Pagina 1 di 1

Comsigli di reggimento dopo il 1799

MessaggioInviato: domenica 31 maggio 2020, 19:06
da Sannita1998
Salve a tutti
Di recente ho terminato di leggere il libro di Bandino Giacomo Zenobi "Ceti e potere nella Marca Pontificia" che conclude il periodo preso in esame nel 1799, con l'invasione dei Francesi.Fino a quel momento nella maggior parte dei paesi della Marca Maceratese ma in generale nel Centro Italia erano i Consigli di reggimento a concedere l'aggregazione e quindi la nobiltà alle famiglie che potevano farne richiesta.Ora, mi chiedevo se una volta restaurato il potere pontificio dopo il 1799 fino all'annessione al Regno d'Italia nel 1808, i consigli di reggimento avessero continuato ad esercitare questa loro prerogativa e se quindi in questo periodo potessero essere aggregata altre famiglie ai reggimenti aristocratici

Re: Comsigli di reggimento dopo il 1799

MessaggioInviato: lunedì 1 giugno 2020, 10:14
da RFVS
Sannita1998 ha scritto:Salve a tutti
Di recente ho terminato di leggere il libro di Bandino Giacomo Zenobi "Ceti e potere nella Marca Pontificia" che conclude il periodo preso in esame nel 1799, con l'invasione dei Francesi.Fino a quel momento nella maggior parte dei paesi della Marca Maceratese ma in generale nel Centro Italia erano i Consigli di reggimento a concedere l'aggregazione e quindi la nobiltà alle famiglie che potevano farne richiesta.Ora, mi chiedevo se una volta restaurato il potere pontificio dopo il 1799 fino all'annessione al Regno d'Italia nel 1808, i consigli di reggimento avessero continuato ad esercitare questa loro prerogativa e se quindi in questo periodo potessero essere aggregata altre famiglie ai reggimenti aristocratici


Esattamente.
Durante la prima restaurazione pontificia le amministrazioni di città e terre hanno continuato a funzionare come prima.
Uno stop c'è stato tra il 1808 circa e il 1816, quando entrò in vigore il primo Motu Proprio pontificio sulla riorganizzazione delle amministrazioni comunali.