Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Manifestazioni ed eventi di organizzazioni in Italia e nel mondo/Demonstrations and events of organizations in Italy and in the world

Moderatore: Alessio Bruno Bedini

Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Messaggioda MAX08 » mercoledì 24 maggio 2017, 14:07

Segnalo la mostra temporanea che si tiene a Vicenza, presso il Museo del Gioiello, dal 24 maggio al 17 settembre 2017. La curatrice è Alessandra Possamai.

A questo link la presentazione sul sito del Museo: https://www.museodelgioiello.it/it/most ... orificenze

Cordiali saluti,
M.
quod homines de Cenedese, Belluno, et Feltre erant liberi homines et nobiles (a.D. 1179) - Massimo Della Giustina

http://www.ascenedese.it
https://independent.academia.edu/massimodellagiustina
Avatar utente
MAX08
 
Messaggi: 548
Iscritto il: mercoledì 13 febbraio 2008, 13:10
Località: Pedemontana veneta

Re: Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Messaggioda MAX08 » mercoledì 24 maggio 2017, 14:18

Qui il comunicato stampa di presentazione della mostra, con qualche informazione in più.

https://www.museodelgioiello.it/images/ ... ri_ITA.pdf
quod homines de Cenedese, Belluno, et Feltre erant liberi homines et nobiles (a.D. 1179) - Massimo Della Giustina

http://www.ascenedese.it
https://independent.academia.edu/massimodellagiustina
Avatar utente
MAX08
 
Messaggi: 548
Iscritto il: mercoledì 13 febbraio 2008, 13:10
Località: Pedemontana veneta

Re: Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Messaggioda Tilius » giovedì 25 maggio 2017, 11:19

Interessante iniziativa.
L'affiancare cose di estrazione assai aristocratica (per qualità esecutiva e aulica provenienza:le decorazioni di Giolitti) a roba che viene via un tanto al chilo (tutto il resto) lascia un poco perplessi... ma comunque interessantissima.
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11699
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Messaggioda Tilius » giovedì 25 maggio 2017, 11:23

Dimenticavo il titolo: capisco che siamo al Museo del Gioello e quindi vi siano esigenze comunicativo-istituzionali quasi inaggirabili, ma l'espressione "I GIOIELLI DELLE ONORIFICENZE" é qualcosa che fa sanguinare le orecchie (per la quasi assoluta incompatibilità semantica dei termini) agli addetti ai lavori.
Una onorificenza non é un gioiello (salvo rari casi).
Un gioiello non é una onorificenza (tranne rari casi; va poi detto che nelle barbare terre albioniche usano "jewel" per indicare il pendente della fascia di gran croce: termine che io aborro se traslitterato in italiano, ma altri ben più esperti di me sono più permissivi...)
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11699
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Messaggioda Tilius » giovedì 25 maggio 2017, 11:24

[sorry.gif]
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11699
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 25 maggio 2017, 11:59

Non mancherò di andare a visitare la mostra, che sicuramente sarà interessante ed istruttiva sotto ogni aspetto.

Circa la querelle decorazione / gioiello, osserverei che solitamente, gli inglesi chiamano "badge" (distintivo) il pendente d'un ordine. I francesi, effettivamente (riferendosi alla Gran Croce), da sempre si riferiscono al "bijou", così come i tedeschi, sempre per il pendente di Gran Croce dicono "Kleinod", entrambi significanti "gioiello".

Probabilmente, nella mostra vicentina, vista anche la cornice ove è organizzata, si punta soprattutto all'aspetto orafo delle decorazioni.

Sul sito, onestamente, urta un po' vedere quella strafarlocchissima insegna "templare", posta quasi con maggior enfasi della Gran Croce dell'Ordine Prussiano dell'Aquila Rossa.

Il Presidente Giolitti, ricevette le massime onorificenze europee (credo anche gli ordini russi di S. Andrea e quello di S. Alessandro Nevskij, quest'ultimo, nella speciale classe "con gioje").

A presto,

E.L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2511
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Messaggioda Tilius » mercoledì 31 maggio 2017, 7:36

Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11699
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Messaggioda Tilius » mercoledì 31 maggio 2017, 7:53

Elmar Lang ha scritto:Sul sito, onestamente, urta un po' vedere quella strafarlocchissima insegna "templare", posta quasi con maggior enfasi della Gran Croce dell'Ordine Prussiano dell'Aquila Rossa.

La curatrice é particolarmente proud della farloccata templare giacché insegna maschile conferita a donna e quindi rompendo "un tabù"... [sweatdrop.gif]

Il Presidente Giolitti, ricevette le massime onorificenze europee (credo anche gli ordini russi di S. Andrea e quello di S. Alessandro Nevskij, quest'ultimo, nella speciale classe "con gioje").


Presente! [thumb_yello.gif]

Aggiungo che sono bruttarelli alquanto (oltre che francamente fuori luogo) i gioielli ispirati a croci cavalleresche...
Allegati
Ordine.jpg
Ordine.jpg (114.22 KiB) Osservato 891 volte
Croci-Gioiello.jpg
Croci-Gioiello.jpg (95.5 KiB) Osservato 891 volte
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11699
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Messaggioda Tilius » mercoledì 31 maggio 2017, 11:02

Tilius ha scritto:Aggiungo che sono bruttarelli alquanto (oltre che francamente fuori luogo) i gioielli ispirati a croci cavalleresche...

E aggiungo che potrebbero anche essere vere insegne della Corona d'Italia poi trasformate ad uso gioiello.
[crybaby.gif] [yikes.gif] [stretcher.gif]
#vandalismo
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11699
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Messaggioda contegufo » mercoledì 31 maggio 2017, 19:21

Salve

Fra gli "oggetti" esposti trovo un Collare dell' Annunziata:

ORDINE DELL’ANNUNZIATA

Piccolo Collare

Bronzo dorato
6,5 x 4,5 cm (pendente) 67 cm (collana)
Collezione Andrea Rosso
Italia – Regno


Ma non dovevano essere restituiti al mittente?

Saluti
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 2196
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Messaggioda Tilius » mercoledì 31 maggio 2017, 19:32

ANCORA? :D
Solo il GRANDE COLLARE andava restituito. Il piccolo collare e la relativa placca rimaneva alla famiglia. ;)
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11699
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Messaggioda Tilius » mercoledì 31 maggio 2017, 19:35

All'esterno è il grande collare. All'interno è il piccolo, con placca.
Allegati
annunziata.jpg
annunziata.jpg (74.81 KiB) Osservato 862 volte
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11699
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Messaggioda Tilius » mercoledì 31 maggio 2017, 19:42

Il grande collare è più grande, è interamente smaltato, è composto di placche con il motto FERT intrecciato a nodi di Savoia, il tutto smaltato, alternate a rose smaltate di bianco e di rosso.
I grandi collari, salvo qualche eccezione, erano in oro smaltato.

Il piccolo collare non ha smalti, è più piccolo, è di solo metallo dorato (solitamente è argento dorato, ma sovente se ne trovano esemplari economici in bronzo, raramente vene sono esemplari in oro massiccio), è composto da placchette più piccole traforate col motto FERT.
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11699
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 1 giugno 2017, 12:43

Dunque, appena possibile, cercherò di andare a visitare la mostra vicentina, perché purtroppo, in quell'esposizione, le panzane non son poche.

A parte l'esposizione della decorazione farlocco/templare in mezzo a cose ben più illustri, vedo anche la breve descrizione del bel pendente di Gran Croce dell'Ordine dell'Aquila Rossa appartenuto a Giolitti. Ok che le aquile rosse siano quelle brandeburghesi, ma definire "reali" le corone poste sul capino dei rossi volatili, mi pare un pochino azzardato.

Sarebbe interessante conoscere il pensiero della D.ssa Possamai, curatrice della mostra.

Forse, anche questa mostra, riflette lo stato deprimente nel quale si trovano gli studi e le ricerche in campo faleristico, in Italia. E' assai controproducente che mostre del genere siano curate da chi ne sa ben poco.

Cosa questa, pure istruttiva.

E.L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2511
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Dame e Cavalieri. I gioielli delle onorificenze

Messaggioda Elmar Lang » giovedì 1 giugno 2017, 12:54

P.S.: riguardo il piccolo collare dell'Annunziata, questi, son stati realizzati in oro, più o meno a partire dalla metà del XIX Sec. i più antichi, per intenderci quelli in uso nell'epoca Napoleonica e della Restaurazione, erano in bronzo dorato ed in alcuni casi più rari, in argento dorato. Tale prassi è attestata dal gruppo di piccoli collari (ormai perduti per sempre) che appartennero alla famiglia Thaon de Revel, ben illustrati ed ottimamente descritti nel I volume di "Onori e Glorie" dell'Amb. Dr. A. Spada
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2511
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Prossimo

Torna a Manifestazioni/Eventi



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti