Nuova Direttiva Persomil Aut. onorificenze non nazionali

Divise, medaglieri personali, nastrini, autorizzazioni.
Uniforms, personal decorations, ribbons use and authorization.

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Re: Nuova Direttiva Persomil Aut. onorificenze non nazionali

Messaggioda Andrew Martin Garvey » sabato 15 agosto 2015, 18:09

La risposta a:
"per quanto concerne il discorso "il traduttore", dato che può anche non essere una persona iscritto all'albo, suppongo possa essere una qualunque persona (purchè non l'interessato) a dichiarare la "bontà" della traduzione, o sbaglio? anche qui il discorso allora potrebbe essere molto semplice."
La risposta è "si" ma per aver un valore legale ricordo che va sempre fatto in tribunale.
Andrew Martin Garvey
Avatar utente
Andrew Martin Garvey
 
Messaggi: 351
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 23:17

Re: Nuova Direttiva Persomil Aut. onorificenze non nazionali

Messaggioda Marconi » lunedì 15 gennaio 2018, 16:19

Ho visto autorizzazioni di colleghi concesse con traduzioni dalla SLEE, con traduzioni giurate e addirittura fatte da società private specializzate in traduzioni.
Marconi
 
Messaggi: 55
Iscritto il: venerdì 14 ottobre 2016, 16:11

Re: Nuova Direttiva Persomil Aut. onorificenze non nazionali

Messaggioda Marconi » giovedì 17 ottobre 2019, 21:24

https://www.difesa.it/SGD-DNA/Staff/DG/ ... onali.aspx


Per info è stata aggiornata la lista
Marconi
 
Messaggi: 55
Iscritto il: venerdì 14 ottobre 2016, 16:11

Re: Nuova Direttiva Persomil Aut. onorificenze non nazionali

Messaggioda Sagittario » giovedì 3 settembre 2020, 21:43

Essendo stata pubblicata la nuova Circolare M_D GMIL REG 0286586 del 21.07.2020 "Autorizzazione a fregiarsi di Ordini Cavallereschi/Benemerenze non nazionali", volevo porre una questione...

https://www.difesa.it/SGD-DNA/Staff/DG/ ... 86586.aspx

A pagina 2, ultimo cpv, si dispone che il personale militare non più in servizio debba avanzare la richiesta tramite la Prefettura per richiedere l'autorizzazione a fregiarsi di Ordini cavallereschi. Secondo voi, non è più semplice inviare direttamente la richiesta al MAE (o Presidenza del Consiglio per l'OESSG) evitando le lungaggini delle prefetture? (che peraltro trattengono in questo periodo le autorizzazioni a lungo prima di consegnarle).
Cosa cambia ai fini dell'ottenimento dell'autorizzazione e della successiva richiesta di trascrizione a matricola? (ammesso che ad un congedato possa ancora interessare la trascrizione...)
Socio Ordinario A.I.O.C.
Avatar utente
Sagittario
 
Messaggi: 536
Iscritto il: mercoledì 13 gennaio 2010, 15:19

Re: Nuova Direttiva Persomil Aut. onorificenze non nazionali

Messaggioda Carvilius » venerdì 4 settembre 2020, 10:32

Sagittario ha scritto:Essendo stata pubblicata la nuova Circolare M_D GMIL REG 0286586 del 21.07.2020 "Autorizzazione a fregiarsi di Ordini Cavallereschi/Benemerenze non nazionali", volevo porre una questione...

https://www.difesa.it/SGD-DNA/Staff/DG/ ... 86586.aspx

A pagina 2, ultimo cpv, si dispone che il personale militare non più in servizio debba avanzare la richiesta tramite la Prefettura per richiedere l'autorizzazione a fregiarsi di Ordini cavallereschi. Secondo voi, non è più semplice inviare direttamente la richiesta al MAE (o Presidenza del Consiglio per l'OESSG) evitando le lungaggini delle prefetture? (che peraltro trattengono in questo periodo le autorizzazioni a lungo prima di consegnarle).
Cosa cambia ai fini dell'ottenimento dell'autorizzazione e della successiva richiesta di trascrizione a matricola? (ammesso che ad un congedato possa ancora interessare la trascrizione...)


La questione non è se sia o meno più semplice rivolgersi direttamente alla Presidenza del Consiglio dei Ministri o al MAECI. Se una procedura definita dalla competente autorità prevede che le istanze vadano presentate per il tramite della prefettura di competenza, appare evidente che così debba esser fatto, anche se i tempi sono più lunghi (peraltro non tutte le prefetture "trattengono in questo periodo le autorizzazioni a lungo prima di consegnarle").

Il punto qui è piuttosto un altro. Se - come peraltro si evince chiaramente anche leggendo le pagine di questo Forum - le istanze per l'autorizzazione a fregiarsi di onorificenze estere o non nazionali devono essere inviate, per i civili, direttamente al MAECI, perché mai l'amministrazione militare prevede per il proprio personale non più in servizio attivo l'obbligo di passare attraverso l'ufficio territoriale del Governo? Si tratta di una svista nella redazione del testo della circolare o c'è sotto quale motivo più pragmatico? [hmm.gif]
Carvilius
 
Messaggi: 104
Iscritto il: lunedì 30 maggio 2016, 13:22

Re: Nuova Direttiva Persomil Aut. onorificenze non nazionali

Messaggioda Carvilius » venerdì 4 settembre 2020, 11:08

Sagittario ha scritto:Essendo stata pubblicata la nuova Circolare M_D GMIL REG 0286586 del 21.07.2020 "Autorizzazione a fregiarsi di Ordini Cavallereschi/Benemerenze non nazionali", volevo porre una questione...

https://www.difesa.it/SGD-DNA/Staff/DG/ ... 86586.aspx


Ad ogni modo, leggendo bene il documento, ci sono diverse altre cose che non mi quadrano.

Anzitutto, per le istanze dirette al MAECI viene specificato che esse devono essere inoltrate in bollo a corso legale. Se non erro la Farnesina non richiede più il bollo da anni per questo tipo di istanze.

Sempre per rimanere in tema di bollo, viene indicato che la copia del diploma di conferimento deve essere integrale autenticata, in carta semplice. Mi piacerebbe essere smentito da chi ha una maggiore conoscenza dell'argomento, ma se non sbaglio per procedere all'autenticazione di questa tipologia di documenti occorre sempre apporre sulla copia conforme una marca da bollo. Per esperienza personale, la marca da bollo mi è sempre stata richiesta, anche da uffici di amministrazioni comunali differenti, allorquando ho presentato copie di diplomi di conferimento per farmeli autenticare. Qui invece si parla di "carta semplice".

Infine, mi fa un po' sorridere (diciamo così) l'annesso 3 alla circolare, nel quale viene fornito l'elenco degli ordini cavallereschi "non nazionali" non autorizzabili. Mi chiedo se colui il quale ha redatto l'elenco ritenga davvero che si tratti di "ordini cavallereschi", ancorché non autorizzabili. By the way, che cosa sarebbero il "diploma bene merentium proprium dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme" e l'attestato di benemerenza del medesimo Ordine? [hmm.gif]
Carvilius
 
Messaggi: 104
Iscritto il: lunedì 30 maggio 2016, 13:22

Precedente

Torna a Uniformologia



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti