Pagina 1 di 1

Monete: Oro e Argento

MessaggioInviato: sabato 4 agosto 2018, 0:20
da AndreaSperelli
Pongo questa domanda assai generica, ma spero di interesse dei vari forumisti. Come in molti già sappiamo, prima dell’avvento delle banconote il denaro era disponibile in forma di monete. I coni di maggior valore erano in oro o argento e avevano un valore ben definito. Questo valore era determinato dal peso del metallo prezioso usato per coniare una moneta, i commercianti usavano bilance con appositi piombini calibrati per verificare che nessuno avesse limato un po’ di oro prima di cedere la moneta.

Sulla base di questo mi pongo due domande:

1. Una moneta d’ oro francese, veniva accettata anche in Italia dal commerciante di turno ? Visto che il valore era basato sul peso dell’oro penserei di sì, ma non ho riscontro certi.
2. Oggi il valore dell’oro è variabile, lo era anche 200 anni fa ? se così fosse il proprio potere di acquisto avrebbe seguito la stessa variabilità.

Grazie,
A.S.

Re: Monete: Oro e Argento

MessaggioInviato: giovedì 16 agosto 2018, 22:33
da Egon von Kaltenbach
La domanda è molto tecnica e non mi sento di andare oltre un modesto parere: prendiamo l’ultimo caso nazionale di una moneta in argento, ovvero le famose 500 lire, quelle con le caravelle. Ebbene il titolo era 835/1000 e l’argento vi era presente nella misura di 9,35 grammi. Nonostante che, nell’arco temporale del corso di tale moneta, il valore dell’argento abbia subito indubbie variazioni, quel pezzo ha continuato a valere 500 Lire come da facciata. L’unica variazione sarà stata quella determinata dall’inflazione e dal mercato internazionale delle valute. Difficile dire se in un epoche lontane e con mercati molto più semplici e meno codificati degli attuali le situazioni fossero paragonabili anche perché il concetto di valore facciale in pratica non esisteva, ma esistevano la lira, il fiorino, il tallero, la ghinea ….