Storia genetica della popolazione italiana ed europea

Moderatori: Alessio Bruno Bedini, Messanensis, GENS VALERIA

Storia genetica della popolazione italiana ed europea

Messaggioda zagor » giovedì 14 febbraio 2008, 2:08

Ultimamente ho letto tanti siti stranieri e italiani che parlano della composizione della popolazione italiana ed europea in base al cromosoma Y.Sinceramente i dati sono sorprendenti dato che c'e un alta percentuale di persone di discendenza mediorientale e nordafricana.Su tutto il territorio italiano è superiore al 15 % mentre in alcune regioni dell'estremo sud addirittura oltre il 30%.La stessa cosa per gli altri paesi del sud dell'Europa, mentre nel resto d'europa è comunque presente ma in percentuale bassissima.
Ultima modifica di zagor il domenica 20 luglio 2014, 19:44, modificato 2 volte in totale.
Zagor
zagor
 
Messaggi: 155
Iscritto il: giovedì 14 settembre 2006, 0:46
Località: bari

Messaggioda Grimaldi » giovedì 14 febbraio 2008, 3:05

zagor ha scritto:ultimamente ho letto tanti siti stranieri e italiani che parlano della composizione della popolazione italiana ed europea in base al cromosoma Y.sinceramente i dati sono sorprendenti.c'e un alta percentuale di persone di discendenza medioorientale e nordafricana.su tutto il territorio italiano è superiore al 15 % metre in alcune regioni dell'estremo sud addirittura oltre il 30%.la stessa cosa per gli altri paesi del sud dell'Europa.mentre nel resto d'europa è comunque presente ma in percentuale bassissima.



Gentile signore
in Europa sono maggiormente diffusi 4 aplogruppi: E, J, I e R.

L'aplogruppo E rimase originariamente in Africa ed il sub-clade E1a si disperse per tutto il mediterraneo, cos' come quello E3b, che si trova nel sud-Europa.

I-J corrisponde probabilmente a una ondata migratoria dal Medio-Oriente o all'Asia occidentale a partire da 45.000 anni fa, che si è poi diffusa in Europa con l'uomo di Cro-Magnon.

L'aplogruppo R si reputa originato in Asia nord-occidentale tra 30.000 e 35.000 anni fa ed è maggiormente diffuso nelle steppe euroasiatiche.
Ha due principali linee evolutive: R1a e R1b.
R1a è maggiormente presente in Europa orientale ed R1b in Europa sud-occidentale.

Ma esiste anche una piccola percentuale derivata dall'aplogruppo "G", originatosi anch'esso in Medio-Oriente, o nel Caucaso, circa 30.000 anni fa, ed anche una percentuale di aplogruppo "K", che si originó probabilmente nell'Asia sud-occidentale e da lì si diffuse fino in Eurasia.

Sembra che quindi maggiormente abbiamo antenati di origine "africana" (aplogruppo "E"), altri di origine "mediorientale" (aplogruppi i-J) ed altri ancora di origine "euroasiatica" (aplogruppo "R").

Quindi visto così potremmo dire che l'Italia, crocevia di popoli e di culture, epicentro dell'umanità per molti versi, è stato geneticamente crogiuolo di molti gruppi genetici e quindi produttrice per questo di ricchezza genetica e culturale.
Grimaldi
 

Messaggioda zagor » giovedì 14 febbraio 2008, 13:49

Gentile Grimaldi,
mi scusi,vorrei fare una piccola aggiunta.Nei diversi siti scientifici consultati l'aplogruppo I è indicato come originario del sud dei balcani e dopo l'ultima glaciazione si è trasferito in nord Europa. Esso si divide in Ia e Ib. Il primo è caratteristico dei paesi nordici,soprattutto della scandinavia.Ib si ha nell'est Europa, soprattutto nei balcani.
La presenza di Ia in Italia la si fa discendere dai popoli nordici arrivati nel corso dei secoli, invece Ib dall'afflusso di genti slave ed è presente nel nord est e nelle regioni adriatiche.
Ultima modifica di zagor il domenica 20 luglio 2014, 19:44, modificato 1 volta in totale.
Zagor
zagor
 
Messaggi: 155
Iscritto il: giovedì 14 settembre 2006, 0:46
Località: bari

Re: DNA e ricerche genealogiche

Messaggioda fabrizio guinzio » giovedì 10 luglio 2008, 13:28

Ecco in questo topic, nel post di Zagor a Ia corrispondono i nordici(provenienza principale:Scandinavia), a Ib le popolazioni slave. Sarebbe utile poter orizzontarci anche con le altre, con il contributo dei forumisti più esperti in materia e di quelli che hanno già fatto il test(chi è risultato Celta, chi etc. etc.). Confermo che ad autunno lo farò pure io(ed ho convinto numerosi amici a farlo, sia di famiglia nobile che borghese); le radici sono importanti! Mio zio scrittore buonanima adorava gli Ebrei, ha scritto in alcuni suoi libri che gli sarebbe infinitamente piaciuto avere ascendenze ebraiche. Anche se il nostro cognome è latino(lombardizzato/piemontesizzato) tutto può essere. J(+ qualcosaltro) dovrebbe essere la corrispondenza, in tal caso. Mio zio in Paradiso sa la vera origine della casata, ma desidero tanto saperlo anche io ed inserirla nell'archivio di famiglia a futura memoria. Potrà servire di ausilio anche per confermare(e/o smentire) parentele. Ciao, Fabrizio
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1805
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: DNA e ricerche genealogiche

Messaggioda vezzano » lunedì 14 luglio 2008, 14:50

Purtroppo credo che ci sia ancora molta confusione al riguardo. Dare un'occhiata su Internet (specialmente ricercando siti americani) non è difficile e si possono avere molte informazioni al riguardo. :)
La ricerca, come afferma iGenea, non si basa sull'intero dna (sarebbe impossibile) ma sul cromosoma Y, che viene trasmesso inalterato per grandi periodi di tempo da padre in figlio maschio (come d'altronde il mitocondrio da madre in figlia). Dunque fare una ricerca sul cromosoma Y è come fare una ricerca sul cognome, con la differenza che mentre ricercando sul cognome si raggiungono epoche a noi relativamente prossime e non si può garantire un'inoppugnabile discendenza... naturale :( , attraverso l'analisi del cromosoma Y si ottengono risultati scientifici.
Ripeto, Internet è zeppa di siti seri e scientifici al riguardo. E poi qualcuno se la sente di mettere in discussione gli studi di Cavalli Sforza? :)
Francesco Boni de Nobili

pro fortis hasta dea
Avatar utente
vezzano
 
Messaggi: 146
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 14:23
Località: Pordenone

Re: DNA e ricerche genealogiche

Messaggioda fabrizio guinzio » giovedì 29 gennaio 2009, 16:55

Carissimo vezzano, qui proprio io ho inserito la sigla J più qualcos'altro per individuare i latini. Sembrerebbe, alla luce dei dati acquisiti, che J2 individui solo i latini - etruschi e quindi i tusci. La sigla R(+ sigla alfanumerica già citata) gli italici altri:sabini, latini capitolini latini albani etc. Sempre se ho capito bene e con totale beneficio d'inventario! Ciao,
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1805
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: DNA e ricerche genealogiche

Messaggioda fabrizio guinzio » giovedì 5 febbraio 2009, 17:26

Ho trovato in rete che il professor Piazzi, nel 2007, nel corso di una conferenza sulla genetica umana ha riferito l'esito delle sue ricerche in Toscana. Al momento sembra che i toscani di oggi, eredi degli etruschi, abbiano la maggior affinità genetica con gli abitanti dell'Anatolia(attuale Turchia). Conferma per Erodoto Orazio etc.
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1805
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: DNA e ricerche genealogiche

Messaggioda Arrigo il Pacifico » giovedì 5 febbraio 2009, 17:38

fabrizio guinzio ha scritto:Ho trovato in rete che il professor Piazzi, nel 2007, nel corso di una conferenza sulla genetica umana ha riferito l'esito delle sue ricerche in Toscana. Al momento sembra che i toscani di oggi, eredi degli etruschi, abbiano la maggior affinità genetica con gli abitanti dell'Anatolia(attuale Turchia). Conferma per Erodoto Orazio etc.


Dovrebbe essere una ricerca del professor Alberto Piazza dell'Università di Torino e si riferiva a campioni degli abitanti di Murlo e (credo) Volterra.
Bisognerebbe chiedersi se gli attuali abitanti dell'Anatolia (Turchia) siano davvero gli eredi degli antichi Lidi da cui discenderebbero gli Etruschi. La questione è più complessa. Su questo punto non ci sono stati chiarimenti finora, perché secondo alcuni studiosi (mi riprometto di citarle delle fonti più attendibili della mia memoria) gli attuali abitanti della Turchia vivevano molte migliaia di chilometri più all'interno (fino all'attuale Siberia) all'epoca in cui fiorirono gli Etruschi sul suolo italico.

In sostanza, bisognerebbe stabilire non solo se esistano ancora in Toscana persone che portano il patrimonio genetico degli Etruschi, ma se anche in Turchia esistano persone che portano il patrimonio genetico delle varie popolazioni che vissero in quelle stesse zone 3000 anni fa: i troiani, i lidi, i pelasgi...

Cordiali saluti.
Arrigo
Arrigo il Pacifico
 
Messaggi: 136
Iscritto il: martedì 27 gennaio 2009, 14:56

Re: DNA e ricerche genealogiche

Messaggioda fabrizio guinzio » giovedì 5 febbraio 2009, 18:05

Sì lo studioso è Alberto Piazza(grazie dell'errata corrige). La popolazione che ha aggiunto il nome Turchia all'Anatolia e portato la lingua turca dovrebbe essere quella turcomanna oghuz osmanli(i nostri ottomani), che ha soppiantato gli oghuz selgiuchidi, entrambi i popoli provenienti dal Turchmenistan(Asia Centrale, stato tuttora fiorente). Ma sembra che geneticamente costituiscano tutt'oggi una minoranza in Anadolu(nome turco dell'Anatolia); così perlomeno risulta dalle cartine etniche dell'area. Contraccambio i saluti, ciao
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1805
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: DNA e ricerche genealogiche

Messaggioda Sator_Arepo » martedì 1 settembre 2009, 12:12

Un saluto a tutti membri di questo forum che segue da tanto tempo anche se non ho mai partecipato a nessun dibattito.
Sono un appassionato di ricerche genealogiche da circa un decennio ed ho ricostruito l'albero genealogico della mia famiglia fino alla fine del XV secolo. Ovviamente non ho saputo resistere alla tentazione di fare il test del DNA; visto che c'ero ho fatto quello a 67 marker. I primi risultati ricevuti sono interessanti. L'aplogruppo di appartenenza è il G; sono in attessa del risultat del test per identificare con esattezza quale subclade. Non ho avuto ancora notizie sul mio popolo originario mentre ho avuto 14 corrispondenze esatte per 12 marker, il che significherebbe che c'è il 95% di possibilità che abbia degli antenati in comune con queste persone risalenti ad oltre 24 generazioni fa. la cosa interessante che la metà di queste persone hanno lo stesso cognome (senza alcuna assonanza con il mio) e che la maggior parte sono tedesche.
La zona di provenienza della mia famiglia (Taranta Peligna, feudo dei Malvezzi di Bologna)) era famosa per la produzione laniera ed al centro di traffici importanti. A seguito delle mie ricerche storiche (pochi sono i documenti antichi disponibili) ho potuto accertare la presenza di famiglie di origine toscana, campana (i Rota di Auletta), di area greco bizantina (fam "di Chio" e "de Creta"), di altre zone dell'Abruzzo (Magliano,Sulmona) e forse anche tedesche (forse un ramo dei Sauro....famiglia di Mercanti tedeschi presenti a L'Aquila). Spero che i futuri risultati sul mio DNA mi chiariscono i dubbi sulla mia origine che io ho sempre supposto toscana (il mio cognome diventa quello attuale nel 1620 circa, prima era Cioni). Adesso però comincio a prendere in esame la "pista tedesca"....e perchè no..quella bizantina... del resto Costantinopoli cade nel 1453 ed il mio antenato più antico dovrebbe essere nato nel 1480 circa.
Apprezzeri molto vostri consigli, ipotesi, informazioni e suggerimenti .
Semper Adams
Avatar utente
Sator_Arepo
 
Messaggi: 7
Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2008, 14:16
Località: Pescara - Abruzzo

Re: DNA e ricerche genealogiche

Messaggioda fabrizio guinzio » mercoledì 2 settembre 2009, 8:32

Benvenuto! Facci sapere, a suo tempo, il risultato completo del test. Vi è già un altro utente del forum che ha postato notizie sull'aplogruppo G, ciao,
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1805
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: DNA e ricerche genealogiche

Messaggioda Furio » martedì 2 febbraio 2010, 13:00

Gentili frequentatori,
sperando che l’argomento non sia già stato trattato, vorrei capire se con questo test si può stabilire esattamente quante generazioni di distanza ci siano tra due ceppi di una stessa famiglia.
Ringrazio in anticipo quanti vorranno rispondere, cordiali saluti Furio
Furio
 
Messaggi: 199
Iscritto il: venerdì 13 giugno 2008, 14:52

Re: DNA e ricerche genealogiche

Messaggioda fabrizio guinzio » martedì 2 febbraio 2010, 15:39

La precisione dipende dal tipo di ricerca genetica: quella con il maggior numero di marcatori è la più esauriente. Si è parlato di queste cose anche in altri topic, ciao,
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1805
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: DNA e ricerche genealogiche

Messaggioda malgoth » domenica 7 marzo 2010, 0:37

Una domanda di carattere specifico ma, credo, di possibile interesse generale....
Ipotizziamo che una Famiglia possegga un albero genealogico ben supportato da documentazione coeva...
Se un attuale rappresentante di tale Famiglia volesse avere certezza di discendere "veramente" (mater semper certa...) dalla suddetta Famiglia e si conoscessero i sepolcri di uno o più membri...sarebbe possibile richiedere uno studio genetico di parentela e, in caso affermativo, a chi?
E' possibile che alcuni famosi Personaggi siano stati studiati dal punto di vista genetico e se ne conosca il DNA?
In caso affermativo, vi è qualche Università che sta effettuando questo tipo di ricerche?
Cordialità.....
Cris
malgoth
 
Messaggi: 344
Iscritto il: sabato 14 aprile 2007, 20:06

Re: DNA e ricerche genealogiche

Messaggioda GENS VALERIA » domenica 7 marzo 2010, 10:23

Ammettendo si potessero ottenere campioni certi di DNA di un ipotetico progenitore , cosa non facile, basti pensare ai permessi necessari, lo studio sarebbe perfettamente fattibile.
l'Istituto IGenea ne sta compiendo uno sui possibili discendenti di Napoleone Bonaparte, vedi :
http://www.igenea.com/index.php?c=46
Chi è ... è , chi non è ... non può essere.

Sergio de Mitri Valier Immagine
Avatar utente
GENS VALERIA
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 5126
Iscritto il: domenica 24 giugno 2007, 22:39
Località: Chiavari

Prossimo

Torna a Genealogia genetica - DNA



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite