Comanderia Francoforte

Per discutere, di tutto un po' sulle nostre materie / Discussions of a general nature on our topics

Moderatore: Guido5

Comanderia Francoforte

Messaggioda francesco luraschi » domenica 15 dicembre 2019, 9:42

Buongiorno e grazie per avermi accolto nel gruppo. Mi chiamo Francesco Luraschi e mi occupo, a livello dilettantistico, di storia postale di Milano dalle origini fino al 1859, ovvero fino alla fine del periodo austriaco.

Per questo motivo sto scrivendo un piccolo articolo per una rivista del settore incentrato sulla corrispondenza tra Milano e Vienna. Mi sono imbattuto in una lettera del 1841 scritta da Milano da tal Ferretti e indirizzata a un non meglio definito Cavaliere di Neuhaus che a Vienna amministrava le entrate dell'ordine dei gerolosomitani. Dato il tono amichevole della lettera, era una comunicazione tra pari, sono forse riuscito a risalire a mittente e destinatario: il primo potrebbe essere Cristoforo Ferretti e l'altro Theodor von Neuhaus entrambi appartenenti allo stesso ordine cavalleresco. Il testo della lettera è in francese e si trova un po' di tutto. C'è pure un passaggio che potrebbe essere legato alla ricostituzione del Gran Priorato di Venezia avvenuta proprio nel 1841.

Mi ha incuriosito la parte finale del testo in cui si cita una "commanderie de francfort" di cui non ho trovato traccia in rete. Si tratta forse della comanderia di Sachsenhausen di proprietà dei cavalieri teutonici? [hmm.gif]

Chiedo inoltre: l'impronta impressa sul sigillo in ceralacca usato per chiudere la lettera può confermare che il mittente sia effettivamente Cristoforo Ferretti?

Allego un paio di particolari della lettera che dal punto di vista marcofilo è trascurabile.

Grazie per qualsiasi vostro aiuto

Francesco
Allegati
L04.jpg
L02.jpg
L02.jpg (67.61 KiB) Osservato 682 volte
francesco luraschi
 
Messaggi: 2
Iscritto il: domenica 8 dicembre 2019, 21:07

Re: Comanderia Francoforte

Messaggioda dpascale » domenica 15 dicembre 2019, 12:43

Gentilissimo,
lo stemma che si vede nel sigillo è proprio quello dei conti Ferretti di Ancona (non le so dire nulla a proposito di eventuali diramazioni milanesi o lombarde della famiglia): d'argento, a due bande di rosso, come confermato dai tratteggi araldici utilizzati.
Cordiali saluti,
Daniele Pascale
dpascale
 
Messaggi: 1165
Iscritto il: sabato 2 giugno 2007, 18:42

Re: Comanderia Francoforte

Messaggioda Tilius » domenica 15 dicembre 2019, 20:29

Anche la grande croce di Malta accollata allo scudo e interpolata al rosario da cui pende la piccola croce meitense al centro (il Ferretti era Balì professo), così come le croci della Legion d'Onore e della Corona Ferrea che la affiancano, così come la corona comitale, corrispondono puntualmente ai dettagli biografici del conte Cristoforo Ferretti (1784-1869), anconetano di nascita, il quale non fu solo plenipotenziario dell'Ordine del S. Sepolcro per il Lombardo-Veneto, ma anche rappresentante dell'Ordine di Malta a Milano, dove appunto risiedette definitivamente a partire dal 1838.
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12687
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Comanderia Francoforte

Messaggioda Romegas » domenica 15 dicembre 2019, 23:10

Si vede anche la corona comitale con sette perle invece delle "canoniche" nove.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4803
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Comanderia Francoforte

Messaggioda Giorgio Aldrighetti » lunedì 16 dicembre 2019, 20:04

Domanda: perdchè la corona "tollerata" da barone timbra lo scudo, se la famiglia é invece comitale ???
Giorgio
Avatar utente
Giorgio Aldrighetti
 
Messaggi: 440
Iscritto il: domenica 2 aprile 2006, 14:04
Località: Chioggia

Re: Comanderia Francoforte

Messaggioda Romegas » lunedì 16 dicembre 2019, 23:12

Nel sito del Senato della Repubblica italiana, dove sono contenute tutte le schede dei senatori, in quella del Ferretti si citano le sue ricompense tranne quella dell'Ordine di Malta [shocked.gif]
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4803
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Comanderia Francoforte

Messaggioda marcello semeraro » mercoledì 18 dicembre 2019, 21:45

Giorgio Aldrighetti ha scritto:Domanda: perdchè la corona "tollerata" da barone timbra lo scudo, se la famiglia é invece comitale ???


Com'è noto, prima dell'entrata in vigore della normativa da parte del Regno d'Italia, non esisteva una vera e rigida codificazione degli elmi e delle corone di grado. In molti casi, insomma, prima di quella data si riscontrano corone non corrispondenti al grado del titolare.
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 1140
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Re: Comanderia Francoforte

Messaggioda Giorgio Aldrighetti » mercoledì 18 dicembre 2019, 23:12

Grazie... come nel caso dei patrizi veneti.
Giorgio
Avatar utente
Giorgio Aldrighetti
 
Messaggi: 440
Iscritto il: domenica 2 aprile 2006, 14:04
Località: Chioggia

Re: Comanderia Francoforte

Messaggioda francesco luraschi » domenica 22 dicembre 2019, 8:48

Buongiorno e grazie a tutti per le approfondite spiegazioni.

Allego, giusto per conoscenza, in forma integrale il testo e il frontespizio della lettera in questione. La "chiacchierata" in forma cartacea tra i due amici affronta diversi temi: un viaggio a Venezia probabilmente a seguito della ricostituzione del Gran Priorato di Lombardia e Venezia avvenuta proprio nel 1841 e forse inerente a lavori di ristrutturazione alla chiesa di San Giovanni Battista di Malta; la richiesta di Guido Borromeo di essere insignito della croce di giustizia e non di quella di devozione; l'attesa dell'assegnazione di commende da parte di tre famiglie nobili milanesi.

Faccio qualche domanda che a voi esperti sembreranno sicuramente banali: croce di giustizia e di devozione sottointendevano livelli gerarchici differenti? Le commende al tempo erano delle rendite assegnate per meriti verso l'ordine? Che vantaggio aveva l'imperatore Ferdinando e la monarchia asburgica I a ricostituire il priorato di Venezia? Forse un tentativo di riavvicinare la nobiltà veneziana alla corona in un periodo in cui i rapporti cominciavano a non essere più idilliaci?

Purtroppo in questo sito non è possibile caricare immagini troppo pesanti e volendo ingrandirle per leggere bene il testo si sgranano. Eventualmente posso mandarle in forma integrale se scrivete alla mia mail.

Cordiali saluti e buona domenica.

Francesco Luraschi
Allegati
L03.jpg
L04.jpg
L01.jpg
francesco luraschi
 
Messaggi: 2
Iscritto il: domenica 8 dicembre 2019, 21:07


Torna a Piazza Principale / Main Square



Chi c’è in linea

Visitano il forum: GENS VALERIA e 7 ospiti