Famiglia Santini

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Famiglia Santini

Messaggioda oberdam » sabato 29 dicembre 2007, 14:37

Buon giorno a tutti!! Qualcuno ha notizie della Nobile Casata Santini che ha pero diversi rami: Arcevia, Lucca, Velletri eccetera? Qualcuno sa dirmi qualcosa? Grazie a tutti! A presto!
oberdam
 
Messaggi: 31
Iscritto il: giovedì 27 dicembre 2007, 2:40

Messaggioda alfabravo » sabato 29 dicembre 2007, 15:52

Dall’Enciclopedia storico nobiliare di V. Spreti

Arma. D’azzurro al destrochiero di rosso, movente dal lato destro, tenente con la mano di carnagione un giglio d’oro, ed accompagnato in capo da altri due gigli dello stesso, ordinati in fascia.

Dimora: Arcevia, Senigallia e Rovigo.

Famiglia di Arcevia, insignita del titolo di nobile per ambo i sessi e con questo iscritta nell’Elenco ufficiale Nobiliare Italiano.
E’ rappresentata da Matteo nato ad Arcevia il 28 ottobre 1867 dai furono Ettore (1840-1914) e Ginevra Romanelli (1846-1906), sposato con Natalina Gianfranceschi (nata il 21 dicembre 1874).
Figli: Ettore, nato ad Arcevia il 2 marzo 1897, primo procuratore delle imposte a Badia Polesine
(Rovigo) sposato il 29 marzo 1921 con Zaira Castellani di Ancona:
Carlo, nato ad Arcevia il 3 ottobre 1908, sposato il 25 ottobre 1924 con caterina de Angelis di Arcevia;
Goffredo, nato ad Arcevia il 20 novembre 1900, sposato il 4 novembre 1929 con Vittoria dell’Acqua di Arezzo;
Alberto, nato ad Arcevia il 10 dicembre 1905, agronomo;
Omero, nato ad Arcevia il 30 agosto 1907;
Osvaldo, nato ad Arcevia il 13 ottobre 1917.
Figli di Carlo: Matteo (nato il 7 maggio1926) e Sara (nata il 16 luglio 1927)

***

Arma. D’azzurro a due losanghe d’argento, accompagnate in capo da una rosa di rosso.

Dimora: Lucca e Borgo a Mozzano in Garfagnana

Nobile famiglia lucchese, ricordata dai genealogisti fin dal secolo XI, come proveniente da Sala in Garfagnana, e con Guido e Gerardo, signora di Oneta e della Rocca presso Borgo a Mozzano in Val di Serchio.
Trasse il nome da Santino di Redice nel secolo XIV, dopo che bandita dalla città nel 1308, come appartenente alla cerna potentium, tornò ad occupare i maggiori uffici, dando alla Repubblica dal 1434 al 1797 numerosi gonfalonieri, anziani e ambasciatori..
Fra gli ecclesiastici sono ricordati nel secolo XV, Tice di Santino, vicario generale della diocesi di Lucca, e frà Antonio, domenicano, morto in concetto di santità, figlio di quel Benedetto che per avere tentato di toglierlo a mano armata dal convento, fu condannato di fare la spesa del lastrico di mattoni della piazza di San Michele. Nel secolo seguente Antonio Santino fu consultore apostolico ed il suo omonimo, dell’Ordine dei Somaschi, ebbe nel 1643 la cattedra di matematica alla Sapienza di Roma. Monsignor Vincenzo, di Agostino, fu eletto il 27 maggio 1721 arcivescovo di Trebisonda e nominato nunzio a Venezia e a Varsavia, ove morì il 5 luglio 1728. Grande, generoso, filantropo e benemerito degli studi fu Cesare, di Nicolao, il quale per testamento del 25 luglio 1648, lasciò il suo patrimonio per la fondazione di borse di studio universitarie e per la dotazione di nobili fanciulle povere.
Fra gli uomini d’arme si distinse Giovan Battista come capitano di galee contro i turchi nella marina pontificia di Leone X.
Negli studi meritarono lode Giuseppe, quale insegnate di fisica nel liceo universitario di Lucca dal 1825 al 1839 e Vincenzo, come autore del “Commentari sopra la Versilia centrale” (Pisa 1858-1862).
I Santini continuarono ad avere cariche pubbliche anche dopo la caduta della Repubblica (1799) e Giovanni Filippo fu nominato senatore del Principato, con decreto di Napoleone dl 27 giugno 1805.
La famiglia Santini ebbe vaste proprietà nel territorio lucchese, palazzi in città, di cui il più ricco è l’attuale sede del municipio, e ville nei dintorni, delle quali la più sontuosa è quella di Casigliano, detta “la regina delle ville lucchesi”, che fu acquistata da Nicolao, di Cesare, nel 1651 dalla famiglia Buonvisi, e da lui accresciuta e decorata splendidamente, dopo i suoi viaggi in Europa.
Il ramo principale di questa famiglia si estinse il 13 novembre 1812 in Nicolao, di cui Cesare, junior, di cui furono eredi le figlie: Vittoria, maritata al marchese Pietro Torrigiani di Firenze; e Maria Anna, maritata al marchese Gian Lorenzo Montecatini di Lucca.
I Santini, già iscritti nel Libro d’Oro della Repubblica fra le famiglie nobili della città, ebbero riconosciuto i titoli di nobili e patrizi di Lucca nel Libro d’Oro del Ducato di Lucca, fatto formare dal Duca Carlo Lodovico di Borbone nel 1826; in esso furono iscritti i discendenti da:
a) Paolino (sposato con Lucrezia Balbani) e Nicolao (sposato con Teresa Minerbetti), figli di Cesare
b) Tizio (sposato con Isabella Toti) e Sigismondo (sposato con Isabella Orsucci), figli di Nicolao
c) Antonio Nicolao
d) Giovanni Battista (sposato con Giulia Bandinelli) di Francesco
e) Girolamo (sposato con Valente Cerù e Ortensia Marcucci), di Stefano Giuseppe
f) Filippo (sposato con Maria Cristofani), di Carlo Antonio
La famiglia è iscritta nell’Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano coi titoli di nobile, patrizio di Lucca (mf), in persona di Sigismondo, di Domenico Giuseppe.
Figli: Emma ed Enrico
Riccardo, di Domenico Giuseppe
Figli: Gino

Distinti saluti da Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 922
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Messaggioda alfabravo » sabato 29 dicembre 2007, 16:05

Dal Dizionario storico blasonico di G. B di Crollalanza

SANTINI di Lucca
Originari di Sala in Gargagnana, donde si trapiantarono in Borgo a Mozzano e si dicevano di Tice
Nel 1100 furono innalzati alla nobiltà di Lucca ed erano conti di Oneta e della Rocca.
Da un Santino di Redice, il quale viveva nel 1339, i suoi successori presero il cognome di Santini.
Estinta nel 1812 in Nicolao di Cesare, il quale era stato ambasciatore per la Repubblica al Re di Napoli, al Duca di Parma e all’Imperatore d’Austria. Egli lasciò due figlie: marchesa Marianna maritata in casa Montecatini e marchesa Vittoria in casa Torrigiani di Firenze. Quest’ultima morì nel 1845.
Arma: d’azzurro a due fusi d’argento, accompagnati in capo da una rosa di rosso.

SANTINI di Velletri
Arma: d’azzurro al bue d’argento, sormontato da una stella di otto raggi d’oro.


Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 922
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Messaggioda FP » sabato 29 dicembre 2007, 16:36

Rettifico che la nobile famiglia Santini di Velletri ebbe per stemma:

[Dall'Antico Stemmario Veliterno]

D'azzurro al cavallo al naturale, sormontato da una stella cometa di sette raggi d'oro
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1534
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Messaggioda Zaccheo » sabato 29 dicembre 2007, 16:39

FP ha scritto:Rettifico che la nobile famiglia Santini di Velletri ebbe per stemma:

[Dall'Antico Stemmario Veliterno]

D'azzurro al cavallo al naturale, sormontato da una stella cometa di sette raggi d'oro

Carissimo Francesco,
cosa è :roll: l'Antico Stammario Veliterno?

Ferrante
"Gli Israeliti si accamperanno ciascuno vicino alla sua insegna con i simboli dei casati paterni" (Numeri 2,2)
Avatar utente
Zaccheo
 
Messaggi: 2242
Iscritto il: domenica 7 agosto 2005, 22:51
Località: Roma

Messaggioda FP » sabato 29 dicembre 2007, 21:14

E' una pubblicazione edita in occasione del carnevale popolare di Velletri, a cura dei gruppi carnascialeschi :wink:
Ciao,
F.
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1534
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Re: L'antica casata Santini

Messaggioda Zaccheo » domenica 30 dicembre 2007, 0:44

oberdam ha scritto:Qualcuno ha notizie della Nobile Casata Santini che ha però diversi rami: Arcevia, Lucca, Velletri eccetera?

Gentile amico,
stando a quanto lei afferma, una nobile famiglia Santini fiorì (o fiorisce) nelle località di Arcevia, Lucca, Velletri, ecc.
E' sicuro :roll: che si tratti di una stessa famiglia divisa in "diversi rami"? Non sarà, piuttosto, che :wink: varie famiglie nominate Santini sono fiorite (o fioriscono) nelle anzidette località pur non avendo tra loro collegamento diverso dall'omonimia?

La informo, infine, che nel piccolo paese di Trevi nel Lazio viveva una famiglia Santini (oggi residente a Roma), di distinta condizione, che porta per arma: di (...), alla colomba (al naturale?) posata su una fascia di (...).

Ferrante
"Gli Israeliti si accamperanno ciascuno vicino alla sua insegna con i simboli dei casati paterni" (Numeri 2,2)
Avatar utente
Zaccheo
 
Messaggi: 2242
Iscritto il: domenica 7 agosto 2005, 22:51
Località: Roma

Messaggioda oberdam » domenica 30 dicembre 2007, 6:38

Bhe potrebbero essere rami discendenti dal medesimo Capostipite come famiglie differenti ma omonime...
oberdam
 
Messaggi: 31
Iscritto il: giovedì 27 dicembre 2007, 2:40

Messaggioda San Marco » domenica 30 dicembre 2007, 16:45

Santini di Lucca,
come precedentemente blasonato dal gentile Ritter ecco il " figurato ":


Immagine
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda RFVS » domenica 30 dicembre 2007, 16:49

.... :wink: :lol: opterei per un ovvio:

varie famiglie nominate Santini sono fiorite (o fioriscono) nelle anzidette località pur non avendo tra loro collegamento diverso dall'omonimia
Avatar utente
RFVS
 
Messaggi: 1852
Iscritto il: mercoledì 15 agosto 2007, 11:40
Località: Viareggio (Toscana)

Messaggioda San Marco » lunedì 31 dicembre 2007, 14:26

Santini:famiglia originaria di Acervia, Nobile di Acervia, come da Bollettino Ufficiale della Consulta Araldica n.30, volume VI, pubblicato a seguito del R.D. 10-11-1907, in Roma, tip Civelli, 1908.

Fonte: Titoli e Nobiltà nelle Marche a cura di Angelo Squarti Perla.
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda oberdam » giovedì 3 gennaio 2008, 15:52

Ma la nobiltà del ramo Arceviese a che periodo risale?
oberdam
 
Messaggi: 31
Iscritto il: giovedì 27 dicembre 2007, 2:40

L'antica casata Santini

Messaggioda fabrizio guinzio » mercoledì 9 gennaio 2008, 11:34

Caro oberdam, ho trovato un'altra famiglia nobile di Arcevia: i Busiri Vici d'Arcevia, che hanno oltretutto cognomizzato il predicato(fonte: il Rendina). Ho quindi aggiunto Arcevia alle città nobili elencate nel Manuale del Montauto da me spesso citato come il più completo ed aggiornato sull'argomento. Un caro saluto, Fabrizio
fabrizio guinzio
 
Messaggi: 1826
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2007, 13:43
Località: fiumicino

Messaggioda turignolo » venerdì 25 gennaio 2008, 5:44

Interessante, una Isabella Toti, sapevo che c'e nel albero genealogico un Santini di Lucca ma non si trova.
Grazie!
con molti saluti
Turignolo
"Sic gorgiamus allos subjectatos nunc" (motto Addams)
Avatar utente
turignolo
 
Messaggi: 103
Iscritto il: martedì 16 gennaio 2007, 22:02
Località: Buenos Aires

Re: Famiglia Santini

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » lunedì 23 febbraio 2015, 18:58

Anche io ho qualche antenato SANTINI.
Il mio quintisavolo Gaetano Bedini si sposò nel 1830 circa con Antonia SANTINI (ca. 1816- + ca. 1860) figlia di Agostino.
Purtroppo non ho molte notizie di Antonia e Agostino.
Non saprei nemmeno dire se sono nati a Ostra oppure di qualche paese vicino perché non ho i loro atti di nascita o morte.
Potrebbero però provenire da Arcevia che dista solo 25 km da Ostra.
Indagherò..

PS
Comunque lo stemma Bedini/Santini somiglierebbe a quello Bedini/Borghia viewtopic.php?f=1&t=19429 per il destrochiero di rosso in campo azzurro ..

Immagine
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6970
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Prossimo

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti