CONTESSA ENRICHETTA CAPPELLI DZIEDUSZYKA

Per discutere, di tutto un po' sulle nostre materie / Discussions of a general nature on our topics

Moderatore: Guido5

CONTESSA ENRICHETTA CAPPELLI DZIEDUSZYKA

Messaggioda vezzano » venerdì 12 ottobre 2018, 14:45

La contessa Enrichetta Cappelli Dzieduszyka, usava lo stemma Cappelli, come appare palesemente anche dall'esemplare che allego. Si trattava evidentemente dello stemma "parlante" del marito.
E' forse noto a qualcuno di dove fosse originaria questa famiglia Cappelli, di cui non rilevo alcuna informazione?
Allegati
cappelli (FILEminimizer).jpg
Francesco Boni de Nobili

pro fortis hasta dea
Avatar utente
vezzano
 
Messaggi: 146
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 14:23
Località: Pordenone

Re: CONTESSA ENRICHETTA CAPPELLI DZIEDUSZYKA

Messaggioda Vincenzo Loffreda » venerdì 12 ottobre 2018, 17:09

buonasera,
credo abruzzese (marchesi Cappelli di San Demetrio)
https://it.wikipedia.org/wiki/Raffaele_Cappelli
Vincenzo Loffreda
 
Messaggi: 187
Iscritto il: domenica 29 agosto 2010, 15:24

Re: CONTESSA ENRICHETTA CAPPELLI DZIEDUSZYKA

Messaggioda vezzano » venerdì 12 ottobre 2018, 17:49

Gentile Vincenzo, anzitutto grazie per la cortese risposta. Il suo suggerimento è un'ipotesi o una certezza? Eventualmente lei conosce lo stemma di questi Cappelli, che fra l'altro leggo essere marchesi, ma che nell'esemplare da me postato risulterebbero conti?
Grazie ancora
Francesco Boni de Nobili

pro fortis hasta dea
Avatar utente
vezzano
 
Messaggi: 146
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 14:23
Località: Pordenone

Re: CONTESSA ENRICHETTA CAPPELLI DZIEDUSZYKA

Messaggioda Romegas » venerdì 12 ottobre 2018, 18:46

Una famiglia Cappelli risulta avere il titolo marchionale e le baronie di Turano e Grotte. Lo stemma pero' ha un solo cappello, peraltro prelatizio, ed e' un troncato.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4513
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: CONTESSA ENRICHETTA CAPPELLI DZIEDUSZYKA

Messaggioda Tilius » venerdì 12 ottobre 2018, 23:42

Ma questa serie di stemmi tutti uguali per formato e decoro, su che monumento (?) sono collocati, e con quale fine? Memoria di benefattori?
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12347
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: CONTESSA ENRICHETTA CAPPELLI DZIEDUSZYKA

Messaggioda vezzano » sabato 13 ottobre 2018, 9:28

Sì, è vero, credevo di averlo detto: sono alcuni stemmi collocati sulla facciata del duomo di Firenze e fanno riferimento a persone che contribuirono economicamente alla realizzazione dell'opera. Ho approfondito in quella direzione, per adesso senza risultati.
Per quanto riguarda la contessa Cappelli Dzieduszyka, l'ho trovata tra i benefattori di opere pie fiorentine, dunque credo si tratti dei conti Cappelli di Firenze, che però avevano un altro stemma…
Francesco Boni de Nobili

pro fortis hasta dea
Avatar utente
vezzano
 
Messaggi: 146
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 14:23
Località: Pordenone

Re: CONTESSA ENRICHETTA CAPPELLI DZIEDUSZYKA

Messaggioda bardo » sabato 13 ottobre 2018, 13:43

Buongiorno,
se può interessarle ecco qualche informazione sulla contessa Enrichetta Cappelli Dzieduszyka (n. 1832), nata Henryka hr. Dzieduszycka z Dzieduszyc da Henryk Seweryn Ignacy hr. Dzieduszycki z Dzieduszyc (1795-1845) e da Teodozja hr. Mielżyńska (1807-1878). Nel 1858 sposò tal Maurizio Ca(p)pelli, da identificarsi probabilmente in quel cav. Maurizio Cappelli che fu proprietario della famosa Villa delle Selve in quel di Lastra a Signa. Nel volume Lettere inedite a Galileo Galilei di Arturo Wolinski (Firenze 1872) si cita la contessa «Enrichetta Dzieduszycka, vedova Cappelli», come proprietaria di questa villa.
Maurizio Cappelli era figlio del pistoiese Luigi (1773-1839), medico e scienziato, dal 1803 e per trentaquattro anni professore di giurisprudenza civile e canonica nell'Università di Wilna (l'odierna Vilnius, in Lituania), e poi di diritto e storia ecclesiastica nell'Accademia della medesima città. Suppongo siano state le frequentazioni del padre a permettere l'incontro tra Maurizio Cappelli e la futura sposa.
Nel volume Gli italiani in Polonia dal IX secolo al XVIII di F.F. de Daugnon, si riporta (p. 331): «Ritornò (il Cappelli a Varsavia o a Wilna) nel 1838, avendo già ottenuta la sua emeritura di rivedere la sua patria Pistoia, con le insigni prerogative di nobile lituano, consigliere di stato di S.M. l'imperatore di tutte le Russie, cavaliere dell'ordine di sant'Anna di 2ª classe, con la corona imperiale (sulla decorazione) e fregiato della distinzione onorifica indicante il numero degli anni di un servizio letterario, riconosciuto sovranamente integerrimo, utile, né mai, nel corso di 34 anni, interrotto».

Un saluto,
Luca
Tempus loquendi, tempus tacendi.

Associazione Storico-Culturale RiminiSparita
Avatar utente
bardo
 
Messaggi: 1442
Iscritto il: martedì 23 marzo 2010, 1:45
Località: Rimini

Re: CONTESSA ENRICHETTA CAPPELLI DZIEDUSZYKA

Messaggioda bardo » sabato 13 ottobre 2018, 14:22

Aggiungo qualche altra notula.
I Cappelli furono anche proprietari di Palazzo Borghese, in via Ghibellina a Firenze, una parte del quale fu poi affittata alla Società del Casinò di Firenze (Casinò Borghese), fondata dal principe Poniatowski. La figlia di Maurizio Cappelli ed Enrichetta Dzieduszyka, Anna Teodosia (chiamata così in onore della nonna materna), sposò un Bonelli Crescenzi.
Tempus loquendi, tempus tacendi.

Associazione Storico-Culturale RiminiSparita
Avatar utente
bardo
 
Messaggi: 1442
Iscritto il: martedì 23 marzo 2010, 1:45
Località: Rimini

Re: CONTESSA ENRICHETTA CAPPELLI DZIEDUSZYKA

Messaggioda vezzano » sabato 13 ottobre 2018, 14:36

La ringrazio infinitamente! La sua gentile disponibilità è stata davvero squisita.
Se mai potrò ricambiare il favore...
FBdN
Francesco Boni de Nobili

pro fortis hasta dea
Avatar utente
vezzano
 
Messaggi: 146
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 14:23
Località: Pordenone

Re: CONTESSA ENRICHETTA CAPPELLI DZIEDUSZYKA

Messaggioda Nicolella De Vicaris » sabato 13 ottobre 2018, 15:49

Grano "Senatore Cappelli", varietà antica divfrumento così popolare oggi in Puglia per via delle sue proprietà nutritive. Deve il suo nome a un senatore (chi?) di questo cognome che brevetto' e diffuse tale varietà di grano fra Otto e Novecento in Puglia e altrove. Che buoni i panzerotti con la farina di Senatore Cappelli!

Dalle mie parti vi è masseria Cappelli, forse a Ostuni o Monopoli. Mandami una e-mail privata a elrescador@libero.it e, se vuoi, cerco nell'archivio e biblioteche di famiglia maggiori notizie. Ad maiora!

Damiano Nicolella De Vicaris
Nicolella De Vicaris
 
Messaggi: 120
Iscritto il: martedì 10 aprile 2018, 19:38

Re: CONTESSA ENRICHETTA CAPPELLI DZIEDUSZYKA

Messaggioda vezzano » sabato 13 ottobre 2018, 17:10

Da quanto ho capito potrebbe trattarsi dei marchesi Cappelli di San Demetrio...
Francesco Boni de Nobili

pro fortis hasta dea
Avatar utente
vezzano
 
Messaggi: 146
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 14:23
Località: Pordenone

Re: CONTESSA ENRICHETTA CAPPELLI DZIEDUSZYKA

Messaggioda bardo » sabato 13 ottobre 2018, 18:44

Buonasera,
ma i Cappelli di Luigi e Maurizio, considerato che provengono da Pistoia, come si ricollegano a questi Cappelli abruzzesi?
Tempus loquendi, tempus tacendi.

Associazione Storico-Culturale RiminiSparita
Avatar utente
bardo
 
Messaggi: 1442
Iscritto il: martedì 23 marzo 2010, 1:45
Località: Rimini

Re: CONTESSA ENRICHETTA CAPPELLI DZIEDUSZYKA

Messaggioda vezzano » sabato 13 ottobre 2018, 20:57

Infatti non si collegano...
Francesco Boni de Nobili

pro fortis hasta dea
Avatar utente
vezzano
 
Messaggi: 146
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 14:23
Località: Pordenone


Torna a Piazza Principale / Main Square



Chi c’è in linea

Visitano il forum: dpascale, Egon von Kaltenbach e 10 ospiti