Pagina 1 di 1

Riconoscimento nobiltà all'estero

MessaggioInviato: domenica 26 maggio 2019, 23:15
da Lorenzociarcia
Buongiorno,
Ci sono stati in Europa, dove i titoli nobiliari Italiani siano riconosciuti?
Sto pensando di trasferirmi in Inghilterra, però non ho capito ancora la vita della nobiltà Britannica,

Re: Riconoscimento nobiltà all'estero

MessaggioInviato: lunedì 27 maggio 2019, 8:45
da Nessuno
Lorenzociarcia ha scritto:Buongiorno,
Ci sono stati in Europa, dove i titoli nobiliari Italiani siano riconosciuti?
Sto pensando di trasferirmi in Inghilterra, però non ho capito ancora la vita della nobiltà Britannica,


Una bella domanda...

Da quel che ho capito, il mondo intero corre nella direzione del non concedere più titoli e di riconoscere i propri, se l'ordinamento lo permette. La Corona britannica concede solamente titoli di parìa non ereditari per chi siede nella Camera dei Lords. Dal momento che la nobiltà britannica ha molte sfaccettature, non credo che sia in grado di integrare un titolo italiano nel proprio sistema... come lo dovrebbe considerare? Pari? Gentry? Alla stregua di un barone feudale scozzese?

Re: Riconoscimento nobiltà all'estero

MessaggioInviato: lunedì 27 maggio 2019, 16:02
da VictorIII
Hello to all!

secondo la mia opinione amatoriale, la risposta alla domanda posta - per quanto riguarda la capacità di riconoscimento dei "titoli italiani", all'estero, è assolutamente no. nella migliore delle ipotesi, i discendenti dei nobili più alti ricevono un trattamento di cortesia per il vecchio titolo della loro famiglia, ma la questione legale è piuttosto semplice: richiederebbe un monarca italiano per "riconoscere", titoli italiani. come per qualche nuova creazione britannica in riferimento a qualche vecchio titolo italiano, naturalmente per quanto improbabile sarebbe mai accaduto, se così fosse, sarà comunque equivalente a un "nuovo" titolo britannico, e nulla a che fare con il riconoscimento di un vecchio titolo italiano - come la monarchia britannica non ha alcun diritto morale o legale alla cultura o ai monarchi italiani. il meglio che si possa sperare in termini di riconoscimento ufficiale di un titolo vecchio e italiano, da parte di un sovrano totalmente diverso all'estero, sarebbe l'inclusione di un linguaggio che faccia riferimento alla famiglia in Italia, nel nuovo diploma all’estero. così teorizzando, potrebbe eventualmente nel migliore dei casi essere qualcosa come "nel paese all'estero X, creazione del titolo di Y a Mario Rossi, discendente dei vecchi marchesi di Z dall'Italia". a parte questo, puoi solo sperare in un trattamento di cortesia.

Re: Riconoscimento nobiltà all'estero

MessaggioInviato: martedì 28 maggio 2019, 13:33
da Lorenzociarcia
Beh si, nella cortesia,. Pensavo questo perché avevo letto di nobili portoghesi riconosciuti dal re Borbone, e quindi avevano lo stesso trattamento di altri,