Acquisizione di medaglie, onorificenze, cavalierati ecc.

Divise, medaglieri personali, nastrini, autorizzazioni.
Uniforms, personal decorations, ribbons use and authorization.

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Re: Acquisizione di medaglie, onorificenze, cavalierati ecc.

Messaggioda Pasquale M. M. Onorati » mercoledì 20 maggio 2009, 10:54

Gentili Nicolad72 e francesco Lupo, qualche anno fa, un mio zio mi raccontò che un suo conoscente affermava di far parte di un non meglio precisato ordine di Malta perchè entrare nel Sovrano Militare Ordine di Malta era troppo difficile!!!! Che ragionamento!!!!! [yikes.gif]
Fructum affert in patientia
Pasquale M. M. Onorati
 
Messaggi: 1808
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 17:34
Località: Caserta - Terra di Lavoro

Re: Acquisizione di medaglie, onorificenze, cavalierati ecc.

Messaggioda alfaomega033 » mercoledì 20 maggio 2009, 14:30

Chiedo umilmente scusa a tutti i forumisti che si sono offesi per il mio intervento e di questo me ne dispiace molto! Non era mia intenzione voler offendere e ferire l'onore di nessuno, anche se ho usato l'espressione "provocazione"! Intendevo soltanto attirare l'attenzione (intellettuale) su un aspetto legato purtroppo a molte vicende reali e nonm a salvare la faccia come ha scritto un forumista! Aggiungo inoltre che anche nei miei confronti sono state avanzate (consentitemelo) delle esagerazioni...
Comunque ritengo oramai doveroso continuare a parlare di cose serie lasciando dietro il passato ed in tal senso pongo il seguente quesito:- Chi è "CAVALIERE" oggi e che cosa significa. Qual è la sua "MISSIONE". Quali sono le differenze sostanziali con il passato.
Ringrazio quanti vorranno intervenire.
Chiedo scusa ancora se nel precedente intervento ho scritto in stampatello, non intendevo mancare di rispetto a nessuno.-
alfaomega033
 
Messaggi: 233
Iscritto il: domenica 17 maggio 2009, 23:16

Re: Acquisizione di medaglie, onorificenze, cavalierati ecc.

Messaggioda Mario Volpe » mercoledì 20 maggio 2009, 14:52

alfaomega033 ha scritto:Chiedo umilmente scusa a tutti i forumisti che si sono offesi per il mio intervento e di questo me ne dispiace molto! Non era mia intenzione voler offendere e ferire l'onore di nessuno, anche se ho usato l'espressione "provocazione"! Intendevo soltanto attirare l'attenzione (intellettuale) su un aspetto legato purtroppo a molte vicende reali e nonm a salvare la faccia come ha scritto un forumista! Aggiungo inoltre che anche nei miei confronti sono state avanzate (consentitemelo) delle esagerazioni...
Comunque ritengo oramai doveroso continuare a parlare di cose serie lasciando dietro il passato ed in tal senso pongo il seguente quesito:- Chi è "CAVALIERE" oggi e che cosa significa. Qual è la sua "MISSIONE". Quali sono le differenze sostanziali con il passato.
Ringrazio quanti vorranno intervenire.
Chiedo scusa ancora se nel precedente intervento ho scritto in stampatello, non intendevo mancare di rispetto a nessuno.-


Il suo (atteso) intervento, anche se non ha offerto motivazioni totalmente esaustive per il suo quantomeno bizzarro comportamento iniziale, presenta comunque ora delle scuse e dei più seri propositi che non posso non considerare ;) . Quanto alle esagerazioni nei suoi confronti, dovrà riconoscere che se le è proprio andate a cercare... ma credo di poter attribuire gran parte dell'accaduto alla sua inesperienza e giovane età.
Depongo quindi per il momento gomma e bacchetta che avevo già impugnato, e che mi tenevo pronto ad impiegare [cool.gif] ...
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3535
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: Acquisizione di medaglie, onorificenze, cavalierati ecc.

Messaggioda Fabio Gig » mercoledì 20 maggio 2009, 15:38

[ops.gif] [sorry.gif]
Ultima modifica di Fabio Gig il mercoledì 20 maggio 2009, 19:18, modificato 1 volta in totale.
Fabio Gig
Fabio Gig
 
Messaggi: 356
Iscritto il: mercoledì 7 marzo 2007, 17:53

Re: Acquisizione di medaglie, onorificenze, cavalierati ecc.

Messaggioda Antesterione » mercoledì 20 maggio 2009, 16:26

alfaomega033 ha scritto:Chiedo umilmente scusa a tutti i forumisti che si sono offesi per il mio intervento e di questo me ne dispiace molto! Non era mia intenzione voler offendere e ferire l'onore di nessuno, anche se ho usato l'espressione "provocazione"! Intendevo soltanto attirare l'attenzione (intellettuale) su un aspetto legato purtroppo a molte vicende reali e nonm a salvare la faccia come ha scritto un forumista! Aggiungo inoltre che anche nei miei confronti sono state avanzate (consentitemelo) delle esagerazioni...
Comunque ritengo oramai doveroso continuare a parlare di cose serie lasciando dietro il passato ed in tal senso pongo il seguente quesito:- Chi è "CAVALIERE" oggi e che cosa significa. Qual è la sua "MISSIONE". Quali sono le differenze sostanziali con il passato.
Ringrazio quanti vorranno intervenire.
Chiedo scusa ancora se nel precedente intervento ho scritto in stampatello, non intendevo mancare di rispetto a nessuno.-


Mi spiace di essere stato molto severo nel mio commento, ma capirà che il rispetto qui sia un argomento piuttosto "sensibile". La prossima volta... sia più prudente. Peraltro, la tematica che propone non avrebbe scandalizzato nessuno, anzi, volentieri e cordialmente le si sarebbe risposto (posta così la domanda).

Per il momento mi limito a dire che il suo quesito costituisce la chiave della vocazione cavalleresca. Il sottoscritto ovviamente parla di cavalleria cristiana, che fonde i principi dell'antica cavalleria alla fede.

Vi sono infatti molte cavallerie oggi. Per esplicitare questo fatto, basta fare l'esempio di due ordini (uno religioso cavallersco e sovrano, l'altro parte del sistema premiale di uno stato sovrano) agli antipodi:

- Ordine al Merito della Repubblica
- Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, detto di Rodi, di Malta (Sovrano Militare Ordine di Malta)

Come intuirà, le due appartenenze sono completamente diverse e presuppongo un'analisi diametralmente opposta delle caratteristiche dell'insignito e degli impegni che va ad assumersi (o meno).

Da un punto di vista pratico, per me un vero Cavaliere è un individuo che è stato creato, eletto, nominato ed investito cavaliere a seguito di cerimonia sacramentale (che presupponga spada e speroni), prestando giuramento ed essendo incorporato così in un Ordine Cavalleresco legittimo; da quel momento in poi egli cerca di realizzare nella sua vita gli impegni della vocazione cavalleresca, vocazione di giustizia, di conversione, di testimonianza e lotta per la vittoria del Figlio di Dio. Vocazione che presuppone l'impegno di proteggere coloro che non possono difendersi o che non hanno i mezzi per vivere serenamente la propria esistenza terrena. Egli segue un codice d'onore, ama il suo ordine e studia, meditando per tutto l'arco della sua esistenza, il modo migliore per essere degno della Nobile Cavalleria che ispirò i migliori che lo hanno preceduto.

Andrea
A l'heure où le mal a si souvent droit de cité parmi les hommes, et jusque dans les plus hautes institutions, le réveil de la vocation chevaleresque est une urgence, à laquelle le ciel n'a jamais tardé à répondre. P. Philippe-Emmanuel RAUSIS o.p.
Avatar utente
Antesterione
 
Messaggi: 524
Iscritto il: domenica 25 giugno 2006, 11:43

Precedente

Torna a Uniformologia



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti