Smocg: Investitura per 50 cavalieri

Comunicati e notizie ufficiali di ordini non nazionali.
Official announcement and news by non-national chivalric orders.

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Smocg: Investitura per 50 cavalieri

Messaggioda contegufo » lunedì 21 novembre 2011, 20:01

Salve

Immagine


Sabato 19 Novembre alle ore 11:30 presso la Chiesa dei Lucchesi in via del Lucchesi a ROMA il Cardinale Martino ha celebrato una Santa Messa con rito di investitura per 50 cavalieri di Lucca, Massa, Pisa, Livorno, Arezzo, Firenze e Pistoia (c'erano prefetti, questori, ammiragli in alta uniforme ...tutti toscani, tutti insigniti).
Il Principe Carlo di Borbone, Duca di Castro, al termine della bellissima cerimonia ha consegnato personalmente i diplomi.

Tutti i cavalieri spagnoli di Lucca tranne uno e tutti i cavalieri di Massa che hanno dato le dimissioni verranno accolti nel ramo napoletano, ovviamente tra gli insigniti ci sono alte cariche statali e militari locali.

Nascera' quindi in tempi brevissimi una nuova delegazione del Smocg Toscana del ramo napoletano.

Successivamente si chiariranno certi aspetti del passato che poco hanno soddisfatto e che hanno prodotto il distacco.

Come detto, solo un lucchese e' rimasto. Insieme ai Cavalieri di Massa e di Lucca si sono staccati anche diversi postulanti e cavalieri di Arezzo, Firenze, Pisa e Livorno.

Attualmente il nuovo sito è in costruzione. http://www.smoctoscana.altervista.org/

Saluti
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 2224
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: Smocg: Investitura per 50 cavalieri

Messaggioda Domenico Serlupi » martedì 22 novembre 2011, 13:25

Desidero precisare che i cavalieri passati al ramo francese sono sei di Lucca e Massa ed uno di Arezzo, pari al 5% del numero complessivo dei cavalieri della nostra Delegazione.
Non è vero che questi si siano "dimessi", ma sono stati invece "espulsi" con lettera raccomandata per non aver mantenuta la promessa di fedeltà e obbedienza al nostro Gran Maestro S.A.R. il Principe Don Carlos Infante di Spagna e Duca di Calabria, come tale ufficialmente riconosciuto dal Re di Spagna, ed operato in contrasto con gli Statuti. Gli altri investiti non li conosciamo nemmeno ed è quindi falso dire che si siano "dimessi".

Un'ulteriore precisazione: a Lucca e provincia i nostri cavalieri sono tuttora in numero di 9 (fra questi i cav. di giustizia marchesi Pietro e Antonio Mazzarosa Devincenzi Prini Aulla) e a Massa 4.
Tanto dovevo per amore di verità e senza alcuno spirito polemico.
Domenico Serlupi Crescenzi Ottoboni
cav. gr. cr. di giustizia, membro della R. Deputazione e della Commissione per l'Italia, supervisore per la Toscana
Avatar utente
Domenico Serlupi
 
Messaggi: 90
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2004, 9:57
Località: firenze


Torna a Comunicati di Ordini non nazionali



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite