Pagina 1 di 1

Nastrino rosso con croce di malta

MessaggioInviato: lunedì 16 aprile 2018, 23:32
da utente1
Salve a tutti, il nastrino relativo allo S.M.O.M. è nero con la croce ottagonata (con le varie varianti in base al "grado")' ma il nastrino tutto rosso con al centro la croce ottagonata cosa sarebbe?
Sicuro delle vostre risposte illuminanti , vi ringrazio anticipatamente.

Re: Nastrino rosso con croce di malta

MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 6:54
da Luca Bracco
[dev.gif] [dev.gif] [dev.gif]

A parte il rarissimo caso dell'ordine di Santo Stefano di Toscana (ma in quel caso la Croce ottagona è dorata ma non ci credo né che lo vendano né che lo abbia visto in giro)....per il resto è certamente un Ordine fasullo

Re: Nastrino rosso con croce di malta

MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 7:40
da utente1
Come immaginavo, ma come è possibile che le varie amministrazioni militari trascrivono un falso? Non è una scusante la mancata conoscenza in materia credo.

Re: Nastrino rosso con croce di malta

MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 7:41
da Elmar Lang
Confermo che si tratta di un tristemente noto pseudo-ordine di Malta.

Una curiosità: perché insegne e nastrini dell'ordine toscano di S. Stefano non dovrebbero essere reperibili in vendita? Mi capita spesso di vederne -d'ogni epoca--a fiere ed aste...

Re: Nastrino rosso con croce di malta

MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 7:42
da nicolad72
Siamo sicuri sia trascritto? Io ho i miei dubbi... sulle uniformi ho visto di tutto, compreso roba che di sicuro mai avrebbe potuto essere trascritta, nonostante ciò - in barba a qualunque regolamento - il nastrino veniva indossato comunque!

Re: Nastrino rosso con croce di malta

MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 7:42
da Luca Bracco
A me ne capitò solo uno....indossato da alto dignitario ma mai in fiere o mercati

Re: Nastrino rosso con croce di malta

MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 7:48
da Elmar Lang
Ad esempio, alla fiera "Militalia" di Novegro, può capitare abbastanza regolarmente di vederne anche esemplari antichi. Un mio conoscente ne ha appena a acquistato una placca "con gioie", che spero un giorno di farmi cedere...

Vorrei soggiungere, che sul mercato libero si possono trovare insegne di qualunque ordine cavalleresco o decorazione, financo la collana col "Greater George" della Giarrettiera...

Re: Nastrino rosso con croce di malta

MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 8:22
da Tilius
Elmar, credo che Luca Bracco si riferisca a nastrini stefaniani da uniforme portati oggigiorno da militari. Essendo un ordine conferito in ristrettissima misura, é oltremodo improbabile (ai limiti dell'impossibile) vederne un nastrino su una uniforme di un militare in servizio oggi in Italia (parliamo probabilmente di poche unità sulle intere Forza Armate). Del pari credo sia difficile (eufemismo) trovarlo - il nastrino da uniforme - nei negozi di forniture militari (i quali ovviamente sono specializzati sui grandi numeri), dovendosi provvedere con realizzazioni ad hoc non tanto per il nastro (ovviamente) quanto per il riportino.

Insegne antiche ovviamente sono reperibili sul mercato. Nastrini da uiforme in foggia moderna col riportino corretto... onestamente non ne ho mai visti (né i singoli nastrini da uniforme sono categoria mercelogica che vada per la maggiore, nenanche in fiera, a meno che non siano attaccati alla relativa uniforme... e credo che nella recente storia d'Italia siano stati davvero pochi i militari insigniti dell'ordine stefaniano, il quale oltretutto é autorizzabile - ergo portabile come nastrino sull'uniforme - solo da pochissimi anni).

Sul nastrino rosso pseudogiovannita vanto anch'io seri dubbi che sia stato trascritto, preferendo credere che sia un abuso di chi lo portava (o almeno lo spero, perché altrimenti vorrebbe dire che questa faccenda delle trascrizioni a matricola sta decisamente sfuggendo di mano al preposto uficio...)

Re: Nastrino rosso con croce di malta

MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 9:03
da Elmar Lang
È vero, immagino qui si intendesse la reperibilità del nastrino da uniforme, con relativa, apposita applicazione, per l'Ordine Stefaniano.

Devo un po' scusarmi per l'intervento dal tono un po' tagliente, ma sono reduce da una accesa discussione avuta ieri con un personaggio locale, che sostiene l'immoralità del fatto che insegne di ordini e decorazioni possano essere vendute sul mercato, che è disgustoso vi sia chi le vende e soprattutto chi le compra ed infine, che dovrebbe venir fatta un'apposita legge che in pratica proibisca tout-court il collezionismo di faleristica e che tutte le decorazioni divengano proprietà dello Stato e conservate presso un'apposita Istituzione.

Ci tengo a sottolineare che il mio interlocutore era assolutamente sobrio ed in possesso delle sue facoltà mentali.

Re: Nastrino rosso con croce di malta

MessaggioInviato: martedì 17 aprile 2018, 11:25
da Tilius
Elmar Lang ha scritto:...che dovrebbe venir fatta un'apposita legge che in pratica proibisca tout-court il collezionismo di faleristica e che tutte le decorazioni divengano proprietà dello Stato e conservate presso un'apposita Istituzione.

"...dovrebbe stare in un museo!!!111!!!!@@@!!!"
"...la kultura é il petrolio dell'Italia!!!111@@11!!!"
"...nessuno pensa ai bambini???!???!?!??!@!@!@???"

[arf2.gif] [arf2.gif] [arf2.gif]
Ci tengo a sottolineare che il mio interlocutore era assolutamente sobrio ed in possesso delle sue facoltà mentali.

Posso darti credito sul primo punto, sul secondo un po' meno... [dev.gif]