Galigai

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Re: Galigai

Messaggioda Romegas » martedì 5 febbraio 2013, 1:40

Sul Concini ho trovato una biografia di Helene Duccini scritta nel 1991.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4806
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Galigai

Messaggioda pierluigic » giovedì 7 febbraio 2013, 13:38

.

Un saluto a Cristoforo di cui ho notato la presenza nel forum


E da lui mi piacerebbe sapere come e' andata a finire questa sua ricerca , di cui non ho piu' saputo gli sviluppi
-------

Per quanto riguarda Leonora sicuramente il documento principe e' l'atto notarile con cui si certifica la discendenza dai Galigai

In questo documento e' citato sicuramente il cognome originario : con quello e' possibile risalire al battesimo con abbastanza sicurezza ammesso che sia vera l'eta' dichiarata al processo ………

I Baroncelli poi erano una famiglia di una certa importanza per cui ci sta che un Eleonora Baroncelli ( che potrebbe non c'entrare niente col quesito ) possa avere avuto come padrino il Duca

Ho dato un occhio a

Memorie recondite dall'anno 1601 sino al 1640, Volume 4
Di Vittorio Siri

Con l'autore che pare assai prevenuto nei confronti di Leonora

Quindi il personaggio ha subito certamente un processo di denigrazione ma la verita' e' rimasta nei documenti che debbono comunque essere controllati nell' attendibilita'


pierluigi


ancora un saluto a Cristoforo

.
pierluigic
 
Messaggi: 922
Iscritto il: lunedì 5 settembre 2005, 22:40
Località: la spezia pierluigi18faber@libero.it

Re: Galigai

Messaggioda Romegas » giovedì 7 febbraio 2013, 14:45

Nel libro di Stefano Tabacchi, Maria de Medici, Ed.Salerno, 2012 si dice esplicitamente che Leonora era una Dori, di umile famiglia, che solo sotto Maria de Medici in Francia chiese l'autorizzazione di aggiungere il cognome Galigai, famiglia più rispettabile.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4806
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Galigai

Messaggioda Guido5 » giovedì 7 febbraio 2013, 15:57

Caro Piero,
se hai letto i messaggi precedenti vedrai che la tesi di di Stefano Tabacchi risale a qualche annetto prima del 2012. L'Autore che segnali la documenta in qualche modo?

Ciao a tutti!
Guido5
Guido Buldrini - Fides Salvum Fecit
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5149
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Re: Galigai

Messaggioda Romegas » giovedì 7 febbraio 2013, 16:01

Si, ma il libro è uscito l'anno scorso, ed io ho citato il libro. La documentazione basta trovarla nelle 14 pagine di bibliografia che il testo contiene.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4806
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Galigai

Messaggioda Romegas » giovedì 7 febbraio 2013, 16:20

Inoltre una studiosa israeliana, Ya'ara Bar-On, sostiene in un suo libro che Leonora fosse una strega ebrea. [hmm.gif]
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4806
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Galigai

Messaggioda malgoth » giovedì 7 febbraio 2013, 20:45

Innanzitutto un saluto a tutti e un abbraccio virtuale a Pierluigi e a Guido...
Per quanto riguarda la mia ricerca sulla Galigai si è un attimino "arenata", per mancanza di tempo dovuti ad accadimenti personali...
Una cosa è storicamente certa...quello che finora è stato scritto porta con sè innumerevoli errori (bellissima quest'ultima della "strega ebrea")....

Di certo non era figlia di un Falegname come si evince dal suo VERO Atto di Battesimo: http://www.operaduomo.firenze.it/battes ... _carte.asp

Da ulteriori ricerche il padre di Dianora era figlio di Iacopo di Bastiano di Iacopo "POPONELLA" (almeno contemporaneo a un certo Iacopo de' Pazzi [angel] )...quindi il cognome non era DORI...e il suo mestiere era quello di TIRALORO!!!

La mamma, invece, si chiamava Caterina Dori e non poteva essere di certo la balia, come si racconta, di Maria de' Medici visto che quest'ultima nacque nel 1575 e Dianora, l'ultimogenita (erano 2 fratelli e 2 sorelle), come si vede nacque nel 1568 cioè ben 7 anni prima...

Più probabilmente era legata in qualche modo alla Bianca Capello...

Ora, per logica, un figlio prende il cognome materno o quello paterno (essendo figlia legittima e naturale)? La risposta è ovvia...

Comunque, esiste un libello in cui vengono contenute le Prove con cui il fratello Andrea richiese il riconoscimento della loro discendenza dai Galigai, costituito da diverse pagine (se ricordo bene, circa 144)...Qualcosa di concreto ci sarà scritto per essere stato accolto favorevolmente...soprattutto essendo così corposo...

Esso viene conservato nella Biblioteca Vaticana e, in copia, a Firenze....

Appena mi sarà possibile, andrò a vedere cosa è riportato e poi vi riferirò con piacere e assoluta oggettività...come è mio costume [arf2.gif]

Cari saluti...

Cris
malgoth
 
Messaggi: 369
Iscritto il: sabato 14 aprile 2007, 20:06

Re: Galigai

Messaggioda malgoth » giovedì 30 ottobre 2014, 22:48

Ciao a tutti!
Le promesse vanno mantenute anche se è trascorso un po’ di tempo…ma la vita è fatta così…
Con prove archivistiche, posso dire che la storia dei “Dori Galigai” e, segnatamente di Dianora (Leonora), dovrebbe essere riscritta!
In questa sede e in questo momento, non desidero esplicitare il mio pensiero a riguardo, con tre sole eccezioni, ma portarVi in evidenza “cosa dicono le Carte”…in modo che ciascuno possa trarne le sue considerazioni e se lo volesse “aprire un confronto”.
Partiamo “dalle eccezioni”: Dianora, nata a Firenze (Popolo di S. Trinità/Quartiere Santo Spirito) (http://books.google.it/books?id=CkQ6_uW ... ne&f=false) il 19 Maggio 1568, ebbe come padrino di battesimo Girolamo di Niccolò di “Maestro” Luca della Robbia e non era figlia né di un Falegname, né di Caterina Dori! Maria de’ Medici nacque a Firenze il 26 Aprile 1575.

Cosa si evince dai documenti coevi presenti in Archivio di Stato di Firenze (ASF) e in Biblioteca Nazionale di Firenze (BNF):

1) I Dori, vedi Ceramelli Papiani, vivevano nel Quartiere di Santo Spirito;
2) Erano riconosciute due famiglie Galigai: quelli antichi e quelli che trassero il cognome dal loro mestiere (http://www.treccani.it/enciclopedia/gal ... a_Dantesca) );
3) Un Autore che avrà letto qualche Documento fu, ritengo, Vittorio Siri (http://books.google.it/books?id=6iemztE ... ai&f=false);
4) Sebastiano Dori Galigai mentre si firma Dori in una lettera del 14 Luglio 1606, si firma Galigai in una del 14 Dicembre dello stesso anno;
5) Vi è una Sentenza Ducale del 16 Maggio 1612 che attesta l’origine dei fratelli Dori dall’antico ceppo dei Galigai;
A tale Sentenza, confermata da Donato e da Iacopo di Giovanni Galigai, si oppose il Cav. Vincenzo Giugni che scrisse in Francia sia al Cardinale di S.R.C. Giovanni Bonsi, sia al Concino. Egli affermava che la famiglia Galigai, ritenuta spenta, in realtà “vivesse” nella sua famiglia per antica consorteria. Le sue “prove” in effetti furono risibili fondandosi su ciò che scrisse a riguardo Ricordano Malespini con un albero genealogico che nominava gli antenati fino all’Imperatore romano Ottaviano Augusto. Gli venne risposto che la smettesse poiché, viste le “prove” presentate, avrebbe potuto esserci la possibilità che i Giugni in effetti non appartenessero alla Consorteria antica dei Galigai, degli Alepri, dei Buonaguisi e dei della Pressa, bensì discendere da quell’Ugolino di Zampa Giugni che fu Priore di Firenze intorno al 1291!

6) Vi è un Albero della famiglia Galigai che partendo dal Capostipite riconosciuto (vedesi anche Manoscritto di Aurelio Grifoni) giunge sino ai suddetti fratelli ma coinvolge molti altri rami fino ai discendenti coevi compresi i suddetti Donato e Iacopo!
7) Il Ramo che a noi interessa è, in ogni passaggio genealogico, documentato con riferimenti archivistici ben precisi da cui si evince:

a) Il Capostipite della Famiglia fu un probabile Messer Guido, creato cavalier aurato da Carlo Magno;
b) Il primo esponente della Famiglia ben documentato, invece, fu un Messer Galigaio vivente nel 1075.
c) L’Albero, comunque, procede “con scientificità” da un Latinieri de Galigaio vivente nel 1204 (http://scans.library.utoronto.ca/pdf/4/ ... reuoft.pdf). Egli ebbe per figlio un Latino, vivente nel 1224, da cui Messer Rinuccio (1252).
d) Da un documento del 1282 (ASF, Riformagioni, Capitoli, 30 Luglio 1282) si vede un Messer Albizzo figlio del suddetto Messer Rinuccio; quindi un altro doc. del 1322 (ASF, Riformagioni, Capitoli, 28 Aprile 1322) ci fa sapere che Ms. Albizzo fu padre di un Rinuccio detto Nuccio de Galigaio o Galigai;
e) Un documento del Catasto ci fa conoscere in Nuccio di Bernardo di Rinuccio le due generazioni successive (ASF, Catasto, Quartiere Santa Croce, Gonfalone Bue);
f) Le successive generazioni, che risalgono da Andrea (nato a Firenze il 1° Aprile 1564 e fratello di Dianora, Mons. Sebastiano Arcivescovo di Tours e Cassandra) a suo padre Iacopo Andrea, suo nonno Bastiano Nicolò(nato a Firenze il 3 Dicembre 1473), il suo bisavo Iacopo detto Poponella, il suo trisavolo Bastiano fino a giungere all’anzidetto quadrisavolo Nuccio de Galigaio, sono tutte riportate nel “Libro dell’Oratorio di San Giovanni Battista” dove venivano iscritti gli appartententi all’Arte dei Mercatanti (Calimala) o con le testuali parole “li nomi de Batterola”! Quest’ultimo documento venne presentato in copia autenticata da Ser Giovanni Battista Marchetti, Cancelliere di detta Arte, il 30 Settembre 1610.
g) L’anzidetto Donato Galigai era un discendente di Lorenzo di Nuccio di Bernardo;
h) L’anzidetto Iacopo di Giovanni (detto Naccio) Galigai era discendente di Giovanni di Stefano (detto Conte) di Mariotto di Bernardo;
i) Bastiano Niccolò di Iacopo detto Poponella (nato a Firenze il 3.12.1473 e deceduto il 3.09.1558) ebbe per fratelli Fra’ Lorenzo e Guasparri. Si sposò tre volte: la prima con una donna dei FORESTANI, la seconda con una degli ALTOVITI (Lexandra di Giovanni Antonio della Robbia sposò nel 1528 Lorenzo Altoviti) e la terza, appunto, con una donna DELLA ROBBIA. Da quest’ultimo matrimonio nacque Iacopo Andrea, Tiraloro, padre di Dianora. La madre Caterina, non era né lavandaia, né la Balia di Maria de Medici (la sua ultima figlia Dianora nacque nel 1568, sette anni prima della futura Regina di Francia). Caterina era figlia di Stefano di Romolo ROSSELLI (nota famiglia di artisti, legati alla famiglia de Medici e con bottega in Piazza di Santa Trinita); la troviamo madrina di battesimo, il 27.05.1568, di Francesco figlio dello “Speziale” Iacopo di Andrea Dori. Quest’ultimo era figlio di Iacopo (detto Poponella) e, quindi, fratello del suddetto Bastiano Nicolò.
j) I Rosselli avevano legami amicali con la famiglia de’ Medici; basti ricordare che il Palazzo di Bernardetto (capostipite della linea di Ottajano) apparteneva precedentemente ai Rosselli (vi passò tramite donne) (http://books.google.it/books?id=IgIuAAA ... li&f=false) e che il 10 Maggio 1598 fu madrina al battesimo di Francesco di Stefano Rosselli Monna Dorotea di Messer Cosimo Fei a nome della Granduchessa Cristina di Lorena.
k) Via dei Legnajuoli si trovava tra il Ponte e la Piazza di Santa Trinita (da qui la confusione?);
l) Il padre di Caterina, Stefano, commissionò a Messer Vincenzo Dori, figlio di Andrea di Iacopo, di dipingere le piante presenti nel Giardino Mediceo detto dei Semplici da San Marco.
m) Si osserva, quindi, che i discendenti di Andrea di Iacopo di Bastiano si leggono nelle trascrizioni di Battesimo come “Dori”; differentemente, il ramo primogenito Bastiano di Iacopo di Bastiano li leggiamo, nel 1473, come quelli “del Galigaio”….

Fin qui, in modo sintetico, i fatti…che però evidenziano tutta un’altra storia rispetto a quella conosciuta….
Qualsiasi domanda è ben accetta e qualsiasi confronto anelato…

Cris
malgoth
 
Messaggi: 369
Iscritto il: sabato 14 aprile 2007, 20:06

Re: Galigai

Messaggioda Andrea Conti » lunedì 3 novembre 2014, 13:00

malgoth ha scritto:

c) L’Albero, comunque, procede “con scientificità” da un Latinieri de Galigaio vivente nel 1204 (http://scans.library.utoronto.ca/pdf/4/ ... reuoft.pdf). Egli ebbe per figlio un Latino, vivente nel 1224, da cui Messer Rinuccio (1252).
d) Da un documento del 1282 (ASF, Riformagioni, Capitoli, 30 Luglio 1282) si vede un Messer Albizzo figlio del suddetto Messer Rinuccio; quindi un altro doc. del 1322 (ASF, Riformagioni, Capitoli, 28 Aprile 1322) ci fa sapere che Ms. Albizzo fu padre di un Rinuccio detto Nuccio de Galigaio o Galigai;
e) Un documento del Catasto ci fa conoscere in Nuccio di Bernardo di Rinuccio le due generazioni successive (ASF, Catasto, Quartiere Santa Croce, Gonfalone Bue);
f) Le successive generazioni, che risalgono da Andrea (nato a Firenze il 1° Aprile 1564 e fratello di Dianora, Mons. Sebastiano Arcivescovo di Tours e Cassandra) a suo padre Iacopo Andrea, suo nonno Bastiano Nicolò(nato a Firenze il 3 Dicembre 1473), il suo bisavo Iacopo detto Poponella, il suo trisavolo Bastiano fino a giungere all’anzidetto quadrisavolo Nuccio de Galigaio, sono tutte riportate nel “Libro dell’Oratorio di San Giovanni Battista” dove venivano iscritti gli appartententi all’Arte dei Mercatanti (Calimala) o con le testuali parole “li nomi de Batterola”! Quest’ultimo documento venne presentato in copia autenticata da Ser Giovanni Battista Marchetti, Cancelliere di detta Arte, il 30 Settembre 1610.

Cris


Convinto anch'io della vulgata sulle origini di Dianora / Leonora come donna di origini più o meno oscure, leggo con piacere l'interessante e dotta rettifica qua proposta. Tuttavia non ho capito bene se il "quadrisavolo (di Dianora) Nuccio de Galigaio" è Nuccio di Bernardo di Rinuccio oppure Rinuccio detto Nuccio di Ms. Albizzo.
Cordialmente
Andrea Conti
__________________
FULGOR NON TERRET
Avatar utente
Andrea Conti
 
Messaggi: 187
Iscritto il: sabato 13 maggio 2006, 21:00
Località: Siena

Re: Galigai

Messaggioda malgoth » lunedì 3 novembre 2014, 17:57

Gentile Andrea...ebbene si...molti "appassionati" dovrebbero da questo esempio trarre l'insegnamento di approfondire sempre le notizie "storiche" (soprattutto se lontane da coerenza e logica) e molti storici, prima di scrivere o "ricopiare" quello scritto da altri, dovrebbero fare seria ricerca archivistica su molteplice documentazione coeva (la bibliografica spesso è lacunosa o "politicamente scorretta")...

Detto questo...chiedo venia se non sia riuscito ad essere comprensibile... :(

Il quadrisavolo di Dianora era Nuccio di Bernardo di Rinuccio (detto Nuccio de Galigaio o Galigai) di Ms. Albizzo di Ms. Rinuccio di Latino di Latinieri de Galigaio....

[sorry.gif]

Cordialità....

Cris
malgoth
 
Messaggi: 369
Iscritto il: sabato 14 aprile 2007, 20:06

Re: Galigai

Messaggioda Galahad » giovedì 6 novembre 2014, 22:05

Mi scusi Malgoth, ma io ci sto capendo poco in questa linea familiare di Leonora Galigai, ma perchè mi sembra che anche lei sia caduto in contraddizione con se stesso, infatti ho letto tutti gli interventi e il 18 aprile 2007 lei stesso aveva scritto

malgoth ha scritto:
Non nacque nell'ottobre 1568 ma nel maggio 1568 e ti dico di più i suoi padrini di battesimo furono Cosimo I de' Medici e la Ill.ma Signora Principessa (ritengo Giovanna d'Austria visto che la moglie Eleonora di Toledo era morta nel 1562)...


Qualche giorno dopo cioè il 29 maggio 2007, l'utente Incipit aveva scritto di aver trovato l'atto di nascita di questa donna ed in tal caso il cognome risulterebbe Baroncelli:

Incipit ha scritto:Eccola qua, trovata... avevate dimenticato la L.
Battezzata il 19 maggio 1568, popolo di San Lorenzo
Il cognome era Baroncelli...


Ma in questi ultimi giorni, lei Malgoth invece scrive così:

malgoth ha scritto:
Dianora, nata a Firenze (Popolo di S. Trinità/Quartiere Santo Spirito) (http://books.google.it/books?id=CkQ6_uW ... ne&f=false) il 19 Maggio 1568, ebbe come padrino di battesimo Girolamo di Niccolò di “Maestro” Luca della Robbia e non era figlia né di un Falegname, né di Caterina Dori!


Ma allora si chiamava Baroncelli, Dori, Dosi o Galigai? E il padrino e madrina erano Cosimo de' Medici e Giovanna d'Austria oppure questo Girolamo di Niccolò di Mastro Luca della Robbia?

LB
Galahad
 
Messaggi: 49
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 17:06

Re: Galigai

Messaggioda malgoth » venerdì 7 novembre 2014, 0:01

Innanzitutto Buonasera Galahad!

Come facilmente si può evincere si è trattata di una "ricerca su fonti coeve" e come tale ha avuto bisogno di tempo.
Inoltre, si partiva da informazioni spesso poco corrette fornite da più o meno famosi storici.

Detto questo...risulta ovvio che i dati da prendere in considerazione sono quelli presentati nell'ultimo post!

In somma sintesi: Dianora era figlia di Iacopo di Bastiano di Iacopo di Bastiano di Nuccio Galigai ed ebbe come padrino un nipote di Magistro Luca Della Robbia.
La madre di Dianora era figlia di Stefano Rosselli....

Cordialità...
malgoth
 
Messaggi: 369
Iscritto il: sabato 14 aprile 2007, 20:06

Re: Galigai

Messaggioda Galahad » venerdì 7 novembre 2014, 9:02

malgoth ha scritto:Innanzitutto Buonasera Galahad!

Come facilmente si può evincere si è trattata di una "ricerca su fonti coeve" e come tale ha avuto bisogno di tempo.
Inoltre, si partiva da informazioni spesso poco corrette fornite da più o meno famosi storici.

Detto questo...risulta ovvio che i dati da prendere in considerazione sono quelli presentati nell'ultimo post!

In somma sintesi: Dianora era figlia di Iacopo di Bastiano di Iacopo di Bastiano di Nuccio Galigai ed ebbe come padrino un nipote di Magistro Luca Della Robbia.
La madre di Dianora era figlia di Stefano Rosselli....

Cordialità...


Buongiorno Malgoth, ho capito, grazie. Mi scusi, ma lei aveva presentato alcune notizie come dati storici certi, poi ne ha presentate altre, differenti dalle precedenti, ma con la stessa certezza, quindi ho posta la mia domanda. Ora è più chiaro. Grazie.
LB
Galahad
 
Messaggi: 49
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 17:06

Re: Galigai

Messaggioda malgoth » venerdì 7 novembre 2014, 13:32

Galahad ha scritto:Buongiorno Malgoth, ho capito, grazie. Mi scusi, ma lei aveva presentato alcune notizie come dati storici certi, poi ne ha presentate altre, differenti dalle precedenti, ma con la stessa certezza, quindi ho posta la mia domanda. Ora è più chiaro. Grazie.
LB


Buongiorno a Lei! Non è proprio così ma va bene ugualmente...l'importante è adesso esserci chiariti [jump.gif]

CC
malgoth
 
Messaggi: 369
Iscritto il: sabato 14 aprile 2007, 20:06

Re: Galigai

Messaggioda Andrea Conti » venerdì 7 novembre 2014, 16:11

malgoth ha scritto:Gentile Andrea...ebbene si...molti "appassionati" dovrebbero da questo esempio trarre l'insegnamento di approfondire sempre le notizie "storiche" (soprattutto se lontane da coerenza e logica) e molti storici, prima di scrivere o "ricopiare" quello scritto da altri, dovrebbero fare seria ricerca archivistica su molteplice documentazione coeva (la bibliografica spesso è lacunosa o "politicamente scorretta")...

Detto questo...chiedo venia se non sia riuscito ad essere comprensibile... :(

Il quadrisavolo di Dianora era Nuccio di Bernardo di Rinuccio (detto Nuccio de Galigaio o Galigai) di Ms. Albizzo di Ms. Rinuccio di Latino di Latinieri de Galigaio....

[sorry.gif]

Cordialità....

Cris


Buon pomeriggio Cris,
e grazie per la risposta.
Le figure di Concino Concini e di Dianora Galigai in realtà son molto interessanti anche per la vulgata storica - credo principalmente d'impronta francese - su di loro. Li incontrai per la prima volta in un volume sui Medici, edito da Mondadori nell'ambito di una collana dal titolo "Le grandi famiglie d'Europa" ... ormai una quarantina d'anni fa.
Più recentemente per i miei studi sulla storia della santità in età tridentina e prost-tridentina perchè la loro vita, in particolare quella della Galigai, ebbe modo d'intrecciarsi con quella d'una mistica senese, Madre Passitea Crogi.
Anche in una recente pubblicazione su Concini (Carlo Fabbri, Concino Concini, Maresciallo d'Ancre. Ascesa e caduta di un gentiluomo toscano alla corte di Francia - 1600 - 1617) si ripetono le notizie sulla nascita plebea della Galigai (pagg. 55-57).
Auspico che Lei, Cris, possa trasformare le notizie in Suo possesso su Concini e sulla Galigai in una pubblicazione scientificamente documentata sulle origini familiari di entrambi.
Con viva cordialità,
Andrea Conti
__________________
FULGOR NON TERRET
Avatar utente
Andrea Conti
 
Messaggi: 187
Iscritto il: sabato 13 maggio 2006, 21:00
Località: Siena

PrecedenteProssimo

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti