Guidotti di Messina

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Guidotti di Messina

Messaggioda dpascale » domenica 17 febbraio 2008, 12:34

Gentilissimi,

riprendo a chiedervi notizie sulla famiglia Guidotti di Bologna, come già avevo fatto tempo fa, per quanto riguardava i Guidotti pugliesi:

http://www.iagiforum.info/viewtopic.php?t=4604&highlight=guidotti

Recentemente ho scoperto sul nobiliario di Sicilia del dott. Mango di Casalgerardo (pubblicato sul sito della regione Sicilia) che esisteva una famiglia Guidotti anche a Messina: lo stemma è lo stesso dei Guidotti bolognesi, e sentite cosa dice vicino allo stemma:

Guidotti.
Il Galluppi la vuole originaria di Bologna. Godette nobiltà in Messina nel secolo XVII ed è degno di nota un Sebastiano, che fu giudice della corte straticoziale di Messina nel 1610-11 e della Gran Corte del Regno nel 1617-18.
Arma: d’azzurro, a sei stelle d’oro, ordinate 3, 2 e 1; al capo cucito d’azzurro, caricato da tre gigli d’oro, divisi dal lambello a quattro gocce di rosso.
Cimiero: un bufalo al naturale, anellato d’argento.


Ora io mi chiedo, dal momento che Guidotti è un cognome prevalentemente nord-italiano (anzi concentrato maggiormente nella zona tra Bologna e Firenze), è possibile che effettivamente, come sostiene il Galluppi, sia originaria di Bologna?
Avete qualche altra notizia su questi Guidotti di Messina?
E ancora una domanda: cosa si intende per "corte straticoziale" di Messina?

Chiedo a tutti gli amici del forum se hanno qualche notizia da inviarmi, e in particolare agli amici siciliani, e più in particolare agli amici messinesi! :D

Grazie


Daniele

Fonte: http://www.regione.sicilia.it/beniculturali/bibliotecacentrale/mango/guidi.htm
dpascale
 
Messaggi: 1163
Iscritto il: sabato 2 giugno 2007, 18:42

Messaggioda alfabravo » domenica 17 febbraio 2008, 13:45

Dal testo di Villabianca “Della Sicilia Nobile”, vol. I (Palermo, 1754)

Vi era in questa città [Messina] la carica nobilissima dello Stratico o Strategoto, che voleva dire Capo di Guerra, eligendosi questo dall’Ordine de’ Proceri o sieno Magnati, e de’ primi baroni di questo Regno: oggi però si è trasferita una tal carica nel Governatore della Piazza, che suol essere de’ primi generali del Re, avendo questi il comando delle armi, il governo della cittadella e la reggenza di tutto il politico ed economico della città. Esso è il Presidente dell’antica Corte Straticoziale, che oggi dicesi la Regia Audienza, venendo questa formata da tre giudici biennali, col consiglio de’ quali regge egli la giustizia civile e criminale de’ cittadini, anche palatino modo, con indefinita giurisdizione. E’ capo altresì del Senato, gode onori distintissimi ed ha la guardia degli alabardieri. Dura il suo governo senza stabilimento di tempo fino alla nuova elezione, che farà il Re, e in ogni caso della sua assenza vedesi appartenere il comando del militare al più antico ufiziale delle truppe, e del politico al giudice eddomadario della Regia Audienza. Il presente governatore è il generale Giuseppe Grimao, cavaliere di San Gennaro.

Distinti saluti da Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 908
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Messaggioda dpascale » domenica 17 febbraio 2008, 14:11

Grazie gentilissimo Ritter per avermi spiegato cos'erano i giudici della corte straticoziale. Qualcosa di simile esisteva anche nelle altre città della Sicilia? E i giudici venivano scelti tra il ceto nobiliare?

Grazie :D


Daniele
dpascale
 
Messaggi: 1163
Iscritto il: sabato 2 giugno 2007, 18:42

Messaggioda Messanensis » domenica 17 febbraio 2008, 16:10

dpascale ha scritto:Grazie gentilissimo Ritter per avermi spiegato cos'erano i giudici della corte straticoziale. Qualcosa di simile esisteva anche nelle altre città della Sicilia? E i giudici venivano scelti tra il ceto nobiliare?


I giudici esistevano in tutte le città demaniali di Sicilia e venivano scelti tra i laureati in legge ed i nobili.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1563
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda dpascale » domenica 17 febbraio 2008, 16:18

Messanensis ha scritto:I giudici esistevano in tutte le città demaniali di Sicilia e venivano scelti tra i laureati in legge ed i nobili.


Quindi questo Sebastiano Guidotti, giudice della corte straticoziale, apparteneva a una delle due categorie, cioè o laureato in legge o nobile. Ma all'epoca i laureati in legge venivano considerati come facenti parte del ceto nobiliare, oppure si trovavano "un gradino più sotto"? In sostanza, il fatto che un membro della famiglia sia giudice ci può indicare con qualche certezza che quella famiglia sia nobile?
E in più le chiedo, a lei che è di Messina, non ha alcuna notizia sulla famiglia in questione?

La ringrazio moltissimo :D


Daniele
dpascale
 
Messaggi: 1163
Iscritto il: sabato 2 giugno 2007, 18:42

Re: Guidotti di Messina

Messaggioda Messanensis » domenica 17 febbraio 2008, 16:33

dpascale ha scritto:Recentemente ho scoperto sul nobiliario di Sicilia del dott. Mango di Casalgerardo (pubblicato sul sito della regione Sicilia) che esisteva una famiglia Guidotti anche a Messina: lo stemma è lo stesso dei Guidotti bolognesi, e sentite cosa dice vicino allo stemma:

Guidotti.
Il Galluppi la vuole originaria di Bologna. Godette nobiltà in Messina nel secolo XVII ed è degno di nota un Sebastiano, che fu giudice della corte straticoziale di Messina nel 1610-11 e della Gran Corte del Regno nel 1617-18.
Arma: d’azzurro, a sei stelle d’oro, ordinate 3, 2 e 1; al capo cucito d’azzurro, caricato da tre gigli d’oro, divisi dal lambello a quattro gocce di rosso.
Cimiero: un bufalo al naturale, anellato d’argento.


Ora io mi chiedo, dal momento che Guidotti è un cognome prevalentemente nord-italiano (anzi concentrato maggiormente nella zona tra Bologna e Firenze), è possibile che effettivamente, come sostiene il Galluppi, sia originaria di Bologna?
Avete qualche altra notizia su questi Guidotti di Messina?
E ancora una domanda: cosa si intende per "corte straticoziale" di Messina?

Chiedo a tutti gli amici del forum se hanno qualche notizia da inviarmi, e in particolare agli amici siciliani, e più in particolare agli amici messinesi! :D


Visto che sono stato chiamato in causa, intervengo. :D

Sei fortunato perche sto facendo uno studio sulle famiglie nobili di Santa Lucia del Mela, tra le quali è presente anche una famiglia Guidotti, detta anche Guidotta e de Guidottis. Ecco quanto ho finora trovato (tutto ricavato da documenti):

In un atto del 1523 compare il "Nobilis Perius Franciscus de Guidottus" di Firenze (AS ME, Vol. 22, Notaio Antonino Proximi di Messina).

Il 23 Ottobre 1518 in Notar Presbitero Francesco Mostaccio di S. Lucia vi è concessione di un fondo in c.da Furia di S. Lucia a favore di Nicolò-Francesco Guidotti.

Nel 1557 risulta vivente il Magnifico Tommaso de Guidotta abitante in S. Lucia (AS ME, notaio Antonino Proximi di Messina, vol. 30 II), probabilmente quello stesso che nel 1572, nel 1574, nel 1577-78, e nel 1583-84 ricoprì la carica di giurato nella cittadina luciese.
Stessa carica ricoprì Paolo Guidotta nel 1597-98, 1609-10, 1613-14, 1614-15, 1620-21, 1624-25 e Vittorino Guidotti nel 1653-54.

Il 20 Febbraio 1586 in Notar Geronimo Sterrantino di S. Lucia vi è testamento di Antonello Guidotti, il quale nomina eredi le nipoti Filippella e Caterina Guidotti, figlie del fratello Andreotta, maritatesi rispettivamente con D. Tommaso Compagna e D. Antonio Flaccomio (atti del 10 Luglio e del 7 Settembre 1602 in Notar Domenico Dominaddo). L’11 Aprile 1602 in Notar Mendolia vi è divisione di beni fra le due sorelle.

L'arma della famiglia purtroppo è sconosciuta.

P.S. La ricerca è ancora in corso.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1563
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda Messanensis » domenica 17 febbraio 2008, 16:38

dpascale ha scritto:Ma all'epoca i laureati in legge venivano considerati come facenti parte del ceto nobiliare, oppure si trovavano "un gradino più sotto"?


Erano equiparati ai nobili.

In sostanza, il fatto che un membro della famiglia sia giudice ci può indicare con qualche certezza che quella famiglia sia nobile?


No. La sua famiglia poteva non essere nobile.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1563
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda Messanensis » domenica 17 febbraio 2008, 16:58

Il 28 Settembre 1667 in Notar Francesco Pizzo di Santa Lucia furono stipulati i capitoli matrimoniali tra D. Mario Cocuzza e Donna Flavia Guidotti (figlia di Vittorino e Agata Carrozza).
Dopo di che il casato sembra estinguersi in S. Lucia, dato che non si hanno notizie di altri Guidotti nella cittadina luciese in epoca successiva.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1563
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda dpascale » domenica 17 febbraio 2008, 21:14

Grazie Messanensis,

sei (possiamo darci del tu?) stato molto gentile :D

Vedo dal tuo intervento che il primo Guidotti di Santa Lucia del Mela era fiorentino, e in più qualificato come nobile... dunque cadrebbe la ipotesi del Galluppi (visto che sono un ignorante, mi potreste dire che attendibilità ha questo storico?) che vuole la famiglia messinese di origine bolognese.

Ma questa famiglia di Santa Lucia era la stessa di Messina (di quel giudice Sebastiano, citato dal Mango)? Oppure erano addirittura due famiglie diverse? La distanza di Santa Lucia da Messina è veramente poca...

Grazie ancora :D


Daniele
dpascale
 
Messaggi: 1163
Iscritto il: sabato 2 giugno 2007, 18:42

Messaggioda Messanensis » lunedì 18 febbraio 2008, 2:18

dpascale ha scritto:Grazie Messanensis,

sei (possiamo darci del tu?) stato molto gentile :D


Certo. :D

Vedo dal tuo intervento che il primo Guidotti di Santa Lucia del Mela era fiorentino, e in più qualificato come nobile... dunque cadrebbe la ipotesi del Galluppi (visto che sono un ignorante, mi potreste dire che attendibilità ha questo storico?) che vuole la famiglia messinese di origine bolognese.


Vorrei precisare che il Guidotti fiorentino compare in un atto stipulato a Messina. Non sono ancora sicuro del suo legame con i Guidotti di S. Lucia, anche se si ritrova a Messina nello stesso periodo in cui compaiono i primi Guidotti a S. Lucia (primi del '500).

L'attendibilità del Galluppi è buona per il periodo più vicino a lui. Quando parla di origini familiari non sempre è esatto. Anche le blasonature a volte non sono precise.

Ma questa famiglia di Santa Lucia era la stessa di Messina (di quel giudice Sebastiano, citato dal Mango)? Oppure erano addirittura due famiglie diverse? La distanza di Santa Lucia da Messina è veramente poca...


Sì, è vero, la distanza è veramente poca. Infatti a Santa Lucia si ritrovano parecchie famiglie nobili messinesi. Però non ho ancora elementi per dirti con certezza che i Guidotti di S. Lucia e quelli di Messina appartenessero alla stessa famiglia.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1563
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Re: Guidotti di Messina

Messaggioda Halcedo » lunedì 4 novembre 2019, 15:23

Non so se può essere utile ma io ho una Marianna Guidotti fra i miei antenati, sposata in Sant'Angelo di Brolo a Giulio Cesare Caldarera-Natoli. Siamo nella generazione del 1730 circa.
Halcedo
 
Messaggi: 22
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 21:17


Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti