Famiglia COCCIA

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Famiglia COCCIA

Messaggioda Morello » giovedì 11 ottobre 2007, 15:01

Gentili Amici,
Vi pongo un quesito, o meglio una richiesta di informazioni, mi rivolgo, prevalentemente, ma non solo, ai forumisti che si occupano o si sono occupati di ricerche archivistiche nella mia regione: l'Abruzzo.
Il cognome Coccia, di probabile origine soprannominale, infatti in dialetto abruzzese "coccia" significa testa, è documentato in Abruzzo, nell'aquilano nella prima metà del XIV secolo e a Paglieta (Ch), tra il XIV ed il XV secolo. Vi è mai capitato nelle vostre richerche archivistico-genealogiche di incappare in una famiglia Coccia di Miglianico (Ch) o Montupoli (attualmente contrada della prima)? Io ho notizie, dall'archivio parrocchiale, non antecendenti il 1661.
Inoltre sapete qualcosa (arma?) dei Coccia che furono feudatari di Quadri (Ch) tra il 1628 e la fine del XVII secolo.
Come sempre Vi ringrazio in anticipo e Vi saluto cordialmente.

Nicola Serafini

____________________
IN IVSTITIA ET PACE PROBITAS
Morello
 
Messaggi: 1056
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 8:42

Messaggioda gheghe61 » giovedì 11 ottobre 2007, 15:55

Sino a qualche anno fa vi era in Borgo Incrociati, a Firenze,
un piccolo ma serissimo Istituto di ricerche araldico-genealogiche
diretto dal conte Ildebrando Coccia Urbani, molto attivo
professionalmente anche in San Marino , rara figura di
gentiluomo della cui amicizia mi sono sempre onorato.
Non so se la sua origne fosse abruzzese ma credo sia ancora
in vita la figlia. Potrebbe provare a rintracciarla perchè credo
che alcuno meglio di lei potrebbe saperne di più circa il suo cognome.
cordialmente , Gheghe61
gheghe61
 
Messaggi: 151
Iscritto il: sabato 17 marzo 2007, 8:31

Messaggioda alfabravo » giovedì 11 ottobre 2007, 16:21

Riferendomi a quanto scrive il Sig. Gheghe, l’Istituto Araldico Coccia fu fondato nel 1939 ma non so se esiste ancora (il sito internet che aveva non l’ho più trovato)
Sulla carta intestata dell’istituto figurava uno stemma partito; nel 1’ era raffigurato quanto descritto da Crollalanza (Dizionario storico blasonico) per la famiglia Coccia, siciliana di Santa Maria del Melo ma originaria dalla Calabria: d’oro, alla banda cucita d’argento, caricata da una rosa d’argento al naturale, e accompagnata nella punta da un crescente montante del secondo.
Questa famiglia non è citata da Spreti e Crollalanza non accenna all’Abruzzo

Crollalanza indica anche un'altro stemma di questa famiglia trattato già in Forum: d'azzurro, a tre spighe di frumento gambute d'oro, poste in fascia, legate dello stesso.

Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 907
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Messaggioda mct » giovedì 11 ottobre 2007, 16:32

Gentile sig. Serafini,
nelle mie ricerche mi sono imbattuto in un atto di cessione di una cappellania laicale di patronato "eretta" dal fu Felice Coccia il 26 gennaio 1659 nella chiesa Arcipetrale del Comune di San Vito...
omissis
nell'anno 1823..."l'ultimo e solo erede e possessore di detta Cappella Ottavio Coccia, cede a detto Don Camillo in perpetuo il diritto di nominare il cappellano o rettore di essa"

Non so se può essere di aiuto!
Cordialmente
M.
"Bóg nam radzi"
Avatar utente
mct
 
Messaggi: 593
Iscritto il: lunedì 7 aprile 2003, 13:28
Località: Roma

Messaggioda Messanensis » giovedì 11 ottobre 2007, 16:43

Ritter ha scritto:Sulla carta intestata dell’istituto figurava uno stemma partito; nel 1’ era raffigurato quanto descritto da Crollalanza (Dizionario storico blasonico) per la famiglia Coccia, siciliana di Santa Maria del Melo ma originaria dalla Calabria: d’oro, alla banda cucita d’argento, caricata da una rosa d’argento al naturale, e accompagnata nella punta da un crescente montante del secondo.
Questa famiglia non è citata da Spreti e Crollalanza non accenna all’Abruzzo

Crollalanza indica anche un'altro stemma di questa famiglia trattato già in Forum: d'azzurro, a tre spighe di frumento gambute d'oro, poste in fascia, legate dello stesso.


Questo è il link dell'altra discussione:

http://www.iagiforum.info/viewtopic.php ... ght=coccia

In realtà l'ultimo stemma da lei riportato appartiene alla famiglia Coccia di Santa Lucia del Mela, che, per ricerche da me condotte, risulta proveniente da Condrò nei primi del '700. Aveva la stessa arma dei Coccia presenti precedentemente ('500 e '600) nel palermitano (Isnello e Polizzi Generosa).

I Coccia nobili di Messina nei secoli XVI-XVII e originari della Calabria invece portavano il primo stemma da lei descritto e forse non appartenevano allo stesso ceppo dei Coccia sopra menzionati, dato che già nel '500 alzavano un'arma differente.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda Morello » giovedì 11 ottobre 2007, 17:14

Grazie a tutti per le notizie fornitemi. Ne attendo, eventualmente, delle altre se ce ne saranno. Alcune riflessioni: una famiglia Coccia ha per arma tre spighe di grano legate in fascio, ebbene lo stemma civico di Miglianico è: d'azzurro al fascio di miglio d'oro legato di rosso; una famiglia Coccia siciliana o calabrese, credo sia di origine albanese, ebbene nelle mie zone tra il XV ed il XVII secolo ci fu una forte immigrazione slavo-albanese.
Coincidenze?
Cordialmente.

Nicola Serafini

____________________-
IN IVSTITIA ET PACE PROBITAS
Morello
 
Messaggi: 1056
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 8:42

Messaggioda Messanensis » giovedì 11 ottobre 2007, 19:24

Serafini ha scritto:Alcune riflessioni: una famiglia Coccia ha per arma tre spighe di grano legate in fascio, ebbene lo stemma civico di Miglianico è: d'azzurro al fascio di miglio d'oro legato di rosso; una famiglia Coccia siciliana o calabrese, credo sia di origine albanese, ebbene nelle mie zone tra il XV ed il XVII secolo ci fu una forte immigrazione slavo-albanese.
Coincidenze?


Penso di proprio di sì.
Una curisoità: cosa le fa credere che la famiglia Coccia siciliana o calabrese sia di origine albanese?
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda San Marco » giovedì 11 ottobre 2007, 23:12

Lo Scorza nella sua opera segnala due famiglie con il cognome Coccia entrambe siciliane di cui una oriunda calabrese.
Coccia (Sicilia) Oriundi Calabresi.
Arma: D'oro alla banda d'azzurro ad una rosa bianca fogliata di verde; accostata in punta da un crescente montante d'argento.
Coccia (Sicilia).
Arma: D'azzurro a tre spighe di frumento gambute d'oro poste in fascia e legate dello stesso.


Immagine
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda Morello » venerdì 12 ottobre 2007, 8:43

Gentili Amici,
ho già precisato il possibile significato del cognome Coccia in Abruzzo. Parlando con un mio amico albanese, laureato in veterinaria, ma costretto a fare il barman e con una professoressa albanese, costretta a fare l'impiegata precaria, mi hanno spiegato che in Albania Koco (pronuncia: cocio) è un nome e Koca (pronuncia: cocia) è un cognome, ancora diffusi in alcune zone dell'Albania centro-meridionale. Ammetto che è solo una mia ipotesi, ma essendo, specialmente, dopo l'invasione turca dell'Illiria, frequente l'immigrazione greco-albanese in varie zone dell'Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria e Sicilia a partire dal XV secolo, mi sembrava che il collegamento Coccio - Koco e Coccia - Koca, potesse essere plausibile. In Abruzzo il discorso è un po' diverso. Molti immigrati schiavoni e albanesi si stanziarono lungo la costa e nei paesi collinari stabilendosi fuori dei centri abitati a coltivare le terre lasciate abbandonate dalle Universitas Civium, dalle Chiese, Monasteri e feudatari vari (come i Valignani a Miglianico), è probabile un legame tra qualche famiglia dal cognome Coccia ed una origine albanese. Ma è anche vero che il cognome Coccia viene riportato in alcuni documenti dell'aquilano risalenti alla prima metà del Trecento, e non credo che in quel periodo fossero già arrivati Albanesi, specialmente a L'Aquila.
Cordialmente.

Nicola Serafini

___________________________
IN IVSTITIA ET PACE PROBITAS
Morello
 
Messaggi: 1056
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 8:42

Messaggioda San Marco » lunedì 15 ottobre 2007, 16:04

Una ramo della famiglia Coccia originaria di Palermo arrivò in Calabria per il Segretariato di queste regioni per concessione di Carlo V ad Annibale Coccia. Stabilitasi in Tropea nel XVIII secolo per molti acquisti fatti di beni stabili in queste contrade. Vi è che la crede una diramazione di quella di Aquila.
Così è scritto nel " Il sedile e la Nobiltà di Tropea ".
I Coccia sono elencati tra le Famiglie Nobili fuori sedile.

Arma: D'oro alla banda cucita di argento, caricata da una rosa al naturale, accompagnata nella punta da un crescente montante dal secondo.

Immagine
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda Morello » martedì 16 ottobre 2007, 13:35

Gent.mo San Marco,
La ringrazio per le ulteriori notizie.

Nicola Serafini

_________________-
IN IVSTITIA ET PACE PROBITAS
Morello
 
Messaggi: 1056
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 8:42

Messaggioda San Marco » martedì 16 ottobre 2007, 13:45

Ho riportato lo stemma Coccia che nel mio intervento precedente non si riesce ad aprire,


Immagine
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda Morello » martedì 16 ottobre 2007, 16:41

Grazie Gent.mo San Marco,
non avevo mai visto questa versione, un po' diversa da quella a me conosciuta: la banda non è abbassata ma bene in diagonale, la rosa non l'attraversa ma la carica e il crescente è posto nel cantone. Grazie quindi.
Cordialmente.

Nicola Serafini

_________________
IN IVSTITIA ET PACE PROBITAS
Morello
 
Messaggi: 1056
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 8:42

Messaggioda San Marco » martedì 16 ottobre 2007, 18:54

Gentile Serafini il crescente è montante ed è posizionato in punta
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Re: Famiglia COCCIA

Messaggioda chicchi78 » mercoledì 2 febbraio 2011, 21:59

Nella mia ricerca geneaolgica, per la maggior parte effettuata a Miglianico (CH),
ho trovato un certo Emidio Coccia (Nato 1810) sposato nel 1839 con Maria Carmina Chichiriccò (1813-1885), con la quale ebbe ben 6 figli:
Anna Giacoma 1840, Domenico Antonio 1842, Santa 1843, Rubina 1845, Sabia 1847 e Giovanna 1850.
Un'altro nucleo famigliare era formato da Elisabetta Coccia (Nata 1794) sposata nel 1815
con Urbano Di Tomo (Nato 1791)(Figlio di Pantaleone Di Tomo e Donata Domenica Francesca Chichiriccò).
Se può essere d'aiuto, questo è quanto ho trovato a Miglianico nelle mie ricerche.
Se invece qualcuno avesse trovato tracce della famiglia Chichiriccò, per quanto mi riguarda originaria di Miglianico, mi farebbe piacere ricevere qualche notizia.
Grazie a tutti

Stefano Chichiriccò
chicchi78@live.it
[king.gif]
chicchi78
 
Messaggi: 2
Iscritto il: venerdì 1 gennaio 2010, 22:35

Prossimo

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti