La famiglia più antica al mondo

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Alessio Bruno Bedini, Messanensis, GENS VALERIA

Re: La famiglia più antica al mondo

Messaggioda kiodos » domenica 27 giugno 2010, 14:14

Salve a tutti,

secondo lo Spreti la famiglia Pellati (Prati, Plati) si trasferì nel 1178 da Castellazzo (ove erano originari) in numerose altre città come Alessandria, Genova, Asti...Se interpreto bene lo Spreti, la famiglia godeva già di una certa importanza nella regione alessandrina a quell'epoca, quindi è plausibile che fosse già presente da diverso tempo. Questa idea è sostenuta dal Manno che cita "Canefri, 315" (credo voglia dire "Cesare Canefri - La nobiltà di Alessandria, Torino 1760" , vero?) in cui si dice che le generazioni più remote sono incerte.

Filippo
kiodos
 
Messaggi: 20
Iscritto il: domenica 8 novembre 2009, 0:59

Re: La famiglia più antica al mondo

Messaggioda lucalap » domenica 11 settembre 2011, 22:49

La famiglia Gherardini di Firenze sembra essere antichissima prima del X° sec
lucalap
 
Messaggi: 5
Iscritto il: lunedì 29 giugno 2009, 0:02

Re: La famiglia più antica al mondo

Messaggioda lucalap » domenica 11 settembre 2011, 22:57

per gli orsini è provata la discendenza dai bobone?
lucalap
 
Messaggi: 5
Iscritto il: lunedì 29 giugno 2009, 0:02

Re: La famiglia più antica al mondo

Messaggioda Salvennor » domenica 11 settembre 2011, 23:41

Secondo me tantissime, dato che possiamo fare una ricerca genealogica con precisione ragionevole al limite fino a inizi 500, in condizioni straordinarie fino a inizi 400.
Non ci sono prove che certe famiglie discendano da personaggi del 900 d.C. e tanto meno da gens latine, o barbari, o ebrei. Che poi magari è vero, ma non si può provare.
E poi, magari un ramo si riesce a studiare bene fino al 300, e magari gli altri rami pur essendo imparentati con quello al max si riesce a studiarli fino a inizi 500. Entra in crisi il concetto di famiglia.
Per non parlare del fenomeno della trasmissione del cognome materno per certi rami, che pur essendo imparentati con gli altri in realtà avrebbero dovuto avere un cognome differente.
Neanche le Case regnanti possono provare al 100% antichissime ascendenze.
Immagine
Avatar utente
Salvennor
 
Messaggi: 1031
Iscritto il: giovedì 1 gennaio 2009, 17:19
Località: CAGLIARI

Re: La famiglia più antica al mondo

Messaggioda contegufo » lunedì 12 settembre 2011, 7:36

Salve

la STORIA con S maiuscola ha una base scientifica ma anche un parte spero meno rilevante fatta di storie fantastiche, bizzarrie ed anche di bugie create ad arte al solo fine di dare lustro o di occultare accadimenti spiacevoli.
Prendiamo quello che è dato per certo del rimanente vanno bene anche i sogni, purché non si spaccino per verità.

Saluti
Ultima modifica di contegufo il lunedì 12 settembre 2011, 20:03, modificato 2 volte in totale.
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 2401
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: La famiglia più antica al mondo

Messaggioda cgiuseppe » lunedì 12 settembre 2011, 7:58

Salve,
tra i miei avi, onnovero i Sava.
Sono in possesso di un volumetto, redatto verso la fine del XIX secolo, sulla storia della Famiglia Sava, di cui allego una piccola parte, da cui si ricava che la famiglia Sava discende dalla Regina di Saba o, quantomeno, dal Re sabino Tito Tatio
Nicolò Toppi al fog. 135 del I vol. dell’opera Origine de’ Tribunali di Napoli, scrive:
“Savo verso l’anno del mondo 2900 venne dall’Asia in Italia, e diede nome al popolo Sabino. Similmente Titea Saba, col nepote Sabatio seu Sabo o Savo verso l’anno 3000 venerat monti bus Caspis et Casperolam edificavit, vico prope Ameternum. Oggi Aquila negli Abruzzi.
Soggiunge:
Halicarnas, Porti Catonis testimonio (lib 2, par. 13) et ex Agro Reatino colonos emittens alios condedisse in quibus habitabant sine muris, inter quos fuit cures a qua deinde quirites dicti sunt. – T. Tatio, et Numa Pompili postea natis tantumque hos populos invaluisse usque ad mare Hadriaticum se extendentes regiones illos occuparent quod confirmat Halicarnas (lib. 1).
Sicchè T. Tatio accorciativi Tito Sabatio seu Sabo e Numa Pompilio erano della stessa discendenza Sabea d’Abissinia.
Appartennero alla stessa Eraclide Sabo e il figlio Claudio ch’era dell’Ordine Senatorio, quando scoppiarono in Roma le lotte, che rovinarono i Tarquini, e sorger fecero la libertà latina. (Tito Livio, vol. 1, fog. 127).
Esso Claudio elevò alla benemerente Consorte iscrizione lapidaria esistente nel Museo del Vaticano fra quelle de’ mariti e mogli, ed è come siegue:
DIE MANIBUS
CLAUDIUS ERACLIDIS SABIS
CONIUGE SUE BENEMERENTI
FECIT
………….Omissis………
Alla medesima Casa appartiene S. Giuliano cognomi nato Saba o Sava, il quale nel 363 di N.S. lasciò la solitudine per trasferirsi in Antiochia a difendere la cattolica fede contro gli Ariani. Oprò miracoli, morì nel 370, e fu annoverato tra’santi.
…………….Omissis…………
Negli Annuari della Nobiltà italiana degli anni 1879 e 1880 è scritto:
La famiglia Sava è di origine romana, trapiantata verso la metà del IV secolo nella costiera amalfitana. Primeggiò tra le prime. Ebbe grande autorità, case e possessioni in Amalfi, Scala, Ravello ed Atrani.
Verso l’anno 450 un Caio Sava, era Console in Ravenna, come dalla lapide N. 3, fogio DIV del Muratori.
………Omissis…….
Un Marino fu prima Prefetto d’Amalfi, indi dagli Amalfitani e dagli Atresi fu eletto Doge di quella repubblica. Comincia con lui una serie di Dogi e Duchi Amalfitani sortiti da questa famiglia dal 974 al 1157, la quale diede anche a Sorrento parecchi Duchi ed a Capua due Principi……………………
Un Gerardo Sava figlio di Sergio III, Duca d’Amalfi, ottenne dal Califfo d’Egitto verso il 1069 ampio terreno in Gerusalemme, ove ………..fondò l’Ospedale di S. Giov. Battista, di cui fu primo Rettore lo stesso Gerardo, che nel memorabile giorno delle presa di Gerusalemme, in abito talare, ed armato di lancia e di scudo alla testa de’ Cavalieri dello Spedale facilitò a’difensori di Cristo penetrare nella città santa.
(Beato Gerardo Fondatore dell'Ordine di Malta 13 ottobreca. 1040 – Gerusalemme, 3 settembre 1120
Per alcuni storici Gerardo e' originario di Scala, piccolo borgo nobiliare in collina sulla costiera amalfitana, all'epoca ricadente nel Per alcuni storici Gerardo e' originario di Scala, piccolo borgo nobiliare in collina sulla costiera amalfitana, all'epoca ricadente nel territorio della Repubblica marinara di Amalfi. Nel monastero benedettino di Santa Maria Latina in Gerusalemme egli aveva l'incarico di dirigere la foresteria, detta anche hospitale, in cui venivano accolti i numerosi pellegrini in visita ai luoghi santi. Per meglio gestire e organizzare la loro accoglienza, il Beato Gerardo fondò nel 1113 con l'approvazione di Papa Pasquale II la Confraternita di San Giovanni, che nel corso dei secoli divenne Ordine dell'Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme. La sua eredità è oggi raccolta dal Sovrano Militare Ordine di Malta che lo venera quale "beato" e fondatore territorio della Repubblica marinara di Amalfi. Nel monastero benedettino di Santa Maria Latina in Gerusalemme egli aveva l'incarico di dirigere la foresteria, detta cui venivano accolti i numerosi pellegrini in visita ai luoghi santi. Per meglio gestire e organizzare la loro accoglienza, il Beato Gerardo fondò nel 1113 con l'approvazione di Papa Pasquale II la Confraternita di San Giovanni, che nel corso dei secoli divenne Ordine dell'Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme. La sua eredità è oggi raccolta dal Sovrano Militare Ordine di Malta che lo venera quale "beato" e fondatore.)
Un Manfredi della Casa Sava de’ Duchi d’Amalfi, ed un Guglielmo Savano de’ Duchi di Sorrento, entrambi nepoti del detto Fra’ Gerardo, furono tra’ primi crociati, che piantarono il vessillo della Croce sulle torri di Gerusalemme (Tasso, con discorso ed annotazioni del Foscolo – Rondinella, Napoli 1854 – Camera, Memorie diplomatiche amalfitane).
cgiuseppe
 
Messaggi: 2
Iscritto il: lunedì 25 luglio 2011, 11:47

Re: La famiglia più antica al mondo

Messaggioda adj » lunedì 12 settembre 2011, 9:34

cgiuseppe ha scritto:
Sono in possesso di un volumetto, redatto verso la fine del XIX secolo, sulla storia della Famiglia Sava, di cui allego una piccola parte, da cui si ricava che la famiglia Sava discende dalla Regina di Saba o, quantomeno, dal Re sabino Tito Tatio

E noi dovremmo crederci?
adj
 

Re: La famiglia più antica al mondo

Messaggioda GENS VALERIA » lunedì 12 settembre 2011, 9:46

Molto interessante, cgiuseppe,
Tuttavia , usando un criterio scientifico (cioè "pesando" le fonti), dobbiamo prendere in esame le genealogie a partire dal IX / X Secolo d.C. ,anche se è verosimile la discendenza da una gens romana.
Ciò che viene riportato precedentemente, nella quasi totalità dei casi, rimane avvolto in suggestivo alone leggendario.

Grazie del contributo e benvenuto nel forum
Chi è ... è , chi non è ... non può essere.

Sergio de Mitri Valier Immagine
Avatar utente
GENS VALERIA
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 5119
Iscritto il: domenica 24 giugno 2007, 22:39
Località: Chiavari

Re: La famiglia più antica al mondo

Messaggioda antonio33 » lunedì 12 settembre 2011, 17:38

A proposito di famiglie antichissime, sto leggendo un libro assai interessante: "La Contea di Carpegna" di Francesco Vittorio Lombardi. In esso si cita un atto del 1090, in cui Ramberto del fu Cono (o Corbo), e i fratelli Ugo, Ramberto e Guido, figli del fu Guido, donarono a Gebizione, abbate del monastero di San Giovanni "inter ambas paras" posto alle falde del Fumaiolo, vari possedimenti situati nel territorio della pieve di San Pietro in Messa, sotto Pennabilli.
Questi signori, citati in tali atti, sarebbero stati i primi conti di Carpegna di cui si abbia notizia.
Lo stesso testo cita il Mitteis "Strutture giuridiche e politiche dell'età feudale", ove praticamente si afferma che in zone in cui lo stato non riuscì ad esercitare reale autonomia, le famiglie nobili, impadronitesi del potere, si "autonominarono" conti: vengon definiti conti allodiali o fondiari. Penso, a questo punto, che sia indispensabile che io chieda lumi a chi ne sa molte più di me.... Comunque, a quel che io intendo, ritengo i Carpegna famiglia antichissima, la cui nobiltà non risalga comunque a data certa nè derivante da "titolo noto".
Cordiali saluti. Antonio
Ultima modifica di antonio33 il lunedì 12 settembre 2011, 18:07, modificato 1 volta in totale.
Princeps probitas iusti
Avatar utente
antonio33
 
Messaggi: 1101
Iscritto il: domenica 19 giugno 2011, 13:21

Re: La famiglia più antica al mondo

Messaggioda M.Brivio » lunedì 12 settembre 2011, 17:51

In un numero dell'Archivio Storico Lombardo si presentava, corredata di fonti, l'ascendenza di Pinamonte de Capitani da Vimercate (vissuto nel XII secolo) da Alcherio, Signore di Airuno nel 960. Costui apparteneva a famiglia professante legge longobarda, ed avente capostipite un tale Ursone (+ ante 870), di cui si può trovare traccia (e cenni genealogici) in:

C.TROYA, Della Condizione de’ romani vinti da’ Longobardi…, Pag. 471
G.GIULINI, Memorie spettanti alla storia, al governo ed alla descrizione della città…, pag. 255
Dozzio, Codex Diplomaticus Longobardiae, Vol. XIII, pag. 1906
RONCHETTI – LUPI, Memorie istoriche della città e chiesa di Bergamo, pag. 152
Avatar utente
M.Brivio
 
Messaggi: 665
Iscritto il: sabato 23 dicembre 2006, 17:29

Re: La famiglia più antica al mondo

Messaggioda Carlettino » lunedì 23 luglio 2012, 19:09

1. Nel web trovai un elenco delle famiglie italiane più antiche.
2. Una quindicina di anni fa un editore tedesco fece circolare un volantino che annunciava l'uscita di un volume sulle famiglie italiane di nobiltà millenaria. A memoria ricordo solo i Capasso, Conti delle Pastene, Patrizi napolitani e beneventani.
Carlettino
 
Messaggi: 116
Iscritto il: giovedì 5 luglio 2012, 10:19

Re: La famiglia più antica al mondo

Messaggioda GENS VALERIA » lunedì 23 luglio 2012, 19:58

Carlettino ha scritto:1. Nel web trovai un elenco delle famiglie italiane più antiche.

Non giurerei sull' autorevolezza dell' "opera".


2. Una quindicina di anni fa un editore tedesco fece circolare un volantino che annunciava l'uscita di un volume sulle famiglie italiane di nobiltà millenaria. A memoria ricordo solo i Capasso, Conti delle Pastene, Patrizi napolitani e beneventani.

Nulla da eccepire sui Capasso - Conti delle Pastene, per il resto...tutto molto nebuloso.
Cerchiamo di essere un tantino più scientifici !!! A volte ci riusciamo
;)

Chi è ... è , chi non è ... non può essere.

Sergio de Mitri Valier Immagine
Avatar utente
GENS VALERIA
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 5119
Iscritto il: domenica 24 giugno 2007, 22:39
Località: Chiavari

Re: La famiglia più antica al mondo

Messaggioda salstefio » mercoledì 25 luglio 2012, 8:28

Sbaglio o c'è anche la famiglia CASTELLI tra le più antiche?
Avatar utente
salstefio
 
Messaggi: 61
Iscritto il: martedì 20 giugno 2006, 11:41

Re: La famiglia più antica al mondo

Messaggioda Carlettino » mercoledì 25 luglio 2012, 10:33

Come ho appreso navigando in internet, la famiglia nobile italiana pià antica sarebbe quella dei Capasso, Conti delle Pastene, Patrizi napolitani e beneventani, il cui ultimo discendente è don Enzo, che vive a Roma.
Carlettino
 
Messaggi: 116
Iscritto il: giovedì 5 luglio 2012, 10:19

Re: La famiglia più antica al mondo

Messaggioda salstefio » mercoledì 25 luglio 2012, 16:35

Mah!!!! ho trovato online questo:
http://humphrysfamilytree.com/famous.descents.html
Che dire!!!!????
Avatar utente
salstefio
 
Messaggi: 61
Iscritto il: martedì 20 giugno 2006, 11:41

PrecedenteProssimo

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti