Ricerca genetica Aplogruppo J1

Moderatori: Alessio Bruno Bedini, Messanensis, GENS VALERIA

Ricerca genetica Aplogruppo J1

Messaggioda givil72 » domenica 19 marzo 2017, 17:23

Buonasera a tutti, amici del forum.
Ho delle domande da porre.
Ho eseguito il test del Dna tramite Igenea. Ho ricevuto il risultato l'altro giorno: aplogruppo j-m267 (dovrebbe essere il J1,giusto?); popolo d'origine: Popoli dell'Italia antica; regione d'origine Europa Meridionale. Potreste dirmi qualcosa in più su questo aplogruppo? Se può essere d'aiuto vi comunico che sono originario di Nocera (Sa) che fu città osca e sannita agli albori e che la presenza della famiglia Villani (la mia) nel territorio nocerino è attestata da documenti scritti fin dall'anno 1000 (sebbene alcuni la farebbero provenire dalla Svizzera o da cavalieri normanni insediatisi nel territorio al seguito della famiglia Filangieri).
Ora, premettendo che capisco poco o niente di genealogia, vi chiedo: sono usciti dal test solo 12 markers, è normale oppure bisogna approfondire ulteriormente gli esami per aver più marcatori? L'istituto mi consiglia di richiedere approfondimenti sui Deep Clade, cosa sono esattamente e a cosa servirebbero?
Ho controllato tramite MyFTDNA se vi fossero persone più affini a me geneticamente. Solamente 7 individui, 5 dei quali (tutti spagnoli e con lo stesso cognome) hanno una distanza genetica=0 e addirittura una percentuale di oltre il 90% di possibilità di antenato comune nella 24a generazione. Le altre due persone (che risiedono in America) hanno distanza genetica=1, i 12 marker praticamente identici ai miei e portano il mio stesso cognome ma con percentuali più basse di antenati comuni nelle varie generazioni. Cosa può significare esattamente?
Spero di essere stato esaustivo nelle mie domande ma sono disponibilissimo a chiarire eventuali dubbi.
Grazie mille in anticipo a chi potrà essermi d'aiuto.
Giuseppe.
givil72
 
Messaggi: 28
Iscritto il: domenica 18 aprile 2010, 18:31

Re: Ricerca genetica Aplogruppo J1

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » domenica 19 marzo 2017, 21:12

givil72 ha scritto:Buonasera a tutti, amici del forum.
Ho delle domande da porre.
Ho eseguito il test del Dna tramite Igenea. Ho ricevuto il risultato l'altro giorno: aplogruppo j-m267 (dovrebbe essere il J1,giusto?); popolo d'origine: Popoli dell'Italia antica; regione d'origine Europa Meridionale. Potreste dirmi qualcosa in più su questo aplogruppo? Se può essere d'aiuto vi comunico che sono originario di Nocera (Sa) che fu città osca e sannita agli albori e che la presenza della famiglia Villani (la mia) nel territorio nocerino è attestata da documenti scritti fin dall'anno 1000 (sebbene alcuni la farebbero provenire dalla Svizzera o da cavalieri normanni insediatisi nel territorio al seguito della famiglia Filangieri).
Ora, premettendo che capisco poco o niente di genealogia, vi chiedo: sono usciti dal test solo 12 markers, è normale oppure bisogna approfondire ulteriormente gli esami per aver più marcatori? L'istituto mi consiglia di richiedere approfondimenti sui Deep Clade, cosa sono esattamente e a cosa servirebbero?
Ho controllato tramite MyFTDNA se vi fossero persone più affini a me geneticamente. Solamente 7 individui, 5 dei quali (tutti spagnoli e con lo stesso cognome) hanno una distanza genetica=0 e addirittura una percentuale di oltre il 90% di possibilità di antenato comune nella 24a generazione. Le altre due persone (che risiedono in America) hanno distanza genetica=1, i 12 marker praticamente identici ai miei e portano il mio stesso cognome ma con percentuali più basse di antenati comuni nelle varie generazioni. Cosa può significare esattamente?
Spero di essere stato esaustivo nelle mie domande ma sono disponibilissimo a chiarire eventuali dubbi.
Grazie mille in anticipo a chi potrà essermi d'aiuto.
Giuseppe.


J1 può dire molto o nulla.
E' una clade originata nel Medioriente decine di migliaia di anni fa ma comune a molti popoli come ebrei, arabi, fenici.. insomma tutti i popoli antichi!
Potrebbe essere associata agli antichi popoli italici? Forse se ipotizzassimo un arrivo in Italia in tempi antichi con i fenici.
Però non è un dato sicuro. I tuoi antenati potrebbero essere arrivati in Italia con le invasioni arabe oppure anche essere di origine ebraica.
L'ipotesi normanna è invece probabilmente da scartare. Anche se in genere non mi piace mai escludere nessuna ipotesi è quella con probabilità quasi nulle rispetto ad altre.

Il passo successivo è senza dubbio quello di indagare ancora.
Potresti fare un ampliamento dei tuoi marker fino a 67 oppure prendere un test che indaghi gli SNP
Ti consiglio comunque di farlo con FTDNA dove puoi entrare con UID e PASS di Igenea.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6165
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Ricerca genetica Aplogruppo J1

Messaggioda givil72 » domenica 19 marzo 2017, 23:21

Buonasera Alessio e grazie per la risposta.
In effetti avevo letto qualcosa sull'aplogruppo J1 e la relativa provenienza.
Il risultato del test tuttavia è stato molto esplicito da questo punto di vista.
Aplogruppo J-M267
Popolo d'origine Popoli dell'Italia antica
Regione d' origine Europa Meridionale
Valori genetici Valori Y-DNA

In merito ai popoli dell'Italia antica riferisce quanto segue: Il termine "italico" è un termine comune che inquadra i popoli di lingua indoeuropea che alla fine del II secolo a.C. si spostarono, in diverse ondate migratorie, dal Nord, attraverso le Alpi, all'Italia. Gli italici vengono classificati in due gruppi linguistici: latino-falisco e osco-umbro. I primi si insediarono nel Lazio settentrionale, a Roma, a destra del Tevere. Il territorio del secondo gruppo, a cui tra altri, appartenevano anche gli umbri, gli oschi, i sabelli, i sanniti, i lucani, i bruzi ed i volsci, si estendeva verso Sud.
Gli umbri si insediarono nell' Etruria meridionale ed a Nord dell'Appennino nonché nella zona di Perugia; i volsci crearono un passaggio verso i popoli sabelli nell'Appennino ed i sanniti penetrarono nell'Adriatico e verso l'Italia meridionale. Furono poi sottomessi dai romani, dopo lunghe ed estenuanti battaglie. In questo modo la cultura italica fu lentamente sostituita da quella romana
.
Per questo motivo cercavo di capire qualcosa in più perchè se da un lato la nascita dell'aplogruppo è il medioriente, dall'altra il laboratorio si è espresso in modo chiaro sul popolo d'origine.
Cercavo di dare una spiegazione logica allo stesso evidenziando che, essendo la città di Nocera di origine osco sannita e poi romana, potesse esserci attinenza con l'esito delle analisi e sulla probabile diffusione autoctona del cognome proprio in quel territorio.
Vi chiedevo se potevate darmi delle interpretazioni sulle affinità genetiche citate nel mio primo messaggio ed al loro significato.
Cercherò di approfondire ulteriormente la ricerca ma sono indeciso, dato i costi, se proseguire con i markers o con il deep Clade. Ascolterò comunque il tuo consiglio Alessio, lo farò tramite Myftdna.
Grazie ancora a chi vorrà approfondire con me questi quesiti.
Giuseppe
givil72
 
Messaggi: 28
Iscritto il: domenica 18 aprile 2010, 18:31

Re: Ricerca genetica Aplogruppo J1

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » lunedì 20 marzo 2017, 17:56

Le risposte che danno su iGenea sono standard: a tutti i J1 danno quella risposta.
In realtà il ventaglio di ipotesi sulle origini di una famiglia J1 è molto più ampio.
Come ho detto ad esempio la tua famiglia potrebbe essere arrivata in Italia con gli ebrei o le invasioni arabe.
In questi casi i popoli italici non c'entrerebbero nulla.

Il mio consiglio è quello di ampliare i tuoi marker fino a 67.
Facendo delle comparazioni fra i tuoi 67 marker e quelli degli altri J1 già potresti capire molte cose.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6165
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo


Torna a Genealogia genetica - DNA



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Yahoo [Bot] e 1 ospite