Pagina 1 di 1

Nobiltà repubbliche oligarchiche medievali

MessaggioInviato: mercoledì 18 marzo 2020, 22:11
da turignolo
Prima di tutto i miei ommaggi a voi tutti amici in questi tempi cosi brutti.
Per forza ho dovuto ritornare a fare delle ricerche storiche una passione dimenticata, mi trovo scrivendo allora qualcosa sulla nobilta lucchese e fiorentina.
Secondo autori seriisimi nella nobilta di Venezia si potrebbe fare una analogia nella gerarchia nobiliare tra il Patrizio Veneto ed il Principe del Sangue perche potevano diventare la supremma autorita il Doge.
Nelle repubbliche oligarchice medievali della Toscana, dove ogni Nobile scritto nel Libro d'oro poteva diventare Gonfaloniere si potrebbe fare la stessa analogia?
Con sinceri saluti dall'Argentina
Turignolo

Re: Nobilta repubbliche oligarchiche medievali

MessaggioInviato: giovedì 19 marzo 2020, 7:41
da nicolad72
Io ho dei dubbi già nella premessa, ossia l'equiparazione del patriziato Veneziano ai "Principi del Sangue".
Un sillogismo se parte da premesse errate non potrà mai giungere a conclusioni corrette.
Il concetto di princicpe del sangue nasce durante le monarchie assolute ed erano i principi della casa reale (il concetto di sangue è legato alla discendenza diretta dal sovrano o da un suo predecessore) che potevano ambire al trono.
Ma le repubbliche oligarghice giuridicamente erano cose ben differenti dalle monarchie assolute.... e la prova l'abbiamo durante il congresso di Vienna, dove le due repubblche sopravvissute alla storia (Genova e Venezia) non furono chiamate a partecipare e vennero date per estinte, a differenza delle famiglie sovrane detronizzate dal furore giacobino prima e napoleonico poi.
Nella Repubblica la Sovranità è condivisa tra tutto il Patriziato, e viene esercita attraverso gli organi di governo e non è prerogativa esclusiva della suprema magistratura repubblicana. Nella monarchia (soprattutto quella assoluta) il sovrano è il Sovrano punto, e non deve rendere codnto ad alcuno.
Tali sostanziali differenze tra i due istituti... destituiscono di fondamento giuridico l'equiparazione del ceto dominante in una città indipendente ai "principi del Sangue".

Re: Nobilta repubbliche oligarchiche medievali

MessaggioInviato: giovedì 19 marzo 2020, 10:41
da pierluigic
Nelle repubbliche oligarchice medievali della Toscana, dove ogni Nobile scritto nel Libro d'oro poteva diventare Gonfaloniere si potrebbe fare la stessa analogia?
Con sinceri saluti dall'Argentina


anche questo concetto e' fortemente sbagliato
Consiglierei qualche lettura storica piu' moderna anche su Accademia.edu
La storia fiorentina e' fatta di soluzioni e modificazioni istituzionali che meriterebbero di essere conosciute meglio perche' utili anche ai giorni nostri
Guai a studiare la storia fiorentina con gli stereotipi ottocenteschi

Consiglio alcuni autori
Maria Elena Cortese
Enrico Faini
Silvia Diacciati
Vieri Mazzoni
Amedeo De Vincentiis
Sergio Tognetti
.......

Re: Nobilta repubbliche oligarchiche medievali

MessaggioInviato: giovedì 19 marzo 2020, 11:13
da Dogberry
Buongiorno,

Riguardo alla storia di Firenze ed in particolare alle evoluzioni del ceto dirigente, mi permetto di consigliare John M. Najemy, “Storia di Firenze. 1200-1575".

Re: Nobilta repubbliche oligarchiche medievali

MessaggioInviato: martedì 24 marzo 2020, 12:12
da contegufo
nicolad72 ha scritto:omissis
Ma le repubbliche oligarghice giuridicamente erano cose ben differenti dalle monarchie assolute.... e la prova l'abbiamo durante il congresso di Vienna, dove le due repubblche sopravvissute alla storia (Genova e Venezia) non furono chiamate a partecipare e vennero date per estinte, a differenza delle famiglie sovrane detronizzate dal furore giacobino prima e napoleonico poi.
Nella Repubblica la Sovranità è condivisa tra tutto il Patriziato, e viene esercita attraverso gli organi di governo e non è prerogativa esclusiva della suprema magistratura repubblicana. Nella monarchia (soprattutto quella assoluta) il sovrano è il Sovrano punto, e non deve rendere codnto ad alcuno.
......


Forse c'era anche Lucca....

Re: Nobilta repubbliche oligarchiche medievali

MessaggioInviato: mercoledì 25 marzo 2020, 14:57
da nicolad72
Se per questo anche Noli...

Re: Nobilta repubbliche oligarchiche medievali

MessaggioInviato: mercoledì 25 marzo 2020, 16:51
da Tilius
"Credevo la Repubblica di San Marino in Romagna fosse la più scarna e mingherlina di quante se ne registrano mai nei libri di storia e geografia; ma quella di Noli vince pur l'altra in picciolezza."
[sweatdrop.gif] :D

Re: Nobilta repubbliche oligarchiche medievali

MessaggioInviato: sabato 28 marzo 2020, 2:58
da contegufo
Il paragone fra Lucca, Noli e san Marino se si fa per ridere e si rida pure a tutti gli altri che si vadano a leggere un po' di libri di storia, magari su Lucca!

[bangin.gif] 2600 interventi

Re: Nobilta repubbliche oligarchiche medievali

MessaggioInviato: sabato 28 marzo 2020, 9:33
da nicolad72
Idem tra Genova e/o Venezia e Lucca... di cui nei miei libri di scuola non ne ho trovato traccia!
Che ne dici... lasciamo a casa propria gli infantili campanilismi su chi sia maggiormente dotato... e torniamo alla questione giuridica che ha dato origine alla discussione?

Re: Nobilta repubbliche oligarchiche medievali

MessaggioInviato: sabato 28 marzo 2020, 10:43
da pierluigic
Questo argomento avrebbe bisogno di un trattato e sono d'accordo che le premesse non sono corrette

i Comuni toscani furono per parte del duecento e per tutto il trecento Comuni di popolo

e' cittadino chi si adegua ai doveri del cittadino che deve servire l'interesse del suo Comune
E' cittadino chi si sente parte del popolo e si comporta di conseguenza

La legge non e' uguale per tutti c'e' una legge per i cittadini ed una legge fortemente punitiva per chi contrasta l'interesse comune

vedi leggi antimagnatizie che oggi sarebbero considerate molto ingiuste ma che ottennero i risultati nell'interesse del Comune di deprimere le famiglie possenti e ribelli


A Firenze
Solo nel quattrocento col regime albizesco prima e mediceo poi vi furono mutamenti ma mai vi fu una serrata oligarchica
Serrata oligarchica ad imitazione veneziana che invece vi fu nel breve periodo savonaroliano

La deriva signorile si ebbe coi papi medicei Leone X e Clemente VII che prepararono l'assedio di Firenze da parte degli imperiali
Assedio finito con l'avvento di Alessandro duca di una Repubblica di nome ma non di fatto e dopo l'assassinio di questi con Cosimo I che di fatto inizio' una sorta di regime monarchico

Il concetto di nobilta in Toscana e' sempre stato molto simile al concetto di patriziato cioe' legato ad una stirpe che aveva servito la Repubblica
che vide per molto tempo il vinattiere accanto al banchiere
Un panorama quindi molto molto variegato che non bisogna commettere l'errore di far cadere in stereotipi banali

Comunque quasi tutti i comuni del centro nord hanno avuto questo transito istituzionale per il "Comune di popolo "

.

Re: Nobilta repubbliche oligarchiche medievali

MessaggioInviato: sabato 28 marzo 2020, 15:27
da Salvennor
A Cagliari esistevano varie famiglie originarie di Noli. Alcune esistono ancora, compresa quella dei Peluffo (avevano legami con parenti appartenenti alla mia linea). Forse anche coloro che portavano/portano il cognome Viale, che però era diffuso anche a Genova. Tutti discendenti da mercanti e armatori (o almeno quella era una delle attività principali).