Pagina 8 di 11

Re: Categorie in congedo: uniforme (finalmente) preclusa

MessaggioInviato: domenica 12 gennaio 2020, 20:17
da Marconi



Una volta che il marmista ha scritto è molto difficile cambiare...vedremo come andrà a finire

Re: Categorie in congedo: uniforme (finalmente) preclusa

MessaggioInviato: lunedì 13 gennaio 2020, 14:17
da Dabibin


Se l’UNUCI insorge.....allora avranno da aver paura allo SMD.....credo che abbiano di ben altri e piu’ importanti problemi da risolvere, che pensare di voler accontentare qualche pensionato ancor intenzionato a esibire l’uniforme della sua ex Amministrazione di appartenenza

Re: Categorie in congedo: uniforme (finalmente) preclusa

MessaggioInviato: lunedì 13 gennaio 2020, 18:18
da gnr56
Un quesito. La nuova SMD G 010 per il personale in congedo colpirà anche quei militari che appartengono al Ruolo d’Onore -che non siano, come previsto, “in casi particolari richiamati in servizio con il loro consenso, per essere impiegati in incarichi o servizi compatibili con le loro condizioni fisiche, escluso il comando di unità o di reparto” - essendo inviati in congedo assoluto o collocati a riposo e dispensati da ogni eventuale servizio. Verranno, quindi, esclusi dalla possibilità dell’indosso uniforme?

Re: Categorie in congedo: uniforme (finalmente) preclusa

MessaggioInviato: lunedì 13 gennaio 2020, 19:07
da nicolad72
La nuova normativa, che ancora non ho letto, sembra richiamarsi alle "categorie in congedo", senza fare differenze di sorta, quindi....

Re: Categorie in congedo: uniforme (finalmente) preclusa

MessaggioInviato: lunedì 13 gennaio 2020, 23:43
da Cronista di Livonia
Discussione aspra e per ora conclusa o quasi, ma vorrei aggiungere un paio di considerazioni, ciascuno potrà trovarvi l'utilità o l'inutilità che crede, ma penso valga la pena di meditarci su almeno qualche minuto.
Io sono un civile al 100%, con una passione per le uniformi, che per me personalmente, al di là di un retaggio familiare, sono, dal punto di vista dell'utilizzo, poco più che costumi per feste in maschera (ne ho più di una), mentre dal punto di vista dell'oggetto sono un simbolo di un modo di essere e di una tradizione.

Ricordo sempre con simpatia il vecchio granatiere che serviva Monsieur Noirtier nel Conte di Montecristo, questi tutte le mattine, pur essendo in congedo da tempo (era granatiere napoleonico durante la monarchia di luglio) indossava la propria antica uniforme perché egli si sentiva granatiere, quello era stato e quello continuava ad essere anche se a riposo.

Ricordo anche i due simpatici manigoldi dell'uomo che volle farsi Re di Kipling, i sergenti Carnehan e Dravot, entrambi conservarono (forse abusivamente?) le loro uniformi dopo il congedo ed in quelle morirono.

Certo di tratta di personaggi letterari, ma mi ricordano un amico vero, in carne ed ossa, che ha dedicato buona parte della sua vita al proprio reggimento e che ha subito come una pugnalata lo scioglimento dello stesso per mere ragioni di bilancio.

Insomma, i militari vivono una vita in uniforme, forse meno in Italia che altrove, mi si disse una volta che i più si vergognavano a farsi vedere in uniforme fuori dalle caserme, l'uniforme è un simbolo di ciò che sono e anche se a riposo restano militari. Questo dovrebbe consentire loro di indossarla se non tutti i giorni almeno di tanto in tanto.

Purtroppo da quanto si viene a intendere dalla recente disposizione dello Stato Maggiore della Difesa le cose in Italia non vanno per niente bene. Un limite così draconiano, tipico però della pubblica amministrazione italiana, punisce tutti, innocenti e colpevoli senza distinguo e sottende abusi anche gravi dell'uniforme da parte di chi è in congedo.

Insomma, una situazione grave e triste, che tende a spogliare i veterani di ciò che invece dovrebbe forse invece adornare gli anni del loro crepuscolo per ricordare a tutti che loro hanno servito la patria anche a rischio della propria vita (la norma punisce sia i veterani del Col Moschin che i soldatini della domenica, non fa eccezioni o distinguo) e farne così testimoni ed esempi per le future generazioni.
Molto triste.
Cordialmente,

Il Cronista di Livonia

Re: Categorie in congedo: uniforme (finalmente) preclusa

MessaggioInviato: martedì 14 gennaio 2020, 8:49
da Elmar Lang
L'interessante disamina fatta dal Cronista, mi trova d'accordo.

Re: Categorie in congedo: uniforme (finalmente) preclusa

MessaggioInviato: martedì 14 gennaio 2020, 11:00
da Cav.OSSML
Penso anch’io che l’intervento svolto dal Cronista sia non solo molto bello, ma anche perfettamente condivisibile.
E’da considerare, infatti, che la divisa rappresenta per un militare uno stile di vita.
Un militare solitamente ha la divisa “cucita addosso” e non è mai in congedo.
Il militare che cessa dal servizio permanente e viene collocato in congedo, a differenza di altre categorie professionali, non per questo recide ogni legame con l’amministrazione militare.
E quello che è più importante, tale rescissione non avviene nella norma sul piano identitario e morale.
Il militare in congedo è un centro di imputazione di situazioni giuridiche soggettive che costituiscono uno stato giuridico particolare, per tale motivo esso conserva per determinati effetti lo status di militare.

Re: Categorie in congedo: uniforme (finalmente) preclusa

MessaggioInviato: martedì 14 gennaio 2020, 16:45
da il-prof

L'articolo in questione è scritto in un italiano davvero imbarazzante.

Re: Categorie in congedo: uniforme (finalmente) preclusa

MessaggioInviato: giovedì 16 gennaio 2020, 15:27
da RoccoL08
Credo l'esempio Britannico sia più che sufficiente.
Prince+Wales+Duchess+Cornwall+Visit+Last+Tide+Go6lWODa5wOl.jpg
D-Day, Last of the Tide exhibition
W.jpg
Remembrance Day at the Cenotaph
2_0.jpg
Regimental Black Sunday Parade

In alcuni paesi è permesso ai congedati di indossare la propria uniforme con l'aggiunta di un'apposito distintivo che evidenzi lo status non attivo. Da noi è facile immaginare che anche una simile iniziativa si presterebbe ad abusi.

Non è sbagliato dire che i divieti a tappeto vadano a colpire diverse persone innocenti, ma se si è dovuti arrivare a questo punto forse ci sarà una ragione. Dai commenti che si vedono spesso su questo ed altri forum pare evidente che in ambito cavalleresco nonché militare non siano pochi coloro che fanno un cattivo uso delle proprie insegne ed uniformi. Se non si hanno tempo, risorse o interesse a punire tali trasgressioni non rimane altra scelta che andare alla radice della questione.

Re: Categorie in congedo: uniforme (finalmente) preclusa

MessaggioInviato: venerdì 17 gennaio 2020, 2:25
da gnr56
Marconi ha scritto:Che poi dire di addestrarsi forse più dei militari in servizio mi sembra una castroneria...come vanno a lavoro questi signori? Marciando e facendo l'alzabandiera tutti i santi giorni? Ma siamo seri per favore




https://www.youtube.com/watch?v=r9lfGNMNOjU

Re: Categorie in congedo: uniforme (finalmente) preclusa

MessaggioInviato: venerdì 17 gennaio 2020, 10:25
da nicolad72
In che modo, vietare l'uniforme quando non si è richiamati in servizio, possa squalificare le componenti ausiliarie, non lo comprendo.... forse il vero problema ce l'hanno coloro che - per vari motivi - non vengono mai richiamati in servizio... e quindi non possono indossare l'uniforme.
Quasi che l'uniforme abbia poteri particolari e basti essa sola a formare il militare in congedo... ma qua si trascende nel soprannaturale, ove io non ho competenze.

Re: Categorie in congedo: uniforme (finalmente) preclusa

MessaggioInviato: venerdì 17 gennaio 2020, 10:34
da Marconi
gnr56 ha scritto:
Marconi ha scritto:Che poi dire di addestrarsi forse più dei militari in servizio mi sembra una castroneria...come vanno a lavoro questi signori? Marciando e facendo l'alzabandiera tutti i santi giorni? Ma siamo seri per favore






https://www.youtube.com/watch?v=r9lfGNMNOjU


Video vintage?

Re: Categorie in congedo: uniforme (finalmente) preclusa

MessaggioInviato: venerdì 17 gennaio 2020, 14:25
da gnr56
Marconi ha scritto:
gnr56 ha scritto:
Marconi ha scritto:Che[url][/url] poi dire di addestrarsi forse più dei militari in servizio mi sembra una castroneria...come vanno a lavoro questi signori? Marciando e facendo l'alzabandiera tutti i santi giorni? Ma siamo seri per favore



https://www.youtube.com/watch?v=r9lfGNMNOjU


Video vintage?


vediamo se l’accontento!

https://m.youtube.com/watch?v=s9bBMFxHApI


https://m.youtube.com/watch?v=RP_BpIEx7Tk

https://m.youtube.com/watch?v=RFXQ7JrYsDw

https://m.youtube.com/watch?v=3aecSdsE6Yc

Re: Categorie in congedo: uniforme (finalmente) preclusa

MessaggioInviato: venerdì 17 gennaio 2020, 15:09
da gnr56
RoccoL08 ha scritto:In alcuni paesi è permesso ai congedati di indossare la propria uniforme con l'aggiunta di un'apposito distintivo che evidenzi lo status non attivo


La SMD G 010 ed. 2002, all'art.35, individuava l'apposito distintivo che evidenzia l'appartenenza ad una Associazione d'Arma o Combattentistica i cui soci sono, generalmente, in congedo.

Art. 35
omissis
Allo scopo di consentire un’agevole individuazione del personale in congedo, è istituito apposito distintivo di appartenenza alla propria categoria comprensivo dell’acronimo dell’Associazione.
L’uso di tale distintivo costituisce obbligo.
omissis


Tale distintivo è realizzato In forma di scudo sannitico in metallo da portarsi sulla ordinaria o sulla GUI/GUE, come patch ad alta o bassa visibilità sulla uniforme da campagna.

qui sotto quello dell'UNUCI

https://www.unuci.org/images/documenti/oggettistica/scudetto_ricamato_con_velcro.jpg

Re: Categorie in congedo: uniforme (finalmente) preclusa

MessaggioInviato: venerdì 17 gennaio 2020, 15:26
da Cav.OSSML
Noto con dispiacere che la parata del 2 giugno è sempre meno 'militare'.
Il massiccio coinvolgimento di corpi ausiliari, di scuole, enti locali, rappresentanti della società civile testimonia il nuovo corso della tradizionale parata,che offre sempre più spazio alle unità impegnate sul fronte umanitario.
Evidentemente la tradizionale sfilata militare, non rappresenta più uno strumento utilizzato con fini di politica internazionale e volto a mostrare le capacità belliche e la determinazione di uno Stato, come era invece un tempo.