Attribuzione cognome famiglia estinta

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Attribuzione cognome famiglia estinta

Messaggioda Sannita1998 » giovedì 1 aprile 2021, 17:57

Buonasera
Questo post per chiedervi gentilmente notizie sulle modalità con cui si assumeva il cognome di una famiglia nobile estinta.
Nel XVIII e XIX sec. quali erano le regole che generalmente vigevano in Italia, per aggiungere al proprio cognome quello di una nobile famiglia estinta?
In altre parole bastava un atto notarile o serviva anche l'assenso del sovrano?
Vi ringrazio anticipatamente per la risposta
Sannita1998
 
Messaggi: 40
Iscritto il: domenica 13 maggio 2018, 18:10

Re: Attribuzione cognome famiglia estinta

Messaggioda pierluigic » venerdì 2 aprile 2021, 0:13

.
Non ho precise conoscenze legali su questo argomento , quindi quanto dico deve essere aggiustato

Toscana
Per quello che ne so io la cosa avveniva per adozione notarile
Il rappresentante della famiglia aristocratica che si stava per estinguere privilegiava qualche parente discendente per via femminile da quella stessa famiglia
Questo subiva una sorta di adozione per cui avrebbe dovuto abbandonare il proprio cognome e il proprio stemma adottando quelli della famiglia in estinzione
Suppongo vi fosse un preventivo assenso del Principe

In realta' accadeva che col tempo l'adottato ritornasse al suo cognome originario solo aggiungendo il nuovo cognome
In questo modo si giunge anche a famiglie con sequenze di 5/6 cognomi

Negli alberi genealogici aristocratici mi e' parso venissero per prassi dimenticati i parenti poveri e plebei ( non si guardava tanto per il sottile e credo che questi non immaginassero neppure di avere dei diritti ereditari )
Poiche' erano in uso i fidecommesso su certi beni immobili ( talvolta precedenti anche di duecento anni ) per evitare di disperdere i patrimoni l'adozione era a volte il modo di bypassare i veri aventi diritto (i poveri e plebei ) privilegiando la propria parentela di cognome diverso

Ho visto quindi in queste adozioni anche se non principalmente la volonta' di trasferire questi beni vincolati
Non ho idea se i beni soggetti a fedecommesso nel caso di effettiva estinzione della famiglia finissero nel patrimonio dello Stato o se esistessero forme di ricerca dei legittimi eredi come ai tempi nostri ( non credo pero' )
Mi piacerebbe saperlo

Quindi il mio contributo e' molto carente
.
pierluigic
 
Messaggi: 1124
Iscritto il: lunedì 5 settembre 2005, 22:40
Località: la spezia pierluigi18faber@libero.it

Re: Attribuzione cognome famiglia estinta

Messaggioda brixianus » venerdì 2 aprile 2021, 17:27

Se una famiglia "si estingueva" in un'altra famiglia, il titolo nobiliare dell'epigona non si trasmetteva automaticamente alla famiglia "di confluenza" (per capirci)? Era necessario un atto formale di trasmissione/trasferimento del titolo?
Avatar utente
brixianus
 
Messaggi: 167
Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2013, 11:14

Re: Attribuzione cognome famiglia estinta

Messaggioda d.menottipratesi » domenica 4 aprile 2021, 19:34

brixianus ha scritto:Se una famiglia "si estingueva" in un'altra famiglia, il titolo nobiliare dell'epigona non si trasmetteva automaticamente alla famiglia "di confluenza" (per capirci)? Era necessario un atto formale di trasmissione/trasferimento del titolo?


Buonasera,

no, il titolo non si trasmetteva automaticamente. Supponiamo che Maria Rossi, ultima e unica discendente del Duca Rossi, sposasse Luca Bianchi: Luca Bianchi non diveniva automaticamente Duca (né tantomeno i discendenti dei due).

Sono storicamente esistiti casi in cui la trasmissione del titolo e del "ruolo" di capofamiglia furono concessi dal suocero al genero, con il vincolo che quest'ultimo assumesse il cognome della famiglia che si stava avviando all'estinzione (nell'esempio sopra, lo sposo doveva accettare di diventare Luca Bianchi Rossi). In ogni caso, questa scelta dell'ultimo titolato doveva essere avallata e autorizzata da chi deteneva la fons honorum (ergo il sovrano).
d.menottipratesi
 
Messaggi: 6
Iscritto il: giovedì 15 ottobre 2020, 15:37
Località: Milano

Re: Attribuzione cognome famiglia estinta

Messaggioda Sannita1998 » lunedì 5 aprile 2021, 11:49

pierluigic ha scritto:.
Non ho precise conoscenze legali su questo argomento , quindi quanto dico deve essere aggiustato

Toscana
Per quello che ne so io la cosa avveniva per adozione notarile
Il rappresentante della famiglia aristocratica che si stava per estinguere privilegiava qualche parente discendente per via femminile da quella stessa famiglia
Questo subiva una sorta di adozione per cui avrebbe dovuto abbandonare il proprio cognome e il proprio stemma adottando quelli della famiglia in estinzione
Suppongo vi fosse un preventivo assenso del Principe

In realta' accadeva che col tempo l'adottato ritornasse al suo cognome originario solo aggiungendo il nuovo cognome
In questo modo si giunge anche a famiglie con sequenze di 5/6 cognomi

Negli alberi genealogici aristocratici mi e' parso venissero per prassi dimenticati i parenti poveri e plebei ( non si guardava tanto per il sottile e credo che questi non immaginassero neppure di avere dei diritti ereditari )
Poiche' erano in uso i fidecommesso su certi beni immobili ( talvolta precedenti anche di duecento anni ) per evitare di disperdere i patrimoni l'adozione era a volte il modo di bypassare i veri aventi diritto (i poveri e plebei ) privilegiando la propria parentela di cognome diverso

Ho visto quindi in queste adozioni anche se non principalmente la volonta' di trasferire questi beni vincolati
Non ho idea se i beni soggetti a fedecommesso nel caso di effettiva estinzione della famiglia finissero nel patrimonio dello Stato o se esistessero forme di ricerca dei legittimi eredi come ai tempi nostri ( non credo pero' )
Mi piacerebbe saperlo

Quindi il mio contributo e' molto carente
.


Gentile Pierluigic
Non é stato assolutamente carente, mi ha dato delle infomazioni molto utili.
Tuttavia ho notato che spesso questi cognomi non sono fissi. Ho visto che negli atti dello Stato Civile dell'800 per molte famiglie nobili, in altri casi sempre conosciute con il doppio cognome , veniva riportato solo il primo cognome, quello "originario".
Per quanto riguarda il passaggio del titolo nobiliare della famiglia estinta, ho riscontrato proprio un caso in cui non é stato automatico.Alla fine del'700 una famiglia nobile si era estinta e tutto era passato al genero che però non era di origine nobile. Ed in effetti nell'elenco delle nobili famiglie di quella zona del 1815, la "nuova famiglia" non era riportata. Avrebbe ottenuto la nobiltà solo 30 anni dopo ma per altre cause.
Sannita1998
 
Messaggi: 40
Iscritto il: domenica 13 maggio 2018, 18:10


Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti