YDNA APLOGRUPPO G

Moderatori: Alessio Bruno Bedini, Messanensis, GENS VALERIA

YDNA APLOGRUPPO G

Messaggioda MAX08 » venerdì 30 gennaio 2009, 1:29

Ho svolto anch'io tale test e ho recentemente avuto i risultati. Sono veneto, della provincia di treviso, e posso affermare con sicurezza che il mio cognome, quindi il mio più lontano avo è attestato dal 1421. nonostatne questo risulto essere fenicio ( aplog. G ), come popolo di appartenenza, e di origine svizzera per quanto riguarda i secoli XII - XIII. Comunque sia io ho 2 ipotesi possibili ( spero di non annoiarvi ma è proprio la mia materia di studio ) :) :

1) Come sapete il G arriva dal medio oriente grazie ai pastori del neolitico circa 15000 - 20000 anni fa. Ciò significa che gran parte dell'europa era ghiacciata. Questo spiega perchè il G sia comune al nord ( infatti numerosi individui che posseggono la mia stessa sequenza allelica sono danesi, scozzesi, norvegesi etc... ) in quanto, con lo scioglimento del ghiaccio si è resa disponiile la superficie prima non sfruttabile. Fatta questa premessa il fatto che il G sia presente in Italia, ma sia comunque un gruppo da defnirsi raro, è dovuto secondo me proprio alla sua antichità, cioè al fatto, IO CREDO, che tale gruppo identifichi i popoli neolitici che avrebbero poi dato origine alle varie popolazioni preitaliche...ovviamente col passare del tempo, e delle conquiste, tale gruppo fu soppiantato dalle nuove correnti di sangue. ( principalemente di popoli definiti genericamente germanici quali R1 etc... )

2) Questa vale solo per gli abitanti del nord-est dove stranamente è presetne una più alta concentrazione di gruppi G rispetto al restodell' italia del nord e del centro ( il sud è un capitolo a se causa greci, arabi etc... ) IO CREDO che tale presenza consistente sia dovuta a questo. Durante la guerra Greco - Gotica ( circa 533 d.C. vado a memoria ) le truppe di Belisario, generale bizantino , conquistarono la fascia costiera venete e furlana e crearono, questo è fermamente attestato ,quello che viene definito un " cuneo " in terra veneta. Belisario dispose numerose compagnie di soldati lungo la famosa via romana " Claudia Augusta Altinate " ( il cui percorso è ancora incerto ) che da Venezia, diciamo così , portava al Norico. Tale cuneo, che durò circa 150 anni, aveva la funzione,non solo di presidiare una così importante via di comunicazione, ma anche quello di dividere il Ducato del Friuli da quello di Ceneda ( mia " città " :P ) Ora il fatto che siamo nel 533 implica che l'Impero Bizantino avesse ancora tutte le sue provincie quali Egitto, Georgia, Siria etc...e che, ovviamente,anche da li si recuperassero uomini per foramre le fila dell' esercito imperiale. Questo secondo me potrebbe essere una spiegazione del perchè tanti G si ritrovino nel nordest.

Spero di non avervi annoiato, concludo consigliandovi il libro " Storia e geografia dei geni umani " di Luigi Luca Cavalli Sforza unodei più grandi genetisti di popolazione viventi al mondo. Potete anche scrivergli alla sua mail dell'università di Stanford. A me ha risposto a tutte le mail ed è una persona gentilissima e disponibile.

;)
quod homines de Cenedese, Belluno, et Feltre erant liberi homines et nobiles (a.D. 1179) - Massimo Della Giustina

http://www.ascenedese.it
https://independent.academia.edu/massimodellagiustina
Avatar utente
MAX08
 
Messaggi: 548
Iscritto il: mercoledì 13 febbraio 2008, 13:10
Località: Pedemontana veneta

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda vezzano » venerdì 30 gennaio 2009, 10:51

Gentile Max, mi sembra che le considerazioni che hai espresso con riferimento all'aplogruppo G sia altrettanto valido per l'aplogruppo gruppo J2, al quale appartiene la famiglia di origine di mia moglie, pure denominato "fenici", che stando alle cartine e ai grafici meglio identificherebbe quell'etnia "mediterranea" alla quale fai riferimento, specialmente se si consideri che stando a quanto indicato nel sito https://www.igenea.com/index.php?content=49&id=4, il gruppo G in Italia sembrerebbe percentualmente proprio ridotto al lumicino... Oltretutto mi chiedo come si faccia a definire "fenici" gli appartenenti al gruppo G, che stando alle mappe di distribuzione, non mi pare traggano una specifica origine dal Medioriente, ma piuttosto dall'Anatolia o dalla Grecia (http://www.members.cox.net/morebanks/EuroMap.html - http://www.scs.uiuc.edu/~mcdonald/World ... psMaps.pdf), anche se una percentuale minore è effettivamente presente in Medio Oriente, peraltro storicamente giustificabile.

Comunque, se a queste considerazioni aggiungiamo la presenza in Italia al 39% dell'aplogruppo-MT "H" (vi appartiene mia madre!) corrispondente agli elleni, sembrerebbe confermata una certa qual "mediterraneità" del popolo italico, anche se la cospicua presenza dell'Rb al nord (al quale appartengo - 72%) sia un indicatore che conferma una grande presenza celtica anche cisalpina.
:)
Francesco Boni de Nobili

pro fortis hasta dea
Avatar utente
vezzano
 
Messaggi: 141
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 14:23
Località: Pordenone

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda MAX08 » venerdì 30 gennaio 2009, 10:56

Infatti, da quanto ho capito, l' aplogruppo J dovrebbe essere una branca che si è evoluta dal G. Comunque ricontrollerò per una maggiore sicurezza.

A presto,

Max
quod homines de Cenedese, Belluno, et Feltre erant liberi homines et nobiles (a.D. 1179) - Massimo Della Giustina

http://www.ascenedese.it
https://independent.academia.edu/massimodellagiustina
Avatar utente
MAX08
 
Messaggi: 548
Iscritto il: mercoledì 13 febbraio 2008, 13:10
Località: Pedemontana veneta

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda fabrizio guinzio » venerdì 30 gennaio 2009, 10:59

Annoiati? Tutt'altro! Veramente interessante. Sei quindi uno studioso di antropologia? Un'osservazione: dove hai scritto germanici mi sembra più corretto scrivere indo - germanici o meglio ancora indo - europei(anche iafetiti); mi sembra pure che la sigla G sia indicativa di un gruppo di etnie al quale appatengono anche i fenici ma non solo loro. Il quadro migratorio da te postato mi pare corretto. Una domanda per vezzano: quando parli di sigla J per la tua consorte parli del DNA mitocondriale o di quello paterno(e di eventuali zii paterni e fratelli) relativo all'eterosoma Y? Sono due realtà diverse. Ciao,
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1775
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda MAX08 » venerdì 30 gennaio 2009, 11:17

Beh che mi si scambi per uno studioso di antropologia mi lusinga. Comunque no, sono uno studente di medicina al 4° anno... ;) Comunque non capisco perchè Vezzano indichi come mai l'aplogruppo H del MTdna come ellenico. Vedendo la sua origine, grosso modo baltica, siberiana etc... io credo sia da attribuirsi a popolazioni barbariche che conquistarono l'italia dopo la caduta dell' Impero di Occidente. Per quanto riguarda i fenici, la loro orgine medioorientale è sicura. Ricordiamo infatti i bellissimi e famosi porti fenici di Tiro, Sidone etc...ora in territorio siriano, da cui partì quella famosa " diaspora " colonizzatrice che interessò il " lago mediterraneo "... ;)

Posto l'evoluzione degli aplogruppi la quale smentisce che il J origini dal G :P :

[img=http://img99.imageshack.us/img99/8522/ydnatreeisoggcompliantaaz8.th.gif]
Scusate che l'immagine sia così grande, se l'avessi ridotta non si sarebbe potuto leggere nulla.

Saluti
Ultima modifica di MAX08 il venerdì 30 gennaio 2009, 11:30, modificato 2 volte in totale.
quod homines de Cenedese, Belluno, et Feltre erant liberi homines et nobiles (a.D. 1179) - Massimo Della Giustina

http://www.ascenedese.it
https://independent.academia.edu/massimodellagiustina
Avatar utente
MAX08
 
Messaggi: 548
Iscritto il: mercoledì 13 febbraio 2008, 13:10
Località: Pedemontana veneta

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda fabrizio guinzio » venerdì 30 gennaio 2009, 11:22

In territorio libanese, non siriano. Ciao,
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1775
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda fabrizio guinzio » venerdì 30 gennaio 2009, 11:27

Il link più preciso e più esaustivo mi pare quello indicato da rosetano alla voce "eupedia"; che ne pensate?
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1775
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda MAX08 » venerdì 30 gennaio 2009, 11:29

fabrizio guinzio ha scritto:In territorio libanese, non siriano. Ciao,


Che granchio ! :lol:
quod homines de Cenedese, Belluno, et Feltre erant liberi homines et nobiles (a.D. 1179) - Massimo Della Giustina

http://www.ascenedese.it
https://independent.academia.edu/massimodellagiustina
Avatar utente
MAX08
 
Messaggi: 548
Iscritto il: mercoledì 13 febbraio 2008, 13:10
Località: Pedemontana veneta

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda vezzano » venerdì 30 gennaio 2009, 12:58

fabrizio guinzio ha scritto: Una domanda per vezzano: quando parli di sigla J per la tua consorte parli del DNA mitocondriale o di quello paterno(e di eventuali zii paterni e fratelli) relativo all'eterosoma Y? Sono due realtà diverse. Ciao,


No, no, mi riferisco al dna paterno, naturalmente. :)

Perché definisco "ellenica" l'origine mitocondriale di mia madre? E' quanto indicato nella relazione fornitami da Igenea, che aggiunge:
"In Italia ed in Grecia il suddetto aplogruppo è rappresentanto da un buon 60% della popolazione, in Scozia dal 40% e via via che ci si sposta verso Est, si trovano sempre meno appartenenti all'aplogruppo H. Ciò si riflette sulle migrazioni intraprese da questa linea di antenati. In Turchia il 25% della popolazione è rappresentante dell'aplogruppo H, mentre si parla di un mero 15% in Arabia Saudita o in Algeria".

Parliamo di dna mitocondriale, naturalmente.
;)
Francesco Boni de Nobili

pro fortis hasta dea
Avatar utente
vezzano
 
Messaggi: 141
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 14:23
Località: Pordenone

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda fabrizio guinzio » venerdì 30 gennaio 2009, 15:07

A pagina 1 di questo topic ho postato forse Guinzio forse Guinzoni forse Quinctius(pensando ad una derivazione del cognome dal latino).Beh, legalmente non vuol dire automaticamente che corrisponda anche biologicamente: staremo a vedere! Penso che il test iGENEA sarà di grande aiuto anche per l'origine del cognome varianti incluse. La forma più antica, sia a Valperga in Canavese(metà del 1500) che a Crema(1100) è Guinzo. Il cognome, senza tediarvi con le varianti(poche, a dire il vero) è fiorente solo come Guinzio - Guinzioni - Guinzoni; i cronisti delle due località, tutti quelli che ne parlano, lo fanno d'origine latina, dal dialettale lombardo Guinzo(nelle cronache cremasche un gentiluomo de Ragona si chiama Guinzo di prenome) per Quinto. Ho scritto ad un sito in rete sui cognomi(mi sembra proprio valido, ben curato) ed è emersa una nuova suggestiva ipotesi: da winzy, che in tedesco ha lo stesso significato di paulus; in effetti in Germania esiste il cognome Guinz, di tale origine, che sui testi scritti in latino viene tradotto in Guintius(per esempio Sepulveda, parlando della difesa di Vienna nel 1600 da parte di un comandante Guinz, lo traduce così). Vedete anche voi che solo la genetica può scientificamente rispondere senza mere ipotesi che lasciano il tempo che trovano; tra l'altro, essendo i portatori di tale cognome, nelle tre varianti,veramente pochi(come ho già postato altrove 4 gatti in 5 stati) non sarebbe male corredare la genealogia documentale con quella genetica. Scusatemi per essermi dilungato, ma carissimi mi piace condividere tutto con voi! Ed è la storia di qualsiasi famiglia e qualunque cognome(sempre rammentando che il condividere uno stesso cognome o sue varianti non vuol dire nulla, senza albero genealogico documentato) che mi affascina! Ciao,
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1775
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda MAX08 » martedì 3 febbraio 2009, 1:45

Come sapete la notte porta consiglio, e mi sono messo a cercare qualche informazione sulla diffusione dell' aplogruppo G.
Vi dico solo di guardare la figura della migrazione degli ALANI alla voce corrispondente. Vi dico che, almeno nel mio caso, più ch Fenicio e facile che sia Alano, in quanto i miei parenti più vicini ( X - XI secolo d.c.) erano svizzeri.
Inoltre aggiungo che i discendenti di tali Alani sono individuati negli Osseti del Caucaso, in Georgia, dove c'è, forse, la più alta concentrazione di aplogruppo G.

che ne pensate ?
quod homines de Cenedese, Belluno, et Feltre erant liberi homines et nobiles (a.D. 1179) - Massimo Della Giustina

http://www.ascenedese.it
https://independent.academia.edu/massimodellagiustina
Avatar utente
MAX08
 
Messaggi: 548
Iscritto il: mercoledì 13 febbraio 2008, 13:10
Località: Pedemontana veneta

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda fabrizio guinzio » martedì 3 febbraio 2009, 13:02

Concordo pienamente con te! Guarda anche nel sito indicato in europeana, citato nelle pagine precedenti. Nel medesimo un Rb etc. indica Germanici - Svevi, Celti - Alpini(solo quelli di La Tène, Elvezia - Rezia, gli altri Celti hanno diversi marcatori) e gli Italici(Italo - romani); con ulteriori fattori penso si arrivi a distinguerli fra loro(anche il nostro Presidente Pierfe raccomanda la prudenza|). Ciao,
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1775
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda fabrizio guinzio » mercoledì 2 settembre 2009, 10:16

Carissimo Sator - Arepo, è qui che si parla dell'aplogruppo G al quale appartiene il tuo casato, ciao,
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1775
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda Sator_Arepo » mercoledì 2 settembre 2009, 13:04

fabrizio guinzio ha scritto:Carissimo Sator - Arepo, è qui che si parla dell'aplogruppo G al quale appartiene il tuo casato, ciao,

ops....mia inesperienza....riporto allora il testo del mio intervento .

Un saluto a tutti membri di questo forum che seguo da tanto tempo anche se non ho mai partecipato a nessun dibattito.
Sono un appassionato di ricerche genealogiche da circa un decennio ed ho ricostruito l'albero genealogico della mia famiglia fino alla fine del XV secolo. Ovviamente non ho saputo resistere alla tentazione di fare il test del DNA; visto che c'ero ho fatto quello a 67 marker. I primi risultati ricevuti sono interessanti. L'aplogruppo di appartenenza è il G; sono in attessa del risultat del test per identificare con esattezza quale subclade. Non ho avuto ancora notizie sul mio popolo originario mentre ho avuto 14 corrispondenze esatte per 12 marker, il che significherebbe che c'è il 95% di possibilità che abbia degli antenati in comune con queste persone risalenti ad oltre 24 generazioni fa. la cosa interessante che la metà di queste persone hanno lo stesso cognome (senza alcuna assonanza con il mio) e che la maggior parte sono tedesche.
La zona di provenienza della mia famiglia (Taranta Peligna, feudo dei Malvezzi di Bologna)) era famosa per la produzione laniera ed al centro di traffici importanti. A seguito delle mie ricerche storiche (pochi sono i documenti antichi disponibili) ho potuto accertare la presenza di famiglie di origine toscana, campana (i Rota di Auletta), di area greco bizantina (fam "di Chio" e "de Creta"), di altre zone dell'Abruzzo (Magliano,Sulmona) e forse anche tedesche (forse un ramo dei Sauro....famiglia di Mercanti tedeschi presenti a L'Aquila). Spero che i futuri risultati sul mio DNA mi chiariscono i dubbi sulla mia origine che io ho sempre supposto toscana (il mio cognome diventa quello attuale nel 1620 circa, prima era Cioni). Adesso però comincio a prendere in esame la "pista tedesca"....e perchè no..quella bizantina... del resto Costantinopoli cade nel 1453 ed il mio antenato più antico dovrebbe essere nato nel 1480 circa.
Apprezzerei molto vostri consigli, ipotesi, informazioni e suggerimenti .
Semper Adams
Avatar utente
Sator_Arepo
 
Messaggi: 7
Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2008, 14:16
Località: Pescara - Abruzzo

Re: Genealogia del DNA - Il cromosoma Y

Messaggioda Sator_Arepo » mercoledì 23 settembre 2009, 18:02

AIUTO!
Finalmente è stato identificato il mio aplogruppo: G2a3a (è ancora in corso il test per verificare se sono G2a3a1 o no, ma credo che faccia pochissima differenza). Secondo IGENEA il mio popolo originario sarebbe: etruschi, celti, arabi (niente male...3 popoli invece di 1). Regione d'origine: europa del sud (che informazione dettagliata...soprattutto dopo che io ho dichiarato che la mia famiglia è presente in abruzzo dal XV sec.).
Qualcuno mi da una mano a tirarmi su aiutandomi nella "interpretazione" di questi dati! Onestamente mi aspettavo di meglio....In particolare non mi spiego come mai, se i miei "matches" sono nella stragrande maggioranza con nord europei (gran bretagna, germania, galles, irlanda..ecc), si possa affermare che la mia regione d'origine sia il sud europa....per il popolo d'origine credo che non sappiano che pesci pigliare visto che ce li hanno messi tutti.
grazie
Semper Adams
Avatar utente
Sator_Arepo
 
Messaggi: 7
Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2008, 14:16
Località: Pescara - Abruzzo

Prossimo

Torna a Genealogia genetica - DNA



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite