"Reggimento Marulli"

Per discutere, di tutto un po' sulle nostre materie / Discussions of a general nature on our topics

Moderatore: Guido5

Re: "Reggimento Marulli"

Messaggioda Davide Shamà » martedì 5 giugno 2007, 22:31

Stefano Durazzo ha scritto:Cari amici,

sto cercando ogni tipo di informazione utile riguardo il :


" REGGIMENTO MARULLI"


ogni tipo di informazione mi sarà utilissima per ricostruire la storia di tale storica formazione militare.


grazie


Fu fondato nel 1716 da Francesco Saverio Marulli (1675-1751) per servire l'Imperatore Carlo VI. Fu comandato dal nipote Troiano Marulli (1689-1755) e dal figlio di questo, Paolo Marulli (+ 1790). Tutti e tre i personaggi furono distinti militari al servizio imperiale con le cariche di capitano, colonnello e generale di artiglieria. Combatterono i turchi in Ungheria e Serbia oppure nella Guerra dei sette anni.
Davide Shamà
 

Messaggioda Davide Shamà » mercoledì 6 giugno 2007, 0:04

Stefano Durazzo ha scritto:perbacco!


e riguardo le uniformi, la bandiera, insomma le distinzioni militari di tale reggimento lei ne sa niente?

quando fu sciolto?



era un reggimento di cavalleria?


non sono un esperto di onorificenze o distinzioni militari, per cui non posso darle dettagli in merito. Il reggimento credo sia stato sciolto alla fine del XVIII secolo, perchè so che Paolo Marulli entrò al servizio del Re di Napoli. Lo stesso fece il figlio Troiano (1774-1859). Credo fosse un reggimento di fanteria, ma devo cercare conferma.
Davide Shamà
 

Messaggioda Guido10 » venerdì 8 giugno 2007, 13:45

Posso aggiungere un paio d’informazioni a quanto detto da Davide Shamà:

Secondo quanto riferito da G. Marulli nei suoi “Ragguagli Storici" (vol. I, pag. 392), Contino Marulli, che apparteneva al ramo di Barletta, dove accolse il Micheroux, approdatovi sulla rotta di Manfredonia. Appena sottotenente di cavalleria, con i suoi fratelli ed il capitano Guarini, promosse e attuò la mobilitazione Sanfedista della zona di Barletta, Casal Trinità, Saline e Cerignola. Con una colonna di circa settecento uomini a piedi, sessanta cavalli e due pezzi d’artiglieria, raggiunse il Monte Calvello, per dare braccio forte al Micheroux, Passò quindi ad Ariano ed entrò in Napoli con un corpo armato che, per premiare il comandante, si degnò il Re di chiamare “Reggimento Marulli”.

Vorrei, a questo punto, porre a mia volta una domanda sui Marulli, ma forse sarà meglio spostarsi nell’area dedicata alle storie di famiglia … :)

Un saluto

Guido
"Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati” (Mc 2,17)

Siamo solo maglie nell'eterna catena della parentela. (H.H.)
Guido10
 
Messaggi: 255
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 13:09
Località: Napoli

Messaggioda San Marco » sabato 16 giugno 2007, 0:20

Su " Barletta, le Antiche Nobiltà " si legge:
" Il conte Francesco Saverio Marulli nacque, in Barletta, il 4 aprile 1675 dal conte Troiano III e da Isabella Galiberti e, dopo gli studi in giurisprudenza, intraprese la carriera delle armi distinguendosi subito per ingegno e valore; a soli 30 anni era già Colonnello comandante un reggimento di fanteria e, nel 1716, passò col suo reggimento, chiamato Marulli, in Ungheria, sotto il comando del principe Eugenio di Savoia, col quale conseguì una grande vittoria contro i Turchi ".
Come sempre l'Araldica. in questo caso quella militare, è " latitante ".
Domanda: che avessero nelle insegne i colori dello stemma della casata?
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » domenica 17 giugno 2007, 10:46

Giovanni delle Bande Nere ebbe anche lui una propria milizia, un paio di secoli prima del Marulli, alla quale diede colori :wink: differentissimi da quelli dell'arma medicea...

Bene :D vale
fraeusanio@live.it
---
Detestabile è la falsa umiltà (Sant'Agostino, Esposizione sul Salmo 118, 2)
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12914
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda San Marco » lunedì 18 giugno 2007, 7:39

Forse ho posto la domanda non chiaramente. Per i " colori della casata " intendevo quella dei Marulli; cioè che i militi comandati, in questo caso dal Conte Francesco Saverio Marulli, usassero una specie di livrea con gli smalti dello stemma della famiglia per la quale combattevano,
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda Emibro » lunedì 18 giugno 2007, 11:23

Sito in Catalano che riporta alcune info sulle uniformi e i colori del Reggimento Marulli.

Purtroppo non ho sottomano in Knotel per controllare.

Cmq, è bastato fare una ricerca su Google...

http://www.11setembre1714.org/Unitats/e ... rulli.html

E*
---- Orbis Non Sufficit ----

**** Fortuna Defuit non Virtus ****

"Carri armati nemici fatta irruzione a sud. Con ciò "Ariete" accerchiata. Trovasi circa cinque chilometri nordovest Bir el Abd. CARRI "ARIETE" COMBATTONO!"
Emibro
 
Messaggi: 312
Iscritto il: lunedì 2 maggio 2005, 19:15
Località: Ducato di Parma

Messaggioda Giovannimaria Ammassari » lunedì 18 giugno 2007, 11:38

San Marco ha scritto: Su " Barletta, le Antiche Nobiltà " si legge:
" Il conte Francesco Saverio Marulli nacque, in Barletta, il 4 aprile 1675 dal conte Troiano III e da Isabella Galiberti e, dopo gli studi in giurisprudenza, intraprese la carriera delle armi distinguendosi subito per ingegno e valore; a soli 30 anni era già Colonnello comandante un reggimento di fanteria e, nel 1716, passò col suo reggimento, chiamato Marulli, in Ungheria, sotto il comando del principe Eugenio di Savoia, col quale conseguì una grande vittoria contro i Turchi"


Questa citazione è riportata anche in PAOLILLO BENEDETTO, I nostri grandi, Canosa di Puglia, Tipografia Paolicelli, 1901 alla pagina 45.
Nel testo BARLETTA STEMMI DI FAMIGLIE NOBILI di VITRANI ANTONIO e PINTO FRANCESCO , Barletta, 2001 alla pagina 195 oltre a ciò che è riportato sopra continua lo scritto in questo modo:

"Fu quindi Governatore generale di Belgrado e del Regno di Serbia; ritornò per poco tempo a Barletta per poi trasferirsi definitivamente a Bologna, dove morì il 19 agosto 1751, onorato di moplti meriti riconosciutigli dall'imperatyore Carlo VI d'Austria, tra cui, quello di fregiare lo stemma col capo d'impero.
I Marulli tra l'altro hanno posseduto nel territorio barlettano le massarie di Casavecchia, Palombaio, Rasciatano, S. Procopio e S. Cassano ed erano proprietari dell'omonimo palazzo , sito in corso Garibaldi, già dal 1599; in questa sontuosa dimora i Marulli ebbero il privilegio di ospitare, il 26 marzo 1807, Giuseppe Bonaparte re di Napoli, e il 14 aprile 1813, il successore Gioacchino Murat.
Possiamo ammirare lo stemma della famiglia Marulli in Barletta , nel piazzale d'arme del castello svevo, nella Curia Arcivescovile, in via Nazareth e sull'altare laterale destro del vecchio santuario della Madonna dello Sterpeto."

Dei Marulli poi vi è anche , come è noto, il Ramo dei Duchi di San Cesario (LE)..............
Spero che il mio intervento sia servito a qualcosa o a qualcuno.
Saluti
Giovannimaria Ammassari

AD MAJOREM DEI GLORIAM
Giovannimaria Ammassari
 
Messaggi: 540
Iscritto il: domenica 31 dicembre 2006, 20:30
Località: lecce

Messaggioda San Marco » lunedì 18 giugno 2007, 22:20

Nell' interesante sito " scovato " dal gentile Emibro si può notare che i colori delle uniformi del Reggimento Marulli riprendono quelli presenti nell' Arma del Nobile casato barlettano: l' argento, l'azzurro e l'oro. Infatti innalzano come
Arma: "D' azzurro al leone passante d' oro sormontato da una croce d' argento ". o " D' azzurro al leopardo d' oro sormontato da un crocetta d' argento ".
Se invece ci colleghiamo ai Marulli siciliani, non ci siamo. Infatti la loro Arma è: " Spaccato d' oro e di rosso, il 1° ad una colomba d' argento ".
Da notare che nel libro " Su Barletta le Antiche Nobiltà " come già riportato è scritto: < Il Conte Francesco Saverio Marulli nacque in Barletta......>, ma il titolo di Conte non è presente, per il ramo pugliese, in nessun testo da me consultato. Solo i Nobili Marulli di Sicilia sono anche Conti con il predicato si Augusta e di Condojanni.
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda San Marco » venerdì 16 novembre 2007, 0:26

Gentile Stefano non mi sono perso di coraggio, ho ricontrollato e naturalmente lei aveva ragione.
Ora ho trovato uno stemma della famiglia Marulli presente fra quelle degli scolari dello Studio di Padova,

Marulli Ioannes Peloponneisius
D'azzurro alla colomba d'argento, tenente nel becco un ramoscello di olivo d'oro, posata su un monte di verde, movente dalla punta.
Elmo in maestà
Cimiero: un pennacchio di tre piume di struzzo di azzurro e di rosso (anche se sembra d'oro)

Fonte: Stemmi di scolari dello Studio di Padova a cura di Lucia Rossetti ed Elisabetta Dalla Francesca


Immagine

Mi sembra che gli smalti riprendano quelli delle insegne militari.
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda San Marco » sabato 17 novembre 2007, 0:15

Gentile Stefano non ho capito il suo appunto: <con l'area veneta>
Ho riportato lo stemma di un rappresentante della famiglia Marulli a Padova solo come studente e che ha lasciato il suo " dna-murales " a futura memoria nelle aule del Bo.

Marilli Ioannes Peloponnesius (proveniente dalla Grecia)

Che poi non ci sia alcun legame con i Marulli dell'omonimo reggimento può essere.
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda San Marco » domenica 18 novembre 2007, 1:47

Non lo so, ma con certezza è provato che Fra Girolamo Marulli è presente nell'elenco degli ammiragli o pilieri della Lingua Italiani (1645) riportato nel saggio " Gentilhuomini Christiani e Religiosi Cavalieri " con il sotto titolo " Nove secoli dell'Ordine di Malta in Piemonte " a cura della Delegazione di Torino del Sovrano Militare Ordine di Malta del Gran Priorato di Lombardia e Venezia.

Anche in questo caso che ci sia un legame con i Marulli dell'omonimo reggimento può essere.
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Re: "Reggimento Marulli"

Messaggioda Francesco Marulli » domenica 31 gennaio 2010, 12:12

Lo stemma di cui trattasi è il seguente:

"... lo scudo militare, bipartito perpendicolarmente, cioè distinto in due parti uguali perpendicolarmente, delle quali nella prima, bianca o argentea, (vi sia) l’aquila bicipite nera coronata, col rostro dischiuso, la lingua rossa, le ali aperte, la coda divaricata tra gli artigli abbassati, nel petto una fulva palma tesa a un leone ferito voltato a destra; l’altra parte azzurra, in alto porti una croce d’oro, nel mezzo un leone biondo, ossia di oro con le fauci spalancate, la lingua rossa, la coda reclinata tra le zampe posteriori, e poi rivolta in alto, la zampa destra anteriore alquanto alzata, a somiglianza di un leopardo procedente verso il campo; questo scudo sormontato dalla corona aurea con nove palle ed altre gemme preziose dalla quale sorgono due creste d’argento tornearee converse l’una verso l’altra con ganci aperti di oro che reggono una ghirlanda appesa con ornamenti e con frange, a destra bianche e nere o argentee, a sinistra di colore cocciniglia e oro, dall’altra parte azzurre bionde e di oro, le une e le altre cadenti con grazia e anche una corona di oro decorata, della quale le due braccia anteriori, il destro brandisce una spada col manico d’oro a sinistra, l’altro, il sinistro, protende delle spoglie leonine pendule col capo in giù; vi sia poi all’apice posteriore una cresta piumata di cinque penne di cui tre di colore cianotico (violaceo) ornate della croce d’oro, le altre due fulve ossia d’oro con la punta preminente".

La descrizione è tratta dal titolo, emesso in Vienna il 21 ottobre 1730, con il quale l'Imperatore Carlo VI concede al mio avo Troiano IV Conte Marulli (nipote di Francesco Saverio) di unire le armi della sua famiglia con quelle della nonna paterna Isabella Maria Galiberti.
Ultima modifica di Francesco Marulli il domenica 31 gennaio 2010, 14:38, modificato 1 volta in totale.
Francesco Marulli
 
Messaggi: 1
Iscritto il: sabato 8 agosto 2009, 21:38

Re: "Reggimento Marulli"

Messaggioda Guido5 » domenica 31 gennaio 2010, 12:40

Caro Francesco,
un cordialissimo benvenuto - e un sentito grazie - per questo tuo primo intervento nel forum. La descrizione, piuttosto minuziosa, sembra corrispondere molto da vicino al blasone sintetico del Rietstap:

Marulli Parti: au 1, d'argent, à l'aigle éployée de sable, chaque tête couronnée d'or, ch. sur l'estomac d'un écusson ovale d'argent, ch. d'un lion d'or; au 2, d'azur, à une croix alésée d'argent en chef et un léopard passant d'or, tacheté de sable, en pointe.

Ciao a tutti!
Guido5
Guido Buldrini - Fides Salvum Fecit
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5012
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Re: "Reggimento Marulli"

Messaggioda Guido5 » domenica 31 gennaio 2010, 16:38

Cari amici,
questa è invece l'arma dei Marulli, conti di Condoianni, secondo il sito "Grandes de España" all'URL http://www.grandesp.org.uk:

Immagine

Ciao a tutti!
Guido5
Guido Buldrini - Fides Salvum Fecit
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5012
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Prossimo

Torna a Piazza Principale / Main Square



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti