Aiuto - Foto per l'identificazione, Sicilia, anni 1800

Per discutere, di tutto un po' sulle nostre materie / Discussions of a general nature on our topics

Moderatore: Guido5

Aiuto - Foto per l'identificazione, Sicilia, anni 1800

Messaggioda VictorIII » lunedì 27 dicembre 2010, 4:40

Gentili Signori,

Come sempre, chiedo scusa per il disturbo di scrivere in italiano.
In primo luogo, i miei auguri per un serenissimo 2011, e una tardiva Buon Natale da parte degli Stati!

Mi rivolgo a voi esperti e signore con un mistero della famiglia:
Un piccolo dipinto ad olio, del mio antenato, si tramanda fin dalla metà del 1800. Il dipinto, ereditato dal mio bisnonno, si diceva che fosse di sua madre, la mia trisavola.

Immagine
(Chiedo scusa per la qualità delle foto di questa pittura)

Il mio trisavola è nata nel 1858, ed era la figlia di un Sindaco (in altri momenti, un "civile") (Caltanissetta). La famiglia possedeva anche le miniere di zolfo (Caltanissetta), e I membri della famiglia paterna è stato anche l'ingegnere comunale per i Moncada, nel 1700.

Paternamente, la famiglia del mio trisavola era più probabile borghesia, e non Nobile - ma essi hanno ricevuto il trattamento di "Don" durante il regno dei Borbone nel Regno delle Due Sicilie. Da parte di madre, il mio trisavola ha fatto discendere da alcune famiglie nobili minori della Sicilia. Più ricerca deve essere fatto sul ramo paterno della famiglia.

Comunque, sto divagando, e chiedo scusa per il riferimento alla condizione economica della famiglia del mio avo - spero di includere tutti i dettagli rilevanti, che grandi esperti e gentile può più facilmente rispondere alla mia domanda umile.

Come il mio bisnonno sempre creduto, il dipinto era di sua madre, e fu completata nel 1870, o forse il più tardi il 1880.
Tuttavia, ci sono stati recentemente informato da un altro ramo della nostra famiglia, che questo dipinto non è stato della nostra trisavola, ma da uno dei miei antenati della mia trisavola, e completato prima del 1850. Purtroppo non ci sono date o segni sulla pittura.

E, infine, di definire in qualche modo questo post ambiguo, umilmente chiedo quanto segue:
1. Basato sul vestito del mio antenato nella pittura, e dato una comprensione generale della situazione della famiglia, è in grado di identificare una volta questo può essere stato fatto?
2. Non ho mai visto un abito simile a questa - che cosa era? Leggenda della famiglia ha detto che era un "abito di corte" (court dress)?? Credo che sia solo un bel vestito indossato in occasioni importanti.
3. Ma forse segnali di qualcosa? Un tempo e un luogo? Qualcosa di diverso da Sicilia 1870? Qualcosa che ci permette di confermare che questo non era la mia trisavola, ma un antenato prima? (L'altro ramo dice che potrebbe essere già alla fine del 1700) ... ?



Come sempre, il mio grazie più umile e sincera
Cordiali Saluti,
Victor
Ultima modifica di VictorIII il sabato 22 gennaio 2011, 18:58, modificato 1 volta in totale.
VictorIII
 
Messaggi: 389
Iscritto il: lunedì 18 maggio 2009, 17:35

Re: Aiuto - Foto per l'identificazione, Sicilia, 1800s

Messaggioda Maurizio Cosentino » lunedì 27 dicembre 2010, 23:02

Gentile VictorIII,
non sono un grande esperto dell' evoluzione e della storia dell' abito femminile, ma mi sembra che, per l' acconciatura dei capelli, per il taglio della giacca, per il tipo di camicia ( quello che si vede ), e per le date riportate, il ritratto potrebbe essere datato dopo il 1875. Sembra un abito da giorno, elegante ma non per occasioni formali a corte. Non credo sia un abito del 1700. Classe agiata. L' ala femminile del forum può aiutare? [hmm.gif]
...sed sunt quoque qui scire volunt ut aedificent / et charitas est. / Et item qui scire volunt ut aedificentur, / et prudentia est.
Maurizio Cosentino
 
Messaggi: 236
Iscritto il: martedì 3 novembre 2009, 14:30
Località: Napoli

Re: Aiuto - Foto per l'identificazione, Sicilia, 1800s

Messaggioda VictorIII » domenica 2 gennaio 2011, 9:14

Gentilissimo Maurizio,
I miei più sinceri ringraziamenti per la risposta. Sono lieto che è possibile identificare un momento generale di questa pittura, che conferma quanto abbiamo sempre pensato, che questo è stato fatto dopo il 1875.

Dopo questa spiegazione, sono sicuro che questo dipinto era davvero la mia trisavola, e non un antenato in precedenza. In realtà, suo figlio - il mio bisnonno paterno, sembrava abbastanza simili, con caratteristiche di marcata scuro:
Immagine
(Sicilia, 1903)


E anche grazie per la conferma che questo non era un abito di corte, che avevo sospettato era solo un racconto fantastico di famiglia per gli ultimi 130 anni.

Indipendentemente da ciò, è ancora un abito molto interessante, quasi esotico. Dispone di uno dei forumists femminile visto un vestito nel 19 ° secolo? Il collo del vestito, sembra essere ispirato da una reale maschi uniforme militare. Hmm.

Grazie ancora Maurizio, e vi ringrazio in anticipo a tutti coloro che possono aiutare.

E a tutti, un sereno e felice 2011!
Cordiali Saluti,
Victor
VictorIII
 
Messaggi: 389
Iscritto il: lunedì 18 maggio 2009, 17:35

Re: Aiuto - Foto per l'identificazione, Sicilia, 1800s

Messaggioda Maria Luisa Alasia » giovedì 13 gennaio 2011, 18:22

Dear Victor,
tha style of the dress in your painting it's closer to the very early !800's...
Check this out;
http://www.museopiraino.it/femminile/do ... 0_1830.htm
Ciao Maria Luisa
Alasia Maria Luisa alasia44@yahoo.com 3 Edson Lane Old Brookville,N.Y. 11545 516-759-4392
Maria Luisa Alasia
 
Messaggi: 1315
Iscritto il: venerdì 31 gennaio 2003, 0:15
Località: New York Stati Uniti

Re: Aiuto - Foto per l'identificazione, Sicilia, 1800s

Messaggioda Tilius » giovedì 13 gennaio 2011, 21:07

VictorIII ha scritto:Un piccolo dipinto ad olio, del mio antenato, si tramanda fin dalla metà del 1800. Il dipinto, ereditato dal mio bisnonno, si diceva che fosse di sua madre, la mia trisavola.
Immagine


A me non sembra affatto un dipinto a olio, ma una fotografia colorata e ritoccata.
A conferma di questa ipotesi si intravede anche negli angoli superiori dell'immagine quello che sembra essere un passepartout bianco ovale.
Si può avere una immagine dell'oggetto completa (cornice inclusa, se presente)?
Questa é stata malamente ritagliata (eliminando oltretutto parte della figura e dello sfondo, la cui completezza certo può aiutare ad una più precisa datazione).
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12668
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Aiuto - Foto per l'identificazione, Sicilia, 1800s

Messaggioda VictorIII » venerdì 14 gennaio 2011, 17:18

Gentilissimi Maria e Tilius,

Maria - la ringrazio per questo "link". Ho notato molte similitudini con l'abito da lei indicato dal 1830, che è anche dalla Sicilia. (And thanks for the English!)

Tilius - dopo ulteriori discussioni con mia zia, si sono effettivamente di destra - non ho avuto tutti i fatti!

Sembra che questo piccolo pezzo, per la prima volta un quadro, e poi a un certo punto era colorata e "dipinto" con olio - ma importante, fosse corretta, essa era in origine una fotografia - che può aiutarci a dire non è dal 1830? Più probabile 1850-1880?
Cercherò di inviare una fotografia più completa, al più presto. Devo cercare di fotografare il retro?

Indipendentemente da ciò, io sono a conoscenza delle funzioni accademiche e il fondamento di questo forum, e so che l'unico vero modo per perseguire la ricerca genealogica è attraverso la ricerca di duro e faticoso di documentazione e archivi di stato civile.

Nel frattempo, proprio discutendo, mi aiuta molto, e lo apprezzo molto.

Come sempre, spero di mostrare solo il rispetto, e solo la speranza di imparare, e di farlo nel modo vero e accademici, promosso in questo forum, e dal Presidente, Pier Felice degli Uberti.

Cordiali Saluti,
Victor
Ultima modifica di VictorIII il domenica 23 gennaio 2011, 17:25, modificato 2 volte in totale.
VictorIII
 
Messaggi: 389
Iscritto il: lunedì 18 maggio 2009, 17:35

Re: Aiuto - Foto per l'identificazione, Sicilia, 1800s

Messaggioda adj » venerdì 14 gennaio 2011, 17:27

VictorIII ha scritto: Tilius - dopo ulteriori discussioni con mia zia, si sono effettivamente di destra - non ho avuto tutti i fatti!


Gentile Victor,
credo che lei ricorra a un traduttore automatico, e questo spiega alcuni risultati "infelici".
In Italiano "sono effettivamente di destra" non significa "è proprio vero" o "ha proprio ragione" ("it's right", "you're right" o equivalenti), ma indica unicamente l'appartenenza politica. ;)
adj
 

Re: Aiuto - Foto per l'identificazione, Sicilia, 1800s

Messaggioda VictorIII » venerdì 14 gennaio 2011, 17:31

Gentile adj,
Lei è certamente corretto! Un traduttore male! Le mie scuse ... e una risatina?... [ops.gif]

Bene, vi ringrazio per la lezione in italiano. Sempre molto apprezzato!

... [bangin.gif]
VictorIII
 
Messaggi: 389
Iscritto il: lunedì 18 maggio 2009, 17:35

Re: Aiuto - Foto per l'identificazione, Sicilia, 1800s

Messaggioda Maria Luisa Alasia » sabato 22 gennaio 2011, 1:25

Caro Victor,
potresti darci i nomi e cognomi degli avi che ricerchi? " first and last names of your ancestors "
Faciliterebbe le ricerche ai ricercatori! [euro.gif]
Ciao, Maria Luisa
Alasia Maria Luisa alasia44@yahoo.com 3 Edson Lane Old Brookville,N.Y. 11545 516-759-4392
Maria Luisa Alasia
 
Messaggi: 1315
Iscritto il: venerdì 31 gennaio 2003, 0:15
Località: New York Stati Uniti

Re: Aiuto - Foto per l'identificazione, Sicilia, 1800s

Messaggioda VictorIII » sabato 22 gennaio 2011, 18:57

Cara Maria,
Grazie per i tuoi consigli, sempre gentile.
Per quanto riguarda il cognome dei miei antenati:

Dal 2006, una ricerca di linee mia famiglia sia in Sicilia e in Puglia (Bari e Caltanissetta) È stata condotta da uno storico e genealogista da Milano (scritto bellissimi libri sul Fieschi e Grimaldi), che è anche un carissimo amico per me.

Indipendentemente da ciò, la ricerca è molto seria e molto lungo, e ancora continua a Bari, Caltanissetta, e poi agli archivi degli Stati di Napoli.

Pertanto, spero solo di ottenere informazioni riguardanti la foto della mia famiglia. Non voglio interferire con il mio amico e genealogista. In realtà, tutto il lavoro è fatto negli archivi, in modo da conoscere i nomi per una ricerca "googlebooks" in realtà non ci aiuterà. In entrambi Bari e Caltanissetta, siamo stati sul archivi parrocchiali ora, la linea di Caltanissetta andando al 1750 e la linea a Bari attualmente in corso al 1690.

Ma, visto che sei così gentile, cercherò:
riguardo a questa signora: era dalla famiglia Lo Piano.
Suo padre, D. Giuseppe Lopiano, fu sindaco di Caltanissetta, e proprietario. Il nonno, era un architetto. L'attuale antenato più antico conosciuto di questa linea è architetto don Agostino Lo Piano (o Lopiano), nato 1785, morto 1849.

I figli maggiori di questa famiglia, tutti noti come D Agostino Lopiano o Lo Piano, erano anche architetti.

Questo antenato aveva anche un fratello, Giovanni Lo Piano, nato nel 1790, anche un architetto. Giovanni era architetto del Chiesa Matrice, San Cono, Catania, 1838.
Cugino di mio trisavola, la signora nella foto, era anche noto come D. Agostino Lo Piano, un altro architetto e nipote del primo D. Agostino nato nel 1780.


Nel 1871, Agostino Lo Piano Pomar, è nato, pronipote del primo D. Agostino Lo Piano (nato 1785). A questo punto, la famiglia andò due modi. Il mio ramo, molto fedele all'ideale della monarchia - pensieri molto diversa da quella conosciuta Lo Piano Pomar, nostro cugino idealistico!
http://it.wikipedia.org/wiki/Agostino_Lo_Piano_Pomar ...

Quindi sì, non si sa nulla dei nostri antenati Lo Piano, che è venuto prima della prima D. Agostino, nato 1785
Ma, questo è il motivo per il genealogista sta lavorando. :)

La mia trisavola nella fotografia, attraverso la madre, è venuto dalle famiglie Abela, Neocastro (Nicastro), D'Arena, e Maida.

Per quanto riguarda la mia famiglia paterna, i Melfa, il nostro antenato più antico conosciuto, Felice Melfa, nato nel 1750. La famiglia, sempre propretario, fedeli ai Borbone, ricoperto incarichi nell'amministrazione pubblica e locale per la Borbone, alcuni giudici, e gli uomini d'affari.

La storia orale è che siamo sempre venuti dalla Francia, e attraverso un test del DNA, abbiamo trovato un comune antenato paterno, intorno al 1200, con la famiglia inglese, "Hopkins".

Il mio antenato, Ignazio Melfa, nato nel 1825, sposato in una famiglia che sono anche molto interessato a, i miei antenati Lo Coco.
Immagine ... Un baffi meravigliosi, davvero! [euro.gif]
(Ignazio Melfa, Caltanissetta, 1860)

i Lo Coco ritiene che discendono da un Zullo Lu Cocu, "vinitor" di Pedara, 1416.
Naturalmente l'unico modo per scoprire veramente questo è attraverso una ricerca continua e rigorosa archivio, ora in fase di parrocchia.

I miei antenati Melfa, negli anni 1870, ereditò la terra, "contrada Balata" ... ???... dalla loro linea di Lo Coco, oltre ad altre proprietà. i Lo Coco erano borghesia, ma certamente presenti sull'isola per molti secoli.


Infine, la ricerca nei centri di Bari circa i miei antenati Colaianni. È interessante notare che sia Antonio Beatillo e Vincenzo Massilla descrivere il Colaianni come uno dei "Famiglie Nobili Greche", venire a Bari, dalla Grecia o bizantina, essendo venuto poco dopo la Dottula, e insieme con il Effrem, Gizzinosi, Protospada, Elia, Carofili, e altri:
http://books.google.com/books?id=LJ4BAAAAQAAJ&pg=PA104&dq=%22kyri+colajanni%22&hl=en&ei=iAk7Tb_FEIKKlwfshOHIBg&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=1&ved=0CCMQ6AEwAA#v=onepage&q=%22kyri%20colajanni%22&f=false


Più avanti nella storia, come ha osservato Beatillo, in Storia di Bari, la famiglia è stata importante (governò la città per il popolo), ma non nobile:
"Ne' medesimi tempi un gentiluomo Siciliano da Catania per nome Colantonio Buonafede, posta per varie cause in abbandono la patria, in Bari si ricovro a godere il felice governo della Duchessa, dove perche con grossa dote prese per moglie una donna del popolo, fu percio dai Baresi aggregato al jus, che chiamano del popolo, unendo la di lui famiglia con l'altre, che allora governavano per lo popolo il pubblico, come son per esempio, oltre le nominate altrove, quelle de' Melioti, Carissimi, Baldis, Pirris, Valtes, Valerii, Bonavogli, Cianciarusi, Lombardi, Graziosi, COLAJANNI, Pizzoli, Caldaroli, Ottomani e Bonacci."


Tuttavia, poi venne il ramo Colaianni, il Nobile di Molfetta, abitata Palazzo Colaianni, nel 1799, dove don Michele Colaianni è stato un sospetto Giacobino,
sono stati imparentele con il Lamberti, ma questo ramo non è estinta, come erroneamente scrive la pubblicazione:
http://books.google.com/books?id=NUJKAAAAYAAJ&pg=PA27&dq=%22lamberti%22,+%22colaianni%22&hl=en&ei=MxA7TfXnL4GKlweiqcDMBg&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=2&ved=0CCYQ6AEwAQ#v=onepage&q=%22lamberti%22%2C%20%22colaianni%22&f=false

Bertini-Frassoni comprende i Colaianni di Bari e Sicilia in Rivista Araldica, riconoscendoli come Grechi o bizantine pure.
Famiglie di Origine Ellenica nell'ex Reame delle Due Sicilie
Colajanni (Bari, Sicilia)

Magnifico D. Cataldo (o Cataldus) Colajanni era un uomo molto importante a Bari, Sindaco negli anni 1580 fino agli inizi del 1600, e anche cassiere della città, e cassiere dell'Università.

Poi ci sono i vecchi Colaianni di Roma (Saba), molto molto importante, è venuto a Roma con la Colonna, e alzò le stemma, come osservato da Amayden:
COLAIANNI. — Arma: D'azzurro alla capra passante d'argento cornata d'oro - (Stemma di Famiglie Romane)

Questa famiglia ha molte posizioni importanti per i Papi, senatori nel 16 ° secolo, e ha prodotto un Santo. Imparentele con il Griffoni:
GRIFFONI -
Nell’anno 1446 Valerio dei Griffoni del Rione Trevi, fu uno dei gentiluomini romani onorato da papa Eugenio di abito di nobiltà.
Nell’anno 1452 compra una vigna Venerabilis Vir Baptista de Griffonibus, il qual Battista fu Canonico e Vicario di Santa Maria Maggiore, fondò una Cappella in San Nicola de Arcioni, dove volle essere seppellito come appare dal suo testamento dell’anno 1461.
Nel 1483 si legge nel Catasto del Salvatore Dom. Paulus de Griffonibus Legum Doctor (2). Nel 1541 parentato tra Domenica de Ecclesia e Prospero Griffoni. Ed in appresso parentarono colli Guicciardini, colli Romulacci, con i Landi, con Sinibaldi, con COLAJANNI e colli Fabij.

Il Colaianni di Roma sembrano scomparire dal 1700.
Non so se questa famiglia è legato alla mia Colaianni di Bari.


Quindi una risposta molto lunga alla tua domanda, Maria. Sempre con la conoscenza e la comprensione che l'unico modo per continuare questa ricerca non è attraverso googlebooks o ricerche su Internet, ma la fiducia in mio amico e genealogista, che è molto competente e compiuto.

E, infine, lascio con la memoria di mia bisnonna, Maria Elvira de Masi Colaianni
Immagine
(Bari, 1905)

Con un grazie e auguri a tutti,
Victor
VictorIII
 
Messaggi: 389
Iscritto il: lunedì 18 maggio 2009, 17:35

Re: Aiuto - Foto per l'identificazione, Sicilia, anni 1800

Messaggioda VictorIII » mercoledì 20 novembre 2019, 8:11

diversi anni fa ho presentato un riassunto incompleto dei miei antenati Lo Piano e ho confuso alcuni membri di questo lignaggio. Nel tentativo di correggere inserisco ciò che conosco, ancora in attesa di un rapporto ufficiale dall'Italia per comprendere la storia completa di Lo Piano.

Until then, this is what I know ...
1a) mag. Giuseppe Lo Piano di Mariano si sposa nel 1673 Gaetana Trigona da Palermo, figlia di Romualdo Trigona da Palermo. I documenti in possesso dei miei cugini Lo Piano indicano mag. Giuseppe come maestro fabricatore e anche architetto in alcuni casi. Non ho controllato tutti questi documenti e ho visto solo il documento di matrimonio che mi mostravano i miei cugini. È insolito nella Sicilia del 17 ° secolo essere chiamato entrambe le professioni ??

2a) mag. Arcangelo Lo Piano nato intorno al 1675
2b) mastro Paolino Lo Piano nato intorno al 1680, oggetto di un affascinante evento storico nel 1703: http://www.centrocammarata.com/rassegna ... re2012.pdf

3a) D. Michele Lo Piano (di mag. Arcangelo), architetto nato nel 1709 si sposa due volte, un Arcuri e poi un Lazzaro. Nel 1731 stato Della città di caltanissetta dell'arciprete Riva, l'architetto Michele è l'unico Lo Piano a ricevere l'onore o il trattamento di Don, ha anche scritto in questo modo in vari documenti provenienti sia dalle parrocchie che dagli archivi comunali, sempre chiamati architetto . Nel 1774 viene eletto capo mastro marammiere della cattedrale di Caltanissetta, ma nei successivi processi di matrimonio delle successive generazioni di Lo Piano nel XIX secolo è sempre D. Michele Lo Piano architetto.

A questo punto la famiglia si divide in due rami principali ...

4a) D. Gaetano Lo Piano I architetto (di D. Michele) nato nel 1734 sposa una Lunetta
4b) D. Leonardo Lo Piano (di D. Michele) nato nel 1745, proprietario, o sorprendentemente in un documento dopo la sua morte, chiamato mastro fabricatore nello stesso documento che chiama di nuovo suo padre, D. Michele, architetto. sposa Donna Ignazia Spagnolo. Perché il passaggio dall'architetto al mastro fabricatore dalla 3a al figlio minore 4b?

5a) D. Agostino I (di D. Gaetano) architetto nato nel 1762 sposa un Giammuso
5b) D. Giovanni Lo Piano (di D. Leonardo) nato nel 1799, possidente, proprietario, civile, si trasferisce a Napoli e sposa un Criscuolo da una famiglia di fedeli lealisti di Borbone, suo padre uno degli uomini del reale lancia di Ferdinando IV , ogni cugino in servizio militare o servizio al Borbone. Quindi tornano in Sicilia, dove è architetto della chiesa madre di San Cono nel 1838. A parte questa indicazione, non abbiamo notizie su Giovanni a Napoli ... Possiamo sospettare che abbia lavorato come architetto o che abbia appena vissuto fuori di un reddito lì e non ha funzionato ??

6a) D. Gaetano Lo Piano II (di D. Agostino I) nato nel 1785 architetto e ingegnere regionale per il Borbone, progetta numerosi palazzi e chiese in Sicilia, persino parchi tra cui la villa Isabella a Caltanissetta. Sposa la gentildonna Maria Vaccaro. commissario del consiglio di antichita e belle arti per il Borbone. Intendente di Caltanissetta. Affascinante questo cugino era un caro amico dello mio antenato mag. Salvatore Melfa, probabilmente hanno fatto progetti insieme, e sicuramente parte dell'impulso per i due fratelli Melfa e le sorelle Lo Piano, due generazioni dopo.
6b) D. Giuseppe Lo Piano nato nel 1838 (di D. Giovanni) possidente, proprietario, civile ... ma mai alcuna indicazione della sua professione. Sposa una Maida. Al momento del suo matrimonio è un fabbriciere della stessa cattedrale che il suo bisnonno, l'architetto D. Michele, fu eletto capo mastro marammiere, un secolo prima. La mia comprensione è che fabbriciere a metà del XIX secolo indicava lo stesso ufficio di marammiere nel XVIII secolo. È probabile che questa posizione fosse ereditaria ?? Aveva anche una funzione specifica di supervisione architettonica che poteva permetterci di concludere che Giuseppe era anche un architetto? È possibile che non abbia funzionato ??

7a) D. Agostino Lo Piano II (di D. Gaetano II), architetto e ingegnere regionale e comunale, scritto negli almanacci reali Delle due Sicilie Corpo d'ingegneria dei ponti e strada Prima Ispezione, e Consiglio edilizio. Come suo padre progettò anche molti palazzi e chiese in Sicilia. Sposa Concetta Tumminelli ed eredita parte delle miniere di zolfo Tumminelli.
7ab) cav. D. Serafino Lo Piano, ingegnere (di D. Gaetano II) sposa Pomar dei marchesi di Montemesola.
Immagine
7b) Luigia Lo Piano / Lopiano (di Giuseppe), civile - lei e sua sorella sposano due fratelli Melfa
Immagine
(E dopo molti anni ho scoperto che l'abito è forse couture francese, in realtà con caratteristiche molto simili a un noto produttore francese di Parigi che vende in Sicilia in quegli anni. Rimango ancora riconoscente per imparare altro.

8a) D. Agostino Lo Piano III (di D. Agostino II), avvocato, sposa Girolama Bartoccelli, nipote del Barone Girolamo Bartoccelli.
8aa) cav. Giuseppe Lo Piano (di D. Agostino II) avvocato, banchiere, sindaco di Caltaissetta, sposa Movizzo (questo cugino che avevo inizialmente confuso per mio Giuseppe, entrambi discendenti direttamente dal comune antenato D. Michele Lo Piano architetto nato nel 1709)
8ab) Agostino Lo Piano Pomar, nato nel 1871 (di cav. D Serafino), avvocato, Sottosegretario di Stato del Ministero della pubblica istruzione,
Sottosegretario di Stato del Ministero dell'industria e del commercio, Sindaco di Caltanissetta, Deputato del Regno d'Italia
Legislature XXIV, XXV, XXVI. Sposa Roxas dei Marchesi di Poza.
Immagine

È affascinante per me analizzare il movimento sociale ed economico di questa famiglia. Attualmente aspetto i risultati della ricerca archivistica condotta da un amico e genealogista socio IAGI, ma è stato particolarmente gratificante per me fare la ricostruzione parziale dai documenti di mio cugino insieme ai documenti disponibili su antenati (dai quali, grazie al processo matrimoniale di Napoli, ho controllato personalmente il mio percorso verso D. Michele architetto nato nel 1709. Che bella esperienza. I dati prima di questa data sono informazioni dai miei cugini in Sicilia). Apro anche questi dati per la possibilità di collaborazione - Gradirei molto qualsiasi novità che chiunque possa incontrare sull'opera architettonica dei vari Lo Piano. Inoltre sarei particolarmente grato per la comprensione delle connessioni tra gli uffici del capo mastro marammiere del XVIII secolo che era un architetto e tre generazioni dopo il suo discendente come fabricciere della stessa cattedrale. I miei più sinceri ringraziamenti!
VictorIII
 
Messaggi: 389
Iscritto il: lunedì 18 maggio 2009, 17:35

Re: Aiuto - Foto per l'identificazione, Sicilia, anni 1800

Messaggioda VictorIII » mercoledì 20 novembre 2019, 8:21

If possible, may we move this thread to Storia di Famiglia e Genealogia?
Thanks!
VictorIII
 
Messaggi: 389
Iscritto il: lunedì 18 maggio 2009, 17:35


Torna a Piazza Principale / Main Square



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti