro da collo.
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6026
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Prossimo

Torna a Piazza Principale / Main Square



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti