Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Cosa ne pensate della possibilita di fare l'esame del DNA nel cromosoma Y per scoprire le origini genealogiche dei propri avi?

Sono contrario a questo tipo di indagine!
3
3%
La cosa mi è indifferente
4
4%
Preferisco la classica ricerca genealogica - documentale
12
12%
E' un'ottima possibilità che viene offerta per sopperire casi in cui vi sia carenza documentale
79
81%
 
Voti totali : 98

Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » sabato 2 febbraio 2008, 22:55

Riporto un pezzo di un articolo pubblicato nell'ultimo bollettino IAGI:

Il cromosoma Y viene tramandato invariato di padre in figlio. Ogni uomo di sesso maschile eredita a sua volta il suo cromosoma Y solo ed esclusivamente dal padre.

Un confronto del DNA mitocondriale e del cromosoma Y in uomini con storie diverse, da ai genetisti un’idea di quando e dove questi gruppi si sarebbero suddivisi nelle varie migrazioni di popoli in giro per il mondo. Se confrontiamo ad esempio i cromosomi Y di europei ed aborigeni australiani, scopriremo delle differenze peculiari: gli aborigeni di sesso maschile sono frequentemente portatori di un cromosoma Y con una sequenza ben precisa in un punto del DNA. Non è possibile trovare questo marker, denominato M130, nei soggetti europei, ma se ne trova un altro, conosciuto come M89, che invece non è presente negli aborigeni. Invece, il marker M168 è riscontrabile in ambo i gruppi. E’ evidente che esistesse anche un progenitore di sesso maschile comune agli europei ed agli aborigeni, da cui deriva il marker M168. I suoi predecessori hanno però preso cammini diversi: gli uni si sono insediati in Asia sudorientale ed in Australia, mentre gli altri si sono avvicinati con il passare del tempo, in Europa. Una volta giunti alla fine dei contatti tra i gruppi, sono emerse ulteriori mutazioni casuali, che sono state trasmesse di generazione in generazione e che sono oggi osservabili solamente in una delle due popolazioni.


Aplogruppi del cromosoma Y

Immagine

Riepilogo delle mutazioni che determinano i principali aplogruppi del cromosoma Y umano

Immagine

L'articolo completo è su http://igenea.com/genealogia-dna-test-g ... co-600.htm
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6766
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » sabato 2 febbraio 2008, 23:08

Come riportato anche sul bollettino IAGI, i soci in regola con la quota sociale 2008 dell'Istituto Araldico Genealogico Italiano, dell'Associazione insigniti Onorificenze Cavalleresche hanno diritto ad ottenere uno sconto del 15% suglie esami del DNA genealogico effettuati tramite:

iGENEA.com
Gentest.ch GmbH
Schlossgasse 9
Postfach 7179
CH-8023 Zürich
tel: 800 870 347
mail: info@gentest.ch

http://www.igenea.com
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6766
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda zagor » martedì 5 febbraio 2008, 15:11

quanto costa più o meno un esame del genere?
qualcuno del forum lo ha provato?
Zagor
zagor
 
Messaggi: 155
Iscritto il: giovedì 14 settembre 2006, 0:46
Località: bari

Messaggioda T.G.Cravarezza » martedì 5 febbraio 2008, 15:15

I costi sono riportati sul sito( si parte dei 105 euro fino ai 650).
Ad ogni modo ritengo possa essere un valido metodo che non sostituisce la classica ricerca documentale, ma è molto interessante.
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6529
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Messaggioda zagor » martedì 5 febbraio 2008, 15:50

in cosa consiste di preciso?dicono se esistono dei collegamenti con qualche famiglia che hanno in un database?o si limita a trovare l'origine della famiglia?
Zagor
zagor
 
Messaggi: 155
Iscritto il: giovedì 14 settembre 2006, 0:46
Località: bari

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » martedì 5 febbraio 2008, 17:37

zagor ha scritto:in cosa consiste di preciso?dicono se esistono dei collegamenti con qualche famiglia che hanno in un database?o si limita a trovare l'origine della famiglia?


Si. Se nel loro database che contiene al momento 240.000 DNA ci sono persone collegate lo dicono.

Inoltre, se si da assenso a ricevere email, nei prossimi 25 anni si è contattati da altri "parenti" che in futuro faranno il test.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6766
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda zagor » martedì 5 febbraio 2008, 17:52

prendono in considerazione solo la discendenza in linea maschile?
qualcuno ha già provato questo esame?
Zagor
zagor
 
Messaggi: 155
Iscritto il: giovedì 14 settembre 2006, 0:46
Località: bari

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » martedì 5 febbraio 2008, 18:06

zagor ha scritto:prendono in considerazione solo la discendenza in linea maschile?
qualcuno ha già provato questo esame?


Bè ovviamente l'esame del cromosoma Y lo possono fare solo persone di sesso maschile e prende in considerazione solo la linea patrilineare.

Per la linea materna c'è l'esame del DNA mitocondriale ma è un'altra cosa.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6766
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda MMT » giovedì 7 febbraio 2008, 15:41

Carissimo Alessio,
la ricerca genealogica tramite DNA potrebbe essere una vera svolta nel suscitare l'interesse delle persone al proprio passato. Basta però che non sia scontato: è ovvio che tutti noi abbiamo avuto un progenitore nell'Africa, definita nei libri di scienze e di storia come "culla della civiltà". :wink:
Ma a proposito riporto battuta di un caro amico durante un convegno: "attenzione... si potrebbe verificare così quanti "scambi" nei letti ci sono stati durante nel corso del tempo"! :D Ovviamente si riferiva a confrontare il DNA di noi vivi con quelli delle osse di antichi antenati sepolti ormai da secoli! :wink:

Michele
MMT
 
Messaggi: 4653
Iscritto il: lunedì 13 gennaio 2003, 17:01
Località: Roma

DNA e ricerche genealogiche

Messaggioda fabrizio guinzio » giovedì 7 febbraio 2008, 19:20

Caro Michele, proprio la possibilità da te simpaticamente postata mi sembra particolarmente interessante. Già l''incremento del data - base dei viventi offrirà sempre maggiori possibilità accertative ed eventualmente correttive. Ma trovo particolarmente affascinanti le ricerche basate sui resti dei nostri avi. Esempio concreto: io ho in corso a dire il vero più accertamenti documentali su quanto già noto che ricerche sul casato Guinzio o Guinzoni(per la verità è stato tramandato che il capostipite canavesano si chiamasse Carlo Guinzò, ma nella precipitosa fuga da Alassio a Roma mio nonno nel 1945 dovette abbandonare mobili, documenti e quant'altro);ma a latere di tali accertamenti documentali, mi sembra doverosa la ricerca genetica sui viventi con tali cognomi. Poi quella antiquaria sui resti degli avi con tali cognomi. Ma ho alcuni dubbii che forse solo dei genetisti mi potrebbero togliere. Un caro saluto a tutti voi, da Fabrizio forse Guinzio forse Guinzoni forse già Quinctius forse????????
Ultima modifica di fabrizio guinzio il venerdì 30 ottobre 2009, 13:33, modificato 1 volta in totale.
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1819
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Messaggioda rosetano » venerdì 8 febbraio 2008, 19:27

Scusate l'ignoranza :? ,
si potrebbe vedere un esempio di referto di questo test?
non riesco a capire bene che tipo di indicazioni possa dare nell'ambito di una ricerca genealogica...
se ho letto bene con un test su 37 marker, riuscirei a sapere a quale ceppo originario appartengo, dalla 7^ generazione anteriore alla mia?
Grazie per ogni chiarimento!! :D
rosetano
 
Messaggi: 227
Iscritto il: giovedì 20 settembre 2007, 12:18
Località: roma

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda vezzano » martedì 3 giugno 2008, 17:54

Mi sono sottoposto al test (è vero, praticano lo sconto ai soci Iagi!) e ho avuto interessanti risposte :D .
Anzitutto premetto che ho scelto il test sul cromosoma Y, che è quello paterno, ereditato ininterrottamente da secoli di padre in figlio.

Il risultato mi ha detto:
1. A quale "aplogruppo" appartenevano i miei antenati per via paterna 20.000/10.000 anni fa [R1b1b2] :)
2. A quale popolo appartenevano i miei antenati paterni all'incirca 2000 anni fa [Celti] :o
3. Dove risiedevano i miei antenati paterni circa 1000 anni fa [Francia] :?

Inoltre mi sono stati segnalati automaticamente i nomi e gli indirizzi email dei miei "cugini di dna", ovvero di quanti, nel mondo, hanno un dna assolutamente compatibile col mio sulla base di 12 marcatori (più marcatori sono uguali, più prossima è la parentela). Costoro dovrebbero condividere con me un antenato, approssimativamente vissuto 1000 anni fa. :shock:
I risultati mi sono stati inviati sia via web (mediante un accesso al sito di iGenea tramite password), sia su carta, con un documento di bell'aspetto.

Ora sta a me valutare e sviluppare questi dati, che naturalmente hanno suscitato in me un grande interesse.
Francesco Boni de Nobili

pro fortis hasta dea
Avatar utente
vezzano
 
Messaggi: 147
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 14:23
Località: Pordenone

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda rosetano » mercoledì 4 giugno 2008, 8:01

Grazie!!
Tanto penso che alla fine anche solo per soddisfare la semplice curiosità... prima o poi lo farò.. :)
rosetano
 
Messaggi: 227
Iscritto il: giovedì 20 settembre 2007, 12:18
Località: roma

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » giovedì 12 giugno 2008, 23:50

vezzano ha scritto:Mi sono sottoposto al test (è vero, praticano lo sconto ai soci Iagi!) e ho avuto interessanti risposte :D .
Anzitutto premetto che ho scelto il test sul cromosoma Y, che è quello paterno, ereditato ininterrottamente da secoli di padre in figlio.

Il risultato mi ha detto:
1. A quale "aplogruppo" appartenevano i miei antenati per via paterna 20.000/10.000 anni fa [R1b1b2] :)
2. A quale popolo appartenevano i miei antenati paterni all'incirca 2000 anni fa [Celti] :o
3. Dove risiedevano i miei antenati paterni circa 1000 anni fa [Francia] :?


Complimenti. Davvero una scoperta interessante.

L'aplogruppo r1b è il più diffuso in Italia (il 40% ca.) ed è sicuramente originario della Francia occi-meridionale.

Due immagini molto interessanti:

La diffusione degli aplogruppi nel mondo

Immagine

La diffusione degli aplogruppi in Europa

Immagine
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6766
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda vezzano » venerdì 13 giugno 2008, 9:13

Infatti. Fra l'altro i mei "cugini di dna" con 12 marcatori identici ai miei sono tutti dislocati tra Francia, Spagna del Nord e Gran Bretagna. :?
... e io che vantavo origini Umbro-toscane! :shock:
Francesco Boni de Nobili

pro fortis hasta dea
Avatar utente
vezzano
 
Messaggi: 147
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 14:23
Località: Pordenone

Prossimo

Torna a Genealogia genetica - DNA



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite