Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniformi EI

Divise, medaglieri personali, nastrini, autorizzazioni.
Uniforms, personal decorations, ribbons use and authorization.

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniformi EI

Messaggioda T.G.Cravarezza » sabato 27 aprile 2013, 23:56

Gentili Signori,
rileggendomi il regolamento sull'uso delle uniformi dell'Esercito Italiano, ultima edizione (2010) ho "scoperto" delle "novità" che sinceramente mi hanno stupito poiché non me le ricordavo nel passato e sinceramente non vedo rispettate nel presente.

Partiamo dal capitolo IV "DECORAZIONI", punto 2 "Classificazione, obblighi e divieti".
K. Uso delle decorazioni con l'abito civile.
E' consentito l'uso delle decorazioni con l'abito civile. Esse potranno portarsi:
nel formato normale, complete di insegne, con abiti civili muniti di giacca e cravatta, nelle circostanze in cui il personale militare in servizio indossa la Grande Uniforme;
nel formato ridotto, completo di insegne, con abiti da sera o da cerimonia, nelle circostanze in cui il personale militare in servizio indossa una delle uniformi che prevedono le insegne di formato ridotto.


Per il secondo punto, relativo al formato ridotto, è tutto nella norma, infatti le uniformi che prevedono il formato ridotto sono l'uniforme di gala e l'uniforme di società, entrambe da indossarsi unicamente quando per i civili è richiesto il frac con decorazioni (sul regolamento indicato ancora come "marsina"). Oppure con la grande uniforme da cerimonia, ma anch'essa è prevista essenzialmente quando anche per i civili dovrebbe essere previsto il tigh e quinidi le decorazioni in formato ridotto.
E' il primo punto che è particolare, in quanto sull'abito da città non è previsto l'uso di insegne in formato normale o ridotto, ma al massimo di una rosetta. Inoltre, per una questione estetica, se proprio si volesse permettere al personale militare in congedo o semplicemente in borghese, invitato ad una cerimonia militare, di indossare le proprie decorazioni, personalmente avrei optato per le decorazioni in formato ridotto, proprio per non appesantire un abito da città di per sè non adatto alle decorazioni.


Seconda questione. Punto 3 "Caratteristiche ed uso delle decorazioni".
G. Disposizione delle insegne metalliche.
Le insegne metalliche normali vanno disposte al massimo su due righe, scalate fra di loro di mm. 40 in altezza.
Le insegne metalliche ridotte vanno disposte su di un'unica riga.
Se il numero delle decorazioni è rilevante, ciascuna insegna deve essere parzialmente sovrapposta a quella che segue, in modo che comunque non sia superata la larghezza complessiva di mm 140.

Anche in questo caso, sinceramente è uso comunissimo vedere medaglieri su 3 o più righe. E' pur vero che se si rispettasse la norma, con un medagliere cospicuo, si dovrebbero sovrapporre in modo eccessivo i vari nastri che diverrebbero alla fine non identificabili e sicuramente bisognerebbe lasciare nel cassetto qualcosa, però è anche vero che il regolamento c'è e bisognerebbe rispettarlo. Inoltre avrebbe il pregio di sfoltire automaticamente i medaglieri. Anche per il formato ridotto, un'unica fila è davvero complessa da realizzare se si hanno più di 10/15 decorazioni.

H. Disposizioni dei nastrini.
La Pub. SMD-G-010 sancisce che i nastirni vengono disposti su una o più righe orizzontali costituite da un massimo di quattro nastrini di formato normale, o cinque nastrini di formato ridotto.
...Per il personale della F.A., devono essere applicate le seguenti disposizioni:
fino a 20 nastrini, disposti su 3 file (6 righe complete e 7^ incompleta) adottando il formato standard;
più di 21 nastrini, su 4 file, utilizzando il formato ridotto.

Altra norma non conosciuta: non mi è mai capitato di vedere i possessori di medaglieri superiori alle 20 decorazioni utilizzare i nastrini ridotti sulle uniformi ordinaria e di servizio. Da un lato si noterebbe una differenza estetica rispetto al resto dei militari e non sarebbe bello, ma dall'altro è anche vero che se si superano i 20 nastrini, diventa anche pesante il loro utilizzo nel formato normale.
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6453
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniform

Messaggioda Signore di Corsagna » lunedì 8 luglio 2013, 11:59

sopra i 20 (!) nastini si ha decisamente un problema di ipertrofia, forse sta anche alla persona ( o dovrebbe stare) lascelta se montare tutto, o far finta di dimenticarsi quelli che derivano dalla frequenza di corsi oggettivamenti normali nel procedere di carriera. Ricordo, al contrario ilcaso di un Ufficiale dei Carabinieri, al loro comando in allora a Vercelli, che ne montava, pur avendone, ovviamente, anche altri, solo uno..... quello della MOVM ricevuta in anni turbolenti in Sardegna....
richiesto delperchè rispose che bastava a chiarire quale fosse stato il suo impegno di militare
Signore di Corsagna
 
Messaggi: 5
Iscritto il: domenica 19 maggio 2013, 10:22

Re: Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniform

Messaggioda T.G.Cravarezza » lunedì 8 luglio 2013, 12:06

Concordo.
Personalmente ritengo che le norme vadano rispettate e quindi si debbano indossare i nastrini di porto obbligatorio, anche se ammiro il desiderio di sobrietà di coloro che sfoltiscono il medagliere (soprattutto dell'esempio diportato di MOVM).
La particolarità che mi ha spinto ad aprire questa discussione è quella riguardante la disposizione di usare i nastrini ridotti sopra le 20 unità: norma che, personalmente, non ho mai visto rispettata, anche se medaglieri di oltre 20 unità se ne vedono comunque pochi.
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6453
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniform

Messaggioda nicolad72 » lunedì 8 luglio 2013, 14:44

Immagine

Parla più di mille corsi corsini e corsetti.... nastrini di sana e robusta costituzione inclusi.
Il latore di questo medagliere è in servizio ed ha un incarico di estrema responsabilità...
Nicola Ditta
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10448
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniform

Messaggioda Lupo » martedì 9 luglio 2013, 10:03

E' stato il mio primo Comandante nel 1993. L'allora Battaglione per Allievi Sottufficiali CC di Velletri (ora scuola Marescialli).
All'epoca, Colonnello TSG Arturo Esposito (ora Gen. C.A.)
Socio fondatore AIOC
Avatar utente
Lupo
 
Messaggi: 338
Iscritto il: martedì 13 novembre 2007, 21:48
Località: Napoli

Re: Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniform

Messaggioda Pantheon » martedì 9 luglio 2013, 10:13

Dove sta adesso i nastrini non li porta più e sopratutto ha altro a cui pensare....la foto in esame riporta il suo medagliere sfoltito di almeno due commemorative ed un paio di nastrini di specializzazione....
Pantheon
 
Messaggi: 3277
Iscritto il: giovedì 8 aprile 2010, 13:29

Re: Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniform

Messaggioda Lupo » martedì 9 luglio 2013, 10:19

L'unica cosa che non mi torna è che la MAVM il Gen. C.A. Arturo Esposito l'ha ricevuta per un conflitto a fuoco con esponenti della camorra napoletana e non per atti eroici compiuti in territorio sardo.
Forse il Signore di Corsagna si riferiva ad altro ufficiale?
Socio fondatore AIOC
Avatar utente
Lupo
 
Messaggi: 338
Iscritto il: martedì 13 novembre 2007, 21:48
Località: Napoli

Re: Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniform

Messaggioda Lupo » martedì 9 luglio 2013, 10:21

Ci sono. Infatti la Medaglia d'oro per un conflitto a fuoco avuto in Sardegna, fu conferita all'allora Capitano Enrico Barisone
Socio fondatore AIOC
Avatar utente
Lupo
 
Messaggi: 338
Iscritto il: martedì 13 novembre 2007, 21:48
Località: Napoli

Re: Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniform

Messaggioda Lupo » martedì 9 luglio 2013, 10:29

I conti tornano. L'allora Ten. Col. Enrico Barisone, MOVM, negli anni '90, comandava l'allora Gruppo CC di Vercelli . . .
Socio fondatore AIOC
Avatar utente
Lupo
 
Messaggi: 338
Iscritto il: martedì 13 novembre 2007, 21:48
Località: Napoli

Re: Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniform

Messaggioda nicolad72 » martedì 9 luglio 2013, 12:41

Comunque quel nastrino azzurro ha il suo fascino che è unico... e se accompanganto da pochi fratelli (nastrini) è ancor più ammiccante... tra decine di colori rischierebbe di sparire o passare inosservato... perdendo (ovviamente in via esclusivamente putativa) di significato.
Nicola Ditta
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10448
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniform

Messaggioda T.G.Cravarezza » martedì 3 giugno 2014, 13:15

T.G.Cravarezza ha scritto:
Seconda questione. Punto 3 "Caratteristiche ed uso delle decorazioni".
G. Disposizione delle insegne metalliche.
Le insegne metalliche normali vanno disposte al massimo su due righe, scalate fra di loro di mm. 40 in altezza.
Le insegne metalliche ridotte vanno disposte su di un'unica riga.
Se il numero delle decorazioni è rilevante, ciascuna insegna deve essere parzialmente sovrapposta a quella che segue, in modo che comunque non sia superata la larghezza complessiva di mm 140.

Anche in questo caso, sinceramente è uso comunissimo vedere medaglieri su 3 o più righe. E' pur vero che se si rispettasse la norma, con un medagliere cospicuo, si dovrebbero sovrapporre in modo eccessivo i vari nastri che diverrebbero alla fine non identificabili e sicuramente bisognerebbe lasciare nel cassetto qualcosa, però è anche vero che il regolamento c'è e bisognerebbe rispettarlo. Inoltre avrebbe il pregio di sfoltire automaticamente i medaglieri. Anche per il formato ridotto, un'unica fila è davvero complessa da realizzare se si hanno più di 10/15 decorazioni.


Ripropongo la discussione, dopo il recente 2 giugno, perché all'epoca deviò dal tema principale.
In particolare i punti sopra riportati noto che sono completamente disattesi dalla maggioranza dei nostri militari. Ho visto un po' di foto di Roma, ma anche di altre città ed è usuale vedere medaglieri su più di due righe (soprattutto quelli cospicui), considerando che è invalsa l'abitudine di disporre le decorazioni su tre file come è previsto per i nastrini e, di conseguenza, su più righe.
Bisogna ammettere che io stesso, pur conoscendo il regolamento, non mi ero mai soffermato su questo punto. Inoltre spesso ci si affida agli abbigliamenti militari per la composizione del medagliere pensando che conoscano le norme (cosa che non sempre avviene). Quindi è facile che qualcuno abbia anche solo dato compito all'abbigliamento militare di predisporre il medagliere e si sia fidato della loro competenza senza andare a controllare l'effettiva aderenza al regolamento.
Qual è la vostra esperienza in merito? Avete mai visto medaglieri italiani con più di 6 decorazioni disposti solo su due righe?
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6453
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniform

Messaggioda Pantheon » martedì 3 giugno 2014, 13:41

In passato sì, fino a 20'-25 anni fa non era infrequente.
Ora, purtroppo, è di "moda" farsi allestire vere e proprie bacheche su cui caricare di tutto di più.
Saluti.

PS
Posto un bell'esempio di sostanza. Si può notare inoltre come fosse possibile, per gli uff., portare del Medaglia Mauriziana, nel formato grande, a guisa di decorazione da collo.

Immagine
Pantheon
 
Messaggi: 3277
Iscritto il: giovedì 8 aprile 2010, 13:29

Re: Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniform

Messaggioda Elmar Lang » martedì 3 giugno 2014, 13:52

Ai tempi del Gen. dalla Chiesa, la Mauriziana esisteva in due formati: "piccolo" (da portare al petto) per tutti gli ufficiali, inferiori e superiori); "grande" (da portare al collo), per gli ufficiali generali.

E.L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3076
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniform

Messaggioda Tilius » martedì 3 giugno 2014, 15:11

Esattamente. La Mauriziana grande da collo era solo per i generali.
...
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12418
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Particolarità nastrini e decorazioni regolamento uniform

Messaggioda Pantheon » martedì 3 giugno 2014, 16:01

Il formato grande (52 mm) appunto era solo per gli uff. generali, il formato piccolo solo per gli altri ufficiali. Il resto nisba, per lo meno fino al 1983 !
Peraltro assai difficile, se non impossibile, vedere all'epoca militari decorati con Mauriziana con un grado inferiore a quello di colonnello con notevole anzianità nel grado ... :o
Eppoi si son aperte le porte del.... [dev.gif]
Pantheon
 
Messaggi: 3277
Iscritto il: giovedì 8 aprile 2010, 13:29


Torna a Uniformologia



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti