Matrimonio e Diritto Nobiliare

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Matrimonio e Diritto Nobiliare

Messaggioda Marco » lunedì 11 agosto 2003, 23:36

Egregi Signori,
una piccola curiosità: nel regolamento nobilare italiano (non saprei che altro nome usare), un non nobile che sposa (forse sarebbe meglio parlare al passato, non so...) una nobile poteva aspirare a qualche titolo (ad esempio anche il semplice n.h.) oppure era valido solo il caso contrario?
Per spiegarmi, un esempio: se il sig.Caio sposa Sempronia dei Conti Tizio, può aspirare ad un qualche 'innalzamento' in termini di titolo? Mi riferisco ai secoli passati (XVIII e XIX secolo soprattutto).
Mi è stato poi detto che una donna nata da famiglia nobile, in Italia non aveva automaticamente il titolo (ad es.: contessa o altro) ma era nominata con la formula "Tizia dei Conti Sempronio". Solo sposando un Conte avrebbe potuto essere chiamata "Contessa Caio". (Nel diritto nobiliare Austriaco, al contrario la donna nata in casa di Conti nasceva automaticamente Contessa). Corrisponde questo al vero? C'è nel forum un esperto in materia che possa fare un piccolo excursus su tale tematica?
Penso sarebbe interessante non solo per me.
Grazie a tutti
Marco
A.E.I.O.U.
Viribus Unitis
Marco
 
Messaggi: 42
Iscritto il: lunedì 14 luglio 2003, 22:25
Località: San Martino di Castrozza (TN)

Messaggioda sparavieri » mercoledì 24 settembre 2003, 10:46

Solo una conferma a cio' che ha espresso Marco, nel diritto austriaco normalmente il titolo veniva trasmesso anche alle donne.
Così anche in Italia la famiglia dei Conti dell'I.A. (Impero Austriaco) trasmette il titolo alle figlie femmine, ad es. Tizia Contessa dell'I.A.; come gia' succede per i titoli del SRI: Tizia Guidobono Cavalchini Baronessa del SRI.
sparavieri
 

Messaggioda Maria Luisa Alasia » mercoledì 24 settembre 2003, 23:33

Gentile Marco,
molto piu' facile per le donne da quanto riporto dal sito http://www.aradicasardegna.org

*) Una donna che nasce nobile e che sposa una persona non nobile, rimane nobile dopo il matrimonio? Una donna che sposa un nobile, diventa nobile?

L'Art. 11 dell'Ordinamento Nobiliare dello Stato Italiano letteralmente dice: "La moglie segue la condizione nobiliare del marito e la conserva anche durante lo stato vedovile".
Da tale assunto, a mio parere, derivano due conseguenze: La donna che nasce nobile e sposa un non nobile non perde, soprattutto di questi tempi, i suoi diritti nobiliari (può essere ricevuta infatti negli Ordini nobiliari quali Malta, etc. e far parte di altri organismi nobiliari ivi comprese le stesse Commissioni Araldiche).
La donna che nasce non nobile e sposa un nobile diviene nobile e tale rimane da vedova, ma se si risposa con un non nobile, evidentemente non potrà più mantenere lo status acquisito con le prime nozze.
Se ricordo bene troviamo i Doria che presero a usare il titolo Doria Carretto tramite un'alleanza matrimoniale :?:
Cordiali saluti Maria Luisa
Alasia Maria Luisa alasia44@yahoo.com 3 Edson Lane Old Brookville,N.Y. 11545 516-759-4392
Maria Luisa Alasia
 
Messaggi: 1316
Iscritto il: venerdì 31 gennaio 2003, 0:15
Località: New York Stati Uniti


Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti