Scrittore nell'800?

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Scrittore nell'800?

Messaggioda P.G. » domenica 20 dicembre 2020, 1:08

Buonasera, che cosa può significare che una persona nella seconda metà dell'800 fosse "regio impiegato" e "scrittore"? Ho trovato entrambi i termini attribuiti ad un mio antenato lombardo, ma non li capisco appieno. Può essere che indichino la professione di chi compilava gli atti dello stato civile o potrebbe trattarsi di altro?
P.G.
 
Messaggi: 6
Iscritto il: martedì 10 novembre 2020, 22:13

Re: Scrittore nell'800?

Messaggioda Salvennor » domenica 20 dicembre 2020, 14:31

La qualifica di "Regio impiegato" indicava persona con incarichi di vario grado nelle istituzioni del Regno. Le mansioni potevano riguardare varie tipologie dei settori amministrativo, giudiziario e militare. E appunto in tali carriere esistevano vari gradi (gerarchici). Infatti anche un altissimo funzionario poteva essere qualificato come "Regio impiegato", ma di solito le alte cariche erano indicate con le qualifiche specifiche (es. Segretario generale, Capitano del Porto, Procuratore etc...). Anche il mio avo diretto paterno nei documenti è citato come "Regio impiegato" (periodo 1828-1845), e successivamente con ulteriori qualifiche (tipo "negoziante). Ecco, altra caratteristica interessante, la compatibilità (all'epoca) della professione di impiegato con altre attività (comprese quelle mercantili/imprenditoriali). Dunque niente di strano se il suo avo era impiegato e scrittore allo stesso tempo, a prescindere se per pura passione o meno.
Avatar utente
Salvennor
 
Messaggi: 1058
Iscritto il: giovedì 1 gennaio 2009, 17:19
Località: CAGLIARI

Re: Scrittore nell'800?

Messaggioda P.G. » domenica 20 dicembre 2020, 17:03

Capisco, in effetti ora che ci penso avevo visto che nel 1861 questo mio avo al momento del battesimo di un figlio si era dichiarato come "Caporale del reggimento II di granatieri di Sardegna", mentre è riportato come "scrittore" per anni precedenti e successivi a questo. Questa alternanza si spiegherebbe proprio con l'assegnazione momentanea di un dato compito, qui di tipo militare. Certo, detto questo mi sembra comunque strano che una persona dichiari di essere di professione "scrittore", ma forse un tempo era considerata un'attività lavorativa come un'altra, o forse lui poteva permettersi di farlo per passione, chi lo sa. In ogni caso, grazie delle utili informazioni, è una spiegazione che comincia a far quadrare varie cose!
P.G.
 
Messaggi: 6
Iscritto il: martedì 10 novembre 2020, 22:13

Re: Scrittore nell'800?

Messaggioda P.G. » domenica 20 dicembre 2020, 23:37

Anzi, scusate, non avevo ancora ripassato tutta la documentazione in mio possesso. La stessa persona è anche riportata come "ricevitore del registro". Di che tipo di incarico si dovrebbe trattare?
P.G.
 
Messaggi: 6
Iscritto il: martedì 10 novembre 2020, 22:13


Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti