Galigai

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Galigai

Messaggioda malgoth » lunedì 16 aprile 2007, 19:34

Potresti aiutarmi nel definire l'origine storica e almeno avere un parziale albero genealogico della Famiglia GALIGAI di Firenze?

Grazie,

Cris
malgoth
 
Messaggi: 382
Iscritto il: sabato 14 aprile 2007, 20:06

Galigai

Messaggioda alfabravo » lunedì 16 aprile 2007, 22:04

Egr. Sig. Malgoth,

traggo queste note dal "Dizionario storico blasonico" di G. B. di Crollalanza

GALIGAI di Firenze - Antica famiglia fregiata del cavalierato da Carlo Magno nella persona di GUIDO, e da Arrigo II nel 1039 fatta dei Galigaio
UGO, console di Firenze nel 1188
Seguaci del partito ghibellino furono nel 1258 espulsi dalla Patria.
Nel 1292 furono dichiarati magnati ma esclusi dalle magistrature.
ARMA: d'oro, a quattro catene d'azzurro, moventi dai qyuattro angoli
dello scudo, legati nel cuore ad un anello del primo.

GALIGAI MATTEI di Firenze - Ottennero quattro volte il priorato tra il 1447 e il 1546 ed ebbero un notaro della Signoria nel 1517 nella persona di ser Benedetto di Matteo di Bartolo (estinta nel 1570).
ARMA. d'azzurro adue braccia vestite di rosso, moventi dai fianchi dello
scudo, le mani di carnagione, tenenti insieme quattro verghe d'argento legate in un fascio.

Distinti saluti da Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 918
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Messaggioda San Marco » martedì 17 aprile 2007, 1:43

Eleonora Galigai fu una importante figura storica tra il 1500 ed il 1600. Nata a Firenze divenne dama di Palazzo e Favorita della Regina di Francia Maria de' Medici. Grazie al matrimonio con Concino Concini, pure lui fiorentino, che aveva fatto una rapida e clamorosa fortuna specie dopo la morte di Enrico IV, divenne Marchesa di Ancre. Nel 1617 dopo che era caduto in disgrazia il marito che in un breve arco di tempo aveva comperato nel 1610 il marchesato di Ancre e nello stesso anno assunto il governatorato della Piccardia, nel 1611 quello della Normandia per diventare " Maresciallo " nel 1613, per volere del Re Luigi XII, appena questi divenne maggiorenne, fu fatto uccidere, anche la Marchesa, nello stesso anno, fu fatta decapitare e bruciare per stregoneria e lesa maestà, a Parigi.
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda Davide Shamà » martedì 17 aprile 2007, 1:56

San Marco ha scritto:Eleonora Galigai fu una importante figura storica tra il 1500 ed il 1600. Nata a Firenze divenne dama di Palazzo e Favorita della Regina di Francia Maria de' Medici. Grazie al matrimonio con Concino Concini, pure lui fiorentino, che aveva fatto una rapida e clamorosa fortuna specie dopo la morte di Enrico IV, divenne Marchesa di Ancre. Nel 1617 dopo che era caduto in disgrazia il marito che in un breve arco di tempo aveva comperato nel 1610 il marchesato di Ancre e nello stesso anno assunto il governatorato della Piccardia, nel 1611 quello della Normandia per diventare " Maresciallo " nel 1613, per volere del Re Luigi XII, appena questi divenne maggiorenne, fu fatto uccidere, anche la Marchesa, nello stesso anno, fu fatta decapitare e bruciare per stregoneria e lesa maestà, a Parigi.


il vero nome di Eleonora Galigai era Dianora Dori (o Dosi, secondo altre fonti), ed era figlia di un falegname fiorentino e di una lavandaia. Prese il cognome Galigai solo per aggregarsi indebitamente alla nobiltà fiorentina.
Davide Shamà
 

Eleonora Galigai e richieste

Messaggioda malgoth » martedì 17 aprile 2007, 14:12

Innanzitutto desidero ringraziarvi per la celerità nel rispondermi e per la gentilezza riservatami.
Chiamandomi Cristoforo Concini, ritengo che sulle notizie riportatemi (che già conoscevo) avrei qualcosa, documenti alla mano, da ridire....
Mi soffermo solo su quanto riportato da Shamà sul cognome di Dianora e quando scrive "prese il cognome Galigai solo per aggregarsi indebitamente alla nobiltà fiorentina"....
La madre di Dianora o Eleonora era una Galigai e a quanto pare con ella si estingueva il suo Ramo.
La figlia, quindi, assunse del tutto legittimamente il cognome materno.
Su quel periodo e su questi due personaggi molte cose distorte sono state dette, meriterebbero la stesura di un libro.....
Mi permetto di affermare tutto ciò solo perchè in possesso di documentazione a riguardo....
Tornando al mio quesito originale: sto cercando notizie genealogiche sui Galigai per ricomporne l'albero che, attualmente, posseggo solo parzialmente.
Grazie ancora,

Cris
malgoth
 
Messaggi: 382
Iscritto il: sabato 14 aprile 2007, 20:06

Re: Eleonora Galigai e richieste

Messaggioda Davide Shamà » martedì 17 aprile 2007, 15:31

malgoth ha scritto:Innanzitutto desidero ringraziarvi per la celerità nel rispondermi e per la gentilezza riservatami.
Chiamandomi Cristoforo Concini, ritengo che sulle notizie riportatemi (che già conoscevo) avrei qualcosa, documenti alla mano, da ridire....
Mi soffermo solo su quanto riportato da Shamà sul cognome di Dianora e quando scrive "prese il cognome Galigai solo per aggregarsi indebitamente alla nobiltà fiorentina"....
La madre di Dianora o Eleonora era una Galigai e a quanto pare con ella si estingueva il suo Ramo.
La figlia, quindi, assunse del tutto legittimamente il cognome materno.
Su quel periodo e su questi due personaggi molte cose distorte sono state dette, meriterebbero la stesura di un libro.....
Mi permetto di affermare tutto ciò solo perchè in possesso di documentazione a riguardo....
Tornando al mio quesito originale: sto cercando notizie genealogiche sui Galigai per ricomporne l'albero che, attualmente, posseggo solo parzialmente.
Grazie ancora,

Cris


per quanto riguarda il problema della Dori (il cognome Galigai fu assunto tardi e solo per darsi una patina di nobiltà che le mancava), i suoi dati sono riscontrabili facilmente in un bel articolo scritto per Historia nel 1977 da Alain Decaux, celebre storico e Accademico di Francia. Non era affatto nobile e la parentela con i Galigai patrizi è tutta da dimostrare! Che la madre portasse lo stesso cognome è un altro problema.
E dunque aspettiamo la stesura di un libro più completo dei tanti finora scritti da illustri studiosi...
Davide Shamà
 

x Shamà...Leonora e Galigai

Messaggioda malgoth » martedì 17 aprile 2007, 18:23

Riporto la frase dello storico menzionato: "La vérité est qu'elle était fille d'un menuisier et d'une blanchisseuse....".
Dov'è la documentazione a riguardo?
Non viene fornito il dato del cognome materno, perchè?
I miei documenti, invece, dicono che, vogliamo dire per coincidenza ???, la madre fosse proprio una Galigai.
E i Galigai appartennevano alla nobiltà magnatizia di Firenze; allora mi e vi chiedo....avrebbe mai potuto, in quel periodo, una rappresentante di quella Famiglia sposare un Falegname?
Con sottile sarcasmo, il Signor Shamà scrive di opere di "illustri studiosi..."...
Mi permetto, allora, di fare un piccolo cenno:
Su Concino Concini vi fu chi scrisse si trattasse di un avventuriero fiorentino, quando invece era Conte della Penna titolo riconosciuto alla sua Famiglia sin dal 1240....
E vi furono illustri studiosi come il Litta che affermavano che i Concini fiorentini discendessero da un contadino e non dai suddetti Conti della Penna, nobili aretini.
Presupposto, che i Concini toscani si sono estinti con Arrigo intorno al 1635; facilmente posso confutare il Litta in quanto io discendo da un Ramo che si trasferì in Austria nel 1350 cioè molto prima di quel Matteo (contadino) di cui fa menzione l'illustre storico....
E i documenti in mio possesso fanno riferimento, da padre in figlio, anche al ramo toscano che tralaltro era il primogenito....
Purtroppo l'invidia è cosa umana e alcuni storici hanno scritto riportando notizie precedenti senza talvolta criticamente e scientificamente valutarne le fonti....
malgoth
 
Messaggi: 382
Iscritto il: sabato 14 aprile 2007, 20:06

Re: x Shamà...Leonora e Galigai

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » martedì 17 aprile 2007, 19:49

malgoth ha scritto:Riporto la frase dello storico menzionato: "La vérité est qu'elle était fille d'un menuisier et d'une blanchisseuse....".
Dov'è la documentazione a riguardo?
Non viene fornito il dato del cognome materno, perchè?
I miei documenti, invece, dicono che, vogliamo dire per coincidenza ???, la madre fosse proprio una Galigai.

Se i documenti sono pubblici invece ci indichi la loro collocazione e brevemente il loro contenuto. Parlare sarà piu semplice non crede?

E i Galigai appartennevano alla nobiltà magnatizia di Firenze; allora mi e vi chiedo....avrebbe mai potuto, in quel periodo, una rappresentante di quella Famiglia sposare un Falegname?
Con sottile sarcasmo, il Signor Shamà scrive di opere di "illustri studiosi..."...
Mi permetto, allora, di fare un piccolo cenno:
Su Concino Concini vi fu chi scrisse si trattasse di un avventuriero fiorentino, quando invece era Conte della Penna titolo riconosciuto alla sua Famiglia sin dal 1240....

Anche in questo caso sarebbe interessante conoscere le fonti sulle quali si basa il suo ragionamento

E vi furono illustri studiosi come il Litta che affermavano che i Concini fiorentini discendessero da un contadino e non dai suddetti Conti della Penna, nobili aretini.
Presupposto, che i Concini toscani si sono estinti con Arrigo intorno al 1635; facilmente posso confutare il Litta in quanto io discendo da un Ramo che si trasferì in Austria nel 1350 cioè molto prima di quel Matteo (contadino) di cui fa menzione l'illustre storico....

Interessante. Come e con quali fonti ha raggiunto tali considerazioni?

E i documenti in mio possesso fanno riferimento, da padre in figlio, anche al ramo toscano che tralaltro era il primogenito....
Purtroppo l'invidia è cosa umana e alcuni storici hanno scritto riportando notizie precedenti senza talvolta criticamente e scientificamente valutarne le fonti....


L'invidia, a mio avviso, non c'entra quando si è in presenza di fonti certe e verificabili. Sino ad ora nei suoi discorsi però mi sembra non abbia citato ancora nessuna fonte di questo tipo. O mi sbaglio?
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6933
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Fonti

Messaggioda malgoth » martedì 17 aprile 2007, 21:00

Per quanto riguarda il discorso della madre di Dianora, se la memoria non mi tradisce, basterebbe leggere il libro di Cipriano Giachetti dal titolo "La tragica avventura dei Concini" ma mio padre possiede anche fonti archivistiche.
Per quanto riguarda il discorso più propriamente riguardante la mia Famiglia e tralasciando studiosi quali G.B. di Crollalanza (anno 1887) o lo Scipione Ammirato, ovviamente quello da me riferito proviene da documenti presenti negli Archivi di Stato (Roma, Firenze, Austria).
Se poi ritiene che questi ultimi siano poca cosa....
Tra gli altri documenti (Archivio di Stato di Firenze) vi è un albero genealogico scritto di propria mano da Giovanni Battista Concini (31 Ottobre 1569) e che inizia intorno al 1200 con riferimenti a altri documenti presenti, ad esempio, nelle Riformagioni....
Riscontri si possono anche trovare in alcuni dei documenti raccolti in quell'opera di Ubaldo Pasqui e provenienti dai fondi archivistici di Arezzo....
Una semplice ricerca vi confermerà quanto da me accennato....
malgoth
 
Messaggi: 382
Iscritto il: sabato 14 aprile 2007, 20:06

Messaggioda Guido5 » martedì 17 aprile 2007, 21:48

Caro Cristoforo,
una ricerca te la suggerico io e puoi farla agevolmente su Internet. A http://www.operaduomo.firenze.it/battesimi/ c'è quanto occorre per trovare l'atto di battesimo di Dianora Dori (o Dosi) Galigai. Se non erro siamo attorno al 1580, un periodo in cui le indicazioni cominciano a essere abbastanza complete...
Dimenticavo: un cordiale benvenuto nel "forum".

Ciao a tutti!
Guido5
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5150
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

x Guido

Messaggioda malgoth » martedì 17 aprile 2007, 22:36

Caro Guido, innanzitutto grazie per il benvenuto!
Il link che mi hai inviato non era di mia conoscenze e sicuramente mi tornerà molto utile....
Non tanto per quanto riguarda Dianora, la cui documentazione è in possesso di mio padre (se la memoria non mi tradisce nacque nel 1568 e non nel 1580), ma per quelle parti dell'albero Galigai che mi mancano....
Ti farò sapere!!!
Colgo l'occasione per dire di aver appena letto la questione "fantagenealogisti" e concordo pienamente con i moderatori.
Rischiando di essere ancora più "fondamentalista" o forse banale ( mi auguro quest'ultimo) ritengo che siano più valide le documentazioni archivistiche o gli atti notarili o prrocchiali (battesimo, matrimonio) che le righe scritte anche da "illustri studiosi" ma in cui non vengono riportate precise fonti bibliogrfiche.
Anche il di Crollalanza, nell'anno 1887 del suo Annuario, in cui fa la storia della mia Famiglia e del tutto favorevole ha commesso qualche errore; non parliamo del Litta......
Pongo una domanda:
E' corretto prendere per buono ciò che scrive un'autorevole firma senza che essa, però, riporti le fonti?
Mi piacerebbe conoscere il vostro parere a riguardo....
Grazie ancora Guido!
malgoth
 
Messaggi: 382
Iscritto il: sabato 14 aprile 2007, 20:06

Re: x Shamà...Leonora e Galigai

Messaggioda Davide Shamà » martedì 17 aprile 2007, 22:37

malgoth ha scritto:Riporto la frase dello storico menzionato: "La vérité est qu'elle était fille d'un menuisier et d'une blanchisseuse....".
Dov'è la documentazione a riguardo?
Non viene fornito il dato del cognome materno, perchè?
I miei documenti, invece, dicono che, vogliamo dire per coincidenza ???, la madre fosse proprio una Galigai.
E i Galigai appartennevano alla nobiltà magnatizia di Firenze; allora mi e vi chiedo....avrebbe mai potuto, in quel periodo, una rappresentante di quella Famiglia sposare un Falegname?
Con sottile sarcasmo, il Signor Shamà scrive di opere di "illustri studiosi..."...
Mi permetto, allora, di fare un piccolo cenno:
Su Concino Concini vi fu chi scrisse si trattasse di un avventuriero fiorentino, quando invece era Conte della Penna titolo riconosciuto alla sua Famiglia sin dal 1240....
E vi furono illustri studiosi come il Litta che affermavano che i Concini fiorentini discendessero da un contadino e non dai suddetti Conti della Penna, nobili aretini.
Presupposto, che i Concini toscani si sono estinti con Arrigo intorno al 1635; facilmente posso confutare il Litta in quanto io discendo da un Ramo che si trasferì in Austria nel 1350 cioè molto prima di quel Matteo (contadino) di cui fa menzione l'illustre storico....
E i documenti in mio possesso fanno riferimento, da padre in figlio, anche al ramo toscano che tralaltro era il primogenito....
Purtroppo l'invidia è cosa umana e alcuni storici hanno scritto riportando notizie precedenti senza talvolta criticamente e scientificamente valutarne le fonti....


E dunque ? Le faccio notare che i genitori della Dosi non vengono qualificati come nobili, almeno per quanto ne so credo che su questo ci siano pochi dubbi. Che la madre sia una vera discendente dei Galigai patrizi fiorentini (tutto da dimostrare) non implica l'aggregazione automatica alla nobiltà.
Se permette io, per adesso, in mancanza di altro avrei più in simpatia le "invenzioni" di un Accademico di Francia.
Per il resto, come dice Alessio Bedini, sono necessari controlli più seri e va verificata l'attendibilità delle fonti.
Davide Shamà
 

Re: x Guido

Messaggioda Davide Shamà » martedì 17 aprile 2007, 22:42

malgoth ha scritto:Caro Guido, innanzitutto grazie per il benvenuto!
Il link che mi hai inviato non era di mia conoscenze e sicuramente mi tornerà molto utile....
Non tanto per quanto riguarda Dianora, la cui documentazione è in possesso di mio padre (se la memoria non mi tradisce nacque nel 1568 e non nel 1580), ma per quelle parti dell'albero Galigai che mi mancano....
Ti farò sapere!!!
Colgo l'occasione per dire di aver appena letto la questione "fantagenealogisti" e concordo pienamente con i moderatori.
Rischiando di essere ancora più "fondamentalista" o forse banale ( mi auguro quest'ultimo) ritengo che siano più valide le documentazioni archivistiche o gli atti notarili o prrocchiali (battesimo, matrimonio) che le righe scritte anche da "illustri studiosi" ma in cui non vengono riportate precise fonti bibliogrfiche.
Anche il di Crollalanza, nell'anno 1887 del suo Annuario, in cui fa la storia della mia Famiglia e del tutto favorevole ha commesso qualche errore; non parliamo del Litta......
Pongo una domanda:
E' corretto prendere per buono ciò che scrive un'autorevole firma senza che essa, però, riporti le fonti?
Mi piacerebbe conoscere il vostro parere a riguardo....
Grazie ancora Guido!


Guardi che lo storico francese cita le fonti in quell'articolo e indica i luoghi circostanziati di matrimonio, delle nascite dei coniugi Concini e dei loro figli. E naturalmente benvenuto in forum anche da parte mia.
Davide Shamà
 

fonti articolo

Messaggioda malgoth » martedì 17 aprile 2007, 22:53

Gent.mo Sig. Shamà,
grazie anche a Lei per il benvenuto!
Mi farebbe cosa oltremodo gradita se potesse scrivermi le Fonti da cui lo storico francese attinge le sue informazioni.
In particolar modo, quelle sulle nascite di Concino Concini e di Dianora Dori.
Per quanto riguarda il suo matrimonio, le nascite dei suoi figli o il fatto che questi ultimi vennero battezzati dalle LL.AA.RR. sono avvenimenti successivi a quanto è oggetto di discussione.
RingraziandoLa anticipatamente, rimango in attesa....
malgoth
 
Messaggi: 382
Iscritto il: sabato 14 aprile 2007, 20:06

Messaggioda Guido5 » martedì 17 aprile 2007, 23:38

Caro Cristoforo,
se l'anno di nascita di Dianora è il 1568 l'atto di battesimo penso che sia l'ultimo elencato per il mese di ottobre nell'indice alfabetico femminile:
Immagine
Dianora, figlia di Giuliano d'Antonio, "legniaiuolo" della parrocchia S. Ambrogio, sarebbe nata il 23 alle 4 e avrebbe avuto per padrini Marco di Domenico e Costanza di Iacopo.
L'assenza di cognomi e del nome della madre apparentemente non depone a favore di qualsiasi nobiltà. Occorrerebbe ovviamente vedere la registrazione integrale.

Ciao a tutti!
Guido5
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5150
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Prossimo

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 23 ospiti