Rientro salme di Re Vittorio Emanuele e della Regina Elena

Per discutere, di tutto un po' sulle nostre materie / Discussions of a general nature on our topics

Moderatore: Guido5

Re: Elena di Savoia

Messaggioda Elmar Lang » mercoledì 20 dicembre 2017, 17:10

Quello che avvenne tra il 25 luglio e l'8 settembre 1943 va purtroppo ascritto alle pagine più buie della storia italiana.

Anche nelle fasi che portarono alla firma dell'armistizio a Cassibile, non sapemmo condurre la cosa con un minimo di dignità. Il solo vedere il gen. Castellano in borghese (!), con quel sorriso da cena in trattoria...

Una guerra si può vincerla con onore, come vincemmo quella del 15-18; quella '40-'43 la perdemmo ed assieme alla guerra, fummo capaci anche di perdere la dignità, dignità che solo il coraggio ed il valore dei nostri soldati del CIL seppe riscattare, in quanto regolari FF. AA. del Regno d' Italia.

La situazione, nei giorni precedenti l'8 settembre fu confusa e concitata, vero, ma per assicurare la fuga del Re, del governo e dei capi militari che riuscirono ad unirsi al convoglio reale, in pratica (inutile nascondersi dietro ad un dito) il resto d'Italia e le forze militari ivi dislocate, furono abbandonate senza istruzioni.

Vi furono locali episodi di estremo valore, allorché nostri reparti, di propria iniziativa, rsagirono all'ordine tedesco di deporre le armi, financo all'eroica resistenza (per anni dimenticata per l'obbligatoria agiografia partigiana) della divisione Acqui a Cefalonia.

Ma ciò che caratterizzò quel vergognosissimo giorno fu il mantra "aspettate ordini" che giungeva da Roma o da dove venivano diramati i messaggi al resto delle forze Armate.

I tedeschi ci catturarono "col vischio".

Per questo, se una colpa sento di dover rivolgere al Re Vittorio Emanuele, è quella di non esser stato un "Re Soldato" fino all'ultimo, ma di aver fatto la scelta di divenire una delle figure tragiche della nostra storia.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2974
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Elena di Savoia

Messaggioda il-prof » mercoledì 20 dicembre 2017, 19:01

Elmar Lang ha scritto:Anche nelle fasi che portarono alla firma dell'armistizio a Cassibile, non sapemmo condurre la cosa con un minimo di dignità. Il solo vedere il gen. Castellano in borghese (!), con quel sorriso da cena in trattoria...


Condivido, caro Elmar Lang. Soprattutto il mancato uso dell'uniforme da parte del Generale Castellano e il "sorriso da cena in trattoria". Quando guardo quella fotografia mi si stringe il cuore.
Amedeo Ferri
il-prof
 
Messaggi: 69
Iscritto il: martedì 19 agosto 2014, 18:56

Re: Elena di Savoia

Messaggioda contegufo » mercoledì 20 dicembre 2017, 20:29

Immagine
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 2373
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: Elena di Savoia

Messaggioda contegufo » mercoledì 20 dicembre 2017, 22:32

Salve

Ieri sera Martedì 19 Dicembre 2017 a tarda notta 0,30 o giù di lì è andata in onda la consueta trasmissione di Porta a Porta.
Il secondo argomento in programma era se il ritorno delle salme del Re Vittorio Emanuele III e della Regina Elena fosse stato o meno opportuno.

• Dalle varie discussioni è emerso che Vittorio Emanuele IV aveva dato la procura alla sorella Maria Gabriella affinché si adoperasse per il rimpatrio delle salme ma avrebbe dovuto informare i congiunti del procedere dell'operazione step by step, cosa che non sarebbe avvenuta.
• Altro punto interessante è stata la strenua difesa del re Vittorio Emanuele III circa l'avvallo delle leggi razziali da parte di Emanuele Filiberto che evidenziava come per tre volte il Re avrebbe rifiutato la firma ma che di fronte al voto unanime del Parlamento obtorto collo avrebbe controfirmato.
• Infine altro particolare la benevolenza riscontrata verso Umberto II colpevole di nulla a cui l'accesso al Pantheon non sarebbe a priori precluso; pollice verso invece per il di lui padre.

Saluti
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 2373
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: Elena di Savoia

Messaggioda Cav.OSSML » mercoledì 20 dicembre 2017, 22:43

Quando si parla dell’armistizio dell’8 settembre 1943 e dei fatti che ne seguirono mi viene sempre in mente la struggente lettera che il Conte Carlo Fecia di Cossato, eroico e pluridecorato ufficiale di marina, fedelissimo alla monarchia sabauda, scrisse a sua madre il 21 agosto 1944 prima di togliersi la vita.
Ivi si legge: « Da nove mesi ho molto pensato alla tristissima posizione morale in cui mi trovo, in seguito alla resa ignominiosa della Marina, a cui mi sono rassegnato solo perché ci è stata presentata come un ordine del Re, che ci chiedeva di fare l'enorme sacrificio del nostro onore militare per poter rimanere il baluardo della Monarchia al momento della pace. Tu conosci cosa succede ora in Italia e capisci come siamo stati indegnamente traditi e ci troviamo ad aver commesso un gesto ignobile senza alcun risultato. Da questa constatazione me ne è venuta una profonda amarezza, un disgusto per chi ci circonda e, quello che più conta, un profondo disprezzo per me stesso. Da mesi, mamma, rimugino su questi fatti e non riesco a trovare una via d'uscita, uno scopo nella mia vita. »
Le suddette poche tragiche parole (che rileggo spesso con profonda commozione) di questo epico personaggio, a mio giudizio, esprimono molto di più di quanto hanno saputo fare le centinaia di volumi che, sotto diversi punti di vista, hanno analizzato e descritto questo triste ed assai inglorioso periodo storico.
Le tradizioni sono le patenti di nobilità dei popoli.
Avatar utente
Cav.OSSML
 
Messaggi: 343
Iscritto il: giovedì 29 settembre 2011, 15:40
Località: Castrum Maiense

Re: Elena di Savoia

Messaggioda fabrizio guinzio » giovedì 21 dicembre 2017, 0:31

Scusandomi del ritardo(non potevo collegarmi) ringrazio G.M. Catalan. Belmonte della risposta. Grazie e benvenuto, carissimo.
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1799
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: Elena di Savoia

Messaggioda fabrizio guinzio » giovedì 21 dicembre 2017, 1:03

Carissimi, il generale Castellano ha pagato con il suicidio l'armistizio(una truffa ai nostri danni, che ci ha ridotto a nemici cobelligeranti) di Cassibile che suicidio è stato; il colonnello S.S. Dolmann(l'interprete negli incontri Duce - Fuhrer), lo assicura in un libro di memorie(Roma Nazista) donato a mio padre(non lo hanno fatto fuori i germanici). Mi sembra doveroso rammentare anche la resistenza romana a Porta San Paolo, i combattenti delle forze militari al comando di Calvi di Bergolo, genero del Re. Dopo l'8 settembre 1943 istruzioni su da farsi vennero impartite da parte dell'ammiraglio Thaon di Revel, nominato da Sua Maestà suo rappresentante a Roma.
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1799
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: Elena di Savoia

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 21 dicembre 2017, 7:51

Come detto, vi furono isolati episodi di opposizione ai tedeschi, all'indomani dell'8 settembre, ma si trattò di locali, valorosi casi di attaccamento alla Patria, in un momento di totale sbandamento.
Inutile nasconderci dietro ad un dito: se di ordini ne furono disposti, qualcuno dimenticò o non seppe trasmetterli.
Ebbi occasione, da ragazzo, di conoscere il col. Dollmann, quando mio padre era in servizio alla Scuola di Guerra ed ebbe con lui un incontro, dopo una conferenza a Roma.
Il signore tedesco, era affabile e di grande capacità comunicativa, ma a parere di mio padre, in casi a lui noti, falsava la verità o comunque asseriva una sua particolare interpretazione (falsata) dei fatti.
Non lo considererei una fonte particolarmente attendibile.

In conclusione, la vergognosa data dell'8 settembre, non può essere compensata da locali episodi di valore, che danno gloria a chi li compì, non certo ai supremi capi delle FF. AA.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2974
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Elena di Savoia

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 21 dicembre 2017, 7:55

P. S. : non mi pare che il gen. Castellano, si sia suicidato in conseguenza della firma dell'armistizio.

Scomparve, se non erro, nel 1977. Ammetto di non conoscere le cause della morte, avvenuta comunque in tarda età...
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2974
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Elena di Savoia

Messaggioda La Tibalda » giovedì 21 dicembre 2017, 9:33

Nel 1945 a mente fresca le idee erano chiare. Oggi una patina di nostalgia è scesa a edulcorare tutto.
Allegati
6c7ba73f-5b97-4e27-9e26-87e4fd0cf7ba.jpg
Immagine
Avatar utente
La Tibalda
 
Messaggi: 202
Iscritto il: mercoledì 3 novembre 2010, 12:52

Re: Elena di Savoia

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 21 dicembre 2017, 9:43

Beh, forse quella lapide mostra anche una certa passione di parte, decisamente influenzata dalla freschezza degli eventi.
L'epigrafista già considerava Vittorio Emanuele III quale ultimo re d'Italia...
Nulla da eccepire, nel tono e nella drammaticità del testo, essendo stato compilato da ferventi repubblicani...
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2974
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Elena di Savoia

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 21 dicembre 2017, 10:05

Ciò che più di tutto fa tremare le vene ai polsi, è il messaggio di Badoglio alla nazione che, ascoltato nel sonoro originale, fa capire che il Maresciallo nemmeno sapeva pronunziare il cognome del c.te in capo Alleato, da lui chiamato "Èisenòver". Poi, in chiusura quel capolavoro di "detto-e-non-detto", ove nel comunicare che dovessero cessare le ostilità contro gli angloamericani, si aggiungeva che si sarebbe reagito agli attacchi "da qualsiasi altra provenienza" (marziani? Dinosauri? Eschimesi?...). Insomma, nemmeno il coraggio di dire "tedeschi". In altre parole, se al Re vanno ascritte molte colpe, forse quella che a me pare molto grave è di essersi tenuto accanto proprio Badoglio, un uomo che più di altri, merita una severa condanna dalla storia... Sin dalla fine di ottobre del '17...
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2974
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Elena di Savoia

Messaggioda luisa monesi » giovedì 21 dicembre 2017, 13:29

La Tibalda ha scritto:Nel 1945 a mente fresca le idee erano chiare. Oggi una patina di nostalgia è scesa a edulcorare tutto.

Quello che si evince da tutti i post non è nostalgia (anche se questa cosiddetta repubblica democratica in cui viviamo la potrebbe giustificare), ma piuttosto l’argomento in discussione è stata l’occasione per chiarire tanti e tanti punti troppo spesso volutamente dimenticati. La cultura imperante, quella che invitava i brigatisti a parlare nelle università e rifiutava la presenza del papa all’inaugurazione dell’anno accademico, quella per cui i nostri soldati erano sempre descritti come incapaci e opportunisti,(potrei continuare per ore,ma mi trattengo) impediva a chi “sapeva” di parlare. Oggi si è presentata l'occasione di poter esprimersi!
"UNUM ET IDEM"
luisa monesi
 
Messaggi: 65
Iscritto il: lunedì 22 novembre 2010, 10:04

Re: Elena di Savoia

Messaggioda fabrizio guinzio » giovedì 21 dicembre 2017, 14:54

Ho fatto confusione sul generale suicida: quello a cui volevo riferirmi io si è suicidato nel 1943 a Frascati, presso il comando germanico. Secondo me noi italiani siamo in maggioranza autolesionisti e ipercritici nei nostri confronti. La resistenza a San Paolo è stata spontanea in reazione ad alleati divenuti ostili, il generale Calvi di Bèrgolo non ha iniziato alcuna ostilità contro i germanici ed ha avuto un comportamento dignitoso. Il messaggio di Badoglio d'Addis Abeba(predicato in uso R.I.) era, a mio parere, chiaro. Il Re ha fatto benissimo a raggiungere un lembo di territorio nazionale libero da alleati divenuti ostili e da nemici(gli "alleati") divenuti non nostri alleati ma occupatori. Guerra di Liberazione contro i tedeschi e Guerra di Difesa contro la legione straniera cosiddetta anglo - americana entrambe ritenute legittime da Thaon di Revel, la direttiva era di cercare di evitare e ridurre un guerra civile fra italiani. Le Regia Marina e la Marina nazionale repubblichina lo hanno fatto. Mio padre sui mezzi navali al suo comando ha sempre alzato il tricolore stemmato sabaudo senza corona riservata alla flotta regia(lui in Repubblica sociale italiana alias Repubblica dell'onore, la sua Decima Mas si è scontrata anche con i tedeschi). Il 9 settembre è iniziata una gloriosa reazione, tedeschi e "anglo - americani" hanno duramente pagato il loro comportamento sul sacro suolo nazionale. Il comportamento di quest'ultimi ha fatto nascere la R.S.I., quello dei tedeschi la Resistenza ed il C.I.L. delle Regie Forze Armate. Il Principe Luogotenente Umberto sul fronte di Cassino come osservatore aereo ha ricevuto una proposta di massima onorificienza USA, senza seguito perchè in status di nemico cobelligerante.
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1799
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: Elena di Savoia

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 21 dicembre 2017, 16:53

Il generale suicida a Frascati fu nientemeno che il Maresciallo d'Italia Ugo Cavallero, altra tragica figura di quei giorni infausti.

Fatto arrestare per ordine di Badoglio e liberato dai tedeschi all'indomani dell'8 settembre, morì appunto a Frascati poco dopo aver opposto rifiuto alla proposta di combattere a fianco dei tedeschi.
Persistono infatti dei dubbi se il suo sia stato suicidio, o sia stato ucciso -inscenando poi un suicidio- dai tedeschi, dopo esser state inutili le "pressioni" fatte su di lui.

Personalmente ed alla luce delle evidenze storiche, il suicidio appare la cosa più probabile.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2974
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

PrecedenteProssimo

Torna a Piazza Principale / Main Square



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti