Pagina 1 di 2

Ricerca Famiglia Marocco di Caiazzo

MessaggioInviato: venerdì 1 febbraio 2008, 21:03
da Tommaso Tartaglione
Salve a tutti. Mi chiamo Tommaso Tartaglione da Caserta. Mi rivolgo a voi appassionati di araldica e genalogia per sapere se qualcuno ha notizie della famiglia Marocco di Caiazzo (Caserta) e del suo stemma.

MessaggioInviato: venerdì 1 febbraio 2008, 21:45
da Alessio Bruno Bedini
Benvenuto nel forum! :D

MessaggioInviato: venerdì 1 febbraio 2008, 23:39
da Tommaso Tartaglione
Gentile Sig. Bedini, visto che lei è appassionato di storia , in particolar modo del periodo gotico, le dirò che si tramanda nella famiglia dei miei antenati Marocco, il cui stemma rappresenta una torre sul mare( mare-rocca, da cui appunto il cognome) che essa farebbe risalire il suo capostipite al principe visigoto Valerio Marocuos vissuto nel V° sec.; tale leggenda sembra essere accreditata poichè è riportata in vari manoscritti da un altro mio antenato, lo storiografo e notaio Carlo Marocco, vissuto tra il XVII e il XVIII sec. Cordialmente .Tommaso Tartaglione

MessaggioInviato: sabato 2 febbraio 2008, 0:26
da Grimaldi
Tommaso Tartaglione ha scritto:Gentile Sig. Bedini, visto che lei è appassionato di storia , in particolar modo del periodo gotico, le dirò che si tramanda nella famiglia dei miei antenati Marocco, il cui stemma rappresenta una torre sul mare( mare-rocca, da cui appunto il cognome) che essa farebbe risalire il suo capostipite al principe visigoto Valerio Marocuos vissuto nel V° sec.; tale leggenda sembra essere accreditata poichè è riportata in vari manoscritti da un altro mio antenato, lo storiografo e notaio Carlo Marocco, vissuto tra il XVII e il XVIII sec. Cordialmente .Tommaso Tartaglione



Gentile signore
benvenuto nel forum.

E mi scusi se intervengo.

La famiglia Marocco è ricordata fra i casati di Caiazzo (e di essa ricordo gli studiosi Dante e Raffaele).
Ma è stato ormai ampiamente dimostrato che nessuna famiglia può storicamente dimostrare che ascende fino al sec. V° a.C.
In genere questo tipo di mitologie familiare nei secoli scorsi.

Cordiali saluti

MessaggioInviato: sabato 2 febbraio 2008, 0:30
da L.A.S.
Grimaldi ha scritto:

Gentile signore
benvenuto nel forum.

E mi scusi se intervengo.

La famiglia Marocco è ricordata fra i casati di Caiazzo (e di essa ricordo gli studiosi Dante e Raffaele).
Ma è stato ormai ampiamente dimostrato che nessuna famiglia può storicamente dimostrare che ascende fino al sec. V° a.C.
In genere questo tipo di mitologie familiare nei secoli scorsi.

Cordiali saluti


Infatti, caro Giovanni, se leggi bene è accreditata la leggenda :lol:
Lorenzo

MessaggioInviato: sabato 2 febbraio 2008, 10:36
da Tommaso Tartaglione
Gentille Sig. Grimaldi, io però non ho detto che risalirebbe al V° sec. avanti Cristo ma si capisce che è riferito al dopo Cristo; come lei ben sa le prime invasioni barbariche in Italia si ebbero con i Visigoti di Alarico nel 410 d.C. Cordialmente Tommaso Tartaglione

MessaggioInviato: sabato 2 febbraio 2008, 13:55
da Grimaldi
Tommaso Tartaglione ha scritto:Gentille Sig. Grimaldi, io però non ho detto che risalirebbe al V° sec. avanti Cristo ma si capisce che è riferito al dopo Cristo; come lei ben sa le prime invasioni barbariche in Italia si ebbero con i Visigoti di Alarico nel 410 d.C. Cordialmente Tommaso Tartaglione


Mi scusi per la svista.
Nessuna famiglia storicamente può dimostrare di arrivare ad epoca tanto remota.

La maggioranza delle famiglie, con ricerche approfondite, può rintracciare documentazione fino ai sec. XVI-XVII (dopo Cristo).
Famiglie nobili (e realmente tali) possono arrivare al basso medioevo (secc. XIII-XV). Antiche casate riescono anche ad arrivare all'anno mille, oppure poco prima.

Comunque sia tutto può essere. Il problema è solo nel dimostrarlo.
Se magari è interessato alla storia della sua famiglia potrà ricercare e custodire i documenti che possano dismotrare la sua ascendenza e vedere fin dove indietro nel passato riesce a spingersi.

Cordiali saluti

MessaggioInviato: sabato 2 febbraio 2008, 17:52
da Tommaso Tartaglione
Gentile Sig. Grimaldi, la ringrazio per i suoi consigli. In effetti è stato scritto un saggio sulla Famiglia Marocco e l'albero genealogico si ferma a Giulio Cesare Marocco vissuto tra il XV e il XVI sec.. Quali documenti potrebbero servire per andare più indietro nel tempo, considerando che è andato disperso il Libro di famiglia? Ancora grazie. Tommaso Tartaglione.

MessaggioInviato: domenica 3 febbraio 2008, 20:36
da Grimaldi
Tommaso Tartaglione ha scritto:Gentile Sig. Grimaldi, la ringrazio per i suoi consigli. In effetti è stato scritto un saggio sulla Famiglia Marocco e l'albero genealogico si ferma a Giulio Cesare Marocco vissuto tra il XV e il XVI sec.. Quali documenti potrebbero servire per andare più indietro nel tempo, considerando che è andato disperso il Libro di famiglia? Ancora grazie. Tommaso Tartaglione.



Egregio signore
dopo la ricerca usuale in atti dello stato civile e poi negli atti parrocchiali la fonte più utilizzabile sono gli atti notarili dei secoli passati
(custoditi negli archivi di Stato).

Ad esempio per gli atti notarili che potè stipulare
Giulio Cesare Marocco (secc. XV-XVI) vivente in Caiazzo
potrebbe ad esempio iniziare a provare fra i protocolli notarili
di tale città custoditi nell'Archivio di Stato di Caserta

Infatti:
"Caiazzo: 1546 vol. 1,
1653-1708 voll. 52,
1704-1811 voll. 248
"

Nei secoli trascorsi era frequente per le persone stipulare contratti matrimoniali, testamenti, così come compravendite, enfiteusi, etc. etc.

Cordiali saluti.

MessaggioInviato: domenica 3 febbraio 2008, 23:13
da Tommaso Tartaglione
La ringrazio di cuore per queste preziose notizie.

Cordialmente.
Tommaso Tartaglione

MessaggioInviato: domenica 3 febbraio 2008, 23:57
da Grimaldi
Non c'è di che.

Lieto di esserle stato di aiuto.

Se non ci si aiuta poi fra voi "vicini" di casa. :D

MessaggioInviato: giovedì 7 febbraio 2008, 13:38
da Tommaso Tartaglione
Egreggio Sig. Grimaldi,
parlando con la mia famiglia ho scoperto che gli studiosi Dante e Raffaello non appartengono ai Marocco di Caiazzo, ma ai MARROCCO(con due "r") di Piedimonte Matese, e comunque tra le due famiglie non c'è alcuna correlazione. Cordiali saluti.

Tommaso Tartaglione

MessaggioInviato: giovedì 7 febbraio 2008, 13:45
da Tommaso Tartaglione
A proposito, mi dimenticavo di chiederele un'informazione.
In un manoscritto dell'inzio del XVIII° sec. scritto dal mio antenato Carlo Marocco ho trovato scritto che le notizie sulla storia della famiglia Marocco, appunto,sono state riportate da Nolemberti al cap.13 e da Guidone Olivi apag 188-189 delle Principali famiglie del Regno di Napoli. Chi sono questi tali? Ed esiste tale Libro?
Ancora grazie.

Tommaso Tartaglione

MessaggioInviato: giovedì 7 febbraio 2008, 14:14
da Grimaldi
Gentile signore

mi dispiace ma sinceramente non ho memoria del volume che lei cita e dei suoi autori.
Da dove le risultano tali dati? Sono magari manoscritti?

Per quanto riguarda le due famiglie Marocco di Caiazzo e MARROCCO (con due "r") di Piedimonte Matese non sapevo che fossero due distinte famiglie.

Ma, visto il cognome raro e la vicinanza geografica, forse (forse) si potrebbe anche lasciare l'ipotsi di una comune anche se probabilmente non dimostrata (e/o dimostrabile) ascendenza?

MessaggioInviato: domenica 10 febbraio 2008, 13:44
da Tommaso Tartaglione
Gentile Sig. Grimaldi,
facendo delle ricerche ho trovato in un manoscritto, dei primi anni del XVIII° sec. del mio antenato Carlo Marocco, descritto ed impresso, credo con un sigillo o timbro, un'altro stemma della famiglia con un leone rampante ed una torre , il tutto sormontato da una corona che non riesco a riconoscere. Cosa ne pensa?
Cordiali saluti
Tommaso Tartaglione Immagine