de' Simone Prato

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Alessio Bruno Bedini, Messanensis, GENS VALERIA

Re: de' Simone Prato

Messaggioda ClaudioL » martedì 20 giugno 2017, 9:09

Buongiorno
se mi permettete, vorrei intervenire in questa discussione perchè sono figlio di una Desimone. Sto conducendo una ricerca genealogica sul cognome di mia madre, la cosa che ho riscontrato è che fino al mio trisavolo (nato 1847) il cognome è Desimone o De Simone. Dal mio trisavolo in su (compreso i fratelli maggiori) il cognome si tramuta in Simone, e si mantiene un po' di confusione su questa differenza, cioè padri battezzati come Simone e figli De Simone, oppure la stessa persona nasce Simone e muore De Simone o viceversa (è caos). Questa situazione persiste fino alla prima metà del XVII sec. quando ad un certo punto ritorna il DE, anche se lo mettevano d' avanti all' 80% dei cognomi. Adesso...non ne sono sicuro, ma mi sembra di intuire come se il "DE" fosse ininfluente, o c' era o non c' era, non cambiava nulla; mi piacerebbe capire però (se esistono) le vere motivazioni. Ah...dimenticavo, le mie ricerche si svolgono tutte nel sud-est barese!

Buona giornata
ClaudioL
 
Messaggi: 2
Iscritto il: martedì 13 giugno 2017, 9:50

Re: de' Simone Prato

Messaggioda GENS VALERIA » giovedì 22 giugno 2017, 13:32

In origine questo tipo di cognomi patronimici erano scritti con il "de" scaccato e minuscolo , ( figlio di Simone ). Poiché venivano dettati oralmente da analfabeti a persona letterata ( parroco , notaio ) cambiavano a seconda di come veniva compreso , quindi accadeva ( come anche nella mia famiglia ) che ci fossero persone nate con un cognome , sposate con un altro e defunte con un altro ancora . L' apostrofo è caratteristica delle regioni dell' Italia Centrale.

La stupida e diffusa eliminazione del prefisso "de" o l' unione al resto del cognome, venne decretata per legge nel Settecento per i sudditi austriaci, e nell' Ottocento per i cittadini sottoposti alle leggi napoleoniche , si presume per evitare interpretazioni nobiliari . Nel censimento austriaco a Venezia un mio avo veniva indicato con un incredibile ... Giovanni Mitri ( De )
Spesso si torna al de / De staccato , dopo la restaurazione , fino ai giorni nostri.

Cordialmente
Chi è ... è , chi non è ... non può essere.

Sergio de Mitri Valier Immagine
Avatar utente
GENS VALERIA
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 4970
Iscritto il: domenica 24 giugno 2007, 22:39
Località: Chiavari

Precedente

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 9 ospiti