DNA Y della casa reale di Savoia

Moderatori: Alessio Bruno Bedini, Messanensis, GENS VALERIA

DNA Y della casa reale di Savoia

Messaggioda Marie Peracchi » venerdì 13 luglio 2012, 21:05

in DNA familytree project italy , Carlo Alberto di Savoia Carignano ha il DNA Y E 1 b1b1 E -35 , avrà tutta la famiglia di Savoia questo DNA ? Grazie per la risposta
Marie Peracchi
 
Messaggi: 68
Iscritto il: giovedì 21 ottobre 2010, 21:24

Re: DNA Y della casa reale di Savoia

Messaggioda fabrizio guinzio » sabato 14 luglio 2012, 22:33

Sì. Chiederò comunque ulteriore conferma a Savoia naturali(che per ora non possono venire "alla luce", lo faranno in futuro) e magari, più opportunamente, bisognerebbe chiedere notizie a rappresentanti della nostra Dinastia nazionale che abbiano fatto il test. Carissima, non potresti postare il "link"(collegamento) con il sito cui accenni? Come si sono procurati il DNA - y di Re Carlo Alberto?
Ultima modifica di fabrizio guinzio il domenica 15 luglio 2012, 20:56, modificato 1 volta in totale.
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1776
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Re: DNA Y della casa reale di Savoia

Messaggioda Marie Peracchi » domenica 15 luglio 2012, 17:34

Bonjour, en cherchant le DNA d'autres personnes,j'ai eu celui de Carlo-Alberto di Savoia Carignano
Il suffit de regarder à DNA Y Carlo Alberto di Savoia Carignano, c'est Familytree qui l'a fait, cordialement
Marie Peracchi
 
Messaggi: 68
Iscritto il: giovedì 21 ottobre 2010, 21:24

Re: DNA Y della casa reale di Savoia

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » martedì 17 luglio 2012, 15:02

Certo bisognerebbe confrontarlo con il DNA Vittorio Emanuele II ... chissà che non si scopra che questo è davvero il figlio del macellaio Tanaca...
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6267
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: DNA Y della casa reale di Savoia

Messaggioda Delehaye » martedì 17 luglio 2012, 19:31

fabrizio guinzio ha scritto:Carissima, non potresti postare il "link"(collegamento) con il sito cui accenni?


Kit number: 217730
Paternal Ancestor Name: Carlo Alberto Di Savoia Carignano, 1798-1849
Predicted Haplogroup: E1b1b1
Short Hand: E-M35.1
Confirmed SNPs: -

11° rigo di questa pagina http://www.familytreedna.com/public/ita ... ction=ysnp

qui, poi, c'è un articolo riassuntivo della vicenda: http://www.saturnonotizie.it/news/leggi ... o-qui.html
"Venne anche preso lo stendardo da battaglia (guðfani), che chiamavano "Corvo"."
Avatar utente
Delehaye
 
Messaggi: 2334
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2012, 1:42
Località: Napoli

Re: DNA Y della casa reale di Savoia

Messaggioda pierfe » mercoledì 18 luglio 2012, 0:02

Mi sembra che stata trattando un argomento serio con un superficialità che desta preoccupazioe.
Per prima cosa chi ha certificato che quel DNA sia di Carlo Alberto, re di Sardegna?
Le possibilità che siano davvero poche, e la fonte non è indicata.
I discendenti delle grandi dinastie del passato si sono tutte sottoposte all'esame del DNA ma questo studio è fatto in maniera riservata, e per il momento non sono ancora resi pubblici i risultati. Quindi prima di "sputare" sentenze o accreditare gossip documentatevi bene con dati scientifici alla mano.
Carlo Alberto è stato un sovrano che merita rispetto e le affermazioni che leggo negli articoli citati sono solo un bel gioco che non provano nulla.
Rendetevi conto poi che la nobiltà non si base certo sul sangue ma sul diritto,
Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2071
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Re: DNA Y della casa reale di Savoia

Messaggioda Delehaye » mercoledì 18 luglio 2012, 8:07

la superficialità potrebbe starci nel "gettare nell'agone" una notizia senza fonti.
la superficialità potrebbe starci nel "gettare nell'agone" un gossip senza fonti.

indicare una "fonte", seppur minimale, o unica e sola pubblicamente esistente, o quella "citata" ma non indicata, può far inquadrare il problema, e la problematica. essendo tutti dotati di raziocinio e di un bagaglio culturale non da poco.

una cosa è dire: "dicunt XYZ!"
altra cosa è dire: "Pinco Pallino ha scritto XYZ qui: www.blabla.it!
poi ognuno capisce che quel Pinco Pallino può avere l'autorevolezza di un Mario Rossi (uso questo perchè nome e cognome di un italiano-monade) qualsiasi o di Carlo Alberto di Savoia Carignano in persona, o quel www.blabla.it è un sito da 2 soldi o un sito inconfutabile.

certo non si "accredita" un bel nulla in una discussione di poche righe su un forum. non stiamo facendo un'inchiesta, non stiamo raccogliendo prove probanti. nè stilando un atto notarile, nè emettendo una sentenza di 3° ed ultimo grado, ma nemmeno una di 1° e neppure stiamo facendo un'indagine.
questo NON vuol dire però "sputar", come giustamente sottolinea Pierfe!
la differenza tra gossip e notizia credo che sia chiara a tutti. tra il "dicunt..." e "Pinco Pallino ha detto...". l'assunzione di responsabilità, come l'accreditamento generale dell'emittente!

però il dubbio è il sale della conoscenza! ma il sale deve dar sapore e gusto, non certo rendere oggettivamente immangiabile una pietanza o cristallizzarci in statue amorfe!
nessuno, nessuno, è un buono/bravo/bello assoluto. siamo umani. con tutte le contraddizioni che comporta esserlo.
davanti alla Storia e davanti ai Popoli che ha governato e che hanno beneficiato/subito le sue scelte politiche, ed ai discendenti di quei Popoli che si son trovati a vivere in un mondo diverso per il suo intervento/nonintervento, per le sue azioni, Carlo Alberto di Savoia Carignano ha delle responsabilità. questo è innegabile.
ed il rispetto sta nel conoscere. cosa sempre un po' ostica se rivolta a qualsiasi "potente".
quindi, nessuna lesa maestà!

il negare ad oltranza e far quadrato sempre e comunque non è rispetto! come non lo è, ovviamente, lo "sputar"!

che poi la nobiltà sia un qualcosa che vada oltre il sangue, ne è piena la Storia di questa affermazione.
che sia diritto (giustissima affermazione!) questo dovrebbe essere sempre provato senza nessun fumus!
"Venne anche preso lo stendardo da battaglia (guðfani), che chiamavano "Corvo"."
Avatar utente
Delehaye
 
Messaggi: 2334
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2012, 1:42
Località: Napoli

Re: DNA Y della casa reale di Savoia

Messaggioda GENS VALERIA » mercoledì 18 luglio 2012, 11:03

Delehaye ha scritto: (...) che poi la nobiltà sia un qualcosa che vada oltre il sangue, ne è piena la Storia di questa affermazione.
che sia diritto (giustissima affermazione!) questo dovrebbe essere sempre provato senza nessun fumus!


Tutti gli studiosi che in Europa, nel corso dei secoli, hanno trattato l'argomento "nobiltà" sono stati concordi, pur con differenti sfumature, che essa derivi dal sangue e dalla virtù.
Il diritto ha l'importante compito di imporre regole ed evitare abusi.

S.M. la Regina Elisabetta II è sul trono perchè figlia di re Giorgio VI e nipote di re Giorgio V, la sua successione avverrà "per sangue" e sarà regolata dal diritto nobiliare di quel Regno.
Chi è ... è , chi non è ... non può essere.

Sergio de Mitri Valier Immagine
Avatar utente
GENS VALERIA
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 4970
Iscritto il: domenica 24 giugno 2007, 22:39
Località: Chiavari

Re: DNA Y della casa reale di Savoia

Messaggioda pierfe » mercoledì 18 luglio 2012, 11:32

Delehaye ha scritto:la superficialità potrebbe starci nel "gettare nell'agone" una notizia senza fonti.
la superficialità potrebbe starci nel "gettare nell'agone" un gossip senza fonti.

indicare una "fonte", seppur minimale, o unica e sola pubblicamente esistente, o quella "citata" ma non indicata, può far inquadrare il problema, e la problematica. essendo tutti dotati di raziocinio e di un bagaglio culturale non da poco.

una cosa è dire: "dicunt XYZ!"
altra cosa è dire: "Pinco Pallino ha scritto XYZ qui: http://www.blabla.it!
poi ognuno capisce che quel Pinco Pallino può avere l'autorevolezza di un Mario Rossi (uso questo perchè nome e cognome di un italiano-monade) qualsiasi o di Carlo Alberto di Savoia Carignano in persona, o quel www.blabla.it è un sito da 2 soldi o un sito inconfutabile.

certo non si "accredita" un bel nulla in una discussione di poche righe su un forum. non stiamo facendo un'inchiesta, non stiamo raccogliendo prove probanti. nè stilando un atto notarile, nè emettendo una sentenza di 3° ed ultimo grado, ma nemmeno una di 1° e neppure stiamo facendo un'indagine.
questo NON vuol dire però "sputar", come giustamente sottolinea Pierfe!
la differenza tra gossip e notizia credo che sia chiara a tutti. tra il "dicunt..." e "Pinco Pallino ha detto...". l'assunzione di responsabilità, come l'accreditamento generale dell'emittente!

però il dubbio è il sale della conoscenza! ma il sale deve dar sapore e gusto, non certo rendere oggettivamente immangiabile una pietanza o cristallizzarci in statue amorfe!
nessuno, nessuno, è un buono/bravo/bello assoluto. siamo umani. con tutte le contraddizioni che comporta esserlo.
davanti alla Storia e davanti ai Popoli che ha governato e che hanno beneficiato/subito le sue scelte politiche, ed ai discendenti di quei Popoli che si son trovati a vivere in un mondo diverso per il suo intervento/nonintervento, per le sue azioni, Carlo Alberto di Savoia Carignano ha delle responsabilità. questo è innegabile.
ed il rispetto sta nel conoscere. cosa sempre un po' ostica se rivolta a qualsiasi "potente".
quindi, nessuna lesa maestà!

il negare ad oltranza e far quadrato sempre e comunque non è rispetto! come non lo è, ovviamente, lo "sputar"!

che poi la nobiltà sia un qualcosa che vada oltre il sangue, ne è piena la Storia di questa affermazione.
che sia diritto (giustissima affermazione!) questo dovrebbe essere sempre provato senza nessun fumus!


Penso che lei non ha capito alcune cose di questo forum dove scrive (ma non si preoccupi non è l'unico).
Questo forum quando l'ho pensato è nato con l'unico scopo di fare cultura, di aiutare le persone a trovare una risposta seria in una sputacchiera come è internet, a questo proposito ripeto le parole di un falsificatore documentale che ottenne il riconoscimento di uno stato come capo clan e "principe", lui mi disse (1998) internet è una latrina dove ognuno può scrivere quello che gli pare, e a distanza di tutto questo tempo dico che ha ragione.
Ma noi rappresentiamo 3 organizzazioni che sono al top nel mondo e non solo nel nostro Paese, fatto di cui gli amministratori e i moderatori sono ben consci condividendo il nostro pensiero culturale comune, perchè tutti associati ad almeno una organizzazione.
Io non sono amministratore o moderatore ma quello che di tanto in tanto osserva che il forum non perda troppo il suo aspetto scientifico ed interviene cercando di spiegare quali sono i nostri obiettivi.
In questo caso specifico mi spiace ma ripeto è gossip perchè non è detto dove e da chi è stato preso il DNA e questo in ambito scientifico non è serio e non merita considerazione.
Detto questo posso anche amare il gossip (uno dei miei grandi amici era lo scrittore Juan BalansòI ma non quello che ho letto in quel link perchè è di basso livello culturale e privo di qualunque prova infatti non è indicato neppure il cognome del presunto figlio di Carlo Alberto, la falsa Anastasia era conosciuta con nome e cognome, il falso Luigi XVII ha creato una "dinastia" i cui discendenti sono noti... dei discendenti del figlio del macellaio non si sa nulla e in questi quasi 70 anni di repubblica non è venuto fuori nulla.
In questo forum che è una casa privati dove coloro che non sono associati alle nostre organizzazioni sono graditi ospiti, ma devono adeguarsi alle nostre linee guida.
Penso di essere stato chiaro.
Pier Felice degli Uberti

PS. tutti coloro che detengono il potere hanno responsabilità e Carlo Alberto non è immune, ma fra i tanti è uno che in gioventù è stato di idee liberali e alla fine della vita ha pagato con l'esilio in Portogallo e a quel tempo non si pensava al turismo.
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2071
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Re: DNA Y della casa reale di Savoia

Messaggioda pierfe » mercoledì 18 luglio 2012, 11:37

GENS VALERIA ha scritto:
Delehaye ha scritto: (...) che poi la nobiltà sia un qualcosa che vada oltre il sangue, ne è piena la Storia di questa affermazione.
che sia diritto (giustissima affermazione!) questo dovrebbe essere sempre provato senza nessun fumus!


Tutti gli studiosi che in Europa, nel corso dei secoli, hanno trattato l'argomento "nobiltà" sono stati concordi, pur con differenti sfumature, che essa derivi dal sangue e dalla virtù.
Il diritto ha l'importante compito di imporre regole ed evitare abusi.

S.M. la Regina Elisabetta II è sul trono perchè figlia di re Giorgio VI e nipote di re Giorgio V, la sua successione avverrà "per sangue" e sarà regolata dal diritto nobiliare di quel Regno.


Quando pensavano e scrivevano quello... non si sapeva cosa era il DNA e non c'era la possibilità di fare questo tipo d'esame.
Quindi se per caso si scoprisse che ci sono diversi aplogruppi in una famiglia (nei Douglas se ne conoscono diversi in rami discendenti da un unico capostipite - ora dico supposto -) la trasmissione non è certo per sangue (a meno di trasfusioni), ma basata solo sul diritto.
In questo mondo nulla è eterno ma tutti si trasforma.
Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2071
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Re: DNA Y della casa reale di Savoia

Messaggioda Delehaye » mercoledì 18 luglio 2012, 11:39

pierfe - Presidente IAGI ha scritto:Rendetevi conto poi che la nobiltà non si base certo sul sangue ma sul diritto,
Pier Felice degli Uberti


GENS VALERIA - Moderatore Forum Genealogia ha scritto:
Tutti gli studiosi che in Europa, nel corso dei secoli, hanno trattato l'argomento "nobiltà" sono stati concordi, pur con differenti sfumature, che essa derivi dal sangue e dalla virtù.


pierfe - Presidente IAGI ha scritto:Ma noi rappresentiamo 3 organizzazioni che sono al top nel mondo e non solo nel nostro Paese, fatto di cui gli amministratori e i moderatori sono ben consci condividendo il nostro pensiero culturale comune, perchè tutti associati ad almeno una organizzazione.
Io non sono amministratore o moderatore ma quello che di tanto in tanto osserva che il forum non perda troppo il suo aspetto scientifico ed interviene cercando di spiegare quali sono i nostri obiettivi.


[hmm.gif]

p.s.: ho postato mentre la risposta già era stata postata.


poi:

Alessio Bruno Bedini - Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia ha scritto:Certo bisognerebbe confrontarlo con il DNA Vittorio Emanuele II ... chissà che non si scopra che questo è davvero il figlio del macellaio Tanaca...


pierfe - Presidente IAGI ha scritto:Questo forum quando l'ho pensato è nato con l'unico scopo di fare cultura, di aiutare le persone a trovare una risposta seria in una sputacchiera come è internet, a questo proposito ripeto le parole di un falsificatore documentale che ottenne il riconoscimento di uno stato come capo clan e "principe", lui mi disse (1998) internet è una latrina dove ognuno può scrivere quello che gli pare, e a distanza di tutto questo tempo dico che ha ragione.
...
In questo caso specifico mi spiace ma ripeto è gossip perchè non è detto dove e da chi è stato preso il DNA e questo in ambito scientifico non è serio e non merita considerazione.
Detto questo posso anche amare il gossip (uno dei miei grandi amici era lo scrittore Juan BalansòI ma non quello che ho letto in quel link perchè è di basso livello culturale e privo di qualunque prova infatti non è indicato neppure il cognome del presunto figlio di Carlo Alberto


Delehaye ha scritto:indicare una "fonte", seppur minimale, o unica e sola pubblicamente esistente, o quella "citata" ma non indicata, può far inquadrare il problema, e la problematica. essendo tutti dotati di raziocinio e di un bagaglio culturale non da poco.
una cosa è dire: "dicunt XYZ!"
altra cosa è dire: "Pinco Pallino ha scritto XYZ qui: http://www.blabla.it!
poi ognuno capisce che quel Pinco Pallino può avere l'autorevolezza di un Mario Rossi (uso questo perchè nome e cognome di un italiano-monade) qualsiasi o di Carlo Alberto di Savoia Carignano in persona, o quel www.blabla.it è un sito da 2 soldi o un sito inconfutabile.
"Venne anche preso lo stendardo da battaglia (guðfani), che chiamavano "Corvo"."
Avatar utente
Delehaye
 
Messaggi: 2334
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2012, 1:42
Località: Napoli

Re: DNA Y della casa reale di Savoia

Messaggioda GENS VALERIA » mercoledì 18 luglio 2012, 12:11

Gentile amico , se il tuo intento è quello di seminare zizzania fra amministratori-moderatori , basandoti su differenti ma secondarie sfumature di pensiero , temo che la tua attuale presenza come ospite in questo forum sia molto precaria .

Ritenendo di fatto concluso il topic , onde evitare inutili e sterili polemiche, chiudo qui.
Chi è ... è , chi non è ... non può essere.

Sergio de Mitri Valier Immagine
Avatar utente
GENS VALERIA
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 4970
Iscritto il: domenica 24 giugno 2007, 22:39
Località: Chiavari

Re: DNA Y della casa reale di Savoia

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » domenica 13 ottobre 2013, 14:39

Io credo che la questione sia semplice: quel Y-DNA nel database di FTDNA appartiene a una persona che dice di discendere da un figlio illegittimo di Carlo Alberto.
Per ora non possiamo sapere se dice il vero perchè nessuno dei Savoia "legittimi" ha ancora fatto il test, quindi non abbiamo elementi per un confronto.
Detto fra noi però mi sembrerebbe strano un DNA appartenente all'aplogruppo E.

Certo sarebbe importante fare delle analisi sugli attuali Savoia viventi e sui Savoia deceduti che sono sepolti ad Altacomba.
Quanto meno potrebbe finalmente finire questa diceria su Vittorio Emanuele che era il figlio del macellaio Tanaca http://archiviostorico.corriere.it/2000 ... 8322.shtml
Anche nel XIX secolo esisteva il gossip..
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6267
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: DNA Y della casa reale di Savoia

Messaggioda Nessuno » sabato 20 maggio 2017, 18:23

fabrizio guinzio ha scritto:Sì. Chiederò comunque ulteriore conferma a Savoia naturali(che per ora non possono venire "alla luce", lo faranno in futuro) e magari, più opportunamente, bisognerebbe chiedere notizie a rappresentanti della nostra Dinastia nazionale che abbiano fatto il test. Carissima, non potresti postare il "link"(collegamento) con il sito cui accenni? Come si sono procurati il DNA - y di Re Carlo Alberto?


Buonasera a tutti, mi duole riesumare una discussione sepolta anni fa, ma volevo chiedere se, alla fine, è confermata l'appartenenza dei Savoia all'aplogruppo E.

pierfe ha scritto:Mi sembra che stata trattando un argomento serio con un superficialità che desta preoccupazioe.
Per prima cosa chi ha certificato che quel DNA sia di Carlo Alberto, re di Sardegna?
Le possibilità che siano davvero poche, e la fonte non è indicata.
I discendenti delle grandi dinastie del passato si sono tutte sottoposte all'esame del DNA ma questo studio è fatto in maniera riservata, e per il momento non sono ancora resi pubblici i risultati. Quindi prima di "sputare" sentenze o accreditare gossip documentatevi bene con dati scientifici alla mano.
Carlo Alberto è stato un sovrano che merita rispetto e le affermazioni che leggo negli articoli citati sono solo un bel gioco che non provano nulla.
Rendetevi conto poi che la nobiltà non si base certo sul sangue ma sul diritto,
Pier Felice degli Uberti


La prego di perdonare la mia insolenza... ma volevo chiedere se, a distanza di anni, sono stati resi pubblici i risultati delle grandi dinastie del passato. Inoltre, è possibile almeno sapere quali dinastie del passato si sono sottoposte al test? Oggi abbiamo solamente i risultati di alcuni rami dei Borbone e sono tutti R-U106 derivati.

Ringrazio tutti per l'attenzione.
Nessuno
 
Messaggi: 134
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2009, 22:08

Re: DNA Y della casa reale di Savoia

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » sabato 20 maggio 2017, 21:52

É noto che molte famiglie importanti abbiano fatto il test ma non tutte hanno rivelato irisultati. Praticamente lo hanno fatto solo i Borbone Francia e i Bonaparte.
Alcuni dicono perché ci sarebbero "problemi" e i DNA antichi non combacerebbero con quelli degli attuali "discendenti".
Naturalmente sono solo maldicenze ma non abbiamo nessun altro elemento.
Questi vale per i Savoia, i Borbone di Napoli, i Borbone Spagna, i Lorena, i Windsor e altre famiglie.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6267
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Prossimo

Torna a Genealogia genetica - DNA



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite